Giorno: 24 novembre 2014

24 novembre 2014 0

“I meccanismi del femminicidio” in un Convegno all’Università di Cassino e del Lazio Meridionale

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Maschi contro femmine contro maschi. I meccanismi del femminicidio: diritto e rovescio delle relazioni. Questo è il titolo del Convegno promosso dall’Associazione culturale “A.Legaccio” di Sant’Elia Fiumerapido, in collaborazione con: l’Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale, il CUDARI, l’Osservatorio permanente per la famiglia LA.P.A.SS., Gal Versante Laziale del Parco Nazionale d’Abruzzo, Consorzio dei Comuni del Cassinate per la Programmazione e la Gestione dei Servizi Sociali, Ordine Forense cassino, OAS Lazio, Comune di Cassino, Comune di Sant’Elia Fiumerapido, Croce Rossa italiana (Comitato Locale Cassino), F.I.D.A.P.A. BPW Italia Distretto Centro Sezione di Cassino. Due giorni di Convegno per sensibilizzare l’opinione pubblica, un invito alla riflessione, al cambiamento, al fine di abbattere quelli che sono gli stereotipi, i pregiudizi, i luoghi comuni sulla violenza sulle donne. Coinvolti Istituzioni, Centri Antiviolenza, professionisti e Associazioni che hanno condiviso la loro esperienza e la loro professionalità, relazionando sulle sfaccettature di un fenomeno complesso e fin troppo attuale e tangibile, afferma l’arch. Daniela Arpino (presidente dell’Associazione culturale A.Legaccio). La prof.ssa Fiorenza Taricone (Docente di Storia delle dottrine politiche e referente Rettorale Pari Opportunità dell’UNICLAM), ha analizzato le patologie delle relazioni di genere; il dott. Giovanni Evangelista (Assistente sociale, Consigliere dell’Ordine degli Assistenti Sociali della Regione Lazio) ha relazionato sull’importanza della comunicazione all’interno di una relazione; dott.ssa Paola Capoleva (Assistente Sociale ASL Frosinone Tavolo A.S.T.R.I.D.) insieme alla dott.ssa Marisa del Maestro (Psicologa – Centro Antiviolenza di Cassino) e alla dott.ssa Elisa Viscogliosi (Psicologa – responsabile Antiviolenza di Sora) hanno parlato di prevenzione integrata e del lavoro delle Istituzioni e dei centri Antiviolenza. Il Sott.le E. I. Manuel Bruno e il Sott.le E. I. Emiliano Moscatiello hanno fornito una dimostrazione di self-defence mentre il dott. Carlo Recchia (Responsabile dei Servizi Sociali del Consorzio dei Comuni del Cassinate per la Programmazione e Gestione dei Servizi Sociali) illustrando gli effetti di violenza e fragilità, ha messo in rilievo la necessità di curare il persecutore; la dott.ssa Daniela Panaccione (Psicologa e Psicoterapeuta, Dottore di ricerca in Scienze dell’Orientamento, socio “A.Legaccio”), ha relazionato con un intervento dal titolo “Il ‘gioco’ della relazione: automatismi comunicativi”, con il quale ha evidenziato la circolarità vittima/carnefice. Il convegno è stato promosso attraverso una campagna di sensibilizzazione, mediante i social network, dal titolo: “Mille Selfie, Mille Volti contro il femminicidio”, ideato dalla dott.ssa Lucia Saulle (Dottore di Ricerca in Scienze dell’Orientamento e collaboratore dell’Osservatorio permanente per la famiglia – LA. P. A. SS.-, socio “A.Legaccio”), mille volti per dire basta alla violenza sulle donne. Foto A. Ceccon

24 novembre 2014 0

Una seconda donna scompare a Sora, 30enne potrebbe aver scelto la via del convento

Di admin

Ancora una donna scomparsa a Sora. Dopo Gilberta Palleschi, la 57enne di cui non si hanno più notizie dal primo novembre, i timori adesso sono anche per Rita Baldassarra. Di lei non si hanno più notizie da ieri. Al momento, però, non si esclude l’allontanamento volontario della donna la cui ultima traccia del telefonino l’ha lasciata a Broccostella. Al momento le ricerche sono di tipo investigativo. Si stanno verificando alcune ipotesi ed una in particolare, quella secondo la quale la 30enne possa essere entrata in un convento per fasi suora. Ovviamnete è solo una ipotesi e la certezza la si avrà non appena gli investigatori dei carabinieri di Sora comandati dal capitano Ciro Laudonia l’avranno rintracciata.

24 novembre 2014 0

Cavallo cade nel pozzo, salvato dai vigili del fuoco

Di admin

Hanno impiegato circa due ore ed una pala meccanica per salvarlo. Il protagonista della vicenda per fortuna finita bene è un cavallo che, oggi pomeriggio, è finito in un grosso pozzo nelle campagne di Veroli in località San Vito. Il nitrito dell’animale, per sua fortuna è stato ascoltato dal proprietario che ha lanciato l’allarme ai vigili del fuoco i quali sono intervenuti con fascie ed una pala mezzanica. L’animale, dopo essere stato opportunamente cinturato, è stato sollvato e portato in supefice. Le sue ondizioni sono buone, ma si sta valutando la pericolosità del pozzo e stabilire che provvedimenti prendere.

24 novembre 2014 0

Ricordati i caduti canadesi della II Guerra Mondiale. Petrarcone: “Ricordare è il miglior modo per non commettere gli errori del passato

Di redazionecassino1

Giornata del ricordo oggi nella cerimonia di commemorazione dei caduti canadesi durante la II Guerra Mondiale sul fronte di Cassino e che si è svolta al Cimitero Militare Inglese a cui ha ppartecipato l’ambasciatore canadese Peter McGovern. “Signor Ambasciatore del Canada, Peter McGovern, egregi Membri del Parlamento del Canada, insigni veterani rivolgo, a nome della Città di Cassino, il più sentito e caloroso saluto di benvenuto.” Con queste parole il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, ha aperto il proprio intervento nel corso della cerimonia di commemorazione per i caduti canadesi della seconda guerra mondiale che si è tenuta nel pomeriggio presso il cimitero inglese. “Ci troviamo – ha continuato il sindaco – oggi riuniti in uno dei luoghi simbolo della memoria storica e dell’affetto che lega le nazioni del Commonwealth a questa terra, 70 anni fa posta dal fato al centro degli eventi bellici mondiali. È particolarmente caro e commosso il pensiero che rivolgo a tutti i rappresentanti canadesi, testimoni oggi di quella che possiamo definire l’eredità di uomini eroici che seppero col sacrificio della propria gioventù garantire al mondo la serenità dei nostri decenni, liberandoci dall’immane tragedia della guerra. Per chi come me è nato in questi luoghi l’arrivo dei reduci e degli ospiti canadesi rappresenta uno dei ricordi più cari, un appuntamento che ogni anno rammentava a noi che crescevamo quanto importante sia stato il contributo dei vostri connazionali durante quei mesi di guerra. Le operazioni portate a termine non solo a Cassino, ma in molti territori circostanti compresi Pontecorvo, Aquino e Roccasecca ci sono state narrate da numerosi testimoni e scrittori, porgendo ulteriore omaggio alle truppe che servirono lo stato Canadese. Ma trovandoci tutti qui assieme oggi, a poca distanza dal fiume Gari, è ovvio che la memoria torna al gennaio del 1944 quando proprio il fiume fu teatro del fallito e sanguinoso attacco della 36ª Divisione americana “Texas”. Fu allora che le forze alleate gettarono alcuni ponti Bailey, per permettere alla fanteria ed alle forze corazzate di attraversare il fiume e di proseguire nella Valle del Liri. Proprio uno di questi ponti venne costruito dai genieri canadesi; la sua particolarità sta nel fatto che per posizionarlo, un giovane capitano, Anthony Kingsmill, pensò di sistemare una sezione del ponte sopra un carro Sherman senza torretta che sceso nel fiume funse da “pilone”. In questo modo fu possibile per le forze corazzate canadesi, il Calgary Tank Regiment e l’Ontario Tank Regiment, in supporto alle truppe indiane, di attraversare il fiume e attaccare le difese tedesche, spianando di fatto la strada verso Roma. Ho voluto ricordare questo episodio perché ritengo che sia nostro obbligo di uomini del 2014 tenere a mente sempre chi si è sacrificato per noi e lavorare con tutto l’impegno possibile affinché gli orrori avvenuti settanta anni or sono non si ripetano mai più.”

24 novembre 2014 0

Centocinquanta chili di tonno rosso sequestrati dalla Capitaneria di Porto di Gaeta

Di admin

Tre esemplari di tonno rosso, la specie altamente migratoria, la cui cattura in questo periodo dell’anno è vietata per garantirne la riproduttività sono stati scoperti su una nave da diporto intenta a navigare nelle acque del Golfo controllata dagli uomini della capitaneria di porto di Gaeta.

Gli esemplari pescati, per un peso totale di circa 150 chili sono stati sottoposti a sequestro amministrativo per violazione della normativa nazionale che ha chiuso, lo scorso settembre, la “Campagna di pesca del Tonno rosso”, rendendola vietata in questo periodo dell’anno.

Al pescatore sportivo è stata elevata una sanzione amministrativa per violazione del decreto del Ministero che ne vieta la cattura, anche accidentale, da parte di pescatori professionisti e pescatori sportivi.

Il pescato, dopo essere stato sottoposto agli accertamenti di rito del personale sanitario dell’ASL che ne attestava l’idoneità al consumo umano, è stato donato in beneficienza.

Nelle medesime giornate, altri controlli venivano svolti a terra dalla Guardia Costiera, in materia di rintracciabilità, etichettatura e conservazione del prodotto ittico. Al termine di una ispezione ad un esercizio commerciale venivano elevate sanzioni amministrative in materia di etichettatura (per non avere fornito tutte le informazioni previste per legge in materia di tutela del consumatore) e sanzioni, con relativo sequestro amministrativo, per cattiva conservazione di molluschi bivalvi.

L’operazione svolta a terra ed in mare ha portato alla elevazione di sanzioni amministrative per un totale di circa quindicimila euro.

24 novembre 2014 0

Campus universitario a Cassino, duecento posti letto per una spesa di 13,6 milioni

Di admin

Il campus universitario inaugurato questa mattina a Cassino dal presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, dal vicepresidente della Regione Lazio Massimiliano Smeriglio mette a disposizione duecento posti letto ad altrettanti studenti. Si tratta di un investimento di 13,6 milioni di euro 8 dei quali finanziati dalla Regione Lazio. Lavori iniziati nel 2007 sono stati completati nel 2014 dopo una lunga fase di stallo. Si tratta di di alloggi realizzati secondo standard europei. Un secondo lotto doterà il campus di altri 146 posti letto per un numero di studenti superiore ai 10mila con 317 docenti.

24 novembre 2014 0

Omicidio Fava, Cianfarani condannato a 25 anni di carcere dal tribunale di Cassino

Di admin

Venticinque anni di carcere, questa la pesantissima condanna che la Corte d’Assise del tibunale di Cassino ha emesso a crico di Tonino Cianfarani, l’uomo di Fntechiari condnnato oggi per l’omicidio e l’occultamento di cadavere di Samanta Fava, la madre di Sora scomparsa nell’aprile del 2012 e ritrovata circa un anno dopo murata in una sacca di plastica all’interno di una intercapedine nella cantina del muratore. La sentenza è stata messa alle 13.55. L’uomo, già da giugno, è in galera dopo che il cane molecolare ella polizia che indaga sul caso, ha fiutato la traccia all’interno della cantina, indicando agli operatori dove cercare.

24 novembre 2014 0

Basket serie C: Ancora una vittoria per Sora 2000, 87-71, battuta anche Petriana

Di redazionecassino1

Sulle ali dell’entusiasmo per il felice momento che sta attraversando grazie ai successi esterni, la Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 schierata in campo indossando una maglia con la foto di Gilberta Palleschi con su scritto “Rompiamo questo silenzio”, ha infiammato il pubblico del PalaPanico cogliendo la quinta vittoria consecutiva contro Patriana Basket 87-71. La NB Sora 2000 inizia molto bene con intensità difensiva e con precisione nel tiro da fuori e si distacca 10-0 al 5’. Fabbri coach capitolino è costretto a chiedere time-out. Petriana lavora in campo con più pazienza ed accortezza recuperando qualcosa sul 18-5. Funzionano bene gli schemi in attacco per i biancocelesti volsci che liberano ogni volta un giocatore al tiro in tranquillità con piedi a terra ed al 10’ il parziale è 20-12. La partita continua su ritmi alti e i locali in attacco non consentono alla retroguardia ospite di sistemarsi. 32-22 al 15’ con coach Fabbri che non sa come fare a bloccare i tiratori volsci. Ci pensa il duo Lorenzi-Arena a dimezzare lo svantaggio con i padroni di casa. Sora riordina le idee migliora nei rimbalzi e con continuità in attacco, con il solito Johnson (30), chiude all’intervallo con un 42-29. Al rientro dagli spogliatoi Fiorini e compagni non trovano più come prima il canestro dalla distanza e la Petriana Basket ne approfitta per dimezzare il ritardo al 28’ sul 52-42 costringendo coach Polidori al time out. Al 30 le distanze rimangono invariate e la Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 conduce 59-47. E’ Serra, appena entrato, nell’ultimo quarto di tempo, con 3 punti a contenere il risveglio degli ospiti che con Ferrarese cercano riportarsi in partita (64-54). Sono Fiorini Myers e Mariani ha realizzare canestri importanti che ridanno nuovamente slancio ai biancocelesti ed in pratica mettono a sedere i capitolini che sul 80-61 al 37’. Sino alla fine è stato tutto facile per i vincitori. Il coach sorano a fine gara “La nostra striscia vincente continua ad allungarsi e questo è un segnale molto positivo. Come si dice stiamo mettendo fieno in cascina, uno dei nostri primi obbiettivi stagionali era quello di superare i 18 punti ci siamo vicini. Gara sempre sotto controllo anche se in alcuni momenti potevamo e dovevamo giocare meglio. Con un Jhonson più che normale, non ingannino i 30 punti segnati, ho trovato un altro giovane pronto a dare risposte concrete in campo, Filippo Serra. Il ragazzo sta crescendo in allenamento e nella fase difensiva presto penso sarà un protagonista assoluto della mia squadra. Sono soddisfatto anche delle prove di Piero Mariani e e il capitano Marco Fiorni. Davide Sardaro deve ritrovare semplicità e ritmo partita ma è sulla strada giusta. Joel Mayers a volte paga il fatto di aver giocato poco fino a questo anno ma ha talento e tanta voglia d’imparare, devo assolutamente incanalare nel verso giusto le sue tante risorse. Godiamoci questo momento e continuiamo a lavorare con abnegazione ed energia questa è la strada da seguire.” Domenica trasferta da non sottovalutare a Roma con la Smit.

Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 87 – Petriana 71 Parziali: 20-12 / 22-17 / 17-18 / 28-24 Expert Lucarelli N.B. Sora 2000: Caldarozzi 2, Reali 0, Myers 12, Mariani 14, Serra 12, Chiari 1, Fiorini 12, Savo Sardaro 4, Iannarilli 0, Johnson 30; Coach: Polidori. 1° Ass. Spaziani. Petriana: Melillo 4, Battistini 7, Pistorio 21, Martongelli 3, Nero 0, Ferrarese 17, De Santis 9, Arena 5, Lorenzi 5, Araja 0; Coach: Fabbri

24 novembre 2014 0

Basket: Vittoria doveva essere per la Serapo e così è stato

Di redazionecassino1

Vittoria doveva essere e vittoria è stata e così, anche con qualche patema di troppo, la Serapo UnipolSai Gradone Assicurazioni si aggiudica il match casalingo contro la Fortitudo Roma con il punteggio di 63-58. Vittoria importante, arrivata contro un’ antagonista alla salvezza che permette alla squadra allenata da Coach Macaro di salire al quinto posto in classifica ( in coabitazione con la Pass Roma) e di allontanarsi momentaneamente dalle zone calde della classifica.

Inizio gara di targa biancoverde con Marrocco e Leccese bravi a dispensare assist per un presente Ferraiuolo, dominatore sotto le plancie in questa sera ; la squadra ospite arranca ad andare a segno ed in questi primi 10 minuti si affida a Pucci per arginare il distacco prima del 7-0 di parziale di fine tempo targato Refini. Parziale frutto di una grande intensità difensiva da parte della squadra gaetana che continua nel secondo quarto, infatti il divario si allarga fino al +17 ( 41-24) del 18’: quarto nella quale Capitan Marrocco sciorina la sua classe mettendo a segno tre triple esaltanti e trascinando i suoi compagni di squadra che rispondo alla grande e nella fattispecie da rimarcare la buona prestazione caratteriale di Vellucci e Macera; la Fortitudo Roma fatica, trova qualche bella giocata da Pasquinelli ma alla fine dei primi 20’ si trova sotto di 15 punti (41-26 per la Compagine Biancoverde).

Al ritorno dagli spogliatoi, la Serapo UnipolSai Gradone Assicurazioni preme ancora sull’accelleratore ed al 24’ il vantaggio sale a +19 ( 47-28) grazie ad un Ferraiuolo immarcabile sotto le plancie. Da quell’istante però la partita cambia: la Fortitudo Roma inizia a recuperare qualche punto approfittando del calo d’intensità della squadra biancoverde e grazie alla vena realizzativa ritrovata di Provenzani ed Albero. Si arriva agli ultimi 10’ con la Serapo UnipolSai Gradone Assicurazione avanti con un margine rassicurante di 14 punti ( 54-40) ma con la fatica che si inizia a sentire nelle gambe dei ragazzi gaetani. Fatica che condiziona la fase offensiva, infatti saranno solo due i canestri dal campo, e che permette ad una più pimpante Fortitudo Roma di arrivare addirittura a -4; Leccese, prima di uscire dal campo per raggiunto limite di falli, fa 4/4 dalla lunetta che allontana la squadra Romana e toglie le castagne dal fuoco alla squadra biancoverde che subisce la tripla allo scadere da Montalbano , ma vince ugualmente con il punteggio di 63-58.

Serapo UnipolSai Gradone Assicurazioni – Fortitudo 1908 Roma 63-58 ( 19-11; 41-26; 54-40)

Serapo UnipolSai Gradone Assicurazioni: Leccese 12, De Vellis, Macera, Vellucci 4, Valente 2, Refini 14, Nardella n.e., Coscione n.e., Marrocco 16, Ferraiuolo 15. Coach: Macaro; Ass. Coach: Gizzi.

Fortitudo 1908 Roma: Cassar, Baldoni, Pucci 15, Baldelli 3, Ba 7, Pasquinelli 5, Albero 9, Montalbano 8, Provenzali 7, Barban 4. Coach: Ciancarini.

24 novembre 2014 0

Cassino Ovest Doc in vetta al girone, ma… insieme a S. Giorgio

Di redazionecassino1

Sono nove le giornate del torneo e si cominciano a vedere i primi tentativi di fuga. Nl girone “A” Caffè Retrò Aquino aumenta il suo vantaggio in testa alla classifica del girone dopo la vittoria per 3 a 2 su Real Acquafondata. Perde terreno, invece, Cenceglie Sora, fermata dal pareggio casalingo contro l’altra formazione aquinate, Amatori Aquino, per 1 a 1. Perde consistentemente terreno Professional Serviice, fermato in casa dal fanalino Tecnocasa Cassino con un pareggio per 1 a 1. In questo girone, inoltre, dominano i pareggi e l’unica vittoria è quella ottenuta dalla capolista che nel prossimo turno sarà opposta proprio a Professional Service. Solo una vittoria potrà ridare un po’ di fiato e permettere alla formazione cassinate di avanzare in classifica e superare l’attuale fase critica. Nel girone “B” colpaccio di Cassino Ovest Doc (nella foto) ai danni della capolista, San Giorgio, battuta in casa per 0 a 1, dalla formazione del presidente Losani. La vittoria ottenuta consente alla formazione di Cassino di raggiungere in vetta alla classifica, a quota 21 punti, proprio la formazione di San Giorgio. Risale in classifica anche la Longobarda, che battendo, in casa, per 3 a 1 amatori Piedimonte si porta a quota delle prime in classifica a quota 19 punti, a sole due lunghezza da queste. Battuta d’arresto casalinga, invece, per Scauri fermato per 1 a 4 proprio dall’altra formazione pontecorvese, l’Atletico Pontecorvo che la vede lontana, proprio da Scauri, solo di due lunghezze. Torna alla vittoria Tredici Gradi Cassino con un 4 a 2 su Belmonte. Resta in vetta alla classifica Amatori Rocca D’Evandro dopo l’agevole vittoria casalinga, 7°a 0, inflitta al Guaranà Cafè, ma si avvicina, ormai, ad una sola lunghezza dalla capolista, Pietravairano che in casa batte il fanalino Amatori Pignataro per 3 a 1. Conferma la sua terza posizione Tibia e Peroni dopo la vittoria casalinga, 4 a 2, ottenuta nel confronto che la vedeva opposta alla Cooperativa Arca. Pareggio fra S. Ambrogio City e Drink Team Lord per 1 a 1 che consente alle due formazioni, ma soprattutto a quella guidata da mister Leone di non sprofondare in classifica e di superare di un punto proprio S. Ambrogio. Derby campano fra Marzano Appio e Mignano a vantaggio, 1 a 0, per i padroni di casa di Marzano. Un punto importante conquistato da Caffè Centrale che blocca Cervaro sul punteggio di 1 a 1. Sonora battuta d’arresto per la capolista Yammo.it sconfitta per 3 a 0 dal Caffè del Corso e che vede ridursi a due sole lunghezze il suo vantaggio sulla seconda in classifica, il Vairano Scalo, che conquista i tre punti sul terreno di Niemoslive battendo i padroni di casa per 1 a 2. Terza piazza per La Ferrara che ha ragione, 1 a 6, del Cerreto consentendo alla formazione campana di portarsi a quota 18 punti, insieme ad Angolo Divino fermato dalla sconfitta subita sul campo di New Team per 3 a 1. Agevole la vittoria dello Sporting Pignataro per 4 a 0 su S.Andrea ancora a zero punti in classifica. Prossimo turno, nel girone, delicato per la capolista, Yammo.it, che non potrà avere distrazioni nello scontro con New Team se vorrà mantenere la testa della classifica, visto l’agevole turno per la sua diretta inseguitrice Vairano Scalo opposto al fanalino S. Andrea. Più ostico sarà il turno della neo capolista Cassino Ovest Doc, nel girone “C” che vedrà la formazione di Losani impegnata contro Scauri, a caccia di riscatto dopo la sconfitta di questa settimana. San Giorgio dovrà vedersela con Rinascita Monticelli e tentare di contenere gli assalti in classifica della Longobarda impegnata nell’agevole confronto con Belmonte. F. Pensabene