Giorno: 15 novembre 2014

15 novembre 2014 0

XIII Premio Nazionale Paola Sarro, ricordata la sua figura e l’impegno umanitario del ‘Progetto Kosovo’

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Si è svolta nella splendida cornice della Basilica Concattedrale di Pontecorvo la premiazione del XIII “Premio Nazionale di Solidarietà Paola Sarro”. Tante le Aurorità presenti, dal Commissario Straordinario al comune di Pontecorvo, dott. Ernesto Raio, il sub Commissario, la dott.ssa Anna Mancino, al col. Sparagna, ma anche tantissimi cittadini che hanno voluto essere vicini a alla famiglia ed al fratello di Paola Sarro, Riccardo. Un appuntamento importante per la provincia di Frosinone per parlare di solidarietà, ma soprattutto ricordare la figura di Paola, giovane neuropsichiatra infantile, scomparsa tragicamente il 12 novembre 1999 nello schianto dell’aereo Onu che la portava a Pristina ed in cui perirono ventuno persone e i membri dell’equipaggio. Il premio a lei intitolato vuole essere l’omaggio alla sua opera “Un centro di salute mentale per bambini e adolescenti” a Pristina, in Kosovo, sintesi di anni di studio e di approfondimento sull’infanzia abusata, nell’ambito della neuropsichiatria infantile, e l’inizio di un impegno, da lei ricercato da tempo, nella solidarietà internazionale. Il “Progetto Kosovo”, redatto per la Fondazione Terre des Hommes dopo una ricognizione effettuata nel settembre 1999, finanziato dalla Missione Arcobaleno. Nel corso della manifestazione si è discusso dell’importanza del volontariato, con le esperienze dei volontari impegnati in tutti i campi sociali, ripercorrendo l’esperienza di Paola. Questa edizione ha visto la premiazione della Nazionale di Calcio Amputati, la Guardia di Finanza, con il Col. Piccinini, la dott.ssa Rita Cavallo, dirigente della scuola ‘Paola Sarro’, il nostro collega Felice Pensabene, del quotidiano on line Il Punto a Mezzogiorno, il CSI con il presidente regionale Daniele Pasquini. Una festa nel ricordo dell’opera di Paola, ma anche dei tanti volontari che lavorano per aiutare le persone in difficoltà, senza alcuna differenza di sesso, razza e fede religiosa, in silenzio, con tenacia e fra innumerevoli difficoltà, ma con la speranza di portare sollievo, gioia e serenità in tutte le persone che soffrono. Il miglior modo per onorare una persona speciale del nostro territorio, Paola Sarro, un “arcobaleno nel mondo della sofferenza”! FOTO A. CECCON

15 novembre 2014 0

Caso Palleschi, la famiglia pronta a ricorrere ai cani da cadavere. I carabinieri cercano 4 rumeni

Di admin

La ricompensa di 20mila euro offerta dalla famiglia Palleschi per chi fornisse informazioni utili a ritrovare Gilberta, l’insegnante 57enne sorana scomparsa 15 giorni fa, ancora non è servita ad ottenere informazioni per dipanare il mistero. “Sono arrivate solo alcune segnalazioni poco rilevanti – dichiara l’avvocato della famiglia Palleschi, Massimiliano Contucci – in particolare di donne che somigliavano a Gilberta ma che sono risultate solo somiglianti”.

 

Intanto gli investigatori starebbero cercando quattro cittadini stranieri, di nazionalità rumena, che fino al periodo precedente alla scomparsa di Gilberta, lavoravano nella zona in cui si sono perse le tracce della donna. Non sarebbero ricercati in quanto sospettati, ma solo per avere informazioni in merito a possibili incontri che possno aver fatto con la donna.

Intanto continuano le ricerche sulla zona periferica del sorano da parte dei vigili del fuoco che stanno scandagliando il fiume Fibreno e il lago di Posta Fibreno oltre a decine di carabinieri, finanzieri e agenti di polizia. Non ottenendo risultati dalle indagini, la famiglia sta pensando ad una nuova iniziativa, quella di creare un pool di esperti a proprie spese per approfondire le ricerche della donna. “E’ una ipotesi che stiamo valutando e che probabilmente prenderà forma la prossima settimana – dichiara il legale – nel pool troverebbero posto geologi, criminologi, esperti dotati di cani per la ricerca di cadaveri. Quelli usati fino ad oggi sono unità cinofile specializzate per cercare tracce di persone vive”.

15 novembre 2014 0

Ubriaco e drogato, a Formia investe con la propria auto la compagna

Di admin

Troppo ubriaco e sotto gli effetti di sostanze stupefacenti per capire di aver investitola sua compagna provocandole lo schiacciamento del bacino. I fatti sarebbero accaduti al temine di una serata che la coppia ha passato ieri in un ristorante della zona. La donna, 30enne di origine brasiliana, sarebbe rimasta vittima dell’investimento mentre saliva in macchina guidata dal compagno il quale sarebbe partito ancor prima che la ragazza fosse seduta al suo posto. Nonostante i dolori, sono tornati a casa ma solo dopo le insistenze di lei perché venisse accompagnata in ospedale, l’uomno ha accettato di chiamare un’ambulanza. Dopo una prima visita i medici hanno capito che la donna era grave a causa del bacino schiacciato. L’hanno quindi ricoverata con una prognosi superiore ai 30 giorni e hanno anche informato gli agenti del commissariato di polizia. Gli uomini del vice questore Paolo Di Francia hanno quindi effettuato analisi sull’uomo riscontrandolo positivo all’alcool test e all’assunzione di sostanze stupefacenti. Per questo è stato denunciato per lesioni gravissime e guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

15 novembre 2014 0

Furto nella scuola di Ferentino, ritrovata refurtiva per 10mila euro

Di admin

Indagando su due furti avvenuti a distanza di pochi giorni nell’istituto scolastico Simone Cola di Ferentino i carabinieri sono arrivati ad identificare gli autori. I militari hanno scoperto e recuperato buona parte della refurtiva all’interno della casa di un uomo di origine tunisina di 38 anni residente nella zona. Nel corso dell’operazione sono stati recuperati 5 personal computer e materiale didattico per un valore complessivo superiore a 10 mila euro; merce trafugata dalla scuola e restituito al Preside.

Denunciati per ricettazione, quindi, sia l’ extracomunitario che la 47enne convivente italiana.

15 novembre 2014 0

Suv come arieti per sfondare pareti del centro commerciale, colpo messo a segno Lanciano

Di admin

Utilizzando come ariete un suv rubato a Roma, un gruppo di malviventi, questa notte, si sono aperti un varco per entrare nel centro commerciale L’Oasi di Lanciano e strappare via il bancomat dal suo alloggiamento e fuggire. Sembra essere questoil nuovo sitema usato dai banditi in più parti d’Italia. Un blitz scattato alle ore 4 circa, durato pochi minuti per raggiungere l’obiettivo e, oltretutto per arrecare molti danni strutturali.

Er. Amedei

15 novembre 2014 0

Fienile in fiamme a Rieti, incendio rischiava di propagarsi ad altre case

Di admin

Notte di fuoco a Rieti in un fienile in via Terretta. L’allarme è stato lanciato poco prima della mezzanotte e le fiamme che già avevano avvolto alcune decine di grosse rotoballe rischiavano di propagarsi alle vicine abitazioni. Il pronto intervento di una squadra di pompieri e di una unità di appoggio è servita ad evitare a scongiurare il rischio che l’incendio assumesse proporzioni maggiori. L’area è stata ritenuta sotto controllo solo alle sei del mattino dopo una nottata passata a gettare acqua e a smassare l’enorme quantità di fieno.

15 novembre 2014 0

“Radiazioni e tumori della tiroide” se ne parlerà in un convegno

Di redazionecassino1

Si terrà oggi 15 novembre 2014 presso il Palazzo “Martino Filetico” di Ferentino (Frosinone) il Convegno Nazionale “Radiazioni e Tumori della Tiroide” promosso dall’AIRM (Associazione Italiana Radioprotezione Medica) in collaborazione con l’Università Cattolica del Sacro Cuore – Policlinico A. Gemelli di Roma. L’incontro, con il patrocinio delle più alte istituzioni, riveste una particolare importanza sia per l’attenzione dedicata al tema sia per la partecipazione di uno dei maggiori esperti italiani in campo radio protezionistico e tireologico: il Prof. Francesco Celani, fisico nucleare dell’Istituto di Fisica Nucleare di Frascati e candidato al Nobel per la Pace del 2014, che terrà una Lettura su “Energia e Ambiente”. L’appuntamento scientifico propone una riflessione sulla prevenzione e sulla protezione nella sorveglianza medica della tiroide: nella giornata, infatti, si confronteranno studiosi di assoluto livello nazionale per un aggiornamento multidisciplinare di tipo endocrinologico, medico nucleare, radioprotezionistico e chirurgico in tema di oncologia tiroidea. La ricerca scientifica evidenzia che la correlazione tra l’esposizione alle radiazioni ionizzanti, potenziale fattore di rischio di cancerogenesi, e il cancro tiroideo è quella più dimostrata. Tale correlazione è decisamente provata dai dati epidemiologici della Bielorussia che hanno dissolto ogni dubbio sul rischio di cancerogenesi radioindotta nella tiroide sia per quanto riguarda l’esposizione esterna, sia per quanto riguarda la contaminazione interna da radioiodio (si pensi all’incidente di Chernobyl). Il Responsabile Scientifico dell’evento Dr. Massimo Virgili, medico nucleare Responsabile del Servizio di Radioprotezione Medica dell’Azienda USL Frosinone, presentando l’evento, fa sapere: «L’incidenza del carcinoma della tiroide negli ultimi decenni è andata incontro ad un progressivo incremento in tutto il mondo. Molti esperti ritengono che tale incremento sia soltanto apparente, legato all’aumentata individuazione di piccoli cancri nella fase preclinica e determinato da quanto osservato per l’aumento dei casi di carcinomi tiroidei di più grandi dimensioni. Peraltro, non si è assistito ad una riduzione della mortalità per cancro tiroideo nonostante diagnosi sempre più precoci e il miglioramento del trattamento terapeutico». I partecipanti all’evento (medici, specialisti, medici di medicina generale, chirurghi, etc.) riceveranno 7 crediti ECM. S