Perde il braccio dopo l’aggressione a Boville, la donna si risveglia e dice: “E’ stato un cane”

29 settembre 2014 0 Di admin

Si è svegliata e sembra in lento miglioramento la donna di 83 anni di Boville Ernica a cui i medici hanno dovuto amputare un braccio all’altezza della spalla a causa di una aggressione che la stessa ha subito sabato pomeriggio davanti casa. Non appena riaperti gli occhi ha raccontato ai parenti, cosa le fosse accaduto svelando il mistero e avvalorando la tesi sostenuta da molti che ad aggredirla fosse stato proprio un cane.

Nessun testimone dell’accaduto. La donna è stata ritrovata agonizzante dalla nipote che ha lanciato l’allarme. Immediatamente trasportata al San Camillo di Roma, i medici le hanno dovuto amputare ciò che le rimaneva dell’arto. Nessuno, a parte lei, poteva raccontare cosa l’avesse ferita. I vigili urbani di Boville Ernica stanno setacciando la zona a caccia di randagi ma al momento del cane aggressore, nessuna traccia. Non si esclude che possa essere un animale scappato dal controllo del padrone.