Scomparsi nel nulla 30 milioni destinati a bonifica della discarica di Borgo Montello a Latina, 6 indagati per peculato

16 ottobre 2014 0 Di admin

Indagando sulla gestione della discarica di Borgo Montello a Latina, la procura Pontina ha scoperto come 30 milioni di euro destinati alla bonifica della discarica, invece, sono finiti in una serie individuato la distrazione di 30 milioni di euro siano finiti nelle tasche di sei persone, tra amministratori della società Gruppo Holding e commercialisti. Questa mattina le questure di Latina, Milano, Bergamo, Brescia, Padova e Rapallo hanno fatto scattare una operazione nel corso della quale sono state notificare le ordinanze di arresti domiciliari e applicazioni di braccialetti elettronici per gli indagati ai quali si contesta il reato di peculato. Nel corso dell’operazione sono state effettuate anche una serie di minuziose perquisizioni in vari uffici e abitazioni.

Ad innescare le indagini è stata una associazione ambientalista della provincia di Latina che ben presto ha portato gli investigatori della questura di Pontina comandata dal questore De Matteis, sulle tracce di 30 milioni di euro, finanziamento pubblico destinati alla attività di post gestione degli invasi di discarica esauriti, quindi destinati alla bonifica del sito pontino gestito dalla società Indeco (controllata Green Holding) una volta che la discarica viene dichiarata chiusa. Gli indagati, con quella somma, avrebbero avviato operazioni di finanziamento senza garanzie, tra le società controllate del gruppo Green Holding su conti correnti intestati a due società con sede in Lussemburgo che tenedono a loro volta delle quote del capitale sociale della stessa Green Holding.

Foto Giuseppe Miele