Discarica di Penitro a Formia, arrivano i primi risultati. Il sindaco Bartolomeo: “I fusti non ci sono, aspettiamo l’esito definitivo”

2 agosto 2014 0 Di admin

”La discarica per inerti di Penitro è ‘pulita’: i rilievi magnetometrici hanno finora confermato l’assenza di fusti ferrosi interrati”. A comunicarlo sono il Sindaco Sandro Bartolomeo e l’Assessore alla Sostenibilità Urbana Claudio Marciano. “E’ questo – spiegano – il primo esito dello studio condotto dall’Istituto Nazionale di Vulcanologia e Geofisica, su commissione del Comune di Formia, sebbene le analisi su un ultimo pezzo dell’area siano ancora da completare, a causa della foltissima vegetazione e delle condizioni impervie del terreno”.

Nelle due cartografie allegate, sono evidenziate l’area 1, dove i rilievi sono terminati, e l’area 2, in cui le rilevazioni vanno terminate nella parte inserita nel cerchio rosso. “Se nella prima – spiegano Sindaco e Assessore – l’esito negativo è confermato da tutti i calcoli, nella seconda manca ancora una porzione per avere la stessa certezza. Tra breve anche quella piccola parte sarà ‘scannerizzata’, e i risultati inseriti in una relazione tecnica. I buoni risultati delle analisi magnetometriche confermano quelli sulle acque, condotti in collaborazione con ARPA, e quella della composizione chimica dei terreni, i cui valori sono a norma e pari a quelli necessari per un parco pubblico”.

Come per tutti gli altri documenti, fa sapere il tandem Bartolomeo-Marciano, “la relazione tecnica sarà consegnata tra poche settimane e sarà pubblicata sul sito web del Comune. I risultati definitivi saranno condivisi anche con i cittadini di Penitro in un’assemblea pubblica dopo le ferie estive”.

Si va comunque fino in fondo. “Sebbene i risultati siano incoraggianti – spiegano – l’amministrazione comunale continua nella sua indagine per escludere che anche solo un metro di terra dell’impianto di Penitro sia coinvolto dalla presenza di rifiuti illegali. Dal primo minuto abbiamo mantenuto un atteggiamento sobrio su questa vicenda, e continueremo a farlo fino alla fine. Non abbiamo nessuna intenzione di correre dietro a chi strumentalmente aizza pulsioni irrazionali, o al contrario nega l’evidenza, al solo scopo di vendere una copia in più del proprio giornale o per accaparrarsi due voti alle prossime elezioni. Oltre che umani, giusto per citare un grande uomo di pace, vorremmo restare anche seri.”