Tredicenne rom scomparsa a Cassino, la zia: “Non è una fuitina ma un sequestro”

3 ottobre 2014 0 Di admin

Da mercoledì mattina una 13enne Rom di Cassino è scomparsa mentre andava alla scuola media Conte dove frequenta la classe terza. I genitori hanno presentato una denuncia ai carabinieri sostenendo il rapimento della stessa da parte di un 18enne di Pescara anch’egli Rom. “Non chiamatela fuitina o fuga d’amore – dichiara la zia della scomparsa – La nostra tradizione vuole che le fuitine possono essere accettate dopo i 16 anni. Mia nipote ha compiuto 13 anni la scorsa settimana, è una bambina che ha anche un lieve ritardo intellettivo dato che a scuola è seguita da una insegnante di sostegno. Sono certa che è stata attirata via con l’inganno. Mercoledì mattina l’abbiamo accompagnata davanti ai cancelli della scuola ma nessuno l’ha vista in classe. Amici hanno visto a Cassino il padre del giovane, un uomo di Pescara con precedenti penali. Poi su face book abbiamo visto la loro foto insieme. Ne sono certa, mia nipote è stata raggirata e comunque è una bambina che deve crescere ancora con i genitori”. Intanto i carabinieri stanno indagando e cercando il covo dei due giovani.