Giorno: 1 ottobre 2014

1 ottobre 2014 0

Turriziani indagato per associazione a delinquere, il legale: “La magistratura farà giustizia”

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Associazione per delinquere e violazione del Testo unico sulle accise, sono i reati ipotizzati per i quali sono stati indagati alcuni tre top manager dell’Eni e Roberto Turriziani, l’imprenditore tra i più facoltosi della provincia di Frosinone. L’ambiente è quello degli idrocarburi per i quali l’imprenditore di Frosinone gestisce per conto eni i trasporti e alcuni depositi. Ad innescare le indagini sono stati gli uomini della guardi di finanza di Frosinone che avrebbero scoperto come dai depositi di Gaeta, Livorno e Napoli, uscissero, sulle autocisterne di Turriziani, più carburante, tra gpl, benzina e gasoli, di quanto dichiarato, questo al fine di eludere le accise, l’imposta sugli idrocarburi. Ai distributori o ai clienti finali, quel combustibile, però, veniva venduto al prezzo pieno, cioè che comprendeva anche l’imposta non pagata. Un guadagno accertato di circa 2milioni di euro che costituivano, nei bilanci dell’Eni, un fondo che i finanzieri ritengono occulto, il cui fine è ancora al loro vaglio. “Accuse infondate e senza senso – ribatte Vittorio Perlini – legale di Turriziani – La magistratura farà chiarezza e dimostrerà l’estraneità di Turriziani dai fatti a lui contestati. Tra l’atro va detto che le accise le deve pagare l’Eni, qundi non capisco a che titolo il mio assistito sia stato coinvolto in questa storia”.

1 ottobre 2014 0

Distaccamento dei vigili del fuoco di Arce, Per la sicurezza del territorio serve copertura h24

Di admin

“Il distaccamento dei vigili del fuoco di Arce rappresenta un punto focale del soccorso pubblico e, per questo, oltre a preservarlo, va potenziato in modo tale da coprire l’intero arco delle 24 ore”. Ne sono convinti i rappresentanti delle tre sigle sindacali Fns Cisl, vvf Cgil e Uilpa Vigili del Fuoco hanno inviato una lettera oltre che ai vertici del Corpo, anche al Prefetto di Frosinone. Al momento il distaccamento che copre una zona equidistante tra Frosinone, Cassino e Sora, funziona solamente dalle 8 del mattino alle 20, lasciando scoperte le restanti 12 ore. Con la missiva si chiede l’ampliamento dell’operatività fino alla copertura delle 24 ore “in considerazione della sua importante collocazione strategica e del fatto che essa suddivide il territorio, riducendo drasticamente i tempi di percorrenza in caso in intervento di squadra VVF. Tale richiesta – si legge ancora nella nota – è motivata proprio dalla complessità del comprensorio di riferimento, poiché il distaccamento in oggetto è collocato al centro, tra i territori di competenza del Comando di Frosinone e Latina, nonché i distaccamenti di Cassino, Sora e Frosinone. Evidenziamo inoltre che nell’area di competenza della sede del distaccamento di Arce vi sono realtà a rischio quali ad esempio i tratti dell’Autostrada A1, TAV con due gallerie estremamente pericolose, e FS, senza tralasciare i siti industriali e le zone ad elevato rischio idrogeologico, nonché diverse centrali idroelettriche. La continuità H 24 della sede di ARCE dei VVF diventa dunque indispensabile per continuare a garantire ciò che da oltre dieci anni è il lavoro egregio svolto dal personale del distaccamento sopra menzionato nei moltissimi e delicati interventi effettuati (circa 400 nel solo secondo semestre del 2013 a orario diurno), in un territorio che vede oltre 375 kmq da monitorare ed una popolazione di circa 47.000 abitanti”. Va ricordato che senza il distaccamento di Arce, in caso di necessità, la squadra più vicina sarebbe quella di Frosinone che impiegherebbe non meno di mezz’ora ad arrivare. Prendendo ad esempio una emergenza a Roccasecca, la squadra dovrebbe arrivare invece da Cassino impiegando ugualmente dai 35 ai 40 minuti, ma lasciando scoperto l’intero territorio Cassinate daco che nella città martire, così come nel sorano opera una sola squadra per turno.