Giorno: 11 ottobre 2014

11 ottobre 2014 1

L’assessore regionale Ciminiello a Cassino: “I ritardi dei pagamenti della p.a. aiutano l’usura. Nostro obiettivo pagare in 350 giorni”

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Abbiamo portato i pagamenti della Regione da mille giorni a 500, ma dobbiamo fare ancora meglio e Zingaretti sta lavorando per portarli a 350 giorni”. Lo ha detto questa mattina l’assessore regionale alle Pari opportunità Concettina Ciminiello, intervenendo a Cassino al convegno “Crisi, sovraindebitamento, usura e buon uso del denaro”. “I ritardi dei pagamenti delle pubbliche amministrazioni sono motivi che favoriscono gli indebitamenti delle famiglie e, esporli quindi al rischio dell’usura, ecco perchè al di la delle leggi, tutti dobbiamo fare cose concrete. L’assessore ha annunciato il passaggio della nuova legge sull’usura presso la commissione affari istituzionali. “Su questo argomento, quello dell’usura, ci deve essere una convergenza di intenti che superi i colori politici, non a caso il testo approvato è stato presentato dall’opposizione”.

Er. Amedei

11 ottobre 2014 0

Assaltano un bancomat a Ladispoli e fuggono con bottino da 100mila euro. Parte della banda arrestata a Frosinone

Di admin

Nelle prime ore di questa mattinata, nel corso dei servizi di vigilanza predisposti in ambito autostradale, una pattuglia della sottosezione Polizia Stradale di Frosinone ha intimato l’alt ad una Fiat Stilo di colore rosso che, all’altezza dello svincolo di Colleferro, viaggiava in direzione Napoli con quattro persone a bordo.

L’autovettura era stata precedentemente segnalata per il rintraccio in quanto sfuggita al controllo dei Carabinieri di Ladispoli che erano intervenuti presso la filiale del Monte dei Paschi di Siena, ove in nottata un sodalizio organizzato di individui a bordo di tre diversi veicoli, utilizzando la tecnica della fiamma ossidrica, aveva forzato il bancomat dell’istituto di credito sottraendo la somma di 100.000 euro.

Nell’immediatezza dell’intervento i militari dell’Arma riuscivano a trarre in arresto una persona, mentre il resto dei complici si dileguava a bordo di due autovetture tra le quali veniva notata la Fiat Stilo di colore rosso, intercettata dagli uomini della Sottosezione di Frosinone mentre percorreva l’autostrada in direzione sud.

Nel tentativo di eludere il controllo il conducente, tuttavia, accelerava improvvisamente la marcia, cercando di seminare gli agenti della Polstrada che si sono lanciati immediatamente all’inseguimento.

Il conducente, spostandosi con manovre azzardate tra le corsie dell’autostrada e ritenendo di aver guadagnato un sufficiente margine di vantaggio, si fermava di colpo, facendo scendere dall’autovettura i tre occupanti che si sono velocemente dati alla fuga nei campi adiacenti.

In tale frangente, mentre cercava di riprendere la marcia l’uomo alla guida, un 34enne napoletano, veniva bloccato dagli agenti della Sottosezione che, unitamente ad altre pattuglie fatte convergere nella zona, iniziavano una rapida perlustrazione dell’area che li conduceva poi sulla Casilina.

Nel corso della ricognizione, in località Castellaccio del comune di Paliano, veniva rintracciato e fermato uno dei tre complici inizialmente allontanatisi, un 33nne anch’egli partenopeo identificato anche grazie alla patente di guida rinvenuta all’interno della Fiat Stilo utilizzata per la fuga, mentre gli altri due soggetti riuscivano a far perdere le proprie tracce.

I due napoletani sono stati tratti in arresto e dovranno ora rispondere di furto aggravato in concorso.

11 ottobre 2014 0

Giro di ricette false per farmaci stupefacenti a Latina, 6mila fiale di tallwin in 4 anni

Di admin

Una casalinga 46 enne di latina è stata denunciata dai carabinieri del Nas di Lati a per false prescrizioni mediche. Secondo le indagini svolte dagli uomini del tenente Maurizio Santori, la donna redigeva false ricette bianche con intestazioni di medici inesistenti, che usava per l’acquisto presso farmacie di Anzio e Nettuno, di farmaci stupefacenti. Da un calcolo fatto dagli investigatori è emerso che nel corso di 4 anni la falsaria di ricette mediche avrebbe prelevato circa 6mila fiale di tallwin iniettabile. Le stesse indagini però non hanno accertato che le vendesse. Nella perquisizione sono state trovate un gran numero di false ricette e di farmaci.

foto di repertorio