Giorno: 31 ottobre 2014

31 ottobre 2014 0

Gigantesco barbeque sull’A1 a Cassino, incendio distrugge camion che trasportava decine di quintali di carne

Di admin

E’ stato un enorme barbeque quello che si è sviluppato questa sera, poco prima delle 20, sul tratto autostradale Roma Napoli tra i caselli di Cassino e San Vittore del Lazio. A quell’ora un autoarticolato che trasportava quarti di manzo e maiale è stato avvolto dalle fiamme e il conducente ha fatto appena in tempo a fermare il mezzo ed uscire dall’abitacolo. Il rogo ha interessato sia il trattore stradale che il rimorchio frigorifero distruggendo entrambi e trasformandosi in un enorme braciere nel quale sono andati arsi diverse decine di quintali di carne. Sul posto stanno ancora operando i vigili del fuco di Cassino e la polizia stradale della sottosezione cassinate.

Ermanno Amedei

31 ottobre 2014 0

Uccisa dall’infarto a 11 anni, domani i funerali ad Acquafondata

Di admin

Si svolgeranno domani pomeriggio ad Acquafondata i funerali della piccola Benedetta, l’11enne morta ieri a Cassino a causa di un infarto. Oggi la salma è stata affidata ai familiari ritenendo non indispensabile il riscontro diagnostico, l’esame che sarebbe servito per trovare la causa precisa del decesso. I parenti più stretti, però, saranno sottoposti a attente visite mediche per accertare che non vi sia un difetto genetico ricorrente alla base del malore assassino.

Er. Amedei

31 ottobre 2014 0

Pronto a coltivare droga in serra, in manette 42enne di Aquino

Di admin

“Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti” è il reato contestato ad un 42enne di Aquino che i militari hanno trovato in possesso, in seguito ad una perquisizione domiciliare, di specifiche attrezzature, per realizzare una “serra” per la coltivazione domestica di piante di marijuana, destinate ad alimentare l’illecito spaccio localmente perseguito. L’operazione consentiva il sequestro del seguente materiale: 2 barattoli in vetro contenenti gr. 40 di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”; 2 piante di marijuana alte cm. 80 circa; 1 lampada alogena;Fertilizzanti;Vari pannelli termici.

L’arrestato è stato sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

31 ottobre 2014 0

“Incazzata Nera”, con un libro Mary Pace dichiara guerra agli Usa

Di admin

Ha un titolo tanto esplosivo quanto arrabbiato il nuovo libro che la scrittrice Mary Pace sta scrivendo in questi giorni e che sarà edito nella prossima primavera. Si chiama “Incazzata Nera” e Mary Pace, esperta di armi, di tattiche di guerra e con un passato nello spionaggio militare nazionale, nel libro lancia accuse micidiali ai governi americani e poi affronta i tempi scottanti dei servizi segreti italiani e internazionali. Mary Pace, in possesso di documenti originali (in gran parte reperiti dall’archivio donatole dalla defunta spia Guido Giannettini), illustra con dovizia di particolari, i piani terroristici, i complotti, le trame, quelli che lei definisce i più efferati crimini contro l’umanità “tutti orditi e posti in essere con spietata, nonché lucida follia, dai famigerati governi degli Stati Uniti”. E poi sottolinea che gli americani non sono “liberatori, esportatori di democrazia e di pace, bensì – dice l’autrice di ‘Incazzata Nera’ – è solamente una propaganda ben conosciuta anche dal popolo italiano, durante la Seconda Guerra Mondiale, dopo che quest’ultimo è stato duramente fatto oggetto di pesanti bombardamenti a tappeto, proprio su obiettivi civili”. Quindi ricorda le fasi che portarono all’undici settembre 2001. “Quelle immagini – dice – non ci possono lasciare immuni, da emozioni di profonda sofferenza e pena. Ma, certamente, si verrà pervasi anche da una decisa e più che comprensibile reazione di rabbia. Il libro, fugando ogni sorta di dubbio, porterà alla luce il vero ed unico responsabile di tale orrendo crimine, ovvero il governo U.S.A. Le dinamiche sottese, i preparativi dell’attentato, le persone coinvolte, le metodologie utilizzate ed i reali obiettivi geopolitici perseguiti. Ma, soprattutto, ed è questo un altro degli aspetti ancora più drammatici dell’intera vicenda, come l’amministrazione americana abbia, in mala fede, voluto ricercare la classica “vittima sacrificale”, facendo sì che tutte le responsabilità ricadessero su di essa. Ovviamente, si tratta, a livello internazionale, dell’intero mondo arabo, fatto divenire, agli occhi del cosiddetto “civilissimo mondo Occidentale”, il nuovo nemico da abbattere con ferocia a tutti i costi”. Mary Pace, in tale sua ultima produzione letteraria, esporrà dettagliatamente il fatto tale per cui la prerogativa degli arabi di mantenere uno stato di perenne lotta tra di loro fosse un dato certo, ormai assodato e ben noto a tutti. Il nocciolo, tuttavia, che la scrittrice illustrerà nel suo libro, consiste nella circostanza in base alla quale, non si potesse certamente sospettare che i vari governi U.S.A. si spingessero, con perfida mente criminale, a precostituire e confezionare trappole di ogni sorta, arrivando ad attribuire le responsabilità dei propri turpi misfatti a terzi soggetti. Un libro da… dichiarazione di guerra della battagliera Mary alla potenza mondiale per eccellenza.

31 ottobre 2014 0

Domenica a Cervaro Giornata di memoria per il 70esimo anniversario della liberazione

Di admin

Nuovo appuntamento a Cervaro per ricordare, nel settantesimo anniversario, le drammatiche vicende della seconda guerra mondiale che ha attraversato profondamente anche l’abitato dei Cervaro e tutta la sua comunità. L’Amministrazione D’Aliesio ha profuso un forte impegno nel corso del 2014 nell’organizzare direttamente e sostenere manifestazioni celebrative concernenti le questioni belliche di settant’anni or sono. Si è iniziato il 12 gennaio scorso quando è stata ricordata la liberazione del paese da parte delle truppe alleate con una rappresentazione ideata e promossa dal gruppo Scout Cervaro I e dai ragazzi della locale associazione «Pier Paolo Pasolini», e proseguita con un intervento storico rievocativo. Quindi l’Amministrazione ha partecipato alle manifestazioni svolte in onore di Vittorio Marandola, medaglia d’oro al Valor Militare: quella organizzata il 12 agosto dall’Arma dei Carabinieri, quella del 6 settembre voluta dal «Comitato per i festeggiamenti della Madonna de’ Piternis» che ha visto l’intervento di S.E. il prefetto e di numerose delegazioni di sindaci del comprensorio, quella del 28 settembre tenutasi a Sora e quella del 30 settembre svoltasi a Fiesole. Quindi l’adozione all’unanimità da parte del Consiglio Comunale di Cervaro della delibera n. 20 del 2 settembre con cui la Sala Consiliare del Comune è stata intitolata al «Carabiniere Vittorio Marandola M.O.», intitolazione ufficializzata nel corso di una sentita e intensa manifestazione di ricordo dell’eroico cittadino di Cervaro tenutasi il 5 ottobre scorso alla presenza di alte personalità politiche e militari, di molti cittadini di Cervaro e del comprensorio, di numerose delegazioni di Comuni del circondario, di rappresentanze d’arma e combattentistiche, e dell’attore Alessandro Sperduti che ha interpretato proprio il giovane carabiniere Marandola nello sceneggiato televisivo di ricostruzione della vicenda di Fiesole prodotto da Rai fiction e intitolato A testa alta. Il completamento della fervida e appropriata attività profusa dall’Amministrazione D’Aliesio nel corso del 2014 si avrà, quindi, domenica 2 novembre dedicata a una «Giornata di memoria per il settantesimo anniversario della liberazione 1944-2014». Il sindaco Angelo D’Aliesio ha voluto che il martirio patito negli anni di guerra da un’intera popolazione fosse ricordato da un segno tangibile e duraturo individuato in una lapide dedicata a tutte le vittime civili e militari di Cervaro della seconda guerra mondiale. Solo negli anni immediatamente successivi alla guerra, proprio sull’onda del dramma appena vissuto, si era giunti a ricordare il sacrificio di quattordici persone “trucidate dai nazisti” apponendo una lapide sulla facciata del Comune che riporta i loro nominativi. Ora la manifestazione del 2 novembre verrà aperta, alle ore 11, dallo scoprimento di una nuova lapide posta sempre sulla facciata del Palazzo comunale al fine di commemorare il martirio di un’intera popolazione. Seguirà alle ore 11,30, nella Sala consiliare «Car. Vittorio Marandola M.O.», la presentazione del libro Terrazza Cervaro: la trincea del fronte. Militari e civili di un Comune affacciato sul caposaldo della «Linea Gustav» di Gaetano de Angelis-Curtis, presidente del Centro Documentazione e Studi Cassinati-Onlus. Si tratta di un volume che si occupa, in modo sistematico, delle vicende belliche subite dai cittadini di Cervaro nei vari luoghi di sfollamento o di rifugio, oppure sui vari fronti di guerra in cui furono impegnati i militari originari di questa terra, molti dei quali periti in combattimento oppure dispersi, oppure avviati in campi di prigionia o d’internamento. Sono previsti gli interventi del sindaco dott. Angelo D’Aliesio, del dott. Danilo Salvucci, consigliere comunale di Cassino e presidente del «Comitato 70° e oltre», e dell’ins. Anna Maria Arciero, cultrice di storia locale.

31 ottobre 2014 0

Senza stipendio da mesi, la denuncia delle Rsu dell’Agenzia Frosinone Formazione

Di admin

Dalle Rsu dell’agenzia provinciale Frosinone Formazione riceviamo e pubblichiamo:

Le RSU, riunite in assemblea il 30/10/2014, denunciano il perdurare del mancato pagamento degli stipendi mensili, si segnala che la situazione è resa ancor più grave dall’assenza d’informazioni che il Commissario Ad Acta non fornisce ai lavoratori. Le R.S.U. ricordano che i dipendenti dell’Agenzia devono percepire due mensilità arretrate, i buoni pasto correnti ed arretrati e l’una tantum contrattuale scaduta il 31/12/2013. Il permanere di tale condizione sta provocando l’impossibilità per i lavoratori stessi di affrontare i costi quotidiani per raggiungere il posto di lavoro, senza parlare del fatto che non riescono più a garantire una vita dignitosa per loro e le loro famiglie. Allo scopo di sensibilizzare il territorio e l’Amministrazione Provinciale da poco insediata sulla condizione critica dell’Ente di Formazione della Provincia di Frosinone, che garantisce il diritto di istruzione e formazione a circa 900 allievi, i lavoratori dell’Agenzia segnaleranno costantemente, attraverso gli organi di stampa, la situazione che subiscono ormai da anni, e che coinvolge, oltre a quanto già esposto, la qualità del servizio reso, poiché i ritardi nell’ acquisto dei materiali per la didattica e per l’erogazione dei servizi essenziali, quali ad esempio il riscaldamento delle aule comportano ripercussioni evidenti sulla normale attività dei centri. Le R.S.U. pur comprendendo la delicata situazione in cui oggi si trova il neo-Presidente dell’Amministrazione Provinciale dott. Antonio Pompeo, chiedono che sia riservata ai lavoratori dell’Agenzia Provinciale Frosinone Formazione la stessa sollecitudine nel pagamento degli stipendi accordata ai 95 lavoratori L.S.U. della Provincia. E’ evidente che, ai lavoratori non possono essere attribuite le responsabilità delle fallimentari gestioni amministrative protrattesi nel tempo ai vertici dell’Ente, così come non è giusto che gli stessi subiscano, attraverso il mancato pagamento degli stipendi, le conseguenze derivanti dalla cattiva gestione dell’Ente. Si fa presente inoltre, che fino alla normalizzazione delle spettanze contrattuali e delle erogazione dei servizi essenziali agli allievi, che si ricorda sono in maggioranza minori e assolvono nei nostri centri l’obbligo di istruzione e formazione, le R.S.U. si riuniranno settimanalmente in assemblea nei pressi del palazzo dell’Amministrazione Provinciale, affinché gli organi deputati a risolvere tale stato di crisi siano motivati alla risoluzione delle problematiche sopra citate.

Firmato LE RSU

31 ottobre 2014 0

La senatrice Spilabotte sottoscrive l’interrogazione per stabilizzare i Vigili del Fuoco volontari e discontinui

Di admin

La Senatrice Maria Spilabotte ha sottoscritto l’interrogazione della collega Stefania Pezzopane in merito alla richiesta di stabilizzazione dei Vigili del Fuoco volontari e discontinui. L’interrogazione è indirizzata al Ministro dell’Interno, al Ministro dell’Economia e delle Finanze e al Ministro del lavoro e delle Politiche Sociali. Spiega la Senatrice Maria Spilabotte: “Sappiamo bene che i Vigili del Fuoco sono una delle strutture centrali dello Stato, poichè assicurano servizi di sicurezza e tutela per il nostro territorio, tra i quali su tutti spicca il servizio antincendio, ma anche servizi di protezione civile. L’attuale organigramma del corpo dei Vigili è complessivamente composto da tre grandi gruppi: i permanenti, i discontinui e i volontari. Queste ultime due categorie, rientranti nel personale precario, ammontano a circa 65mila unità. Vista la carenza di personale permanente, sono proprio i vigili del fuoco discontinui e volontari che riescono, con le loro prestazioni, a completare le esigenze necessarie ai servizi e far si che il corpo dei vigili del fuoco continui a garantire lo svolgimento dei servizi. Questo tipo di contratti però limita fortemente la forza lavoro e l’utilizzo completo del personale chiamato, che non può superare determinati giorni di lavoro, penalizzando pertanto l’organico dei Vigili. Per questo, alla luce di sanare le criticità relative alla mancanza di personale ed anche al fine di restituire sia ai diretti interessati che alle rispettive famiglie, maggiore sicurezza e serenità, unitamente ad un importante risparmio in termini economici, per la pubblica amministrazione statale ho sottoscritto l’interrogazione per sapere se i Ministri interessati non ritengano di assumere iniziative urgenti a favore dei vigili del fuoco con contratti precari, al fine di stabilizzare a pieno titolo e a tempo indeterminato all’interno dell’organigramma del Corpo nazionale”.

31 ottobre 2014 0

Sbanda e si ribalta con l’auto nella cunetta sulla Casilina a Cassino, 32enne ferita

Di admin

Rocambolesco incidente stradale questa mattina poco dopo le 7 sulla via Casilina Sud a Cassino. Nei pressi dell’incrocio con via Polledrera, una ragazza di 32 anni alla guida di una Lancia Y è uscita di strada ribatlandosi nella cunetta laterale. Sul posto sono prontamente intervenuti i Vigili del Fuoco di Cassino che hanno affidato la donna agli operatori del 118 per trasportarla al Santa Scolastica. La dinamica dell’incidente è al vaglio dei carabinieri. R.B.