Guardia Costiera Gaeta: contrasto all’abusiva occupazione delle spiagge libere

16 settembre 2014 0 Di redazionecassino1

La Guardia Costiera di Gaeta, in questi giorni di settembre, ha mantenuto alto il livello di vigilanza e monitoraggio in mare e lungo il litorale di giurisdizione con l’impiego di autopattuglie ed unità navali dipendenti.
Nella giornata di domenica è stato, infatti, denunciato il titolare di una attività di noleggio di attrezzature balneari di Gaeta il quale, sul litorale comunale di Serapo, abusivamente, occupava la porzione di “spiaggia libera” prospicente la propria attività commerciale, posizionando numerosissimi lettini ed ombrelloni,
I militari, diffidato il titolare dell’attività, provvedevano a far eseguire l’immediata rimozione degli apprestamenti abusivamente collocati, restituendo alla pubblica fruizione il tratto di “spiaggia libera” indebitamente sottratto ai bagnanti. Il titolare è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Cassino.
Ugualmente denunciati per abusiva occupazione di demanio marittimo, i titolari di un’altra attività di noleggio attrezzature balneari a seguito dell’abusivo posizionamento di attrezzature balneari con occupazione di un tratto di spiaggia libera del lungomare Serapo di Gaeta.
Analoga attività di controllo ha impegnato la Guardia Costiera di Gaeta e Formia sul litorale formiano, verificando il regolare esercizio dell’attività di noleggio sul lungomare Santo Janni. Anche in questo caso è stata accertata l’occupazione abusiva di demanio marittimo con attrezzature da spiaggia. Denunciato il titolare.
Tale attività di contrasto all’abusiva occupazione demaniale, svolta anche con personale in borghese, ha consentito di restituire al pubblico godimento un totale di circa 1000 metri quadri di spiagge libere, trasformate di fatto, a danno degli ignari bagnanti, in stabilimenti balneari.
Tutti i soggetti denunciati saranno, altresì, oggetto di comunicazione alle competenti amministrazioni comunali per l’adozione dei discendenti atti amministrativi previsti in caso di violazioni in materia di abusiva occupazione demaniale.