Giorno: 7 novembre 2014

7 novembre 2014 0

Sparatoria nella cava di Coreno, le incertezze e i punti fissi di un fatto di sangue ancora da chiarire

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La vicenda della sparatoria nella cava di Coreno Ausonio conserva ancora tanti lati oscuri. Il fatto certo, quello più drammatico, è la morte di due padri di famiglia, i fratelli Amilcare e Giuseppino (detto Pino) Mattei

 

rispettivamente di 41 e 51 anni, proprietari della cava all’interno della quale si sono svolti i fatti. Ad uccidere Pino un solo colpo al petto, tre ad Amilcare. Giuseppe Di Bello, (in una foto da giovane)

   

loro confinante, è stato trovato agonizzante vicino ai loro corpi, trivellato da sei colpi di pistola. Adesso è all’Umberto Primo di Roma, in gravissime condizioni, ma in stato di arresto con l’accusa di duplice omicidio e porto illegale di arma da fuoco. Sul posto dello scontro a fuoco sono state trovate tre pistole, le due calibro 9 regolarmente detenute dai fratelli Mattei e una calibro 7,65 che gli investigato sostengono fosse del ferito ma illegalmente detenuta. Questa mattina prima delle 6.30, un operaio della cava ha lanciato l’allarme ritrovando i due cadaveri e l’uomo ferito nella zona estrattiva dell’impianto.

Nella zona anche un lungo tubo di plastica che poteva essere usato per pompare carburante dai serbatoi. Quando si sarebbero consumati i fatti resta difficile da stabilirlo. Ancora più difficile stabilire il perchè. Gli investigatori non si sbilanciano, anzi, si stringono in uno stretto riserbo facendo trapelare solo due piste da battere: il furto e una lite per questioni di confine. Tra le due famiglie da anni ci sono dissapori per diritti di passaggio sulle terre confinanti, ma appare improbabile che la discussione possa essere nata in nottata. E già, perchè i fratelli Mattei sarebbero usciti di casa a Castelforte poco prima della mezzanotte.

Pare infatti che da tempo avevano il problema del furto di gasolio dai serbatoi dei caterpillar della loro cava. Avevano quindi installato una “trappola di immagini” nei pressi di uno dei mezzi d’opera del cantiere. Il sistema consiste in una macchina fotografica ad infrarossi dotato di un sensore di movimento. Quando qualcosa gli passa davanti, scatta una foto e la invia ad un telefonino. Pare che una foto, poco prima che i fratelli uscissero di casa, fosse arrivata sul telefonino di Pino. Da quel momento, poi, sono stati ritrovati morti all’alba di questa mattina. Le famiglie avrebbero però provato a chiamarli nel corso della nottata ma già all’una e mezza uno dei telefoni squillava ma senza che nessuno rispondesse, l’altro invece, risultava non raggiungibile. Qualcosa, forse era già accaduto ma ai familiari quella situazione, è sembrata normale dato che i due, per fronteggiare i furti, spesso rimanevano a presidiare la cava o a dormire negli uffici.

Probabilmente, invece, la sparatoria era già avvenuta. Alto il numero dei colpi esplosi, solo Amilcare avrebbe scaricato un caricatore e esploso altri colpi del secondo caricatore. Contro chi? Solo Di Bello? L’ipotesi, ma resta solo un’ipotesi, è che i fratelli Mattei abbiano sorpreso il loro avversario a rubare gasolio dalle cisterne dei mezzi, ma se così fosse, c,era il tubo di plastica ma dove erano le taniche per contenere la refurtiva. Forte il sospetto che vi fossero dei complici ma su questo aspetto i carabinieri che investigano sul caso sarebbero stati perentori nel sostenere che non ci sarebbero elementi per sostenere che sulla scena del crimine vi fossero altre persone oltre alle vittime e al ferito. Però, nel corso dell’indagine che ha portato ad ascoltare molte persone, sarebbero state effettuate anche indagini di polizia scientifica sui due fratelli e il padre dell’uomo ferito. Molto dirà l’esame autoptico sui corpi dei fratelli Mattei previsto per domani mattina a Cassino. Intanto l’accusa di duplice omicidio mossa al Di Bello dalla Procura di Cassino escluderebbe la legittima difesa, come a dimostrare che l’indagine abbia dato elementi per sostenere che l’aggressore sia stato lo stesso Di Bello. Ermanno Amedei Foto Alberto Ceccon Giuseppe Miele Antonio Nardelli

7 novembre 2014 0

Rientra l’allerta meteo, domani scuole aperte a Cassino

Di admin

“L’allerta meteo è rientrata. L’ultimo bollettino diramato non parla più di alta criticità (codice rosso) per il nostro territorio, ma di una situazione metereologica che nelle prossime ore va verso un graduale miglioramento, con una criticità ordinaria per quanto concerne il bacino del Fiume Liri. Pertanto l’attività scolastica torna alla normalità. Domani, sabato 8 novembre, le scuole di Cassino di ogni ordine e grado saranno aperte.” È quanto emerge in una nota a firma del sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone.

7 novembre 2014 0

Maltempo, si sposta sulla Sicilia la traiettoria del ciclone

Di admin

Gli ultimi dati satellitari rilevati individuano il centro del ciclone simil-tropicale posizionato su Malta dove si stanno registrando venti di burrasca forte con violenti piogge.

L’attuale posizione del fenomeno conferma, al momento, l’indicazione della traiettoria verso est-nord-est; sebbene l’evoluzione futura non sia esattamente prevedibile, quanto registrato e confrontato con i modelli continua a indicare la possibilità che la parte settentrionale del ciclone impatti con le coste siciliane dal tardo pomeriggio, interessando in particolare la fascia costiera delle province di Siracusa, Ragusa e Caltanissetta, con un possibile parziale coinvolgimento anche di quelle di Agrigento e Catania. Come già detto, l’intensità sarà variabile in funzione dell’effettiva traiettoria e della parte del ciclone che effettivamente impatterà al suolo.

Sul sito del Dipartimento è possibile trovare raccomandazioni generali sui comportamenti di prevenzione da adottare che devono essere integrate con le specifiche indicazioni fornite dalle autorità locali di protezione civile.

7 novembre 2014 0

Petrarcone: Diversi gli interventi effettuati dallo Sportello Antiusura del comune di Cassino

Di redazionecassino1

“Continua incessante l’attività dello sportello antiusura del Comune di Cassino a sostegno di imprenditori e famiglie del cassinate.” A dichiararlo è stato il sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone a margine della consueta riunione mensile, per fare il punto sull’attività dello sportello antiusura, che si è tenuta nella giornata di ieri cui hanno preso parte anche il vicesindaco Mario Costa, i responsabili e gli operatori dello Sportello. Nel corso dell’incontro il coordinatore di Sportello, Bruno Vacca (presidente della Ass.ne Terra di Lavoro per La legalità) e la coordinatrice di progetto, Luisa Grossi (presidente della Ass.ne Asifol – Ass.ne Servizi Formazione e Lavoro) hanno relazionato in merito all’andamento dell’attività a poche settimane dal convegno informativo sui temi del Sovraindebitamento, dell’usura e del buon uso del denaro, ospitato in Comune lo scorso 11 ottobre. “In questi 20 giorni – sottolineato il sindaco – lo sportello Antiusura ha fatto registrare un incremento massiccio dei casi: dagli 11 casi presi in carico alla data dell’11 ottobre, si è passati a ben 25 in sole due settimane, dimostrazione chiara – se ancora ce ne fosse bisogno – che le problematiche legate all’usura e al sovraindebitamento sono in effetti molto diffuse sul territorio.” I casi non arrivano soltanto dalla città Martire, ma dal suo comprensorio, dal frusinate, ivi compreso il capoluogo di provincia e dalla valle di Comino. Nel dettaglio sono stati effettuati 6 interventi di sovraindebitamento familiare, 9 interventi di prevenzione antiusura, 2 interventi di riabilitazione imprenditori usurati e sono state prese in carico 7 denunce di usura ed estorsione. Questo a dimostrazione della bontà di un progetto fortemente voluto dall’Amministrazione comunale.

“Abbiamo creduto sin dall’inizio – ha concluso il sindaco – nel valore di questo progetto e i dati ci stanno dando ragione, confermando che il fenomeno esiste ed è anche diffuso. Siamo tuttavia consapevoli che quanto emerge sia solo la punta dell’iceberg, di casi, diversi e diffusi sul territorio, che ancora restano nel sommerso. A tal fine l’amministrazione si sta attivando, con l’ausilio del personale dello sportello, per la sigla dei protocolli di intesa con i sindaci dei comuni limitrofi in quanto riteniamo che la creazione della rete istituzionale sia la vera tutela per i cittadini e le imprese. Intanto nei prossimi giorni partirà la campagna informativa nelle scuole superiori di Cassino.”

7 novembre 2014 0

Petrarcone: “Approvato l’Atto d’indirizzo del nuovo PUT”

Di redazionecassino1

“Con delibera di giunta comunale numero 283 del 28 ottobre 2014 è stata approvata la convenzione e l’atto di indirizzo per il nuovo Piano Generale Urbano del Traffico.” A renderlo noto è stato il sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone che ha aggiunto: “adottato l’atto di indirizzo, in tempi brevi il Piano Urbano del Traffico sarà oggetto di discussione all’interno delle commissioni consiliari permanenti per poi essere portato all’attenzione del Consiglio Comunale per l’approvazione.” È stato l’assessore alla viabilità del Comune di Cassino, Riccardo Consales, a spiegare quali sono i punti qualificanti del nuovo Put. “Il nuovo pianto prevede – ha dichiarato Consales – diversi punti qualificanti tra cui, i principali sono l’istituzione di zone a traffico limitato, isola pedonale permanente nel centro cittadino e zone 30 per ridurre la velocità dei veicoli nel centro urbano. Una serie di provvedimenti che insieme alla pianificazione di specifici interventi hanno l’obiettivo di favorire lo sviluppo e l’incremento della mobilità ciclabile urbana ed extraurbana. Come è noto, infatti, obiettivi del Put sono il miglioramento delle condizioni di circolazione e della sicurezza stradale, della sosta veicolare e la riduzione degli inquinamenti atmosferico ed acustico, da raggiungere con provvedimenti in accordo con gli strumenti urbanistici e nel rispetto dei valori ambientali. Proprio per queste ragioni abbiamo deciso di adottare l’atto di indirizzo del nuovo Piano Urbano del Traffico attraverso la rimodulazione della convenzione stipulata nel 2012 con i tecnici che avevano ricevuto l’incarico. Un passaggio fondamentale che ha permesso di ridurre notevolmente i costi, passando dai 225 mila euro iniziali agli attuali 60 mila euro che verranno liquidati in tre annualità. Un risparmio notevole per l’Ente, ma soprattutto la possibilità di dotare la città di uno strumento importantissimo.”

7 novembre 2014 0

Incidente sulla superstrada a Sant’Elia Fiumerapido, muore un 74enne di Atina

Di admin

Incidente mortale questa mattina verso le 11.30 sulla superstrada Cassino Sora nel territorio di Sant’Elia Fiumerapido all’altezza dell’uscita per Casalucense. La tragedia si è consumata quando si sono scontrati frontalmente, e per cause ancora al vaglio degli agenti della polizia stradale del distaccamento di Cassino, un furgone e una Lancia Ypsilon. Il conducente dell’utilitaria è morto sul colpo. Si tratta di un 74enne di Atina. Ferita gravemente la donna che lo accompagnava, una 75enne elitrasportata a Latina. Ferite lievi per il conducente del furgone.

7 novembre 2014 0

Domani prestigioso convegno medico a San Pietro Infine

Di admin

Nella giornata di sabato 8 novembre, presso la sala conferenze del comune di San Pietro Infine, ore 17.00 si terrà un prestigioso convegno medico-scientifico avente ad oggetto lo studio di un integratore alimentare che abbassa il livello di alcool nel sangue. All’ evento seguirà l’assaggio di zuppe e vinI gentilmente offerti dagli sponsor per i presenti. Un evento prestigio che da ancora più lustro alla città sanpietrese, fortemente voluto dal sindaco dott. Giuseppe Vecchiarino e dalla sua squadra di governo, un evento che pone la cittadina campana al centro di attenzioni inter-regionali, con l’intento di pubblicare gli atti del convegno che si produrranno nel comitato scientifico. Al convegno parteciperanno personalità politiche e militari di primo piano, sindaci, amministratori e medici. Il convegno, dove interverranno anche altre prestigiose autorità mediche in qualità di ospiti, vedrà il coordinamento scientifico del prof. Dott. Vincenzo Valenzi.

7 novembre 2014 0

Crisi nella maggioranza: Il Pd fa marcia indietro e rinnova il sostegno a Petrarcone

Di redazionecassino1

Sembrerebbe tornato il sereno nella maggioranza che sostiene il sindaco Petrarcone dopo le dimissioni presentate dal Primo cittadino di Cassino solo qualche settimana fa. Alla vigilia dell’approvazione del bilancio, proprio il sindaco aveva chiesto un incontro con i gruppi che sostenevano la sua amministrazione, per capire se ci fossero ancora le condizioni per andare avanti nel governo della città. Nei mesi e settimane precedenti tante erano state le critiche all’attività della Giunta e alle scelte effettuate proprio dal sindaco nell’appoggiare la candidatura del sindaco di Ferentino alla Provincia di Frosinone. Proprio il maggior partito, il partito democratico, che sosteneva l’amministrazione Petrarcone era stato il più dura nelle critihe arrivando a chiedere l’azzeramento dell’intera Giunta. Gli incontri con i restanti gruppi consiliari, poi, avevano fatto il resto, inducendo il Primo Cittadino a rassegnare, nei giorni successivi, la dimissioni dalla carica. Ora sembra essere tornato il sereno con il partito democratico che in un comunicato a firma del capogruppo, Anna D’Onofrio, ha fatto marcia indietro e pare essere orientato a proseguire nel sostegno a Petrarcone. Proprio nella nota emessa oggi il gruppo Pd in consiglio comunale avrebbe ottenuto le rassicurazioni necessarie per continuare a sostenere l’Amministrazione. “L’esito dell’incontro che abbiamo avuto con il sindaco è stato molto positivo. Abbiamo parlato dell’attività politico – amministrativa da portare avanti da oggi fino alla fine naturale del mandato, condividendo i punti, che fanno parte del programma di Bene Comune, che il primo cittadino intende, insieme alla maggioranza, realizzare nei prossimi 18 mesi. Nel condividere quanto ci è stato illustrato dal sindaco Petrarcone, abbiamo rivendicato un maggiore coinvolgimento del nostro gruppo consiliare nell’attività amministrativa ed una maggiore interazione tra l’esecutivo ed i consiglieri, ragioni che nel recente passato ci avevano spinto a dichiararci indipendenti all’interno della maggioranza consiliare. Il sindaco ha ascoltato le nostre richieste, accogliendole e dandoci ampie garanzie che quanto da noi fatto presente troverà riscontro immediato. Pertanto il gruppo consiliare che rappresento torna ad essere parte integrante della maggioranza di governo e continuerà con impegno a sostenere l’amministrazione Petrarcone con lo spirito di collaborazione che ci ha sempre caratterizzato a servizio della collettività”. Certo bisognerà vedere l’orientamento degli altri gruppi per sapere se si potrà continuare ad andare avanti con questa amministrazione o tornare al voto anticipato. Quel che è certo che nei restanti diciotto mesi che rimangano alla scadenza naturale del suo mandato, Petrarcone e la giunta dovranno davvero dare prova di cambiamento nel modo di amministrare questa città. Vedremo come andrà a finire. F. Pensabene

7 novembre 2014 0

Domenica la III edizione della “Passeggiata Archeologica di Aquino”

Di redazionecassino1

Domenica 9 novembre torna la passeggiata archeologica di Aquino. Anche quest’anno il Museo della Città di Aquino in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Aquino organizza la III Passeggiata Archeologica, edizione d’autunno. La manifestazione, che prenderà il via dal Piazzale antistante la chiesa della Madonna della Libera, prevede circa 2 km di passeggiata tra le antichità archeologiche e storico-artistiche di Aquino. Ad accompagnare i visitatori ci saranno il direttore del Museo dott. Marco Germani, il conservatore del Museo, dott.ssa Elisa Canetri e una figura d’eccezione, il dott. Walter Culicelli, botanico, vicepresidente dell’associazione Hortus Hernicus di Collepardo. Durante tutto il tragitto i visitatori avranno la possibilità di usufruire di una visita guidata in cui, oltre ad indicazioni di carattere archeologico e storico-artistico, saranno fornite informazioni su piante e i fiori spontanei e sul loro utilizzo per la realizzazione di decotti, tisane e rimedi naturali. Anche quest’anno sarà eccezionalmente visitabile la famosa Taverna Spezia, di proprietà della famiglia Pelagalli. Grazie ad accordi con il Museo della Città di Aquino e alla disponibilità dei padroni di casa, infatti, si potrà accedere alla cisterna romana divenuta, nel corso dei secoli, una taverna nota alle cronache antiche. Il punto di ritrovo e partenza è stabilito davanti la chiesa della Madonna della Libera per le ore 9:30 con partenza alle ore 10:00. Lungo il percorso sarà possibile visitare oltre al monumento romanico della Libera anche il c.d. arco di Marcantonio, la già citata Taverna Spezia, il rinnovato Museo di Aquino, la via Latina antica con Porta San Lorenzo e i resti della città romana posti lungo via degli Orefici, fino a raggiungere la chiesa di S. Maria degli Angeli. Da qui i visitatori si sposteranno verso il centro storico di Aquino dove è previsto il punto di arrivo del percorso con l’illustrazione della c.d. casa natale di S. Tommaso. Anche quest’anno, partner ufficiali dell’iniziativa, sarà il Consorzio di Bonifica della Valle del Liri e, ad impreziosire la manifestazione, saranno presenti i figuranti medievali del “Gruppo Storico Aquino”. Lungo il percorso è prevista una tappa ristoro: odori e sapori d’autunno. La grande adesione dell’ultima passeggiata, ha spiegato il direttore del Museo, Marco Germani, ci ha incoraggiati a ripetere la manifestazione. Lo scorso aprile eravamo preparati a ricevere circa un centinaio di persone e, invece, siamo stati piacevolmente sorpresi quando ne sono arrivate almeno trecento che hanno invaso la città e si suoi locali per tutta la giornata. Per un nuovo viaggio tra archeologia e natura, l’appuntamento è dunque domenica 9 novembre con partenza alle ore 9:30 presso la Chiesa della Madonna della Libera.

7 novembre 2014 0

Torna “Cassino Orienta”, la IV edizione il 19 e 20 novembre

Di redazionecassino1

“Tutto pronto per la giornata inaugurale di Cassino Orienta; una manifestazione ormai consolidata che siamo certi possa superare, in questa sua quarta edizione gli ottimi risultanti ottenuti nelle precedenti.” A dichiararlo è stato l’assessore all’istruzione del Comune di Cassino, Danilo Grossi che ha presentato, a margine della riunione che si è tenuta ieri in Municipio con i dirigenti scolastici ed i rappresentanti dell’Università, l’edizione 2014 della manifestazione dedicata all’orientamento scolastico che si terrà a Piazza Nicholas Green mercoledì 19 e giovedì 20 novembre. “Cassino Orienta rappresenta – ha continuato Grossi – senza ombra di dubbio una forma ottimale di marketing e promozione per le varie scuole ed anche per l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale. Per un giovane scegliere quale percorso di studi intraprendere non è mai semplice. Avere una guida che li possa indirizzare ed aiutare è sicuramente un vantaggio. Ecco Cassino Orienta è un valido strumento che l’Amministrazione Comunale, i dirigenti scolastici e l’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale mettono a disposizione dei giovani al fine di supportarli in questo percorso e portarli a fare scelte consapevoli. Questa quarta edizione è la dimostrazione per tutti noi di essere riusciti a creare dal nulla, grazie alla sinergia tra scuole Università ed istituzioni, una manifestazione di grandissimo successo che ormai è divenuta un appuntamento fisso per la città. La grande partecipazione che si è registrata nelle passate edizioni dà a tutti noi la consapevolezza di essere stati capaci di creare una vera e propria rete che si basa sull’ottimo rapporto che c’è tra tutti i soggetti in campo con l’obiettivo di assicurare ai ragazzi l’opportunità di scegliere liberamente, grazie anche al tanto materiale di supporto ed alle tante professionalità che compongono questa due giorni dedicata all’orientamento scolastico. Una manifestazione che contribuisce a far capire quanto indispensabile sia investire nell’ambito dell’orientamento scolastico-professionale, progettando interventi mirati che aiutino le persone, sia giovani che adulte, ad acquisire un maggior potere decisionale e a compiere scelte sempre più consapevoli. L’appuntamento è quindi per mercoledì 19 novembre alle 11 per l’apertura ufficiale della quarta edizione di Cassino Orienta.”