Manca di rispetto ai piccoli boss a Latina e scatta la spedizione punitiva. Presa la banda

9 ottobre 2014 0 Di admin

“Tu non sai chi siamo noi. Devi portà rispetto” poi giù calci pugni e bastonate.
L’episodio di violenza messo in atto da un gruppo di giovanissimi rom risale a metà settembre quando un 20enne di Latina è stato selvaggiamente picchiato nel corso di una spedizione punitiva nata per futili motivi. Qualche giorno prima dell’aggressione il ragazzo venne avvicinato mentre scendeva dall’auto ed infastidito dal gruppetto. Qualche giorno dopo, incontrando uno di loro cercò di capire cosa volessero realmente e il giorno successivo è partita la spedizione punitiva che si è consumata in via Neghelli a Latina. Il ragazzo è stato preso a bastonate con una mazza da baseball mentre gli altri e quattro infierivanop con calci e pugni. Provvidenziale è stato l’intervento di un suo amico che ha chiamato la polizia mettendo in fuga gli aggressori. Trasportato in ospedale il giovane è stato medicato anche con sette punti di sutura in testa. Le indagini svolte dalla polizia ha permesso di risalire agli autori dell’atto di violenza stringendo il campo a 5 persone appartenenti alle famiglie rom della zona. I due maggiorenni sono stati arrestati, mentre per i tre minorenni, due sono stati denunciati ed uno sottoposto all’obbligo di firma.
Foto Giuseppe Miele