Cementano la stradina che porta a l’Albaneta nel Parco di Montecassino ma nessuno sa nulla. Indagano i Forestali

17 ottobre 2014 0 Di admin

Un’azione fatta sicuramente a fin di bene ma che potrebbe loro portare problemi. La Guardia Forestale sta indagando su una segnalazione giunta da Cassino, o meglio da Montecassino. La zona è quella dell’Albaneta, l’altopiano che sta dietro all’Abbazia al quale si accede attraverso una stradina chiusa da un cancello all’altezza del cimitero Polacco. E’ lì, nel cuore del Monumento regionale di Montecassino, una vasta area soggetta a strettissimi vincoli paesaggistici e naturalistici che un gruppo di 51 polacchi di una associazione di reduci della seconda guerra mondiale, hanno deciso a loro spese e fatica, di sistemare la stradina, quasi una mulattiera, con un gettato di cemento scaricato sul posto direttamente da una betoniera. Il problema è che di quei lavori, il comune e gli enti preposti non ne saprebbero nulla. Ma come hanno fatto i volenterosi polacchi a portare una betoniera al di la del cancello e fare quel lavoro senza che nessuno si accorgesse di nulla? Se l’è chiesto anche l’ambientalista Edoardo Grossi della Fiab Cassino il quale dice: “Più volte abbiamo chiesto di rendere pedonabile e ciclabile quella strada che attraversa un’area demaniale. Sono arrivato addirittura a scrivere una lettera al Papa ma, nonostante una garbata risposta del segretario di Stato Vaticano, nessuno mi ha dato ascolto. Adesso scopro che, però, con le betoniere ci si arriva tranquillamente”. Eppure nessuno si sarebbe accorto di nulla se il gruppo non avesse trovato gratificazione postando sul proprio profilo facebook le foto dei lavori.

Ermanno Amedei