Giorno: 11 novembre 2014

11 novembre 2014 0

Omicidi e scomparsi nel frusinate, il Prefetto pessimista sulla sorte della Palleschi: “Se servirà chiederemo rinforzi di polizia”

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Sono molto pessimista sulle sorti di Gilberta Palleschi”. Lo dice a chiare note Emilia Zarrelli, prefetto di Frosinone in merito alla vicenda che vede l’insegnante sorana scomparsa il primo novembre durante una passeggiata in una zona periferica di Sora. “Dieci giorni sono tanti e non averne notizie dopo tutte le ricerche ci fa temere per il peggio”. Il prefetto parla a margine della riunione del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica riunito in prefettura questo pomeriggio per dare risposte alle apprensioni della gente dopo i fatti, non solo del sorano, ma anche dell’uomo scomparso a Cassino e del duplice omicidio avvenuto a Coreno Ausonio che ha visto la morte dei fratelli Mattei. “Abbiamo i mezzi per far fronte alle esigenze e, qualora ne avessimo di bisogno, chiederemo rinforzi di polizia. Penso però ad un maggiore sfruttamento della tecnologia e alla videosorveglianza dei luoghi sensibili”

Er. Amedei

11 novembre 2014 0

Scomparso a Cassino, di Felice Franzese nessuna notizia da 40 giorni

Di admin

Si chiama Felice Franzese il 59enne residente a Cassino ma originario di Ottaviano del quale non si hanno più notizie dal 4 ottobre. A quella data risale l’ultimo contatto tra l’uomo e la sua seconda ex moglie, dalla quale aveva avuto un figlio. L’uomo, commerciante ambulante è proprietario di una vecchia Alfa Romeo ritrovata il 13 ottobre nel parcheggio della stazione. Chiusa ma con un finestrino aperto e con all’interno molti oggetti personali. Notata dagli agenti della polizia ferroviaria, ha dato l’input per avviare l’indagine scoprendo che il proprietario di quella vettura si era dileguato nel nulla. Gli agenti della Polfer di Cassino hanno anche scoperto che l’uo era stato ricoverato a lungo in ospedale a Cassino e che assume psicofarmaci antidepressivi. Il sette novembre i familiari hanno presentato la denuncia di persona scomparsa e sono iniziate le indagini per ritrovarlo ma il tempo trascorso dall’ultimo contatto, oltre un mese, è ampio e rende le operazioni di ricerca molto più complesse. Er Amedei

11 novembre 2014 0

Donna scomparsa a Sora, la famiglia offre 20mila euro di ricompensa per informazioni

Di admin

Ventimila euro di ricompensa per chi riesce a dare notizie che permettano il ritrovamento di Gilberta Palleschi, l’insegnante di inglese scomparsa da 11 giorni a Sora. Ad annunciarlo in una conferenza stampa che si è tenuta oggi a Sora è il legale della famiglia della donna, l’avvocato Massimiliano Contucci. “La famiglia ha offerto questa somma – ha dichiarato il legale – che subisce un aumento se le informazioni servono a trovare direttamente la donna in tutte le sue condizioni”. Ciò significa anche se dovessero servire per ritrovare il suo corpo. “L’iniziativa l’ho anticipata alla Procura di Cassino che indaga sull’accaduto. Certamente non hanno fatto i salti di gioia, ma certamente non potevano impedirci di fare una cosa che non è illegale”. A proposito delle informazioni, “Prenderemo in esame solamente informazioni oggettive finalizzate a dipanare questo mistero, niente segnalazioni o semplici indicazioni. Le notizie dovranno essere comunicate al mio ufficio attraverso il mio sito internet www.massimilianocontucci.it o al numero 0776832293”.

11 novembre 2014 0

Esplosione in un garage a Latina, tre vigili del fuoco feriti

Di admin

Sono accorsi per spegnere l’incendio di un garage quando una esplosione li ha travolti. E’ accaduto in via Adda a Latina poco prima delle 18.30. Il rogo si è sprigionato nel locale di proprietà di un pensionato. Testimoni raccontano di piccole esplosioni ma, poi, all’arrivo dei pompieri, una detonazione più forte ha travolto tre uomini della squadra che sono rimasti feriti. Immediatamente soccorsi, sono stati trasportati in ospedale a Latina ma nessuno di loro è in gravi condizioni. Sul luogo dell’incendio stanno lavorando i loro colleghi ai quali spetterà anche il compito di stabilire il perché dell’esplosione.

11 novembre 2014 0

Uomo scomparso a Cassino dopo ricovero in ospedale. Indagini in corso

Di admin

Una nuova persona scomparsa in provincia di Frosinone. Si tratta di un 60 enne di Ottaviano la cui auto è stata ritrovata nei pressi della stazione ferroviaria di Cassino. Gli agenti hanno notato l’auto con finestrini aperti e con agende all’interno. Del prorietario nessuna traccia. Da indagini risulta di proprietà del 60 enne che era ricoverato in ospedale a Cassino dal quale è andato via. Da ieri sono in corso le ricerche.

11 novembre 2014 1

Attraversameni pedonali rialzati ai rioni Colosseo e a San Bartolomeo

Di redazionecassino1

“Dopo aver installato l’attraversamento pedonale in corrispondenza dell’ingresso del cimitero di San Bartolomeo, in questi giorni analogo intervento è stato realizzato nel rione Colosseo, in prossimità della Chiesa di San Pietro, dove sono stati predisposti degli attraversamenti pedonali rialzati che fungono anche da dissuasori di velocità.” A renderlo noto il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, in merito agli interventi per la sicurezza stradale che realizzati dal servizio manutenzione del Comune. “La sicurezza stradale – ha continuato il sindaco – è una priorità e compito dell’Amministrazione è quello di vigilare e porre in atto tutti quei provvedimenti tesi a disciplinare la viabilità sulle strade comunali al fine di garantire la sicurezza sia ai pedoni che agli automobilisti. Gli attraversamenti pedonali rialzati svolgono un ruolo importante in tal senso, perché rappresentano, soprattutto su strade che presentano lunghi rettilinei e dove si verifica un intenso movimento pedonale come nel caso del cimitero di San Bartolomeo e della chiesa di San Pietro al Colosseo, un deterrente alla velocità e garantiscono ai pedoni una maggiore sicurezza. La messa in sicurezza delle strade, oltre che dalla cura e dal rifacimento del manto stradale che si sta facendo in diverse zone della città, viene assicurata anche con questo tipo di provvedimenti. Inoltre, sempre su via Di Biasio, nei prossimi giorni il servizio manutenzione del Comune di Cassino provvederà alla potatura delle siepi e degli alberi lungo l’intero tratto che dal San Raffaele arriva fino alla rotatoria dove c’è la statua di San Benedetto. Infine, spiace dover segnalare il furto di due panchine che erano state installate su via Cimarosa in prossimità dell’ingresso dell’ex Campo Boario. L’Amministrazione ha provveduto a sporgere regolare denuncia contro ignoti.” Il consigliere delegato alla manutenzione Alberto Ficaccio ha aggiunto: “gli interventi effettuati anche in questi giorni dimostrano l’attenzione dell’Amministrazione non solo per il centro cittadino, ma anche per le zone periferiche della città. Il Colosseo sarà oggetto anche di altri interventi tutti con l’obiettivo di garantire la necessaria sicurezza stradale per un quartiere molto popoloso dove diventa fondamentale disciplinare il traffico veicolare e pedonale.”

11 novembre 2014 0

I bambini della scuola di Caira decorano la nuova piazza della pace

Di redazionecassino1

“Dopo aver provveduto al rifacimento dell’impianto di illuminazione, alla realizzazione di una rampa d’accesso per disabili ed alla sistemazione delle betonelle, si stanno portando a termine gli ultimi interventi per migliorare quella che sarà la nuova Piazza della Pace di Caira, un luogo dove sarà possibile svolgere manifestazioni di carattere culturale e sociale. Quello che finora è stato un luogo abbandonato – con giochi per bambini rotti – ed inaccessibile perché non presentava le necessarie condizioni di sicurezza, oggi, grazie alla volontà dell’Amministrazione Petrarcone ed all’impegno del settore manutenzione del Comune di Cassino, finalmente è tornato ad essere un punto di ritrovo per i residenti di Caira. Un posto nuovamente sicuro ed accessibile a tutti, dove a breve verranno installati anche nuovi giochi per bambini e verrà piantumato un ulivo come simbolo di pace. Quella stessa pace è il tema che ha ispirato l’iniziativa che vede i bambini della scuola elementare di Caira dipingere, proprio in questi giorni, le pareti perimetrali della Piazza in attesa dell’inaugurazione della stessa che verrà effettuata prossimamente. Protagonisti dell’inaugurazione saranno proprio i bambini con l’obiettivo di sensibilizzarli, attraverso la realizzazione di poesia e cartelloni, su un tema sempre attuale come quello della Pace, sottolineando anche quello che è stato il ruolo della popolosa frazione di Cassino nei conflitti mondiali. Devo dire che il clima che si è creato mentre i bambini dipingevano le mura, facendo per la prima volta vivere questo luogo, è stato davvero trascinante ed ha coinvolto numerosi residenti di Caira che si sono fermati ad assistere alla scena ed io stesso ho voluto partecipare a questo momento dando la prima pennellata al nuovo muro della Pace.” È quanto emerge in una nota a firma del consigliere comunale Igor Fonte

11 novembre 2014 0

Agredisce poliziotti e corteggiatore della fidanzata, 24enne arrestato a Minturno

Di admin

La Polizia di Stato, nella giornata di ieri, ha arrestato G.A., un 24 enne di Minturno per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Una ragazza, dipendente del bar della stazione ferroviaria di Fondi, aveva richiesto l’intervento degli agenti della Polizia in quanto, da giorni, un avventore, la disturbava importunandola anche con bigliettini sui quali erano scritte frasi sdolcinate che la invitavano ad accettare un appuntamento. Quando gli agenti sono arrivati sul posto, il giovane, seduto su una sedia nei pressi dell’ingresso del bar, ha ammesso di aver lasciato i bigliettini alla ragazza, ma senza essere ne offensivo ne molesto in quanto semplicemente interessato ad un approccio con la barista nella speranza di iniziare una relazione. Mentre gli agenti procedevano con il controllo alla banca dati per verificare eventuali precedenti penali del “corteggiatore”, improvvisamente si è presentato il fidanzato che, davanti agli occhi attoniti degli operatori di Polizia, si è scagliato contro il ragazzo colpendolo violentemente e ripetutamente con pugni e schiaffi. Visto il degenerare della situazione gli agenti del Comm.to di Fondi sono intervenuti nell’intento di fermare la furia del fidanzato geloso che, per tutta risposta, li ha aggrediti sia verbalmente che fisicamente. Benché ammanettato, il giovane ha reagito contro gli agenti che con non poca fatica sono riusciti a condurlo nella macchina di servizio. Nel frattempo alcuni presenti avevano già chiamato un’ambulanza che ha poi trasportato al locale Pronto Soccorso sia l’aggressore che uno degli agenti coinvolti nella rissa, i quali sono stati refertati con conseguenti 4 giorni di prognosi ciascuno. L’aggressore è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso la propria abitazione di Minturno in attesa del rito direttissimo previsto per domani presso il Tribunale di Latina.

11 novembre 2014 0

Ruba in farmacia a Frosinone, arrestato un 30enne

Di admin

Era circa l’una di notte quando le Volanti della Polizia notano due trentenni del capoluogo, già conosciuti alle forze dell’ordine, che si aggirano sulla terrazza del Polivalente sito in viale Mazzini.

Alla richiesta di spiegazioni da pare degli agenti, accampano presunti impellenti bisogni fisiologici.

I poliziotti mangiano la foglia e si allontanano sicuri che ben presto i due si metteranno in azione.

Il loro fiuto non sbaglia.

Mezz’ora dopo, infatti, uno dei due viene sorpreso all’interno di una parafarmacia della zona bassa della città dove, dopo aver forzato la saracinesca, stava asportando il contenuto della cassa.

Vistosi scoperto l’uomo si scaglia contro i poliziotti che però riescono a bloccarlo.

Per lui scattano le manette con l’accusa di furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale.

L’arresto effettuato dalle Volanti giunge al termine di una giornata durante la quale incalzante è stata l’azione della Polizia di Stato.

I mirati servizi di controllo del territorio disposti dal Questore Santarelli hanno visto in azione Squadra Mobile, Volanti e pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Lazio che si sono mosse secondo un piano coordinato.

Infatti mentre le pattuglie in divisa fermavano e controllavano auto e persone, gli investigatori della squadra mobile procedevano a perquisizioni domiciliari nelle abitazioni di noti pregiudicati soprattutto nella parte bassa della città.

95 persone identificate, 58 autovetture controllate, 9 posti di blocco effettuati, questi i numeri di una giornata che ha visto gli uomini della Polizia di Stato impegnati verso un unico obiettivo: garantire sicurezza.

11 novembre 2014 0

XIII Premio Nazionale “Paola Sarro” a Felice Pensabene de Il Punto a Mezzogiorno

Di redazionecassino1

È giunto alla XIII edizione il Premio nazionale intitolato alla memoria di Paola Sarro, un riconoscimento che intende segnalare alla comunità persone, istituzioni ed associazioni che hanno fatto del volontariato un principio di vita. L’appuntamento, come di consueto, si terrà a Pontecorvo, la città di cui Paola Sarro era originaria. L’evento, che avrà luogo il 14 novembre, con inizio alle ore 16.30, presso la Basilica Concattedrale di Pontecorvo, si aprirà con un convegno dedicato al “Ruolo del volontariato oggi” e proseguirà con il conferimento dei premi a volontari e personalità di diversi settori. L’iniziativa nasce per ricordare la figura di Paola Sarro, scomparsa tragicamente a Pristina il 12 novembre 1999 nello schianto di un aereo dell’ONU in cui perirono, oltre all’equipaggio, altre 21 persone di varie nazionalità che si recavano in Kosovo per una missione umanitaria. Il premio a lei intitolato vuole essere l’omaggio all’opera di Paola Sarro che ha realizzato «Un centro di salute mentale per bambini e adolescenti» a Pristina, in Kosovo, rappresenta la sintesi di anni di studio e di approfondimento sull’infanzia abusata, nell’ambito della neuropsichiatria infantile, e l’inizio di un impegno, da lei ricercato da tempo, nella solidarietà internazionale. Il “Progetto Kosovo”, redatto per la Fondazione Terre des Hommes dopo una ricognizione effettuata nel settembre 1999, era finanziato dalla Missione Arcobaleno per un anno. La durata particolare, rispetto agli altri progetti della Missione Arcobaleno che non dovevano superare i sei mesi, era stata accordata, come ha più volte affermato il responsabile della gestione dei fondi, dott. Marco Vitali, solo grazie alla valutazione della professionalità di Paola Sarro che riteneva necessario un tempo lungo per il trattamento dei minori. In Kosovo, Paola Sarro si prefiggeva di avviare un programma di monitoraggio e cura dei disturbi dei bambini in stato di trauma, causato dalla guerra, dall’abbandono della casa, dalle stragi di cui erano stati testimoni, e l’attuazione del progetto si sarebbe configurata come sostegno alla Clinica Pediatrica dello Ospedale di Pristina, in quanto mirava a creare un servizio di neuropsichiatria infantile con la formazione dei medici e degli operatori dell’ambulatorio pediatrico. Oggi questo servizio è divenuto una realtà ed è dedicato a Paola Sarro, è l’unico centro che si occupa di questi temi nell’intero Kosovo, è il coronamento di una vita dedicata al miglioramento delle condizioni dei bambini traumatizzati e resta come il suo testamento. Il 1° dicembre 2001 l’Ordine dei Medici di Frosinone ha conferito a Paola Sarro la Medaglia d’Oro alla memoria. Quest’anno fra i premiati ci sarà anche Felice Pensabene, da tempo collaboratore del quotidiano on line Il Punto a Mezzogiorno. Il riconoscimento conferito al nostro collega, – sottolinea il direttore Ermanno Amedei – è motivo di soddisfazione per il nostro giornale, che premia la sua attività giornalistica e l’impegno civile in favore dei diritti dei disabili e delle categorie sociali più deboli. Ermanno Amedei