Funivia Cassino-Montecassino: dopo il rinvio della discussione in Consiglio, la maggioranza cerca di coinvolgere l’opposizione in Commissione

24 settembre 2014 0 Di redazionecassino1

Dopo il rinvio della discussione sulla funivia Cassino-Montecassino è stata convocata, dal presidente della Commissione LL.PP del comune, Gennaro Fiorentino, una riunione per consentire la partecipazione della minoranza consiliare, che si era ritenuta esclusa dall’esame del progetto, con l’intento di esprimere pareri sull’opera. “Il rinvio del Consiglio Comunale avente oggetto l’atto di indirizzo per la realizzazione della funivia è stato determinato dalla volontà di questa Amministrazione di portare a conoscenza del contenuto del documento anche la minoranza, offrendo in tal modo la possibilità a quest’ultima, che lamenta sempre il mancato coinvolgimento nelle scelte importanti per la città, di condividere ed apprezzare l’idea, e quindi non il progetto che non esiste, della funivia. Un’idea che si pone l’obiettivo di incrementare il flusso turistico della città che trarrebbe, a mio avviso, notevole vantaggio dalla realizzazione di un’opera di sicura attrazione. In ordine al punto desta stupore l’ennesimo intervento fuori luogo del consigliere Franco Evangelista che non avendo neanche partecipato alla riunione capigruppo indetta dal sindaco in sede di Consiglio Comunale, non può conoscere quali sono le reali motivazioni che hanno portato al rinvio della seduta della massima assise civica. Tuttavia questo non ha impedito al consigliere di intervenire sulla stampa in maniera confusa, parlando di una questione di cui fa finta di ignorare il contenuto, volendo far passare le sue dichiarazioni come saggi di alta politica quando altro non sono che fumo negli occhi. Bene farebbe a considerare l’impegno che questa Amministrazione sta portando avanti per risollevare le sorti della città anche con manifestazioni di carattere culturale di altissimo profilo che mai, e lui dovrebbe ricordarlo bene, sono state svolte a Cassino. Un’altra doverosa precisazione riguarda i costi di realizzazione dell’opera. Lo abbiamo detto più volte e lo ribadiamo anche in questa circostanza: la realizzazione della funivia è legata ad un project financing, il che significa che l’Amministrazione non ha alcun tipo di spesa e di conseguenza non vengono sottratte risorse per altre opere. Sulla base di quanto appena ricordato, l’Amministrazione ha valutato e preso in considerazione la pura e semplice idea di collegamento tra Cassino e Montecassino, in quanto alcun progetto di natura tecnica è presente dato che lo stesso verrà redatto dai concorrenti al bando di gara. Solo da quel momento in poi, quindi, sarà possibile entrare nello specifico. In virtù di ciò ritengo che non sia questo il momento per affrontare questioni di natura tecnica che, oltre a competere ad esperti del settore, che saranno oggetto di discussione in occasione della stesura del bando di gara sul quale l’Amministrazione indicherà le proprie esigenze e la propria volontà di rispettare l’ambiente, l’urbanistica, il decoro cittadino e la tutela delle falde acquifere. Queste sono le reali motivazioni che hanno indotto il rinvio del Consiglio Comunale e non altre. Infine, questa mattina si è provveduto all’immediata convocazione della commissione congiunta che si terrà martedì 30 alle ore 19 a seguito della quale verrà fissata una data per un nuovo Consiglio Comunale per affrontare la questione funivia.” È quanto emerge in una nota a firma del presidente della commissione lavori pubblici Gennaro Fiorentino.