Giorno: 27 settembre 2014

27 settembre 2014 0

Intento a suicidarsi sul litorale di Terracina, rintracciato e salvato dai poliziotti

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ieri poco prima delle 15 giungeva alla Sala Operativa del Commissariato di polizia di Terracina una nota da parte del commissariato di poizia di Monte Mario di Roma, che segnalava che un giovane romano, B. R., che si era allontanato dalla propria abitazione per raggiungere quella località con chiari intenti suicidi. Grazie alla dettagliata descrizione dell’individuo e dall’ausilio tecnico operato dal personale della polizia di Roma, il quale attivava una ricerca attraverso il telefono cellulare detto “positioning”, la Volante del Commissariato di Terracina, unitamente ad altro personale si prodigava per la ricerca del ragazzo che effettivamente, solo un’ora dopo, veniva individuato in Viale Circe. Identificato dagli uomini della Volante si appurava la sua identità e lo si conduceva presso il Commissariato. Gli operatori dopo averlo tranquillizzato, informavano immediatamente la famiglia che provvedeva a raggiungere il figlio nelle ore successive.

27 settembre 2014 0

Puliamo il mondo, si parte oggi dal parco della Magliana

Di admin

Centinaia i volontari di Legambiente che anche oggi si sono svegliati all’alba per proseguire in tutto il Lazio i lavori di Puliamo il Mondo, la più grande operazione di volontariato ambientale organizzata da Legambiente, nei parchi romani in collaborazione con l’ente Parco Regionale RomaNatura e a Roma in collaborazione con AMA spa. Tonnellate di rifiuti raccolti nella seconda giornata di Puliamo il Mondo in tutta la regione e straordinaria la partecipazione da parte di cittadini, attivisti e istituzioni desiderosi di impegnarsi nel recupero di aree degradate e nel tentativo di raccontare un’Italia fatta di impegno e di amore per il paesaggio e la bellezza del nostro territorio. Appuntamento principale di domani sarà al Parco dell’Insugherata a Roma in via Paolo Emilio Castagnola dalle 9.00. Qui i volontari del cigno verde coordinati dal circolo Legambiente Ecoidea e insieme ai cittadini del quartiere e agli operatori di RomaNatura, ripuliranno il territorio del parco durante la diretta del programma RAI Ambiente Italia.

“Staordinaria la partecipazione anche a questa seconda giornata di Puliamo il Mondo – ha dichiarato Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio – Abbiamo cominciato la giornata insieme all’Associazione Architetti Paesaggisti nel parco della Magliana perché rappresenta un punto focale del futuro sviluppo della nostra regione; questo nuovo parco è nato dall’impegno dei cittadini del quartiere che ora, lo gestiscono e lo mantengono pulito organizzandoci eventi e iniziative che ridanno vita all’intero quadrante urbano. Stiamo parlando poi di un primo chilometro del parco fluviale del Tevere che dovrà nascere ed attraversare tutto il Lazio, mettendo insieme le straordinarie buone pratiche sul Fiume come questa. Ci auguriamo quindi che la pulizia di questa mattina possa essere volano di una ripresa di coscienza da parte di cittadini ed istituzioni e che aiuti fattivamente questa ed altre realtà a tornare ad essere un punto di congiunzione tra la città ed il proprio fiume.”

Tante le iniziative complessivamente a Roma dove il Circolo Aniene di Legambiente ha ripulito l’area prossima al Laghetto della Bufalotta nel parco della Marcigliana, non lontano il circolo Mondi Possibili ha ripulito la zona di Prato della Signora tra la Salarie ed il fiume Aniene. A sud della capitale è il circolo Garbatella a darsi da fare ripulendo Largo Giorgio Mancanelli fino a Via Dessi. L’associazione Guardie per l’Ambiente ha ripulito il Parco Madre Teresa di Calcutta e il Comitato Monteverde Quattroventi si è dedicato a sistemare l’aiuola e l’arboreto di Largo Federico Caffè. Infine ha lavorato sodo anche il Circolo Legambiente Ostia Litorale Romano che, insieme agli alunni dell’ Istituto Comprensivo G.Parini, ha ripulito l’area della pineta di Acqua Rossa, intorno alla scuola e il giardino scolastico, così come hanno fatto i ragazzi della George’s School.

Tantissimi gli eventi anche nel resto del Lazio dove sia i grandi centri che i piccoli comuni hanno lavorato per restituire alla nostra regione tutta la bellezza che merita. Parliamo di Aranova con Legambiente Fiumicino, Capena, Castel Gandolfo, con il circolo Il Riccio, e Castel San Pietro. A Fiumicino sono stati ripuliti il Parco Bezzi (isola Sacra), Via Trincea delle Frasche, Via di Foce Micina, Via del Pesce Luna, Via di Torre Clementina e il parco Villa Guglielmi. Ripulito anche il Parco delle Idee sempre dal circolo di Fiumicino Volontari Tutela del Territorio che hanno aiutato anche nella pulizia di Fregene che vede ripulite la zona della riserva villaggio dei pescatori, l’oasi WWF bosco foce dell’Arpone Via Cesenatico, Via Maratea, Via Portovenere, Via Cesenatico, Via Maratea, Via Sturia, Via Portovenere. E sono sempre gli instancabili volontari di Fiumicino a ripulire anche la spiaggia vicino alla torre di Palidoro.

Tanti i cittadini che hanno lavorato anche a San Polo dei Cavalieri e a Torre in Pietra. A Frosinone poi, è il circolo Legambiente il Cigno ad aver coordinato le attività di pulizia impegnandosi anche a raccogliere e smaltire RAEE e rifiuti ingombranti. In provincia di Latina è stata ripulita la spiaggia di Gaeta, in quella di Viterbo sono i cittadini di Castel Sant’Elia ad essersi impegnati nella XXII edizione di Puliamo il mondo.

È ancora possibile partecipare alle iniziative organizzate sul territorio. Leggi qui tutti gli eventi che si svolgono a Roma o qui quelli di tutta la regione.

27 settembre 2014 0

Paga una prestazione sessuale 500 euro, poi ci ripensa e rapina la prostituta. Sessantenne in manette

Di admin

Nel primo pomeriggio di ieri, nel centro storico di Roma, è accaduto che un signore sessantenne S. B., coniugato, disoccupato, notata una giovane ragazza romena passeggiare. Le si avvicinava, proponendole un lauto guadagno in cambio di una prestazione sessuale. Dopo aver pattuito la somma di 500 euro, l’uomo la faceva salire a bordo della propria autovettura conducendola presso un hotel del basso reatino. Al termine della prestazione sessuale, la giovane ragazza riceveva quanto pattuito mediante la consegna di una banconota di cinquecento euro. Il sessantenne, mentre era alla guida della propria autovettura per rientrare a Roma, improvvisamente ha fermato il mezzo e dopo aver strappato la borsa di mano alla giovane prostituta, si è appropriato della banconota consegnatele precedentemente facendola scendere dall’auto con forza minacciandola di essere armato di una pistola. La giovane donna, prontamente soccorsa dai carabinieri operanti intervenuti su sua segnalazione sull’utenza 112, facevano scattare subito le ricerche attraverso la centrale operativa provinciale. Qualche minuto più tardi, una gazzella della compagnia carabinieri di Poggio Mirteto intercettava l’autovettura condotta dal rapinatore lungo la Salaria e dopo un breve inseguimento riusciva a bloccarne la marcia. L’uomo è stato arrestato e tradotto in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria, con la pesante accusa di rapina.

27 settembre 2014 0

A migliaia alla Neuromed di Pozzilli per la manifestazione a favore della ricerca e dei ricercatori

Di admin

Circa duemila studenti delle scuole di ogni ordine e grado, centinaia di famiglie, ragazzi, curiosi. Questi sono i numeri della Notte dei Ricercatori che per tutta la giornata e la nottata di venerdì ha riempito il Parco Tecnologico dell’Istituto Neurologico Mediterraneo Neuromed.

L’evento è stato il primo organizzato nella regione Molise in collaborazione con la Fondazione Neuromed e con il patrocinio del Ministero della Salute, del Parlamento europeo, della Regione Molise, della Provincia di Isernia, del Comune di Pozzilli. Tra gli sponsor Rago agricoltura sostenibile, acqua Molisia, pasta La Molisana, Telaro vino, La Taverna di Camillo, Hotel Dora, Papa confetti-cioccolato-macaron, Riccitiello taralli, Selc Medical Technology, Nidaco costruzioni, M&M biotech, Group General Dap – Briò – Decò, Vivaio Roberto Pascarella, Dexter forniture ospedaliere, Munchies birra, Olio Pignatelli, Campi Valerio.

Una celebrazione dei ricercatori, e della ricerca, partita all’insegna del coinvolgimento, della curiosità e della scoperta della scienza in tutti i suoi aspetti. Protagonisti della prima parte della giornata gli studenti di medie, elementari e superiori con un’attenzione particolare riservata ai bambini delle elementari che hanno seguito con grande interesse e partecipazione gli esperimenti e le attività ludico-didattiche proposti dai giovani ricercatori.

L’Istituto Neuromed non si è fermato alla semplice apertura dei laboratori, ma ha allestito una vera e propria cittadella della scienza al cui interno, con un vero e proprio percorso interattivo, i piccoli “ricercatori per un giorno”, sono entrati in contatto non solo con le specifiche ricerche condotte dal Neuromed nel settore delle neuroscienze, ma anche con altri campi di indagine e con i vari aspetti della scienza nella vita quotidiana. La genetica, ad esempio, è stata proposta come chiave di lettura delle patologie più gravi, come promessa futura di terapie innovative, ma anche come gioco da sperimentare in prima persona. Ecco allora detective in erba alla prova con l’identificazione attraverso il DNA del colpevole sul luogo del delitto. DNA che, in un altro spazio della manifestazione, si è presentato ai giovani attraverso un esperimento pratico in cui è stato mostrato come estrarlo dai Kiwi.

Ma la scienza è anche in cucina, in casa, ecco perché semplici sostanze della vita di tutti i giorni, dalla fecola di patate alle caramelle alla menta, sono diventate oggetto di esperimento. E la ben nota piramide alimentare, strumento di prevenzione dell’obesità ma anche di educazione ad un corretto stile di vita, si è materializzata in forma di gioco, in cui i vari alimenti dovevano essere sistemati al giusto posto su una piramide vera e propria.

Naturalmente il sistema nervoso, cardine delle ricerche condotte al Neuromed, è stato un protagonista di primo piano, con esposizioni e attività interattive dedicate al suo funzionamento e alle sue patologie, fino ad arrivare alle più avanzate tecniche di interfaccia cervello-computer. Il gioco della “memory box”, poi, ha guidato i ragazzi alla scoperta della propria memoria con semplici esperimenti di visualizzazione e ricordo.

L’entusiasmo e la bellezza della ricerca scientifica sono universali, non si legano ad una sola disciplina. Ecco perché alle immagini al microscopio, agli esperimenti, ai giochi, la Notte dei ricercatori Neuromed ha affiancato una visione a 360 gradi, offrendo ai visitatori anche osservazioni del cielo con telescopi e lezioni di astronomia al planetario.

Da non dimenticare, poi, la prevenzione. Altra protagonista dell’evento. Tutti gli ospiti hanno avuto la possibilità di effettuare visite gratuite in senologia, dermatologia, scoliosi e MOC tenute da specialisti Neuromed ed House Hospital, l’associazione Onlus che ha messo a disposizione gli ambulatori mobili.

Alle ore 18:30 il taglio del nastro, alla presenta delle autorità politiche, istituzionali, militari regionali ed extraregionali, ha dato il via all’apertura ufficiale del Parco tecnologico alle famiglie. Pervenuti i saluti del Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e del Presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura che hanno sottolineato la valenza scientifica dell’appuntamento di Pozzilli volto a sostenere l’importanza della ricerca che, nonostante le poche risorse messe a disposizione nel nostro Paese, apre le porte a nuove opportunità di cura compiendo grandi avanzamenti. Nei saluti istituzionali, inoltre, il Presidente dell’IRCCS Neuromed, professor Erberto Melargano, ha posto l’accento sull’importanza dell’Istituto sia per il Molise che per tutto il Sud Italia sottolineando che questa importanza non è, spesso, conosciuta dal grande pubblico. Grande riconoscimento, inoltre, è stato espresso da Mario Pietracupa, Presidente della Fondazione Neuromed, ai ricercatori che con “grande entusiasmo si sono resi protagonisti per un giorno. Per noi – ha detto Pietracupa – sono protagonisti sempre e ritengo che con questa manifestazione abbiamo perseguito un importante obiettivo, quello di far conoscere il nostro centro di ricerca in maniera semplice e divulgativa. Il ringraziamento va quindi ai ricercatori che cercano, con grande impegno, di raggiungere risultati importanti a beneficio dei cittadini ”.

A sottolineare che l’evento è stata una vera festa della scienza, i giovani ricercatori, star della manifestazione, hanno dato vita – a partire dalla sera fino a tarda notte – al programma notturno fatto di sport, con la partita “Un goal per la ricerca” e di musica, con i concerti di band interamente composte da ricercatori.

Neuromed ha puntato specificamente sui più giovani, per dialogare con loro e mostrare come la ricerca non sia qualcosa di distante, ma un elemento fondamentale della vita moderna, diventando anche una professione. Ecco perché l’Istituto ha investito tutte le sue energie per offrire agli studenti, ma anche al pubblico una visione ed una prospettiva del valore della ricerca scientifica per la nostra società e per il benessere dei cittadini.

27 settembre 2014 0

Latina – Controllo della Stradale al trasporto di animali, Vitello salvato dal macello e camionista multato

Di admin

Lo fermano per eccesso di velocità e salvano un vitello dal macello. E’ la singolare storia di un animale destinato al mattatoio salvato dagli agenti della polizia stradale di Latinba che, questa mattina hanno fermato sulla Pontina un camion adibito al trasporto animale che viaggiava a velocità sostenuta. Il mezzo trasportava verso il macello alcuni bovini, due femmine adulte e tre vitellini maschi di cui uno, di nemmeno 20 giorni, adagiato sul pavimento in evidente stato di sofferenza. Immediato l’intervento del Veterinario dell’ASL che ha accertato il grave stato di denutrizione e le precarie condizioni di salute del vitellino impedendone il trasporto al macello e intimandone l’immediato rientro alla stalla dalla quale era stato da poco portato via. Il mezzo di trasporto non aveva comunque i requisiti necessari per il trasporto degli animali ed è stato sanzionato per un importo di circa 1500 euro. Sono in atto accertamenti sulle modalità della tipologia del trasporto anche al fine di assicurare che l’ultimo viaggio verso il macello sia effettuato con le cautele di legge al fine di evitare inutili e incivili sofferenze agli animali.

27 settembre 2014 0

Piazza Cavour a Rieti chiusa per una fuga di gas. Il metano fuoriusciva da un’auto

Di admin

Il timore per una fuga di gas dalla rete metanifera ha creato paura questa mattina in piazza Cavour a Rieti. I residenti, alle 9, hanno allertato i vigili del fuoco dato che l’odore del gas combustibile era evidente. Al loro arrivo, i pompieri hanno iniziato le verifiche strumentali riscontrando la presenza di metano nell’aria, quindi, in attesa di scoprir il punto di fuga, hanno chiuso la piazza al transito veicolare. Dopo un’ora hanno scoperto che il gas fuoriusciva da una auto, una Saab alimentata a metano parcheggiata nella piazza, quindi, solo dopo averla rimossa, hanno riaperto il traffico veicolare.

27 settembre 2014 0

“Solidiamo”: consegnate le borse di studio

Di redazionecassino1

Consegnate questa mattina nella Villa comunale le borse di studio agli studenti meritevoli, finanziate con i fondi del progetto “Solidiamo”. Nella splendida cornice della Villa comunale, alla presenza di oltre 2.000 persone tra studenti, familiari, docenti e cittadini, circa 300 giovani frusinati, scelti tra i più meritevoli in base al rendimento scolastico, hanno ricevuto il riconoscimento. Si tratta di ben 312 borse di studio di cui 56 da 500 euro per gli studenti universitari, 115 borse di studio da 200 euro per i frequentanti le scuole medie inferiori e 131 borse di studio per alunni di scuola media superiore da 300 euro, per un investimento complessivo di circa 90.000 euro sulla cultura e sull’istruzione per i giovani della città di Frosinone. Inoltre, i ragazzi comunque meritevoli, ma che non hanno percepito il contributo economico, hanno avuto, per i frequentanti le scuole superiore, l’omaggio di 200 abbonamenti per le gare interne del Frosinone Calcio e 85 miniabbonamenti, per 5 ingressi pomeridiani, al Multisala Nestor; mentre per i frequentanti le scuole medie inferiori l’omaggio di 404 miniabbonamenti, per 5 ingressi pomeridiani, al Multisala Nestor. Gli studenti, sono stati selezionati tra i più meritevoli in base al rendimento scolastico. Le borse di studio, come è noto, sono finanziate con le somme provenienti dal taglio del 50% delle indennità di sindaco, assessori e presidente del consiglio comunale e dei gettoni di presenza dei consiglieri comunali. “Senza timore di smentita, possiamo dire che il 27 settembre 2014 è una data storica per Frosinone. Il progetto “Solidiamo” – ha dichiarato il sindaco Nicola Ottaviani – è stato concepito per rafforzare il valore della solidarietà, aiutando chi si trova in condizioni disagiate e dando uno speciale sostegno alle famiglie, in particolare a quelle numerose, che spesso si trovano a dover affrontare diverse difficoltà, rese talvolta più acute dalla mancanza o dall’insufficienza del lavoro, e vuole contribuire a costruire una società solidale, fondata sulla coesione sociale, che abbia a cuore il futuro delle nuove generazioni. La circostanza, poi, che le borse di studio siano finanziate con il taglio volontario del 50% sulle indennità degli amministratori pubblici comunali è un segnale importante in questo senso. Con il progetto “FormAzione” (la parte di Solidiamo rivolta ai giovani) l’Amministrazione comunale compie un importante investimento sulla cultura e su quella che sarà la propria classe dirigente del domani”.

27 settembre 2014 0

Oltre un milione e 200mila euro per strade e reti idrica e fognaria

Di redazionecassino1

«Investiremo nei prossimi mesi oltre un milione e 200mila euro per rifare strade e potenziare le reti idrica e fognaria. Fondi a costo quasi zero per l’Amministrazione, perché ottenuti da leggi regionali ed europei». Lo afferma l’assessore Anselmo Ranucci. «Realizzeremo tra il 2014 e il 2015 tre importantissimi progetti per Tarquinia. – prosegue – Il primo, per 400mila euro, riguarderà l’ampliamento del collettore fognante in viale della Repubblica e il completo rifacimento della rete di scolo delle acque bianche in via Manfredo Mariani, che permetterà di risolvere il problema degli allagamenti quando si verificano piogge molto abbondanti. Il secondo sarà l’ulteriore potenziamento del depuratore comunale, per circa 150mila euro, nell’ottica della forte politica di tutela ambientale che contraddistingue questo Comune e che ha portato l’impianto a essere tra i migliori della provincia di Viterbo. Il terzo interesserà la viabilità, per 740mila euro: 370mila euro saranno destinati ad asfaltare le strade del Lido; 120mila euro saranno usati per rifare le vie del centro urbano; 250mila euro serviranno per ripristinare le strade rurali più danneggiate». I progetti avranno un costo minimo per i cittadini. «Lo tengo a sottolineare con forza, perché sono fondi avuti con leggi regionali ed europee. – prosegue – E queste risorse non sono state sottratte ad altri capitoli di bilancio. Un aspetto fondamentale se si considera che, in quattro anni, ci hanno tagliato oltre 2 milioni e 700mila euro di trasferimenti statali». Soddisfazione per l’approvazione del piano triennale delle opere pubbliche 2014-2016 da parte del consiglio comunale del 26 settembre. «Un programma ambizioso che prevede la richiesta di finanziamenti per oltre 14 milioni di euro. – conclude l’assessore Ranucci – Voglio infine sottolineare come alcuni consiglieri di minoranza abbiano evidenziato il decoro e la pulizia che caratterizza Tarquinia. Un attestato di stima che ci fa piacere, perché quest’Amministrazione è sempre molto attenta all’immagine della città».

27 settembre 2014 0

Trasportavano una pressa idraulica rubata in un capannone, padre e figlio arrestati da Carabinieri

Di redazionecassino1

I Carabinieri della locale stazione, nel corso di un servizio di controllo del territorio hanno arresto, per il reato di furto, M.P. cl. 1958 e M.A., cl. 1983, rispettivamente padre e figlio entrambi del luogo. I due sono stati fermati nei pressi di uno stabilimento dismesso del luogo, a bordo di un autocarro mentre trasportavano una pressa idraulica del tipo industriale per la frantumazione di laterizi. Il voluminoso attrezzo è risultato essere stato asportato pochi istanti prima dal predetto stabilimento. A seguito di perquisizione domiciliare è stata rinvenuta una seconda pressa dello stesso tipo di quella caricata sul furgone e risultata anch’essa provenire dal dismesso opificio.

Il materiale rinvenuto, del valore di euro 30.000,00 (trentamila) circa, è stato restituito al legittimo proprietario. Gli arrestati, invece, sono stati condotti presso le proprie abitazioni agli arresti domiciliari, in attesa della celebrazione del rito direttissimo così come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria.