Notte di furti e sassate a San Pietro Infine, paura nel Cassinate

18 novembre 2014 0 Di admin

La sensazione che la misura sia colma comincia ad essere evidente. I reati predatori al confine tra le province di Frosinone e Caserta, in quell’area che comunque rientra nella definizione di Cassinate, si moltiplicano e diventano di giorno in giorno più odiosi e preoccupanti. La lista di furti nelle case mentre i proprietari sono a letto si è allungata anche questa notte. A San Pietro Infine, un gruppo di malviventi tre, forse quattro persone, hanno letteralmente assaltato una prima casa forzando una finestra al primo piano e, mentre i proprietari dormivano, hanno arraffato portafogli, telefoni cellulari e un computer portatile prima di essere messi in fuga dal padre del proprietario che abita al piano di sopra che dalla finestra ha iniziato ad urlare. Contestualmente un malvivente con funzioni di palo e copertura, ha iniziato a scagliare pietre all’uomo che urlava per coprire la fuga dei complici. Chiamati i carabinieri, dopo una prima ispezione, sono dovuti correre ad un altro indirizzo dove probabilmente gli stessi ladri avevano tentato un altro furto e nel frattempo, però, l’aria si è riempita di colpi di arma da fuoco esplosi da altri proprietari che, evidentemente, si sono accorti della presenza dei malviventi ed hanno iniziato a sparare colpi di avvertimento. Ma per quanto tempo nottate simili potranno ripetersi senza che qualcuno si ferisca o… anche peggio.
Ermanno Amedei