Giorno: 9 settembre 2014

9 settembre 2014 0

Accoltella ed uccide la moglie ad Alatri, l’assassino poi tenta di togliersi la vita

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ha accoltellato la ex moglie e poi ha tentato di togliersi la vita. L’ennesimo caso italiano di femminicidio si è consumato questa sera ad Alatri dove un uomo di 40 anni circa, Emiliano Frocione, noto alle forze dell’ordine per reati legati alla droga, ha accoltellato ed ucciso la ex coniuge Alessandra Agostinelli, 36anni. Il delitto è avvenuto nella casa in cui i due ancora vivevano con il figlio di circa 10 anni ed un secondo più piccolo. Proprio il ragazzino più grande ha scoperto cosa era avvenuto nell’abitazione, quando è riuscito ad entrare nella casa chiusa dal di dentro. Tra i due, da anni, il rapporto era travagliato fino ad arrivare alla separazione. Davanti al ragazzino la scena terribile della madre morta e il padre agonizzante in una pozza di sangue per via delle ferite che lui stesso si era inflitto nel tentativo di togliersi la vita. Sul posto immediatamente sono arrivati gli operatori del 118 e i carabinieri. L’uomo è stato trasportato in ospedale a Frosinone e sottoposto ad un delicato intervento chirurgico grazie al quale è stato possibile salvargli la vita. Adesso è piantonato e in stato di fermo. Intanto sono ancora in corso i rilievi che serviranno a far luce sulla dinamica di quanto accaduto nella casa degli ex coniugi.

9 settembre 2014 0

Rischia di finire arrostito mentre accende un barbeque, 70enne ustionato nel reatino

Di admin

Un barbeque che non dimenticherà, quello di oggi, un 70enne Fara in Sabina, in località Canneto. L’uomo stava accendendo i carboni quando una fiamma ha innescato un incendio a sterpaglie nei pressi in cui stava operando. Un disperato tentativo di spegnere le fiamme gli stava costando la vita dato che ne è stato completamente avvolto. immediatamente sono intervenuti i vicini, prima, e gli operatori di 118 e vigili del fuoco poi. L’uomo, con gravi ustioni, è stato elitrasportato presso un centro ospedaliero della Capitale dove resta ricoverato in gravi condizioni.

9 settembre 2014 0

Deteneva 227 grammi di marijuana in casa, pregiudicato finisce in manette

Di redazionecassino1

Nel pomeriggio di oggi a Terracina, i Carabinieri del nucleo operativo e radiomobile del locale Comando Compagnia, unitamente a personale della Tenenza CC di Fondi, a conclusione di specifica attività investigativa, hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di detenzione a fini di spaccio e coltivazione abusiva di sostanza stupefacente: R.L. 39enne del luogo, pregiudicato. L’uomo, a seguito di perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di circa 227 grammi di marijuana ed una piana di canapa indiana, dell’altezza di metri 1,40 circa, che coltivava nel giardino della propria abitazione. L’arrestato, temporaneamente ristretto in queste camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo.

9 settembre 2014 0

“Lotta allo sfruttamento della prostituzione”. Arrestato dai CC 23enne di nazionalità bulgara

Di redazionecassino1

Nel corso della giornata di oggi, a Sabaudia, i Carabinieri del locale Comando Stazione, a seguito di specifica attività info-investigativa, hanno tratto in arresto nella flagranza reato: T.S. 23enne cittadino bulgaro, domiciliato in Ardea (RM).; per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione di due 20enni ragazze rumene. L’arrestato è stato trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa rito direttissimo.

9 settembre 2014 0

Al setaccio della Polizia i locali al Lido di Latina

Di redazionecassino1

Anche sul finire della stagione estiva continua l’attività di controllo del territorio da parte della Polizia di Stato. Personale della Squadra Amministrativa della Divisione Amministrativa della Questura di Latina unitamente alle Volanti dell’U.P.G.S.P. hanno controllato discoteche, pub, bar e chioschi del litorale per la verifiche da parte degli esercizi pubblici del piede possesso dei requisiti di legge. I controlli sono stati estesi anche agli automobilisti con posti di controllo in varie intersezioni stradali elevando contravvenzioni anche per il mancato rispetto dei limiti di velocità . Complessivamente sono stati conseguiti i seguenti risultati

Consultivo finale dei controlli:

 nr. 7 esercizi pubblici controllati ;  nr. 67 persone identificate, di cui nr. 17 pregiudicati;  nr. 2 esercizi pubblici contravvenzionati.  Automezzi controllati 18  Contravvenzioni al C.d.S. nr. 7

9 settembre 2014 0

Due persone fermate per l’omicidio di Silvio Fanella

Di redazionecassino1

Sembrano essere giunte ad una svolta le indagini per l’omicidio di Silvio Fanella, il broker ritenuto il “cassiere di Mokbel” ed il cui tesoro è stato ritrovato nel casolare che l’uomo aveva nelle campane di Pofi. Si trattava di denaro, orologi di pregio e diamanti. La Squadra Mobile di Roma ha eseguito, oggi, un provvedimento di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica. Silvio Fanella, come si ricorderà, era stato ucciso a colpi d’arma da fuoco il 3 luglio scorso nella sua abitazione della Camilluccia a Roma da un commando di tre finti finanzieri che avevano tentato di sequestrarlo. Per quel delitto sono stati fermati, nella mattinata di oggi, Egidio Giuliani, ex esponente dei Nar, e Giuseppe La Rosa, anch’egli ritenuto legato ad ambienti dell’eversione di destra. Entrambi lavoravano in una cooperativa di ex detenuti che si occupava del reinserimento in società al termine della pena. I due avrebbero fatto parte del commando che ha eseguito il tentativo di sequestro concluso con l’omicidio. Un terzo componente, Giovanbattista Ceniti, rimasto ferito è già in carcere.

9 settembre 2014 1

In fase di ultimazione i lavori nelle scuole di Cassino

Di redazionecassino1

L’anno scolastico sta per iniziare e i lavvori di sistemazione degli edifici scolastici d Cassino, stanno per essere ultimati, in vista della loro riapertura. Si sta anche completando la segnaletica orizzontale davanti agli edifici. “Verranno ultimati a breve i lavori di manutenzione straordinaria del plesso scolastico D’Annunzio di Via Pascoli, dell’Istituto Comprensivo 1° Circolo di Cassino, necessari per far fronte alle richieste dei Dirigenti Scolastici di 4 nuove aule didattiche di cui rispettivamente due per il 1° circolo, scuola elementare, e due per il 3° Circolo, scuola media G. Diamare, con sede principale nell’edificio attiguo di via Alfieri.” A renderlo noto l’assessore all’istruzione, Danilo Grossi, che proprio in questi giorni sta ultimando una serie di sopralluoghi nelle scuole di Cassino prima dell’ormai imminente avvio dell’anno scolastico. “Dopo aver registrato un incremento nel numero degli iscritti – ha continuato Grossi – abbiamo incontrato i dirigenti scolastici del primo e del terzo circolo di Cassino per studiare le soluzioni più appropriate al fine di reperire all’interno del plesso scolastico D’Annunzio quattro nuove aule didattiche, ottimizzando gli spazi esistenti. Una serie di interventi che, per un costo complessivo di 25 mila euro a carico del Comune, che hanno consentito non solo di ricavare le nuove 4 aule didattiche, ma anche di ristrutturare il locale adiacente alla mensa scolastica, riaprire il tunnel di collegamento tra i due edifici, oltre che la messa in sicurezza l’ingresso della scuola D’Annunzio tagliando diversi rami pericolanti di 4 pini posti in adiacenza della scuola medesima che hanno sia ostruito completamente tutti i canali di gronda della copertura, arrecando danni ai cornicioni della scuola. Il tutto senza pregiudicare i servizi didattici della scuola con l’aula di informatica che è rimasta al suo posto ed il laboratorio di musica che è semplicemente stato spostato in altro ambiente. Questo per ribadire ancora una volta che gli allarmismi delle scorse settimane, amplificati da riunioni organizzate ad hoc, da chi cerca la polemica ad ogni costo, per aizzare i genitori erano del tutto infondati e strumentali. A chi utilizza questi argomenti per iniziare le personali campagne elettorali, noi rispondiamo con uno stile diverso, rispondiamo con i fatti. Avere classi in più e iscrizioni in più è per il comune di Cassino certamente più complesso, oneroso, ed impegnativo, ma ci conferma ulteriormente quanto sia giusta la strada intrapresa in questi anni dall’Amministrazione: la città di Cassino sta diventando sempre più una città attrattiva, in termini culturali, sportivi, turistici, di servizi, inclusi quelli scolastici naturalmente. I genitori, quindi, possono rimanere tranquilli dal momento che i propri figli l’anno prossimo avranno a disposizione sia l’aula di informatica che il laboratorio di musica. E questo grazie anche alla disponibilità dei dirigenti scolastici, Vincenza Simeone e Maria Rosaria Di Palma, con cui abbiamo avuto una serie di incontri e che sin da subito si sono dimostrate favorevoli alla soluzione prospettata dall’Amministrazione e dai tecnici comunali. Un ringraziamento va anche all’ avv. Buzzacconi e al’avv. e consigliere comunale Alessandro D’Ambrosio che si sono adoperati per riportare il dibattito sui giusti binari, oltre che al settore lavori pubblici del Comune che anche in questa circostanza si è dimostrato pronto, riuscendo a portare a termine i lavori in tempo utile per l’inizio del nuovo anno scolastico.”

9 settembre 2014 0

A vent’anni dalla morte un monumento ricorderà Nicholas Green nell’omonima piazza

Di redazionecassino1

Sono passati vent’anni da quel tragico giorno in cui Nicholas Green, il bambino americano in vacanza con i genitori e la sorella perse la vita per un tentativo di rapina sull’autostrada Salerno- Reggio Calabria. Ora un monumento lo ricorderà nella piazza a lui intitolata. “Un Consiglio Comunale straordinario per ricordare, a vent’anni dalla sua scomparsa, Nicholas Green.” A dichiararlo il presidente del Consiglio Comunale di Cassino, Francesco Carlino, in merito all’iniziativa che si terrà giovedì 18 settembre e che sarà preceduta da una manifestazione nel corso della quale verrà inaugurato un monumento dedicato al piccolo Nicholas Green all’interno della piazza a lui intitolata. “Ricordare quel 29 settembre del 1994 – ha continuato Carlino – significa ricordare un triste episodio che ha segnato profondamente la coscienza del popolo italiano ed allo stesso tempo vuol dire mantenere vivo il ricordo del grande insegnamento di vita che i genitori di Nicholas in quella circostanza ci hanno dato, decidendo di donare gli organi del figlio. Un gesto di estremo e meraviglioso amore grazie al quale è stato possibile salvare la vita di altre sette persone. La cerimonia del 18, unitamente al consiglio comunale fissato per lo stesso giorno, è un modo per rendere il giusto tributo, vent’anni dopo, ai protagonisti di questo episodio ai quali non finiremo mai di dire grazie per quanto hanno fatto. La città di Cassino ha sempre ricordato Nicholas con grande affetto e lo vuole fare oggi ancora più di prima con un nuovo monumento all’interno della piazza a lui dedicata, che contribuirà a mantenere vivo anche il grande insegnamento che Reginald e Marghert Green (genitori di Nicholas) hanno lasciato in eredità a tutti noi.” Giuseppe Sebastianelli nel 1994 fu il promotore dell’intitolazione della piazza a Nicholas Green ed oggi a venti anni di distanza ha lanciato l’idea del monumento che verrà inaugurato giovedì 18 settembre. “Dal mese di giugno – ha sottolineato Sebastianelli – abbiamo messo in moto la macchina organizzativa per l’evento del 18 settembre. Sono convinto che in questa giornata la città di Cassino sarà presente sia come istituzione che come cittadinanza, per partecipare ad una manifestazione che metterà la nostra città al centro dell’attenzione, quale messaggera di pace, e come città che non dimentica chi con il proprio sacrificio ha contribuito alla rinascita, alla crescita e allo sviluppo. Voler testimoniare e commemorare, a vent’anni dalla morte, il piccolo Nicholas per la città di Cassino deve essere un onore e un privilegio. Se una settimana dopo la sua tragica scomparsa, l’Amministrazione comunale del 1994 ha accettato la mia proposta, da consigliere di minoranza, di intitolargli la piazza, ora l’Amministrazione, di nuovo guidata dal sindaco Petrarcone, ha accettato, al di là delle appartenenze politiche, la mia idea di dedicare a Nicholas un monumento nella stessa piazza, che idealmente unisce Cassino alla California, e al cuore di Nicholas.”

9 settembre 2014 0

Sequestrate le tribune settore ospiti dello stadio Francioni di Latina

Di admin

Stamattina i Carabinieri della Stazione di Latina hanno proceduto, su disposizione del Tribunale di Latina – Ufficio GIP- dott. Giuseppe CARIO, al sequestro preventivo delle due tribune ad elementi prefabbricati montate presso la curva ospiti dello Stadio Comunale “Francioni” di Latina, concordando con le richieste formulate dal Sostituto Procuratore della Procura della Repubblica di Latina – P.M. –dott. DE LUCA Valerio. Il provvedimento scaturisce a seguito di accertamenti delegati alla Stazione CC di Latina dalla locale Procura della Repubblica, circa la regolarità e la conformità delle tribune del settore ospiti. Dalla successiva attività d’indagine i militari dell’Arma hanno scoperto diverse irregolarità in materia di normativa edilizia e la produzione di documentazione attestante falsità circa il collaudo statico delle tribune, denunciando i responsabili individuati nell’ingegnere D. G. L., 65enne della provincia di Chieti, che ha attestato falsamente il collaudo per conto della ditta installatrice, e M.F. 47enne della provincia di Frosinone, titolare della citata ditta, per “Violazione della normativa in materia edilizia” . All’atto del sequestro è stato nominato custode giudiziale delle tribune sottoposte a sequestro, il rappresentante del Comune, dirigente degli impianti sportivi.

9 settembre 2014 0

Tentava di ‘svaligiare’ un parchimetro, rumeno bloccato e arrestato dalla polizia

Di redazionecassino1

Non si arresta l’attività dalla Polizia di Stato della Questura di Latina nel contrasto all’illegalità ed in particolar modo ai reati predatori commessi nelle ore notturne, che alle ore 1.30 odierne traeva in arresto Mocanu Joan, classe 1964, originario della Romania, residente in Latina. Invero, pochi minuti prima al 113 giungeva la segnalazione anonima di un uomo che stava forzando un parchimetro in piazza Bruno Buozzi, nei pressi del Tribunale. La Volante, che arrivava sul posto in pochi istanti, riusciva nell’intento di non farsi notare dal malfattore che veniva visto dagli operatori mentre armeggiava accovacciato vicino ad un parchimetro, forzandolo con un cacciavite, con l’intenzione di sottrarne il contenuto. Vistosi scoperto, questi tentava di darsi alla fuga cercando altresì di disfarsi del grosso cacciavite. Prontamente bloccato veniva tratto in arresto e sottoposto a perquisizione personale, che portava al rinvenimento di monete per un valore complessivo di 17 euro, somma che veniva sequestrata assieme al cacciavite. Informato il Sostituto Procuratore Dr. Capasso, questi disponeva doversi procedere con rito direttissimo, udienza da celebrarsi nella mattinata odierna presso il Tribunale di Latina. Il Mocanu non è nuovo ad imprese del genere, tanto è vero che a suo carico risulta un precedente per furto aggravato in concorso e uno per violenza a Pubblico Ufficiale, reati per i quali è sottoposto all’obbligo di presentazione giornaliera alla Polizia Giudiziaria.