Basket: Vittoria doveva essere per la Serapo e così è stato

24 novembre 2014 0 Di redazionecassino1

Vittoria doveva essere e vittoria è stata e così, anche con qualche patema di troppo, la Serapo UnipolSai Gradone Assicurazioni si aggiudica il match casalingo contro la Fortitudo Roma con il punteggio di 63-58. Vittoria importante, arrivata contro un’ antagonista alla salvezza che permette alla squadra allenata da Coach Macaro di salire al quinto posto in classifica ( in coabitazione con la Pass Roma) e di allontanarsi momentaneamente dalle zone calde della classifica.

Inizio gara di targa biancoverde con Marrocco e Leccese bravi a dispensare assist per un presente Ferraiuolo, dominatore sotto le plancie in questa sera ; la squadra ospite arranca ad andare a segno ed in questi primi 10 minuti si affida a Pucci per arginare il distacco prima del 7-0 di parziale di fine tempo targato Refini. Parziale frutto di una grande intensità difensiva da parte della squadra gaetana che continua nel secondo quarto, infatti il divario si allarga fino al +17 ( 41-24) del 18’: quarto nella quale Capitan Marrocco sciorina la sua classe mettendo a segno tre triple esaltanti e trascinando i suoi compagni di squadra che rispondo alla grande e nella fattispecie da rimarcare la buona prestazione caratteriale di Vellucci e Macera; la Fortitudo Roma fatica, trova qualche bella giocata da Pasquinelli ma alla fine dei primi 20’ si trova sotto di 15 punti (41-26 per la Compagine Biancoverde).

Al ritorno dagli spogliatoi, la Serapo UnipolSai Gradone Assicurazioni preme ancora sull’accelleratore ed al 24’ il vantaggio sale a +19 ( 47-28) grazie ad un Ferraiuolo immarcabile sotto le plancie. Da quell’istante però la partita cambia: la Fortitudo Roma inizia a recuperare qualche punto approfittando del calo d’intensità della squadra biancoverde e grazie alla vena realizzativa ritrovata di Provenzani ed Albero. Si arriva agli ultimi 10’ con la Serapo UnipolSai Gradone Assicurazione avanti con un margine rassicurante di 14 punti ( 54-40) ma con la fatica che si inizia a sentire nelle gambe dei ragazzi gaetani. Fatica che condiziona la fase offensiva, infatti saranno solo due i canestri dal campo, e che permette ad una più pimpante Fortitudo Roma di arrivare addirittura a -4; Leccese, prima di uscire dal campo per raggiunto limite di falli, fa 4/4 dalla lunetta che allontana la squadra Romana e toglie le castagne dal fuoco alla squadra biancoverde che subisce la tripla allo scadere da Montalbano , ma vince ugualmente con il punteggio di 63-58.

Serapo UnipolSai Gradone Assicurazioni – Fortitudo 1908 Roma 63-58 ( 19-11; 41-26; 54-40)

Serapo UnipolSai Gradone Assicurazioni: Leccese 12, De Vellis, Macera, Vellucci 4, Valente 2, Refini 14, Nardella n.e., Coscione n.e., Marrocco 16, Ferraiuolo 15. Coach: Macaro; Ass. Coach: Gizzi.

Fortitudo 1908 Roma: Cassar, Baldoni, Pucci 15, Baldelli 3, Ba 7, Pasquinelli 5, Albero 9, Montalbano 8, Provenzali 7, Barban 4. Coach: Ciancarini.