Due Canadair Italiani in Svezia per fronteggiare un vasto incendio

7 agosto 2014 0 Di admin

Stanno operando da ieri i due Canadair del Dipartimento dei Vigili del Fuoco inviati dall’Italia, su richiesta del Governo svedese, per domare il vasto incendio che da diversi giorni sta mettendo in difficoltà i comuni di Sala e Surahammar nella Svezia meridionale.

I velivoli, le cui attività sono coordinate dal Dipartimento della Protezione Civile, sono partiti a seguito dell’attivazione fatta il 3 agosto dal Meccanismo di Protezione Civile Europea al quale si è rivolto il governo di Stoccolma. L’Italia, che in questi mesi detiene la Presidenza del Consiglio Europeo, ha dato immediata disponibilità a inviare un modulo operativo per l’antincendio boschivo composto da due Canadair e 14 unità di personale tra piloti e tecnici: lunedì 4 agosto i mezzi sono decollati dall’aeroporto di Ciampino ma, a causa delle condizioni meteorologiche particolarmente avverse sull’Europa centrale, hanno dovuto fare diverse deviazioni e soste rispetto al tragitto originariamente pianificato, riuscendo ad atterrare a Vasteràs – luogo del coordinamento degli interventi svedesi – solo ieri mattina.

Una stagione particolarmente secca, temperature alte e fuori dalla norma, unitamente a un forte vento che dura da diversi giorni, hanno facilitato l’estensione del fronte del fuoco dell’incendio che sta interessando un’area forestale di oltre 70 chilometri quadrati e che ha costretto circa 1.000 persone ad allontanarsi dalle proprie abitazioni. Numerosi elicotteri stanno operando da diversi giorni, senza mai riuscire a domare completamente le fiamme: non era mai accaduto prima che un Paese scandinavo chiedesse aiuto internazionale, attraverso il Meccanismo di Protezione Civile Europea, a seguito di un incendio boschivo.