Giorno: 4 ottobre 2014

4 ottobre 2014 0

Formia, guardia alta della polizia su spaccio di droga oltre che a truffe e molestie sul web

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Il personale della Polizia di Stato in concomitanza con la riapertura delle scuole, ha effettuato una serie di controlli sul territorio di Formia e Minturno al fine di prevenire e reprimere il fenomeno dello spaccio di stupefacenti. Gli agenti del Commissariato di Formia avevano già rinvenuto e sequestrato nei giorni scorsi alcune piante di marijuana celate nella pineta di Marina di Minturno , alcuni giovani erano stati fermati altresì nella zona di Formia via Vitruvio, con dosi di hascisc per uso personale. Nella giornata di ieri invece, con l’ausilio di una unità cinofila proveniente da Napoli sono state realizzate quattro perquisizioni domiciliari a carico di altrettante persone sospette . Nel corso delle stesse, per quanto non siano stati rinvenuti elementi utili per applicare provvedimenti restrittivi , sono stati trovati spunti di indagine e nuovi tasselli per avere un quadro quanto mai completo del panorama formiano, relativo allo spaccio di droga.

Sul fronte dei controlli in tema di armi, il personale del commissariato è altrettanto attivo. Nei giorni scorsi sono state verificate le posizioni di alcuni soggetti in possesso di provvedimenti autorizzatori in materia e non avendo verificato l’esistenza dei requisiti richiesti, si è avviata la procedura per il ritiro delle licenze. In particolare si è intervenuti d’urgenza nell’abitazione di A.C. di 46 anni a Formia, detentore di armi , che si era reso protagonista di minacce gravi nei confronti della consorte, giungendo in varie occasioni ad imbracciare il proprio fucile nei suoi confronti. Per questo gravissimo episodio è stata ritirata l’arma in via cautelativa ed il soggetto è stato denunziato all’A.G..

Sempre piu’ spesso , il commissariato raccoglie denunzie in ordine a reati commessi utilizzando strumenti elettronici: dalla truffa online che adopera messaggi di posta elettronica, riproducenti in tutto e per tutto loghi e indicazioni proprie di istituti di credito ed assicurativi. In tali casi si tenta di ingannare l’utente poco esperto, invitandolo a comunicare le proprie credenziali per via telematica. Di fatto il nome utente e la password richiesta, vengono registrate da malfattori, che poi riutilizzano il dato acquisito per prosciugare i conti correnti dei malcapitati. Numerosi sono altresì gli atti di diffamazione le molestie e i tentativi di adescamento da parte di malintenzionati in cerca di facili avventure anche a sfondo sessuale. Particolare attenzione dovranno pertanto esercitare i genitori, esercitando controlli sui collegamenti effettuati dai propri figli minori tramite le community online e sui cosiddetti programmi social, quali facebook, twitter istagramm etcetera. A riguardo sono state avviate approfondite indagini sui cui esiti si fa riserva di informare con successivi comunicati stampa.

4 ottobre 2014 0

Lupo “randagio” sulla via Morolense ad Anagni, accalappiato e accompagnato nel Parco

Di admin

Vagava sulla strada Morolense nel comune di Anagni come una qualsiasi cane randagio, tanto che alcuni passanti hanno avvisato la guardia Forestale proprio della pericolosa presenza sulla strada di un cane. All’arrivo sul posto dei Forestali e del personale Asl hanno accalappiato l’animale scoprendo, in realtà, che si trattava di un lupo adulto e in buone condizioni fisiche. Difficile stabilire perché si trovasse sulla strada, lontano dal Parco Nazionale d’Abruzzo, dove la specie vive circoscritta. Fatto sta che dopo una prima visita, è stato accompagnato presso il Parco di Pescasseroli.

4 ottobre 2014 0

Ragazzo egiziano “ fa le scarpe “ ad un commerciante di Frosinone. Bloccato dalla Polizia di Stato

Di admin

Sono da poco passate le diciotto quando arriva una telefonata al 113. Il titolare di un negozio di scarpe del centro storico del capoluogo chiede l’intervento della Polizia di Stato per aver subito un furto di scarpe. La Sala Operativa della Questura raccoglie i primi dati per riuscire ad identificare il ladro. Scattano le ricerche. Si tratta di un uomo di giovane età che, entrato nel negozio, chiede di misurare un paio di scarpe.

Calza la prima ed approfittando di un attimo di distrazione del titolare si dà alla fuga con una scarpa infilata e l’altra nella mano. Le Volanti percorrono tutte le strade limitrofe al negozio ed individuano un ragazzo che corrisponde alle descrizioni ricevute il quale, alla vista dei poliziotti, cerca di dileguarsi tra la folla. I poliziotti scendono dall’auto ed inseguono il giovane che, bloccato, viene accompagnato in Questura.

Si tratta di un ventenne di origine egiziana con precedenti per reati contro il patrimonio. Il giovane aveva con sé anche un cellulare risultato rubato. Il ventenne dovrà ora rispondere di furto e ricettazione.

4 ottobre 2014 0

Basket, un memorial per otto amici mai dimenticati

Di redazionecassino4

Un memorial per ricordare otto persone che il basket a Cassino lo hanno vissuto intensamente, lo hanno sostenuto, lo hanno fatto crescere: giocatori, dirigenti, che oggi non ci sono più ma che nel palazzetto di via Appia nessuno ha dimenticato. E così domani mattina la BPF Pallacanestro Cassino li ricorderà con un torneo in cui si affronteranno due squadre decisamente speciali. Saranno composte da 25 elementi ciascuna (che si alterneranno in sei diverse frazioni di gioco) e di ogni età: ci saranno i ragazzi di 14 anni, i giocatori dell’attuale squadra in serie D, ma anche gli “over”. Tra coloro che hanno da tempo appeso le scarpette al chiodo, almeno dal punto di vista agonistico, e che per l’occasione torneanno in campo, ci sono anche i genitori di alcuni degli attuali allievi e giocatori della Pallacanestro Cassino. In squadra come giocatori anche Luigi Pagano, Gianluca De Rosa e Giovanni Fionda, attualmente coach delle squadre della società Longo-Pagano. Perché domenica ad indossare i panni degli allenatori saranno Dino Pagano e Felice Salzano. Una mattinata, che si preannuncia densa di momenti belli, divertenti, ma anche emozionanti. Durante l’incontro tra le due squadre che si affronteranno indossando le maglie fatte per l’occasione (una bianca e l’altra rossa) saranno ricordati otto “amici del basket” mai dimenticati: Domenico D’Aliesio, Luigi Ranieri, Roberto D’Orio, Pierino D’Amore, Rino Falanga, Luigi Suarato, Pietro Ranaldi e Giovanni Prata. Ognuno di loro, sul parquet del palazzetto o fuori dal campo di gioco, ha dato tanto al basket di Cassino e così Dino Pagano e Sergio Longo hanno voluto ricordarli con una giornata e con targhe che saranno consegnate ai familiari presenti. Per aggiungere una nota di tenerezza dopo le emozioni dei ricordi, è prevista anche un’esibizione dei piccoli del mini basket. L’appuntamento è nel palazzetto di via Appia a partire dalle 9.30 domani mattina.

4 ottobre 2014 0

Lite per una donna a Frosinone, egiziano aggredisce un italiano

Di admin

Ci sarebbero motivi passionali legati all’aggressione subita ieri da un 49enne di Frosinone che è costata la denuncia per un 35enne egiziano. Nella prima mattinata il ciociaro ha ricevuto una telefonata sul cellulare dallo straniero. Toni tutt’altro che amichevoli, ma al telefono non sarebbe potuto accadere nulla di più. Poco dopo, però, le auto dei due si incontrano e l’egiziano affianca l’italiano costringendolo a seguirlo nella sua auto che parte verso una meta imprecisata. Una lite che sarebbe legata a fatti amorosi e che ben presto rischiava di degenerare in particolare quando l’aggressore ha palesato le sue intenzioni dicendo al 49enne: “Adesso ti lego e ti gonfio di botte”. Solo a quel punto l’uomo riesce a tirare il freno a mano e a scappare dall’auto chiamando il 113. Gli agenti arrivati sul posto, raccolgono la descrizione e individuano di lì a poco l’auto con l’egiziano alla guida che portava con se un coltello a serramanico. Per lui, quindi, è scattata la denuncia per minaccia e porto abusivo di armi.

4 ottobre 2014 0

Consegnate le borse di studio della Cavaliere Family Foundation a Pignataro Interamna

Di admin

Sabato 20 settembre, presso la Scuola Media di Pignataro Int., si è svolta la manifestazione per la consegna annuale della borsa di studio bandita dalla Cavaliere Family Foundation per gli studenti residenti a Pignataro Interamna. Alla manifestazione hanno partecipato: il Presidente John Cavaliere e la consorte Fara Garrisi, il Preside Prof. La Valle, Dirigente dell’Istituto Comprensivo di S. Giorgio A Liri, il Prof. Arcangelo Evangelista, Gianluigi e Marcello Cavaliere in qualità di membri onorari della Commissione della Fondazione, i Docenti e gli alunni della Scuola Media. Nel corso degli interventi il Preside La Valle ha ringraziato John Cavaliere, che si adopera sempre di più per sostenere la scuola di Pignataro, infatti a gennaio 2014, grazie al generoso contributo della Fondazione, è stata acquistata una lavagna interattiva, per cui la Scuola Media di Pignataro, oltre ad avere un corpo Docenti altamente qualificato, ha a disposizione tutti gli strumenti tecnologici per competere con i migliori Istituti della zona. Marcello Cavaliere ha ribadito che la Borsa di Studio messa a disposizione della Fondazione, sta sviluppando, tra gli alunni, una sana competizione che sta migliorando il livello scolastico degli stessi ragazzi. Ha sottolineato, ancora, che nel corso del 2014 la Fondazione ha donato oltre 5.200,00 Dollari Usa. Infine, prima della premiazione, gli alunni hanno intrattenuto i partecipanti con un intermezzo musicale. Il giorno 14 settembre 2014 alle ore 16,00 in Pignataro Interamna presso la sede in Via Roma, 78 si è riunita la commissione per l’assegnazione delle borse di studio in favore di studenti residenti nel comune di Pignataro Interamna. La commissione, composta dai Sigg. Cavaliere Gianluigi, Cavaliere Marcello, Evangelista Arcangelo, prende atto che sono pervenute n°5 domande di partecipazione nei termini previsti dal Bando, di cui, 3 domande per la Scuola Media e 2 domande per la Scuola Media Superiore. Dopo accurata analisi della documentazione allegata alle domande, in conformità alle norme statutarie della Fondazione, la Commissione ha proposto di conferire per l’anno scolastico 2013/2014 le borse di studio ai seguenti alunni della Scuola Media: Beatrice Evangelista, Maria D’Aguanno e Pasquale Macario Scuola Media Superiore: Paola Concetta D’Alessandro. Per l’anno scolastico 2013/2014 la Fondazione ha messo a disposizione la somma di $ 3.500 così ripartita: Scuola Media: 2.100 dolari – Scuola Media Superiore 1.400 dollari. Il Presidente John Cavaliere, in ottemperanza a quanto previsto dallo statuto, ha ritenuto valido l’operato della Commissione e agli alunni viene consegnata, contestualmente, una busta contenente la somma attribuita ed una pergamena ricordo della Fondazione.

4 ottobre 2014 0

Nigeriano con la droga nelle viscere, sequestrato a Termini 1,2 chili di eroina purissima

Di admin

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante hanno arrestato un cittadino nigeriano di 60 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’uomo è stato controllato dai militari nei pressi della stazione “Termini” dove si stava aggirando, in atteggiamento sospetto, con una valigetta in mano.

Quando i Carabinieri si sono avvicinati, il 60enne ha palesato un forte stato di agitazione, che ha li indotti ad approfondire le verifiche.

Dopo aver trovato nelle sue tasche alcune dosi di eroina, i Carabinieri hanno eseguito una perquisizione nella stanza dell’albergo ove era alloggiato, sempre in zona Termini. Qui, gli uomini dell’Arma hanno rinvenuto circa 600 g di eroina purissima, suddivisa in dosi e ancora all’interno di ovuli termosaldati.

A quel punto, i Carabinieri hanno deciso di sottoporre l’uomo ad un esame radiografico presso l’ospedale San Giovanni da cui è emerso che nella pancia del corriere c’erano ancora altri ovuli.

Questa notte, il 60enne è stato dimesso dall’ospedale dopo aver espulso più di 50 ovuli contenenti complessivamente altri 640 grammi di eroina.

La droga, secondo la stima dei Carabinieri della Compagnia Roma piazza Dante, grazie al suo grado di purezza, avrebbe potuto fruttare intorno ai 100.000 euro.

Il cittadino nigeriano, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato portato nel carcere di Regina Coeli.

4 ottobre 2014 0

Il brigantaggio nella “Antica Terra di lavoro”, domenica rivive alla villa comunale

Di redazionecassino1

“Cassino, Città simbolo della memoria storica, accoglie con piacere ed interesse nella sua villa Comunale un’iniziativa che farà scoprire a grandi e piccoli la Custodia e la Conoscenza del Territorio da parte dei Briganti che subito dopo l’Unità d’Italia popolarono le zone più impervie delle Mainarde in cerca di protezione” ha dichiarato l’Assessore alla Cultura Danilo Grossi nell’annunciare l’evento di domenica 5 ottobre all’interno del ‘cuore verde’ di Cassino “Questo evento, ha continuato Grossi, ci permetterà di conoscere questi uomini che la storiografia ufficiale ci ha consegnato come semplici fuorilegge ma che in un’epoca di profondi e inattesi mutamenti sociali furono profondi conoscitori del nostro territorio più per necessità di salvaguardare la loro vita che per passione.. i luoghi da loro frequentati ancora oggi sono impervi ed irraggiungibili ai più anche con le moderne attrezzature escursionistiche. Il tutto a cura dell’A.S.C. Capo di Lupo – Rievocazione Storica – Storia Cultura Arte Tradizione Territorio – Antica Terra di Lavoro – che narrerà la storia dei Briganti e gli avvenimenti che li videro protagonisti, legando i luoghi agli avvenimenti. I partecipanti percepiranno che la storia non è un qualcosa di meramente astratto ma è nei luoghi che si vivono quotidianamente e spesso distrattamente. Il Brigantaggio è sempre più percepito come intrigante ed affascinante leggenda ove la separazione tra realtà e fantasia è da sempre molto poco delineata e netta.

Si allestirà un campo brigantesco e si potrà colloquiare con i rievocatori i quali descriveranno la loro epoca e i luoghi da loro vissuti. Per i più piccoli si procederà al “Giuramento del Brigante” che si effettuerà utilizzando il testo originale pervenutoci opportunamente modificato per il “Land Life Week – settimana europea per la custodia del territorio”

Ringrazio l’A.S.C. “Capo di Lupo” – ha concluso l’Assessore alla Cultura – perché col suo lavoro di rievocazione storica e valorizzazione del territorio, ci offre la possibilità di capire meglio questi importanti e suggestivi aspetti della storia dell’Italia centro-meridionale”. Appuntamento domenica mattina per l’allestimento del campo brigantesco e nel pomeriggio a partire dalle 15:00 e fino alle 19:00 l’incontro con il pubblico.