Sabato 9 Villa Santa Lucia festeggia le forze armate

6 novembre 2014 0 Di admin

“Invito tutti i cittadini di Villa Santa Lucia, in occasione della manifestazione di sabato ad esporre nelle loro abitazioni, sui balconi, bandiere tricolori, festoni, coccarde e palloncini per una migliore festosità dello scenario e per una giornata che rappresenta l’orgoglio della nostra appartenenza”
E’ questo l’invito del sindaco di Villa Santa Lucia Antonio Iannarelli alla cittadinanza per la Giornata delle Forze Armate e l’inaugurazione del Monumento ai Caduti della Guerra 1940-1945 in programma sabato prossimo, 8 novembre.
Un evento sentitissimo dalla locale comunità e per il quale è stata attivata una importante macchina organizzativa per la riuscita della manifestazione.
La giornata di cerimonie prenderà avvio alle ore 10,30 con l’arrivo della Fanfara dei Bersaglieri e delle rappresentanze scolastiche. Seguiranno poi, l’alzabandiera; l’arrivo delle autorità; l’onore ai labari delle associazioni combattentistiche e d’arma; l’afflusso dei gonfaloni dei comuni; l’onore ai gonfaloni decorati con medaglia d’oro al valor militare; l’investitura ufficiale della medaglia d’argento al merito civile al gonfalone del Comune di Villa Santa Lucia da parte di S.E. il prefetto di Frosinone Emilia Zarrilli; l’inaugurazione del monumento ai caduti; la deposizione della corona del Comune di Villa Santa Lucia; la santa messa al campo sportivo; la commemorazione dell’eroe Romualdo Rizza; il saluto del sindaco Iannarelli; gli interventi delle autorità; gli onori finali e l’ammainabandiera.
“Ci aspettiamo una grande partecipazione di folla all’evento di sabato, in cui a Villa giungeranno tantissime autorità – ha dichiarato il sindaco Iannarelli a nome dell’intera amministrazione comunale – Per cui ci teniamo a fare bella figura, tutti insieme, cittadini e istituzione comunale. Si tratta di ricordare e celebrare, attraverso il monumento che andremo ad inaugurare la nostra storia più autentica legata agli eventi luttuosi della seconda guerra mondiale che ha visto il nostro paese investito in pieno nel vortice delle battaglie della linea Gustav e del bombardamento di Cassino”.