Tentano il “pacco” a due moldavi, finisce a botte nella stazione di Orte

21 ottobre 2014 0 Di admin

Finisce male il tentativo di due giovani disoccupati poco più che ventenni residenti nel ternano di mettere su qualche soldo attraverso il collaudato sistema del “pacco” napoletano. Nel tardo pomeriggio di sabato, si incontrano allo scalo ferroviario con due moldavi, altrettanto giovani e provenienti da Roma, a quali avevano promesso di vendere quattro iPhone per soli 600 euro; nel consegnargli lo zaino che avrebbe dovuto contenere i telefonini, gli regalano anche, forse per guadagnare un po’ di tempo, un grammo di eroina.
La manovra, però, non riesce perché gli acquirenti verificano subito la merce e si accorgono che dentro lo zaino vi sono solamente alcuni pacchetti di pangrattato. Ne segue un acceso diverbio e un inseguimento che si conclude all’interno di un grosso esercizio commerciale poco distante. Il parapiglia tra i quattro richiama l’attenzione dei passanti e dei clienti del negozio che chiamano i carabinieri. Giunti sul posto, i militari sono stati aggrediti con calci e pugni da uno dei quattro che non voleva farsi identificare, fortunatamente senza riportare lesioni. I due improvvisati venditori sono stati arrestati e subito rimessi in libertà non avendo ravvisato il pubblico ministero esigenze cautelari.