Giorno: 21 agosto 2014

21 agosto 2014 0

Scoperto dai carabinieri di Venafro con una pistola a salve, denunciato 60enne di San Pietro Infine

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I carabinieri di Venafro hanno denunciato un 60enne di San Pietro Infine per porto illegale di armi. L’uomo è stato trovato in possesso di una pistola a salve tipo revolver, con relative munizioni, che sono state sottoposte a sequestro. Sui motivi per cui l’uomo circolasse con l’arma giocattolo, sono in corso ulteriori accertamenti.

21 agosto 2014 0

Ricatto sessuale, filma rapporti con un uomo sposato e lo ricatta. Tunisino in manette

Di admin

I Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia Roma Cassia hanno arrestato un 25enne, cittadino tunisino, incensurato, per aver tentato di estorcere denaro ad un uomo sposato, 59enne di Roma, con il quale aveva avuto alcuni rapporti sessuali.

I due si erano conosciuti su un social network per poi incontrarsi. Durante tali incontri, all’insaputa della vittima, lo straniero aveva effettuato delle riprese con il telefonino.

Dopo un po’ è cominciato l’incubo per l’uomo sposato, al quale lo straniero ha chiesto 5 mila euro altrimenti avrebbe rivelato tutto alla moglie, pubblicando i video su internet.

Dopo varie insistenti richieste e minacce, il 59enne ha deciso di sporgere denuncia ai Carabinieri che hanno monitorato un incontro avvenuto all’interno di un parcheggio di via La Storta, nel corso del quale la vittima ha consegnato il denaro richiesto al suo estorsore, che è stato quindi immediatamente bloccato e arrestato dai militari in borghese appostati nelle vicinanze.

21 agosto 2014 0

Area industriale di Paliano adibita a discarica sequestrata dai carabinieri

Di admin

Ieri pomeriggio a Paliano, i Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Frosinone, in collaborazione con i militari del Comando Compagnia di Anagni hanno sequestrato un’area, di circa 10.000 metri quadri, facente parte di un dismesso stabilimento industriale ove, veniva svolta l’attività di Gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi nella fase del trattamento e stoccaggio. I rifiuti consistevano in materiale ferroso, rottami di veicoli e parti di essi, rame, batterie esauste e apparecchiature elettroniche, complessivamente ammontanti a circa 200m3. Venivano altresì posti sotto analogo sequestro i mezzi d’opera e le attrezzature varie utilizzate per l’illecita attività. Per questo sono stati deferiti in stato di libertà, i soci amministratori di una società avente sede legale nel predetto centro. Quanto in sequestro ammonta a circa 600mila euro.

21 agosto 2014 0

Trovati con più di 13 chili di droga, arrestati 4 giovani a Latina

Di admin

Questa notte alle ore 3 a Terracina i carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo dei Carabinieri di Latina hanno arrestato P.G. 19 enne di Latina e P.L. 22 enne di Terracina, D.G.L. 22 enne di Terracina e M.S., 19 enne di Terracina. I quattro giovani nel corso di una perquisizione domiciliare sono stati trovati in possesso, di circa 8 chili di marijuana, contenuta in vari involucri di cellophane e di 5 chili di hashish divisa in panetti. Inoltre sono stati trovati anche circa 458 grammi di mdma (ecstasy) parzialmente divisa in singole dosi nonchè il materiale necessario al confezionamento dosi. Oltre alla droga i carabinieri hanno sequestrato anche circa 4mila euro, verosimilmente denaro provento dell’attività illecita. Gli arrestati sono stati trasferiti presso la Casa Circondariale di Latina.

21 agosto 2014 0

Gasolio di contrabbando, la polstrada di Cassino sequestra carico di 26mila litri

Di admin

Nuovo sequestro di 26.000 litri di gasolio di contrabbando trasportato in autostrada. Denunciato il conducente polacco di una cisterna Dopo il fermo del TIR polacco eseguito due giorni fa, la Polizia Stradale di Frosinone ha rivolto una particolare attenzione al trasporto illegale di gasolio in ambito autostradale, sequestrando nella serata di ieri una cisterna con targa polacca che viaggiava con modalità del tutto analoghe a quelle riscontrate nel precedente episodio. Nel corso dei servizi di vigilanza e prevenzione autostradale una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino ha, infatti, proceduto al controllo di un veicolo industriale che era in transito nei pressi dell’omonimo casello dell’A1. Dall’esame del documento di viaggio (CMR) esibito dal conducente di nazionalità polacca è emerso che il mittente del carico era la medesima società del primo carico avente sede a Cipro, mentre risultavano diversi sia il destinatario del liquido trasportato con sede in Bulgaria che il luogo di consegna genericamente indicato in un presunto comune della provincia di Caserta. Durante l’accurata fase del controllo gli agenti della Polizia Stradale hanno, tuttavia, avvertito un forte odore di gasolio provenire dagli scarichi della cisterna che veniva, pertanto, immediatamente ispezionata riscontrando la presenza di 26.000 litri di liquido oleoso. L’indeterminatezza degli elementi previsti dalla legge in ordine alla precisa indicazione di tutti i soggetti interessati dalla filiera della spedizione, e le modalità di trasporto del prodotto immagazzinato in una cisterna originariamente destinata a contenere esclusivamente liquidi di origine alimentare, inducevano a ritenere che il prodotto petrolifero contenuto nel serbatoio del veicolo industriale fosse di illecita provenienza. Anche in questo caso sono stati prelevati diversi campioni sottoposti ad apposite analisi tecniche, all’esito delle quali è emerso che la sostanza trasportata evidenziava parametri chimico-fisici assimilabili a quelli tipici del gasolio per autotrazione. Nel corso delle verifiche si è, inoltre, riscontrato che il liquido trasportato era stato alterato attraverso un additivo oleoso che ne ha trasformato alcuni valori, variandone la composizione chimica; tale ingegnosa e sofisticata adulterazione è stata verosimilmente realizzata allo scopo di modificare le caratteristiche del prodotto per sottrarlo in tal modo all’imposizione fiscale ed eludere il versamento delle accise per un valore stimato in circa 16.000 euro. A conclusione degli accertamenti, gli agenti della Polstrada hanno sequestrato il carico di 26.000 litri di gasolio di contrabbando, sanzionando il 39enne conducente polacco, identificato per W. G. R., per la violazione della normativa sul trasporto delle merci pericolose (ADR); le infrazioni contestate hanno, altresì, determinato il fermo amministrativo della cisterna e la sospensione della patente di guida e della carta di circolazione.

21 agosto 2014 0

Malmenato e rapinato nella notte da stranieri a Latina, indaga la polizia

Di admin

La Polizia della Questura di Latina sta indagando su un grave fatto di cronaca avvenuto la scorsa notte. La vittima è un giovane di Latina rapinato da tre balordi. Alle ore 03.10 la Sala Operativa della Questura inviava personale della Squadra Volante in via dei Piceni per una segnalazione di rapina. Giunto sul posto l’equipaggio veniva contattato da un 26enne che riferiva di essere stato aggredito poco prima dopo aver parcheggiato l’auto. Il 26enne è stato aggredito alle spalle da tre persone straniere con accento dell’est di cui uno armato di coltello. I tre dopo aver colpito il ragazzo con calci e pugni si sono fatti consegnare 100 euro fuggendo subito dopo a bordo di un’autovettura. Nella circostanza i malfattori dopo averlo rapinato hanno infierito ingiustamente sulla vittima . La Squadra Mobile sta vagliando le testimonianze raccolte e gli elementi emersi. Al fine di prevenire simili episodi sono già stati predisposti maggiori servizi di controllo del territorio in particolare negli orari notturni.

21 agosto 2014 0

Topi d’auto beccati dalla polizia a Frosinone, denunciati

Di admin

Era circa l’una e mezza di questa notte quando una donna chiama il 113 perche ha visto due uomini rubare all’interno di un’autovettura parcheggiata in via Moccia.

Le Volanti della Polizia di Stato ci mettono pochi minuti ad arrivare sul posto ed a constatare che il vetro di una Opel Corsa era stato sfondato ed il suo interno messo a soqquadro.

In via Moccia i Poliziotti trovano anche la signora che aveva dato l’allarme e che fornisce loro una minuziosa descrizione dei due ladri.

Le caratteristiche fornite dicono qualcosa agli uomini della Polizia di Stato che ben conoscono i pregiudicati che si aggirano nella zona e che sono “ specializzati” in questo tipo di imprese.

Le due auto della Polizia si dividono e cominciano a battere le strade della zona alta della città.

Poco distante da via Moccia gli agenti trovano i documenti asportati all’interno dell’autovettura.

I poliziotti sono convinti che i ladri si aggirino ancora in zona in cerca di altre auto da colpire.

Il loro fiuto non sbaglia: poco dopo, infatti, vedono due giovani che corrispondono alla descrizione e che gli agenti “ conoscono” bene.

La Volante si ferma e li controlla.

I due uomini, entrambi ventenni, cominciano a mostrare segni di agitazione e di insofferenza e, nelle tasche del più grande, viene trovato un coltello a serramanico.

Il cerchio si chiude: per loro scatta la denuncia per furto aggravato in concorso, possesso ingiustificato di arma da taglio e resistenza a pubblico ufficiale.

21 agosto 2014 0

Cacciava cardellini a Ceprano, denunciato dalla Polizia Provinciale

Di admin

E’ stato sorpreso a cacciare cardellini con la solita tecnica delle reti e dei richiami vivi nelle campagne di Ceprano. Un cittadino di Miano, un centro della provincia di Napoli, è stato denunciato dalla Polizia Provinciale per il reato di uccellagione e per lui è stato proposto anche il foglio di via obbligatorio. Gli uomini della Provinciale, agli ordini del Comandante Belli, hanno messo a segno ancora un colpaccio ai danni dei cacciatori di frodo di specie protette nell’ambito delle attività di controllo per la salvaguardia della fauna del nostro territorio. Ieri mattina, mentre si svolgevano la costante attività nei luoghi più sensibili per le attività venatorie illecite, hanno colto in flagrante reato un uomo che aveva sistemato una rete per la cattura di uccelli di piccola taglia e aveva posizionato due cardellini vivi che fungevano da richiamo. Tutto il materiale, compresi vari arnesi per il disboscamento delle postazioni, è stato posto sotto sequestro e l’uomo è ora a disposizione dell’autorità giudiziaria. In questa stagione estiva è la quinta persona che viene sorpresa e denunciata per uccellagione dalla Polizia Provinciale. Grazie a questa attività la Ciociaria sta diventando un luogo sempre meno agevole per i trasgressori della legge sulla caccia che, evidentemente, nel corso degli anni, si erano abituati male e vedevano i nostri boschi e i nostri campi come un tranquillo luogo per delinquere. Preziosa si sta rivelando per gli uomini di Belli la collaborazione dei cittadini che sempre più numerosi segnalano la presenza dei bracconieri. I due cardellini sequestrati al bracconiere, trovati in buone condizioni, sono stati rimessi in libertà in ambiente abitualmente popolato da cardellini. Soddisfazione è stata espressa dal Commissario Provinciale Patrizi: “il nostro ambiente è una ricchezza che dobbiamo salvaguardare in ogni modo, insieme alla sua fauna che in alcune specie è stata messa a forte rischio. Per questo abbiamo istituito un nucleo di Polizia Ambientale e abbiamo intensificato i controlli contro ogni forma di bracconaggio”.

21 agosto 2014 0

Pellegrino colto da malore a Canneto, interviene l’eliambulanza

Di admin

Un elicottero del 118 è dovuto intervenire questa mattina nella valle di Canneto a Settefrati, dove c’è l’omonimo santuario. Uno dei tanti pellegrini che in questi giorni ha fatto visita alla Madonna “Nera”, questa mattina è stato colto da malore. Immediatamente è stato soccorso dal personale della Croce Rossa che presidia la zona, ma le condizioni dell’uomo richiedevano un intervento immediato. Ci sarebbero voluti almeno 40 minuti per trasportarlo al più vicino ospedale, per questo è stato necessario far intervenire una eliambulanza. Er. Am.

Foto Alberto Ceccon