Giorno: 1 agosto 2014

1 agosto 2014 0

Vandali scatenati nella chiesa Stella Maris di Latina. Indaga la polizia ed esclude pista satanica

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Atti vandalici nella chiesa Stella Maris sul lungomare di Latina. I malfattori , una volta entrati hanno rovistato tutti gli ambienti imbrattando mura e suppellettili con del succo di mirtillo trovato in un ripostiglio.

Danneggiate anche alcune statue e forzata la pisside ma non è stato asportato nulla. Ad accorgersi dell’atto vandalico il custode, questa mattina alle ore 08.00 appena è entrato nella chiesa

Sul posto, oltre a personale della Squadra Volante è intervenuto personale della Digos e del Gabinetto Provinciale di Polizia Scientifica per rilevare eventuali impronte o tracce lasciate dai malfattori. Non è stata rinvenuta alcuna scritta che rivendichi l’atto vandalico né sono emerse scritte o richiami a sette sataniche. I primi accertamenti effettuati fanno ritenere che possa trattarsi di un tentativo di furto andato a vuoto e degenerato in un atto vandalico.

1 agosto 2014 0

Botte al semaforo ad Alatri per chi deve chiedere l’elemosina, rumeno denunciato e marocchino in ospedale

Di admin

Lite al semaforo per chi deve chiedere l’elemosina e finisce a botte. Agli atteggiamenti misericordiosi di un rumeno e di un marocchino che ad un semaforo di Alatri chiedevano soldi agli automobilisti si sono ben presto sostituite quelli minacciosi e poi violenti fino a che le persone ferme al semaforo non hanno dovuto assistere ad una furibonda scazzottata sedata dall’intervento dei carabinieri. Il rumeno 58enne è stato denunciato per violenza privata e il nordafricano è stato costretto alle cure ospedaliere.

1 agosto 2014 0

Pontinia – Vertenza Sapa, presidio davanti ambasciata norvegese e scambio di magliette con i lavoratori dell’Alcatel

Di admin

Giornata positiva quella odierna, per i lavoratori della Sapa, l’azienda di profilati in alluminio di Pomezia di proprietà norvegese, che rischia la chiusura con conseguente perdita di 136 posti di lavoro. Gli operai si sono ritrovati a Roma per un presidio davanti all’ambasciata del Paese scandinavo. Riuscendo ad aprire un canale anche diplomatico. Infatti i rappresentanti sono stati ricevuto all’interno dell’ambasciata esponendo le problematiche dell’azienda. Ma non solo. “Durante il presidio siamo stati intervistati in diretta nel corso della trasmissione Agorà, nella quale era ospite il Ministro del Lavoro Poletti, – dichiara Tiziano Maronna, segretario provinciale Fiol di Latina – e nel recepire le ragioni e le motivazioni della protesta, lo stesso Ministro ha assunto l’impegno di verificare personalmente la questione Sapa”. Dopo il presidio e l’incontro all’Ambasciata, i lavoratori e tutta la delegazione presente si sono trasferiti al Ministero dello Sviluppo Economico. E’ stato lì che la delegazione Pontina ha incontrato quella dei lavoratori dell’Alcatel, anche loro in lotta per non perdere il posto di lavoro, con i quali c’è stato uno scambio di magliette.

“All’incontro al Ministero ha partecipato anche una vasta delegazione dei sindaci dei territori di Latina, ha consentito di registrare un concreto impegno del ministero per arrivare, tra la fine di agosto e i primi giorni di settembre, ad un tavolo di trattativa con i vertici della multinazionale in quanto a seguito della lettera, a firma del Vice Ministro De Vincentis fatta pervenire ai vertici Sapa a mezzo dell’ambasciata Italiana in Norvegia, gli stessi vertici nel ripercorrere la vertenza sul territorio conclusa con il mancato accordo, hanno dato cenno di disponibilità ad un confronto”.

Intanto anche lo stabilimento rimane presidiato per evitare lo smantellamento delle linee. “Rimane alta la gratitudine ai Sindaci del territorio – ha concluso Maronna – che anche oggi hanno dimostrato grinta, determinazione e vicinanza ai lavoratori della Sapa”.

1 agosto 2014 0

Cambio al vertice provinciale del Corpo Forestale di Frosinone, arriva Federico Padovano

Di admin

Il 1° Agosto si è insediato nella sede del Comando Provinciale del Corpo forestale dello Stato di Frosinone, il nuovo Comandante.

Si tratta del Primo Dirigente Dott. Federico Padovano che torna a Frosinone dopo venti anni.

Il Dott. Padovano ha conseguito la laurea in Scienze Forestali presso l’Università degli Studi di Bari ed è entrato nel Corpo forestale dello Stato nel 1989, dopo aver esercitato per alcuni anni l’attività di libero professionista.

Come prima destinazione ha svolto servizio proprio nel Comando Provinciale di Frosinone, dove ha ricoperto numerosi incarichi tra cui quelli di responsabile del Servizio Contenzioso, Capo del Nucleo operativo di Polizia forestale e del Nucleo di controllo sui Regolamenti Comunitari.

Nel 1994 è stato trasferito in Puglia, presso il Comando Provinciale di Foggia, dove ha continuato ad occuparsi di Contenzioso amministrativo e penale, di controlli nel settore agro-forestale ed ha diretto il Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e Forestale.

Ha frequentato il XV° Corso di Alta Formazione nell’anno accademico 1999-2000, presso la Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia di Roma.

Nel 2006 è stato nominato responsabile del Coordinamento Territoriale per l’Ambiente del Parco Nazionale del Gargano dove ha dedicato particolare impegno al contrasto dei reati ambientali perpetrati nell’area protetta, segnatamente gli incendi boschivi, i furti nei boschi, l’abusivismo edilizio e il bracconaggio.

Nel 2010 è rientrato al Comando Provinciale di Foggia per un periodo di affiancamento in attesa dell’incarico di Comandante Provinciale che ha svolto per un breve periodo.

Il Dott. Padovano, nell’assumere l’incarico di Comandante Provinciale, rivolge il personale saluto alla popolazione della provincia di Frosinone ed assicura l’impegno del Corpo forestale dello Stato nella tutela dell’inestimabile patrimonio naturalistico della Ciociaria, delle aree protette, delle risorse forestali e agricole, nonché della salute dei cittadini, attraverso una mirata azione di controllo del territorio, di prevenzione e di repressione dei reati in danno all’ambiente, alla salubrità dell’aria e alla genuinità dei prodotti agroalimentari.

1 agosto 2014 0

Gli trovano a casa 2,3 chili di marijuana, arrestato 46enne di Serrone

Di admin

Gli hanno trovato quasi due chioli e mezzo di marijuana a casa e, per questo, un 46enne di Serrone, già noto alle forze dell’ordine. È stato arrestato dai carabinieri della stazione di Piglio per detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Nel corso della perquisizione domiciliare, infatti, i militari gli hanno trovato in casa piante di Marijuana per un peso di circa 2,3 chili oltre al materiale necessario per il confezionamento.

Er. Amedei

1 agosto 2014 0

Un questore esperto di tifoserie per Frosinone, Santarelli: “Chi lavora con rispetto ottiene rispetto”

Di admin

Filippo Santarelli è il nuovo questore di Frosinone. Sostituisce de Matteis che è andato a ricoprire lo stesso ruolo a Latina.  “La nostra missione è quella di garantire la sicurezza, sia quella reale, ma anche quella percepita – ha detto oggi alla stampa Santarelli – per fare questo, chiedo la collaborazione anche della gente e delle associazioni che hanno contatti diretti e radicati con il tessuto sociale. Il nostro è un lavoro che si deve svolgere con impegno e rispetto. Chi lavora con rispetto ottiene rispetto”. Il questore, inoltre ha maturato grande esperienza nelle questure romane per la gestione di ordine pubblico nel caso di grandi eventi sportivi. Una esperienza che tornerà utile dato che quest’anno la squadra Ciociara è in serie B. A Proposito della malavita organizzata ha detto. “La mia idea sulla malavita in provincia di Frosinone anche se devo ancora studiare il territorio, è che qui vi siano infiltrazioni finalizzate al riciclaggio che va arginata con fasi con preventive, prima che questa si radichi lavorando sui segnali che arrivano e che devono essere correttamente interpretate”.

Ermanno Amedei

1 agosto 2014 0

Michele Clemente, fra i selezionati al Premio letterario “Il Federiciano” di Rocca Imperiale

Di redazionecassino1

Un nuovo prestigioso successo per il giovane scrittore cassinate, Michele Clemente, con la poesia “Il tempo sprecato”, è entrato fra i selezionati al concorso “Il Federiciano”, organizzato dalla casa editrice Aletti nell’ambito della manifestazione “Il Paese della poesia”. Unico in Italia, con il patrocinio del Comune, il “Paese della Poesia” è diventato una realtà, ed è attualmente associato al Comune Rocca Imperiale, piccolo borgo calabrese della provincia di Cosenza. Il progetto è legato al Premio di Poesia “Il Federiciano”, da cui vengono scelti i testi inediti da pubblicare sulle stele di ceramica maiolicata affisse sui muri del centro storico del borgo calabrese. Le opere vengono, inoltre, trasportate su ceramica e riguardano anche poesie di autori che hanno fatto la storia della Letteratura italiana e mondiale. Michele Clemente è fra gli oltre duemila selezionati e potrebbe rientrare fra i dieci finalisti che si contenderanno una borsa di studio. Un risultato di notevole rilievo e prestigio, il nostro giovane scrittore lo ha comunque raggiunto, quello di vedere la sua poesia “Il tempo sprecato” inserita in un’antologia di altre opere edite dalla Aletti editore. Giovane e brillante studente del liceo-ginnasio ‘G. Carducci’ di Cassino, Michele Clemente, fresco di maturità liceale con il massimo dei voti, già sedicenne, pubblica la sua prima opera, il romanzo “Horror vacui”, presentato nella rassegna “Cassino che legge”, ma non è nuovo al mondo della scrittura e della poesia. Secondo classificato al concorso letterario ‘Premio Pinchera’ nel 2009 con un brano sull’amicizia con riferimenti al volume ‘L’amico ritrovato’. Nel 2010 una sua fiaba dal titolo “Spasimi” è stata selezionata e pubblicata nella raccolta antologica “Una fiaba per te” nell’ambito della quarta edizione dell’omonimo concorso indetto dal comune di San Pietro Infine (CE). Quarto classificato al premio letterario di poesia “Città di Cassino”, XIV edizione, nel 2011, con la poesia “Ombre”. Ora il giovane scrittore si appresta a vivere questa nuova esperienza letteraria. A lui l’augurio di rientrare tra i dieci finalisti e magari conquistare il primo premio, in ogni caso resta la soddisfazione di essere stato fra i selezionati e di un avvenire ancora ricco di soddisfazioni personali che daranno prestigio anche alla nostra città. F. Pensabene

1 agosto 2014 0

Due auto e un ciclomotore distrutti dalle fiamme a Pontecorvo, ipotesi dolo

Di admin

Due auto ed uno scooter sono stati distrutti dalle fiamme questa notte in via San Giovanni Battista a Pontecorvo. I mezzi erano parcheggiati in un’area condominiale utilizzata anche dai clienti di un supermercato. Poco dopo le 3 e mezza le fiamme si sono propagate velocemente e i vigili del fuoco, nonostante prontamente intervenuti, poco hanno potuto fare per limitare i danni. Si tratta di una Mercedes di grossa cilindrata, una utilitaria e uno scuterone di proprietà dello stesso nucleo familiare e il sospetto del dolo sembra essere la pista investigativa preferita dagli inquirenti. foto repertorio

1 agosto 2014 1

“CassinoArte 2014” chiude con il concerto della Banda “Don Bosco”, ma i disabili restano fuori dal Teatro romano

Di redazionecassino1

Si è chiusa l’edizione 2014 di CassinoArte, con il concerto della Banda Musicale “Don Bosco” Città di Cassino, diretta dal M° Marcello Bruni, nella suggestiva e splendida cornice del Teatro Romano. Il palcoscenico del Teatro Romano ha ospitato il concerto di una delle più belle realtà del territorio, riconosciuta come la banda ufficiale della Città Martire. “C’era una volta… il cinema” – terza edizione – questo il titolo dello spettacolo portato sul palco del Teatro Romano dal complesso bandistico che ha proposto le più belle musiche dei film che hanno fatto la storia del cinema. Il viaggio dei giovani musicisti, di cui i più piccoli hanno appena otto anni, è stato caratterizzato da due elementi: musica e immagini. “Attraverso questi due elementi – aveva spiegato il M° Bruni, nel corso di un’intervista, – il pubblico comprenderà l’importanza e, soprattutto, la funzione della musica in un film”. Peccato che non tutto sia filato liscio. Già, perché anche ieri sera, come in un copione di un vecchio film, ad essere penalizzati ad assistere allo spettacolo sono state le persone disabili non deambulanti. A nulla è valso, infatti, l’eccellente lavoro effettuato dalla squadra del settore manutenzione del comune di Cassino, l’impegno del consigliere Igor Fonte e dell’associazione “Nei giardini che nessuno sa, per dotare il prestigioso teatro di una nuova passerella per l’accesso dei disabili. Ieri sera, infatti, il cancello per l’ingresso a loro riservato è rimasto chiuso ed i parcheggi riservati occupati da auto prive di contrassegno. Un copione indegno per una città civile dettato dalla disorganizzazione dell’assessorato alla cultura e del suo titolare, Danilo Grossi. Il successo delle scorse edizioni, che aveva consacrato l’evento culturale del 31 luglio come un appuntamento imperdibile per i cassinati, quest’anno reso ancora più intenso perché inserito nell’ambito delle manifestazioni per il 70° Anniversario della distruzione di Cassino e dell’Abbazia, offuscato dalla pessima organizzazione. I disabili, ancora una volta, hanno dovuto ascoltare il concerto dal piazzale destinato a parcheggio! F. Pensabene Foto: A. Ceccon

1 agosto 2014 0

Giurano oggi i 643 Volontari dell’Esercito

Di redazionecassino1

Giurano fedeltà alla Repubblica italiana questa mattina, con una solenne cerimonia presso la caserma “Salomone” di Capua, i seicentoquarantatre Volontari in Ferma Prefissata di un anno (VFP1), appartenenti al 17° Reggimento Addestramento Volontari “Acqui” e al 47° Reggimento Addestramento Volontari “Ferrara”.

Gli uomini e le donne del 2° blocco 2014, al cospetto della Bandiera di Guerra del 17° Reggimento “Acqui”, decorata dell’Ordine Militare d’Italia, di una Medaglia d’Oro, tre d’Argento e una di Bronzo al Valor Militare, e agli ordini del Comandante, Colonnello Iginio Junior Ramundo, grideranno all’unisono il loro “Lo Giuro!”.

Alla cerimonia, presieduta dal Comandante del Raggruppamento Unità Addestrative dell’Esercito, Generale di Brigata Gabriele Toscani De Col, saranno presenti autorità militari, civili, religiose e le Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

Il 2° blocco 2014 è intitolato al Tenente Domenico Rossi, geniere alpino, caduto sul fronte russo nel secondo conflitto mondiale, decorato con la Croce di Guerra sul campo e insignito della Medaglia d’Oro al Valor Militare alla memoria.

Il giorno precedente la cerimonia i Volontari potranno unirsi a genitori, parenti e amici nella Caserma “Salomone”, dove saranno accolti per un breve indirizzo di saluto e un incontro informativo, nel corso del quale verranno illustrate le attività didattico-addestrative svolte.