Giorno: 2 novembre 2014

2 novembre 2014 0

Commissariare il Paese per riportarlo sui binari della regolarità

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

di Max Latempa

 

I Comuni commissariati in Italia sono, ad oggi, 102.

Ciò significa che, laddove la democrazia è risultata inefficace per gestire la cosa pubblica con il buon governo, si è reso necessario l’ intervento esterno per gestire temporaneamente l’ordinaria amministrazione, in attesa che la democrazia stessa si riappropri del suo ruolo sovrano.

I motivi che inducono il Prefetto ad inviare il Commissario possono essere i seguenti: dimissioni della maggioranza dei consiglieri, non approvazione del bilancio, infiltrazione mafiosa.

Per i cittadini le cose di solito vanno meglio col commissario che con la precedente giunta eletta.

Perché l’ordinaria amministrazione lascia pochi spazi agli sprechi ed alle follie contabili delle giunte corrotte.

Proviamo ora a proiettare questo sistema su scala nazionale e pensiamo agli ultimi 25 anni della politica italiana.

Tangentopoli, ribaltoni, Premier non votati da nessuno, innumerevoli ministri arrestati ed indagati, ancor più parlamentari finiti in scandali gravissimi e condannati. In più le cose vanno malissimo su tutti i fronti, quindi non si può proprio parlare di buoni risultati ottenuti.

Tutto questo ci è costato un mare di soldi e le condizioni degli italiani sono notevolmente peggiorate. Disoccupazione, debito pubblico e povertà sono aumentate. Il PIL è crollato e la recessione non ci abbandona da almeno 7 anni. L’ Euro è stato una catastrofe per il nostro export ed in Europa ci siamo ridotti a prendere ordini dalla Germania.

Vi sono allora tutti gli elementi per iniziare a pensare ad un Commissario nazionale che prenda in mano temporaneamente la situazione per riportare l’ Italia sui binari della regolarità.

Nel frattempo dovrebbero essere sciolti tutti i partiti e i sindacati. Poi iniziare processi pubblici a coloro che hanno gettato la nazione in questo baratro. Contemporaneamente dovrebbero essere fondati nuovi partiti con statuti diversi.

Certo, tutto ciò non è previsto dalla Costituzione. Ma da un po’ di tempo si ha come l’ impressione che se le cose non dovessero cambiare a breve, la stessa Costituzione non avrà più ragione di esistere.

2 novembre 2014 0

Si schianta con lo scooter, muore 50enne a San Giovanni Incarico

Di admin

Ha perso il controllo dello scooter ed è uscito fuoristrada. CVosì ha perso la vita, oggi pomeriggio, R. D. S. 50 anni di San Giovanni Incarico (Fr). L’incidente è avvenuto oggi pomeriggio poco dopo le 16 sulla strada regionale 82, quella che da San Giovanni Incarico porta a Isoletta d’Arce. L’uomo era da solo in sella al ciclomotore quando, per cause ancora al vaglio dei carabinieri, ha perso il controllo del mezzo schiantandosi e riportando ferite tali da costargli la vita. Inutili tutti i soccorsi. Nessun altro veicolo è rimasto coinvolto nel sinistro. Si valuta anche la possibilità che l’uomo possa essere stato colto da malore.

2 novembre 2014 0

Derby Latina-Frosinone, il questore: “Confermati tutti i pericoli, nessun incidente grazie a scelte vincenti e presenza chirurgica”

Di admin

“Tutti i rischi che temevamo si sono confermati tali prima, durante, e dopo il match, compreso quello che il Frosinone potesse vincere. Scherzi a parte, grazie ad un servizio d’ordine non imponente ma chirurgico, tutto è andato per il meglio”. Il questore di Latina Giuseppe de Matteis è soddisfatto per il bilancio della giornata più temuta, quella del primo derby in serie B tra il Latina e il Frosinone. “Abbiamo sperimentato una formula che si è dimostrata vincente, quella di creare dei percorsi per i tifosi alternativi a quelli creati in occasione di altre partite.

Questo elemento sorpresa è stata una mossa vincente, tant’è vero che l’unico momento di pericolo si è vissuto in prossimità dello stadio quando un oggetto, non sappiamo se sasso o biglia scagliata con fionda, sul parabrezza del pullman del Frosinone. I momenti critici si sono vissuti anche nel corso della partita quando la squadra ciociara ha dato l’impressione di potersi assicurare il match e alla fine, abbiamo deciso di mantenere i tifosi di casa nello stadio e far defluire i 421 tifosi ospiti in tempi da record, appena 6 minuti e 41 secondi. Tutto senza incidenti, neanche quando i tifosi del Latina, alla fine della gara, hanno voluto incontrare i calciatori per un chiarimento. Insomma, tutto è andato bene anche se il rischio quattro per questa partita è stato confermato dalle circostanze”.

Er. Amedei

2 novembre 2014 0

Il Frosinone strapazza il Latina nel primo derby in serie B. Timori per lo scontro con le tifoserie

Di admin

L’atteso derby tra il Latina e il Frosinone ha visto la compagine ciociara strapazzare quella pontina per 4 a 1. Una supremazia evidente in tutti i reparti e che ha schiacciato il Latina. Una rivalità tra le due squadre lunga 70 anni e che ha visto il derby odierno, come il più prestigioso della storia dato che per la prima volta le due compagini si sono incontrate nella serie cadetta. L’allerta per il timore di scontri tra tifoserie era altissima. La partita era classificata rischio quattro dall’osservatorio delle tifoserie e i momenti di tensione non sono mancati. Uno su tutti riguarda l’episodio che ha riguardato il pullman della squadra ospite centrato sul parabrezza da un sasso mentre si avvicinava allo stadio. Uno dei team manager della squadra sarebbe stato lievemente ferito.  Mille sono stati i biglietti invenduti tra i tifosi di casa. Quelli ciociari, si sono ritrovati nello stadio di Frosinone in attesa del ritorno della squadra per festeggiare i giocatori.

Er. Amedei

2 novembre 2014 0

Notte e giorno di duro lavoro per i vigili del fuoco di Latina, in fiamme anche un fienile, un bar e una discarica

Di admin

L’incendio ad un fienile a Sezze, quello ad un chiosco di Gaeta, il rogo di una discarica a Latina Scalo, oltre ad altri quattro incendi di sterpaglie, hanno dato tanto da lavorare ai vigili del fuoco del comando provinciale Pontino. Il lavoro più duro è stato quello a Sezze in via Casali, dove dal mezzanotte fino alle 8 del mattino, hanno bruciato centinaia di balle di fieno in una struttura agricola. La zona impervia non ha facilitato le operazioni di spegnimento dato che sul luogo del rogo i pompieri sono potuti arrivare solo con mezzi leggeri.

Alle 5 del mattino l’allarme è stato lanciato da via Lungomare Caboto a Gaeta. Il fuoco si era sprigionato all’interno del chiosco Sangria che sta davanti al palazzo comunale. Circa due ore hanno impiegato i pompieri di Gaeta per domarlo. Si ignorano le cause. A Latina Scalo, oggi pomeriggio, una densa e altissima colonna di fumo nero ha segnalato un incendio all’interno della ex isola ecologica della città, situata nella zona dell’aeroporto. Due squadre di pompieri hanno lavorato diverse ore per spegnere le fiamme che si alimentavano dai rifiuti. Sono in corso accertamenti per verificare eventuali danni all’ambiente. Nel corso della giornata, inoltre, ci sono stati altri tre incendi di minore entità che hanno comunque richiesto l’intervento dei vigili del fuoco. Foto Giuseppe Miele

2 novembre 2014 0

Cade dall’albero mentre lo pota, grave 58enne di Cervaro

Di admin

Cade da un albero mentre lo pota e rimane gravemente ferito. E’ accaduto a Cervaro oggi pomeriggio e a farne le spese è un 58enne del posto. L’uomo avrebbe perso l’equilibrio ed è precipitato da un ramo alto circa due metri e mezzo. Uno schianto al suolo violentissimo che gli ha provocato varie ferite tali da far temere per la sua vita. Sul posto, su indicazione degli operatori del 118, è atterrata una eliambulanza il cui personale, dopo aver stabilizzato il ferito, lo ha trasportato d’urgenza all’Umberto Primo di Roma dove resta ricoverato in prognosi riservata. Del caso se ne stanno occupando i carabinieri agli ordini del capitano Silvio De Luca.

2 novembre 2014 0

Scompare nel nulla a Sora, timori per la sorte di una 57enne. La si cerca sul lungo Liri

Di admin

E’ scomparsa ieri mattina senza lasciare traccia. Si teme per la sorte di una 57enne di Sora, donna single che vive in una casa nei pressi della chiesa di San Domenico. I suoi parenti hanno denunciato la scomparsa ed oggi pomeriggio, constatando che non è rientrata, è stata avviata la macchina della ricerca e soccorso a persona. Oltre ai carabinieri del capitano Ciro Laudonia, sono impegnati i vigili del fuoco e una loro unità cinofila arrivata da Roma. Le indagini si stanno concentrando lungo la pista ciclabile che la donna era solita frequentare e che costeggia il Fiume Liri. Non si esclude nessuna ipotesi.

2 novembre 2014 0

Sorpreso dai carabinieri a cedere una stecca di hashish, 25enne arrestato a Cassino

Di admin

La scorsa notte a Cassino nel corso di predisposti servizi incrementati in occasione della festività pagana di “Halloween” e del ponte festivo di “Tutti i Santi” i carabinieri della Compagnia di Cassino hanno arrestato nella flagranza del reato di spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti del tipo “hashish” G.C., 25enne di Cassino già censito. Il giovane veniva sorpreso dai militari operanti subito dopo aver ceduto una stecca di stupefacente del tipo “hashish” del peso di grammi 1,039, ad un giovane del Cassinate. L’immediata perquisizione personale operata a carico dell’arrestato consentiva di rinvenire altre 15 stecche di analoga sostanza stupefacente, del peso complessivo di grammi 18,00 circa, già separate ed avvolte ognuna in carta stagnola, pronte per essere cedute a terzi, nonché di banconote di vario taglio per un totale di euro 100,00 (cento), il tutto sottoposto a sequestro;

2 novembre 2014 0

Derby Frosinone-Latina, messaggio congiunto dei due sindaci: “Che la partita sia d’esempio sportivo per l’intero Paese”

Di admin

DERBY LATINA-FROSINONE COMUNICATO CONGIUNTO DEI DUE SINDACI

I sindaci della città di Latina, Giovanni Di Giorgi, e della città di Frosinone, Nicola Ottaviani, hanno voluto inviare un comunicato congiunto in occasione del derby di calcio Latina-Frosinone in programma domani allo stadio Francioni di Latina.

“La gara di domani rappresenta un appuntamento molto importante per le due città e per le due Province non soltanto sotto il profilo sportivo ma anche sotto il profilo sociale.

Si tratta, infatti, di un impegno sportivo che, al di là della rivalità campanilistica e sportiva che pure ci deve essere, rappresenta l’occasione per un confronto di alto livello che può essere assimilato ai derby in cui si sfidano le squadre di grandi città come Roma, Torino e Milano. Infatti, con le dovute proporzioni, la partita tra Latina e Frosinone vede confrontarsi due territori contigui con grandi legami e interscambi sotto il profilo economico e sociale.

Siamo convinti che la partita sarà vissuta dalle due tifoserie e dalle due città nel segno di una grande sportività rendendo così onore alla categoria in cui Latina e Frosinone militano.

L’augurio e l’auspicio è che sia in campo che fuori si possa vivere una giornata di grande passione e sportività che sia da esempio sportivo per l’intero Paese”.