Giorno: 29 settembre 2014

29 settembre 2014 0

Accusato dell’omicidio della moglie, Frocione lascia l’ospedale e va in carcere

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

E’ passato dall’ospedale al carcere di Frosinone senza tappe intermedie. Emiliano Frocione, il 37enne di Alatri è accusato di omicidio e maltrattamenti in famiglia che cagionavano la morte della consorte. L’uomo è accusato dell’assassinio della 36enne Alessandra Agostinelli (nella foto) avvenuto la sera del 9 settembre nella loro casa di Alatri. Coltellate su entrambi i corpi, ma quelle sulla donna ne hanno cagionato la morte. Alcune delle ferite dell’uomo erano di autolesionismo tale da far ritenere che, dopo l’omicidio, avesse tentato il suicidio. Per questo è stato ricoverato agli arresti domiciliari in ospedale a Frosinone fino ad oggi pomeriggio. Il provvedimento scaturisce in seguito ad approfondimenti investigativi del reparto operativo dei carabinieri di Frosinone che hanno evidenziato, tra l’altro, reiterate situazioni di maltrattamenti subiti dalla vittima nel tempo, particolare efferatezza e crudeltà posta in essere dall’aggressore nell’azione omicida.

 

29 settembre 2014 0

Auto incendiate a Latina, è caccia al piromane seriale

Di admin

A Latina è caccia al piromane. Gli uomini della Questura stanno setacciando fotogramma per fotogramma le immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso sparse per la città e, in particolare, quelle vicine ai luoghi in cui, questa notte sono state date alle fiamme 6 automobili di media cilindrata e tre scooter. Si indaga soprattutto tra i soggetti che annoverano precedenti specifici per incendio e danneggiamenti, anche in virtù del fatto che le auto incendiate sono tutte intestate a cittadini che nulla hanno mai avuto a che fare con le forze dell’ordine.

29 settembre 2014 0

Perde il braccio dopo l’aggressione a Boville, la donna si risveglia e dice: “E’ stato un cane”

Di admin

Si è svegliata e sembra in lento miglioramento la donna di 83 anni di Boville Ernica a cui i medici hanno dovuto amputare un braccio all’altezza della spalla a causa di una aggressione che la stessa ha subito sabato pomeriggio davanti casa. Non appena riaperti gli occhi ha raccontato ai parenti, cosa le fosse accaduto svelando il mistero e avvalorando la tesi sostenuta da molti che ad aggredirla fosse stato proprio un cane.

Nessun testimone dell’accaduto. La donna è stata ritrovata agonizzante dalla nipote che ha lanciato l’allarme. Immediatamente trasportata al San Camillo di Roma, i medici le hanno dovuto amputare ciò che le rimaneva dell’arto. Nessuno, a parte lei, poteva raccontare cosa l’avesse ferita. I vigili urbani di Boville Ernica stanno setacciando la zona a caccia di randagi ma al momento del cane aggressore, nessuna traccia. Non si esclude che possa essere un animale scappato dal controllo del padrone.

29 settembre 2014 0

Cantiere abusivo mimetizzato, sequestro della Forestale a Terracina

Di admin

Una mimetizzazione fatta con vecchie lamiere e materiale da discarica non è servita a nascondere il cantiere abusivo per la costruzione di una casa a Terracina. Il controllo del Corpo Forestale della stazione di Terracina comandata dall’Ispettore Superiore Giuseppe Pannone è scattato in località Borgo Ermada, andata a fondo dietro quelle lamiere. Invece hanno scoperto che la mimetizzazione serviva a nascondere una casa in costruzione da 120 metri quadri completamente abusiva. La titolare, una donna di 35 anni del posto è stata denunciata per violazione alle norme urbanistiche e sismiche. Il cartiere è stato posto sotto sequestro giudiziario. Er. Amedei

29 settembre 2014 0

Tafferugli allo stadio di Sora, 25 tifosi mascherati denunciati

Di admin

Tafferugli allo stadio di Sora per la partita di calcio di Serie D disputata ieri contro l’Olbia. In 25, tra tifosi sardi e tifosi del Frosinone, gemellati tra loro contro quelli del Sora, si sono presentati con maschere bianche e cappucci da felpa, armati delle fibbie delle cinte, hanno forzato ogni controllo verso la tifoseria locale. A fermarli prima del contatto, gli uomini della questura. A fine match tutti e 25 sono stati accompagnati in commissariato e denunciati in concorso per reati di travisamento, lancio o utilizzo di materiale pericoloso e possesso di artifizi pirici. Ventidue di loro sono stati inoltre colpiti da daspo per una durata di 3 anni e due per una durata di 5. Sequestrate le maschere e un fumogeno esploso.

29 settembre 2014 0

Un’antenna per la telefonia mobile in centro fa infuriare i cittadini

Di redazionecassino1

I cittadini di Cervaro si mobilitano per dire un chiaro e forte NO all’installazione di una antenna per ripetitore di telefonia mobile. Un comitato di abitanti protesta da giorni contro il montaggio nel centro di Cervaro ed in prossimità delle scuole di un’antenna per la telefonia mobile. Nel comunicato emesso, in cui si invita l’amministrazione comunale a revocare l’autorizzazione all’installazione, si sottolineano la pericolosità delle onde elettromagnetiche che queste antenne producono e gli effetti dannosi per la salute. Il comitato da giorni ha istituito un presidio in piazza per sensibilizzare tutta la popolazione sul grave problema e per chiedere al sindaco, non solo nella veste di Primo Cittadino, ma anche di medico, la revoca di quell’autorizzazione. Questa mattina alcuni rappresentanti sono stati ricevuti in comune e proprio il sindaco avrebbe spiegato che al momento sarebbe impossibile revocare quell’autorizzazione per evitare azioni legali di risarcimento da parte del gestore della telefonia interessato nei confronti del Comune. Allo stesso tempo, però, il Primo cittadino avrebbe assicurato gli stessi cittadini che compirà tutti i passi necessari per trovare le soluzioni più idonee a garantire la tutela della salute dei cittadini di Cervaro. Sembra che il sindaco D’Aliesio, incontrando i cittadini abbia manifestato l’intenzione di emettere un’ordinanza di “sospensiva” in attesa dei rilievi tecnici da parte dell’ARPA Lazio. F. P. FOTO A. CECCON

29 settembre 2014 0

La scomparsa di Giorgia, il padre: “Cambiata dopo suicidio di suo amico”. Ricerche della polizia lontano da Cassino

Di admin

Oltre 48 ore e di Giorgia Verrillo, ancora nessuna notizia. La 16enne, residente a San Pietro Infine, e studentessa dell’istituto tecnico commerciale di Cassino, è scomparsa sabato mattina quando ha lasciato la casa diretta in pullman a scuola. Arrivata a Cassino, ma non a scuola, di lei non si è saputo più nulla. “Sono arrivate segnalazioni dal Molise dove sarebbe stata vista sabato sera vicino Isernia – dichiara il padre – altri l’avrebbero vista in centro a Cassino, ma nessuna di queste segnalazioni è stata verificata. Non so spiegarmi il perché del suo allontanamento. Non ci sono motivi di scontro. Certamente, però, due fatti l’hanno sconvolta. Due anni fa ha perso una persona anziana alla quale era molto legata e l’anno scorso un suo amico si è tolto la vita. Da quel momento Giorgia non è stata più la stessa”. Sulle sue tracce ci sono gli agenti di Polizia di Cassino. Dal Commissariato fanno sapere che le ricerche sono in corso e che sarebbero a largo raggio. Ciò significherebbe che le ricerche si sarebbero spinte lontano dal Cassinate.

29 settembre 2014 0

Auto e scooter in fiamme a Latina. Quattro incendi distruggono 9 mezzi

Di admin

Sei autovetture e tre scooter sono stati dati alle fiamme questa notte a Latina in quattro diversi incendi dall’una alle sei. Quello con il maggior numero di mezzi coinvolti si è sviluppato sulla via Pontina dove, a bruciare, sono state tre auto e i tre scooter. Gli altri incendi si sono sviluppati in via Priverno, via San Tommaso e via Parini. In tutti i casi i roghi sono stati domati dai vigili del fuoco. Pare non vi siano dubbi sulla matrice dolosa e che tutti i roghi possano essere stati appiccati dalla stessa mano.