Giorno: 29 ottobre 2014

29 ottobre 2014 0

A Caira la casa da brivido per una notte di Halloween in compagnia

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Non è Halloween se a Caira la famiglia Pallucci non addobba le mura della propria casa. In via Marino Fardelli di fronte al cimitero tedesco Paolo e Nadia da oltre dieci anni rivestono le mura di casa con l’immancabile zucca, pipistrelli, teschi, demoni, fantasmi e tutto quel che serve per esorcizzare la paura in attesa dell’evento tanto atteso la notte del 31 ottobre. In tanti in questo periodo, anche i turisti del cimitero militare, vanno a vedere la suggestiva “casa di Halloween”. Grande la soddisfazione per Paolo, addetto all’illuminotecnica, e per Nadia che si occupa degli addobbi e dei costumi. Appuntamento quindi la sera del 31 per festeggiare a Caira a casa Pallucci la notte da brivido in compagnia.

29 ottobre 2014 0

Da Ferentino sulle tracce degli antichi pellegrini con l’asino da trekking

Di admin

In compagnia di asini, alla riscoperta dei vecchi sentieri e dell’antico modo di fare pellegrinaggio. Raffaele Principi Coppotelli ha 40 anni, è un operaio e è appassionato di un genere animale particolarmente sfortunato e bistrattato, quello degli asini. Non ci sta alle definizioni che solitamente fanno dell’equide, “E’ la cattiva pubblicità che gli hanno fatto le favole come Pinocchio. Gli asini sono animali intelligenti ed estremamente razionali. Un tempo venivano valorizzati ed erano veri compagni di vita. Si lavorava insieme nei campi, si viveva insieme dato che le stalle spesso erano parte integrante della casa e accompagnava il padrone fino in osteria dato che quando l’uomo si ubriacava, lui lo conoscendo a memoria la strada, lo riportava di peso a casa”.

Oggi con l’avvento dei mezzi agricoli meccanici l’asino è stato dimenticato, ma raffaele ne coltiva la passione. Ne ha 11 ed a ciascuno ha dato un nome. Il suo preferito è Bigio e ha 8 anni. E’ con lui che ha macinato il maggior numero di chilometri. Raffaele, infatti, utilizza i suoi periodi di ferie per compiere pellegrinaggi in compagnia dei suoi asini da trekking e di chi volesse partecipare ad un pellegrinaggio fatti alla vecchia maniera: senza comodità, camminando a piedi (non in groppa) e dormendo in bivacchi di fortuna.

 

I suoi asini, non hanno più selle in legno, ma le hanno in alluminio e in groppa portano solamente i bagagli, non più di 40 chili, tra cui pannelli fotovoltaici per ricaricare batterie, navigatori satellitari, ipad e telefoni cellulari. “Il viaggio più lungo è stato quello da Ferentino a Chiusi dell’Averna, 620 chilometri, quello da Ferentino Monte Sant’Angelo sul Gargano, 16 giorni, 400 chilometri. Purtroppo le ferie finiscono troppo presto e per questo, il ritorno dobbiamo farlo sempre sui mezzi”.

Lo abbiamo incontrato questa mattina sulla via Francigena a pochi chilometri da Ferentino diretto a Roma e precisamente alle Fosse Ardeatine dove arriverà domenica pomeriggio. “Lo faccio per ricordare i due ferentinati Giovanni Ballina e Ambrogio Pettorini, che fecero parte dei 335 italiani trucidati dai nazisti nel 1944”. Stamattina il cammino, insieme al suo amico Andrea Fontecchia, accompagnati da Bigio e Brio, è cominciato proprio dalla lapide posta al centro di Ferentino in ricordo delle due vittime.

29 ottobre 2014 0

Schiaffeggia una donna e le porta via la collana, arrestato a Monte San Biagio rapinatore minorenne

Di admin

Ieri pomeriggio a Monte San Biagio, all’interno del parcheggio del locale campo sportivo, i Carabinieri hanno arrestato nella flagranza del reato di rapina un minorenne di origini tunisine, in Italia senza fissa dimora, gravato da precedenti di polizia.

Il ragazzo, poco prima, dopo essersi avvicinato ad una signora, l’ha colpita con un violento schiaffo, strappandole dal collo una collanina in oro e cagionandole lesioni giudicate guaribili con una prognosi di giorni 4.

Il tempestivo intervento dei militari operanti ha consentito di rintracciare e trarre in arresto il giovane, nonché di recuperare e restituire all’avente diritto la refurtiva.

L’arrestato è stato associato presso il Centro di Prima Accoglienza del Tribunale per i minorenni di Roma, a disposizione dell’A. G.

29 ottobre 2014 0

Quattro rumeni denunciati a Latina per ricettazione

Di admin

Nella tarda serata di ieri, in Latina, sulla SR 148 Pontina, nel corso di predisposto servizio per il controllo della circolazione stradale, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile – aliquota Radiomobile, del locale Comando Compagnia hanno deferito in stato di libertà, per il reato di “ricettazione” N. C. M., 35enne, domiciliato a Roma, B. I., 40enne, residente a Velletri, N. A., 33enne, domiciliata ad Aprilia, Z. C., 23enne, domiciliata a Roma e DUDIANU Mirabella , 22enne, domiciliata ad Aprilia, tutti di origini rumene, trovati in possesso di diversi prodotti alimentari e cosmetici, provento di furto, occultati all’interno dell’autovettura Citroen Xsara, con trg. francese, sulla quale gli stessi viaggiavano.

Nel corso delle operazioni è stata tratta in arresto la DUDIANU Mirabella, poiché colpita da ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Tivoli e altresì posta sotto sequestro la rfeurtiva.

L’arrestata è stata associata presso la Casa Circondariale di Roma Rebibbia.

29 ottobre 2014 0

Cisterna di carburante ribaltata a Viterbo, migliaia di litri di gasolio e benzina sull’asfalto

Di admin

Migliaia di litri di carburante tra gasolio e benzina sono stati sversati sull’sfalto a Viterbo dal ribaltamento di un’autocisterna. L’incidente è avvenuto alle 9.30 circa svilcolo di immissione alla superstrada Orte Civitavecchia. Una manovra troppo stretta ha causato il ribaltamento del mezzo e nell’impatto sull’asfalto si sono aperte falle nelle cirterne facendo fuoriuscire benzina e gasolio. Sul posto i vigili del fuoco che hanno tamponato la perdita e chiesto l’intervento del Nucleo nbcr. Nel frattempo la stessa azioenda ha proprietaria del mezzo ha inviato una cisterna sostitutiva per permettere il travaso del carburante ancora contenuto nelle cisterne danneggiate. Il conducente, è sotto shock ma illeso. Il traffico è stato chiuso sullo svincolo e sono stati individuati percorsi alternativi.

29 ottobre 2014 0

Tenta di speronare l’auto della Polstrada di Cassino con una betoniera rubata, arrestato 39enne

Di admin

Ruba una betoniera e tenta di speronare la pattuglia della polizia stradale di Cassino. E’ accaduto quasta mattina sull’autostrada Roma Napoli poco prima del casello autostradale di San Vittore del Lazio. L’equipaggio della volante ha imposto l’alt al mezzo pesante il cui conducente ha tentato di schiacciare la macchina d’ordinanza sul guardrail per poi uscire di strada salendo verso la scarpata per poi ritornare in carreggiata. Solo a quel punto l’autista è saltato fuori dall’abitacolo lasciando il mezzo pericolosamente ancora in movimento sull’A1 e dileguandosi nelle campagne circostanti. Gli agenti, hanno dato priorità alla sicurezza degli altri automobilisti fermando la betoniera, poi hanno diramato le ricerche del fuggitivo alle quali hanno preso parte anche i carabinieri. Proprio i militari dell’Arma lo hanno individuato e fermato nei pressi di Cervaro dove stava tentando nuovamente di fuggire. Si tratta di un 39enne della provincia di Salerno e la betoniera era risultata rubata 7 giorni prima ad una ditta Campana.

 

29 ottobre 2014 0

Pronti a scorribande ladresche nel Cassinate, fermati e allontanati tre campani

Di admin

Una operazione congiunata tra agenti della Polfer di Cassino e quelli della Polizia stradale ha scongiurato il verificarsi di un qualche fatto crimisono che sarebbe stato compiuto di lì a poco nel Cassinate. Gli uomini della Polfer, diretti dal primo dirigente Domenico Ponziani, infatti, di ritorno dai controlli ai loro scali di pertinenza, hanno notato una vettura con tre uomini a bordo, ferma nei pressi dell’incrocio per Cervaro. In ausilio gli agenti hanno chiamato i loro colleghi della polizia stradale del distaccamento di Cassino e, insieme, hanno proceduto al controllo del gruppetto di uomini rinvenendo a poca distanza, un’altra autovettura, di proprietà di uno dei tre, nel cui interno sono stati trovati oggetti solitamente usati per scassinare porte e finestre. Al controllo gli uomini sono risultati essere quarantenni pregiudicati campani. Lecito sospettare che i tre fossero pronti per una delle scorribande ladresche nelle ville della zona che tanta apprensione stanno creando nella cittadinanza. Per questo sono stati proposti per il foglio di via obbligatorio mentre tutte le “attrezzature” sono state sequestrate. Ermanno Amedei