Maltempo: Il Comune dirama l’allerta meteo per stanotte e per tutta la giornata di domani

5 novembre 2014 0 Di redazionecassino1

“Si invita la cittadinanza, in presenza di forti precipitazioni, ad osservare particolare attenzione a partire dalle 18 di oggi fino alla mattinata di venerdì 7 novembre.” A darne notizia è l’assessore all’ambiente del Comune di Cassino, Riccardo Consales, dopo la diramazione, da parte della Regione Lazio, del bollettino di allerta meteo. “In questi casi – ha continuato Consales – è bene osservare alcune indicazioni per evitare ulteriori complicazioni. Innanzitutto è bene che chi è alla guida di automezzi e vetture, limiti la velocità di transito dal momento che l’asfalto viscido per la pioggia rappresenta un insidioso pericolo che riduce notevolmente sia la tenuta di strada quanto l’efficienza dell’impianto frenante; è bene evitare il passaggio in sottovia o sottopassi che a causa delle precipitazioni potrebbero risultare allagati e quindi creare problemi alle auto. Nel periodo di allerta se possibile sarebbe opportuno non uscire e rimanere in casa, evitando scantinati o ambienti facilmente allagabili. I cittadini, inoltre, le cui costruzioni si trovano in aree ove, causa le forti precipitazioni, risulta difficile il deflusso delle acque meteoriche, in caso di principio di allagamento, oltre a portarsi nei piani più alti delle abitazioni, devono provvedere alla chiusura delle linee gas, elettriche e riscaldamento. Particolare attenzione per chi risiede in prossimità dei corsi d’acqua che rappresentano in circostanza simili un’ulteriore criticità. Tuttavia in caso di necessità si ricorda di contattate immediatamente la Sala Operativa della Regione Lazio (803555) oppure Vigili del Fuoco 115. Infine per le prossimi ore è stata costituita task force tra Comune di Cassino, Protezione Civile e l’Ardis che da due giorni sta monitorando le criticità sui principali corsi fluviali del territorio. Già nella giornata di oggi, infatti, sono stati rimossi alcuni alberi, caduti nei mesi scorsi nell’alveo del Fiume Rapido, che rappresentavano un problema per il naturale deflusso delle acque”