Giorno: 3 settembre 2014

3 settembre 2014 0

Padre e figlio arrestati a Latina per detenzione illegale di armi

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La Polizia della Questura di Latina, a seguito dei fatti di cronaca degli ultimi periodi, da diversi giorni è impegnata in una forte azione sul territorio, fatta di specifici servizi straordinari di controllo del territorio finalizzati alla ricerca di armi e mirati a stringenti controlli nell’ambito degli ambienti criminali, con l’impiego di diversi reparti ed uffici: Volanti, Squadra mobile, cinofili, scientifica. In questo contesto ieri sera, gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato padre e figlio, rispettivamente di 59 e 28 anni, per detenzione di armi illegalmente detenute. All’interno dell’abitazione dei due sita nei pressi di Borgo Sabotino, infatti, sono stati ritrovati due fucili da caccia: il primo cal.12 del tipo semiautomatico in perfetto stato di conservazione, è risultato provento di furto perpetrato a Campoverde (LT) il 26.12.2011; il secondo, un cal.16 del tipo “doppietta”, è un vecchio modello a cani esterni in discreto stato di conservazione con matricola abrasa, clandestino. Inoltre, sono state sequestrate nr. 16 cartucce cal. 12. Al momento dell’arresto padre e figlio hanno dichiarato che un fucile fosse stato trovato nel bosco vicino casa mentre l’arma clandestina, sarebbe stato un cimelio di famiglia, mai utilizzato per sparare. Sono in corso accertamenti di polizia scientifica per verificare se dette armi siano state utilizzate per compiere recentemente dei delitti.

3 settembre 2014 0

La porta di casa si chiude con all’interno un bimbo di un anno e la mamma resta fuori. Panico a Piedimonte S. Germano

Di admin

E’ uscita sul pianerottolo di casa per parlare con la vicina quando il vento le ha chiuso la porta alle spalle lasciandola fuori e con le chiavi all’interno. Attimi di panico per una mamma di Piedimonte San Germano che, oggi pomeriggio, è andata nel panico visto che, all’interno dell’appartamento c’era il figlio di appena un anno che dormiva. Non le è quindi rimasto altro da fare che chiamare i vigili del fuoco di Cassino. La squadra, giunta sul posto, ha lavorato in silenzio, senza fare rumore. Se il piccolo si fosse svegliato, infatti, non trovando la madre, sarebbe potuto cadere dal giaciglio in cui la donna lo aveva riposto ferendosi. La porta si è però aperta prima degli occhi del pargolo al cui risveglio ha trovato al fianco la madre.

Er. Amedei

3 settembre 2014 0

Scippatore troppo veloce, carabiniere chiede in prestito uno scooter, lo insegue e lo arresta

Di admin

I Carabinieri della Stazioni di Roma Trastevere hanno arrestato un 19enne, senza fissa dimora, per aver scippato uno smartphone ad una donna mentre percorreva viale Glorioso, nei pressi di Viale Trastevere. L’episodio risale a ieri pomeriggio. Il Carabiniere di quartiere che stava svolgendo un servizio di controllo del territorio ha notato subito quanto accaduto e ha inseguito lo scippatore. Il militare, resosi conto che il fuggitivo stava accumulando vantaggio, ha fermato un centauro, gli ha chiesto in prestito lo scooter e  ha inseguito il malvivente riuscendo a bloccarlo poco dopo. Originario della Costa d’Avorio, il giovane è stato arrestato e con l’ausilio di una pattuglia è stato accompagnato in caserma. Durante la fuga, lo straniero si è disfatto dello smartphone che è stato recuperato e restituito alla donna. A seguito dello scippo la vittima è caduta ed ha riportato delle lievi ferite al ginocchio e alla spalla che sono state medicate in ospedale e giudicate guaribili in 4 giorni.  L’arrestato sarà processato con il rito per direttissima e dovrà rispondere dei reati di rapina e lesioni personali.

3 settembre 2014 0

Borse di studio di Solidiamo a Frosinone, prorogati i termini

Di admin

L’amministrazione comunale di Frosinone ha prorogato al 5 settembre 2014 il termine di scadenza per la presentazione delle richieste di accesso alle borse di studio nell’ambito del “Progetto FormAzione” di Solidiamo.

Come si ricorderà, infatti, l’Amministrazione Ottaviani, fin dal proprio insediamento, ha dato corpo al progetto “Solidiamo”, che prevede il taglio del 50% delle indennità di funzione di Sindaco, Assessori e Presidente del Consiglio comunale e dei gettoni di presenza dei Consiglieri comunali, accantonando i soldi risparmiati in un fondo speciale denominato “Solidiamo” per finanziare progetti di natura sociale rivolti agli anziani ed ai giovani della nostra Città meno fortunati.

All’interno di “Solidiamo” è stato definito il progetto “FormAzione” con il quale vengono erogate, a favore dei ragazzi della nostra città, circa 280 borse di studio all’anno.

Per ottenere l’erogazione delle borse di studio, le famiglie degli studenti dovranno presentare un modello di autocertificazione del reddito ai presidi delle singole scuole. Gli studenti beneficiari del contributo saranno poi selezionati sulla base del rendimento scolastico e del reddito familiare. La consegna delle borse di studio avverrà in una manifestazione che vedrà, come lo scorso anno, la partecipazione di tutte le scuole  di Frosinone.

3 settembre 2014 0

Nessuna autorizzazione del Comune per l’impianto di biogas in via Caccioli

Di redazionecassino1

“Il Comune di Cassino non solo non ha autorizzato alcunché, ma ha provveduto a diffidare la società che intende realizzare l’impianto di Biogas in via Caccioli a Sant’Angelo dall’iniziare i lavori.” È la dichiarazione del vicesindaco ed assessore all’urbanistica del Comune di Cassino, Mario Costa, il quale precisa che la società ha fatto ricorso alla cosiddetta Pas (Procedura Autorizzativa Semplificata) che è, per opere di questa tipologia, l’equivalente della Dia (Dichiarazione Inizio Attività) ed altresì alla Scia (Segnalazione certificata Inizio Attività). Da parte del Comune si ribadisce non è stata mai rilasciata alcun tipo di autorizzazione ed il dirigente dell’ufficio competente, l’ingegner Pio Pacitti, ha provveduto nella giornata odierna a notificare per via fax alla ditta formale diffida dall’iniziare i lavori. Inoltre la Polizia Locale ha provveduto a fare il sopralluogo per riscontrare l’effettivo inizio dei lavori.

“Un atto responsabile– sottolinea Costa che evidenzia l’attenzione dell’Amministrazione per problemi di natura ambientale e per garantire la destinazione urbanistica dell’area agricola interessata. Ciò senza nascondersi che comunque dobbiamo fare i conti, in uno Stato di diritto qual è il nostro, con le normative, sia regionali che nazionali, che consentono, sussistendone tutte le condizioni, la realizzazione, anche in zona agricola, di impianti di questo tipo. Il Comune è vincolato anch’esso al rispetto delle leggi in materia, ma è allo stesso tempo ha il compito verificare che la società disponga di tutti gli elementi necessari per concretizzare il proprio progetto. Nella verifica di tali requisiti il Comune sarà rigoroso come la delicata materia richiede.”

3 settembre 2014 0

Iniziati i lavori di riqualificazione del borgo antico di Sant’Angelo

Di redazionecassino1

“Al via i lavori relativi al Piano Integrato Territoriale che prevede la valorizzazione dei nuclei rurali nel territorio cassinate.” A dichiararlo il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, che ha annunciato l’inizio dei lavori, finanziati con determina direttoriale della Regione Lazio n. G01101, per la valorizzazione del Borgo rurale di Sant’Angelo in Theodice. “Questi lavori – ha continuato il sindaco – consentiranno di effettuare la riqualificazione del nucleo antico di Sant’Angelo, nello specifico tutto il tratto di Corso Trieste, sia per quanto concerne la sede stradale che per quanto riguarda gli ambiti dei collegamenti interni. Un intervento consistente, per un totale di 500 mila euro, che oltre a restituire decoro consentirà un miglioramento dei servizi. In un momento di ristrettezze economiche come quello attuale il finanziamento del Progetto Integrato Territoriale rappresenta un’opportunità importantissima che contribuirà a rendere Sant’Angelo il vero gioiello della Valle dei Santi.” Sull’argomento è intervenuto anche in consigliere Antonio Giannandrea che ha aggiunto: “Sant’Angelo aspettava questi lavori da tempo e finalmente grazie all’Amministrazione Petrarcone si stanno realizzando. Per questo voglio ringraziare il sindaco Giuseppe Golini Petrarcone che come sempre ha dimostrato grande attenzione per Sant’Angelo che senza ombra di dubbio è uno dei territori più importanti della città di Cassino. Un’attenzione percepita anche dalla comunità stessa della popolosa frazione di Cassino che si rende conto giorno dopo giorno dell’impegno che tutti noi stiamo mettendo in campo per dare risposte adeguate ai cittadini”.

3 settembre 2014 0

Furto alla mostra fotografica sulla distruzione di Cassino, il sindaco: “Atto contro la storia della città”

Di admin

Rubati tre pannelli della mostra fotografica dedicata al settantennale della distruzione di Cassino e Montecassino. A darne notizia è lo stesso sindaco di Cassino Giuseppe Petrarcone subito dopo aver constatato il furto avvenuto nello stend allestito in piazza Garibaldi di fronte alla stazione Ferroviaria. Si tratta di pannelli in pvc su cui erano stampate 6 foto ciascuno rappresentati i momenti della distruzione. “Un episodio increscioso – ha commentato il sindaco – non tanto per il danno economico, ma piuttosto perché rappresenta un atto contro la storia e la memoria della città. Il presidente della Pro Loco di Cassino, Andrea Incagnoli, ha già provveduto a sporgere denuncia contro ignoti e le Forze dell’Ordine stanno svolgendo le indagini avvalendosi anche dei filmati dal momento che quella è un’area videosorvegliata. Detto questo, la Pro Loco sta provvedendo ad installare nuovamente i pannelli che rimarranno esposti in Piazza Garibaldi per l’intero mese anche in vista della giornata dedicata alle vittime civili di guerra che si terrà in città il penultimo fine settimana di settembre.”

 

3 settembre 2014 0

Satura di gas l’appartamento e minaccia di far saltare tutto, paura a Roma

Di admin

Ha apertio due bombole di gas all’interno della prorpia abitazione minacciando di far saltare l’intero palazzo. E’ accaduto in via Giorgio Morandi a Roma nel quartiere Tor Sapienza. La donna di origini polacche di 58 anni minacciava di far saltare in aria l’appartamento dove viveva, occupato abusivamente da anni. Ad impedirlo sono stati i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Roma Montesacro allertati dalla centrale del 118. La donna in escandescenze era barricata nella propria abitazione, in evidente stato di alterazione psicofisica. Da subito, i vicini di casa hanno riferito che già in passato si era resa pericolosa per se e per gli altri. Un primo tentativo di dialogare con lei è risultato vano e così, considerato il forte odore di gas che si avvertiva è giunta anche una pattuglia di Carabinieri del Nucleo Radiomobile ed è stato richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco. Allo stesso tempo l’intero palazzo, con circa 100 persone all’interno, è stato fatto evacuare. La donna sempre più agitata, brandendo un accendino, minacciava il peggio. Con l’ausilio dei Vigili del Fuoco è stata aperta una porta secondaria dell’appartamento, tolta la corrente elettrica e così i Carabinieri sono riusciti ad entrare in casa, chiudere una prima bombola di gas e, approfittando del buio, riuscire a neutralizzare la donna che si trovava vicino alla seconda bombola. Successivamente, con fatica, la cittadina polacca, è stata sottoposta a trattamento sanitario obbligatorio. Le bombole del gas sono state sequestrate e messe in sicurezza. Grazie alla professionalità e determinazione dei Carabinieri intervenuti tutto si è risolto senza nessun danno a persone o cose.

3 settembre 2014 0

Picchia la moglie a Viterbo e lei lo ustiona con acqua bollente

Di admin

Nel pomeriggio di ieri, a Viterbo, la Squadra Volante hanno arrestato L.F., di 46 anni, per violenza e minaccia a Pubblico Ufficiale. L’episodio si è verificato in un’abitazione del centro, dove la polizia è intervenuta su segnalazione della Polizia Locale impegnata a sedare una lite tra conviventi. All’interno della casa gli la Squadra Volante ha trovato una donna con una ferita alla testa ed un uomo con varie ustioni sul corpo. Dopo essere riusciti a sedare gli animi dei due, i poliziotti realizzavano che a seguito della lite, scaturita per futili motivi, l’uomo aveva spintonato contro una parete la donna che, per difendersi, aveva gettato sul convivente acqua bollente. L.F., nell’occasione, cercava lo scontro fisico con i poliziotti intervenuti fino ad estrarre dalla borsa un grosso coltello, brandendo il quale invitava gli stessi ad avvicinarsi. Gli uomini dell’Ufficio Prevenzione e Soccorso Pubblico, minacciati dall’uomo, lo bloccavano e dopo averlo disarmato lo traevano in arresto. L.F., dopo essere stato medicato presso l’ospedale Belcolle, è stato tradotto nella Casa di Reclusione Mammagialla.

3 settembre 2014 0

Droga negli scaldabagni, sequestrati a Latina 19 chili di stupefacente

Di admin

Sono 19 i chili di droga sequestrati questa mattina dai carabinieri del nucleo investigativo di Latina nel corso di una operazione che ha portato all’arresto di tre italiani, uno svizzero e uno spagnolo. La droga è stata rinvenuta in due diverse perquisizioni. I primi 13 chili e mezzo di amnésia, marijuana trattata con l’eroina, sono stati trovati in un 4 scaldabagni trasportati su un furgone su cui viaggiavano i due stranieri, Lopez Mendez e Haldi Patrick, 31enne spagnolo il primo, 37enne svizzero il secondo. A scortarli su un’altra vettura viaggiavano, invece,Alessandro Bifelli, 34 anni, originario di Terracina ma residente ad Alicante in Spagna, Kasper Cyrwus, 26enne di Latina e Marcello Manganelli, 30enne originario campano ma residente a Latina. A casa di Manganelli, successivamente sono stati trovati altri 5 chili di hashish e mezzo chilo di Amnésia già confezionata in ovuli, pronta per lo spaccio e 10mila euro ritenuto frutto dello spaccio.