Giorno: 1 dicembre 2014

1 dicembre 2014 0

Operazione del NOE dei carabinieri contro il traffico illecito di rifiuti. Nove arresti

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

È in corso un’operazione dei Carabinieri del N.O.E. e del Comando Provinciale di Caserta, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, con arresti e sequestri di aziende per traffico di rifiuti metallici sul territorio nazionale. Nove gli arresti dei Carabinieri del N.O.E. e del Comando Provinciale di Caserta, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli per traffico di rifiuti. Nell’operazione sono state sequestrate due aziende per un valore di 3 (tre) milioni di euro e risultano indagate altre 17 persone.

1 dicembre 2014 0

Basket under 17: A. B. Serapo sconfitta, 52-66, dalla Virtus Roma

Di redazionecassino1

Con la gara casalinga disputata contro la Virtus Roma, si è concluso, per la A.B. Serapo Gaeta di Coach Imparato, il girone di Andata del campionato Under 17 Elite: il resoconto al giro di boa è senz’altro positivo, visto che due delle tre sconfitte subite fine a questo momento dai ragazzi gaetani sono arrivate contro le due squadre che stanno dominando questo raggruppamento, la Virtus Roma e la Pass Roma; resta il rammarico per la gara interna persa contro l’Algarve Roma ( in cui la squadra si è espressa ben lontana dai suoi livelli) ma c’è la consapevolezza di disputare un altrettanto positivo girone di ritorno confidando nella crescita costante di un gruppo nuovo. Dispiace per l’infortunio capitato a Riccardelli ( distorsione alla caviglia) che lo vedrà lontano dai campi di basket per almeno un mese, ma questo non deve essere un alibi per i ragazzi che dovranno mettere tutti il 110% per sopperire a questa importante assenza. Al riguardo la Società tutta vuol ringraziare per le belle parole che la Pass Roma ha rilasciato in merito al giocatore ed alla prestazione della squadra biancoverde che si è arresa solo nel finale ( 63-62) dopo essere stata avanti per larghi tratti di partita.

Passando all’ultima gara, persa con il punteggio di 52-66 contro la Virtus Roma, serve fare i complimenti alla squadra capitolina che già nel primo tempo ha messo le cose in chiaro andando al riposo lungo avanti di 7 lunghezze ( 28-21). Il divario è stato evidente nel terzo quarto quando la squadra ospite faceva girare bene la palla e con una serie di triple portava il vantaggio sopra la doppia cifra abbondante ( 53-38 al 30’). Nell’ultimo quarto c’è la reazione, parziale, dei ragazzi biancoverdi che però ogni qual volta riuscivano a scendere sotto la doppia cifra di svantaggio venivano rigettati indietro da una compagine aggressiva e ben organizzata. Aggressività che è mancata alla squadra biancoverde che ha concesso troppo in fase difensiva ed è su questo punto che bisognerà migliorare in futuro.

A.B. Serapo Gaeta – Virtus Roma 52-66 ( 7-14; 21-28; 38-53)

A.B. Serapo Gaeta: Spignese n.e., Valente n.e., Santaniello 2, Mannarelli 23, Bruhn 4, Scarano 6, Antetomaso 4, Gallinaro, Ragaglia n.e., Coscione 6, Treglia 7. Coach: Imparato

Virtus Roma: Ucci 2, Bargiacchi, Spizzichino, Chirurgi, Gaska 9, Coluzzi 21, Ragnisco G. 6, Pioggiarella 2, Ranocchia 6, Saccone 8, Ragnisco L. 13. Coach: Brunetti

1 dicembre 2014 0

Basket serie C: Trasferta amara per Sora 2000, battuta 72-58, da Smit Centro

Di redazionecassino1

La Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 perde a Roma contro la Smit Centro per 72-58. La resistenza dei volsci dura solo fino alla fine del terzo quarto, poi i padroni di casa prendono il sopravvento. Espulso Maurizio Polidori, coach dei volsci, che incassa il secondo tecnico per proteste prima a due minuti dalla fine. Trasferta amara in terra capitolina per coach Polidori e la sua NB Sora 2000. Dopo cinque vittorie consecutive, arriva la sconfitta in quel di Roma. I ragazzi della Smit fanno valere la legge del carattere e con una prova caparbia e convincente ingabbiano i volsci e conquistano una vittoria fino a qualche ora prima impensata. I primi dieci minuti fanno segnare un perfetto equilibrio (17-17) con il Sora che si mette in mostra con una bomba di Myers e un buon Mariani. I volsci tengono le redini della gara nel secondo quarto, difendendo con tenacia sui capitolini e recuperando anche un paio di palloni preziosi: il gap di ritardo tra le due squadre si mantiene costantemente sul + 6 tra l’13’ e il 15′ con un break di 6-0 ospite, interrotto nel finale da un tiro dalla distanza di D’Alessio e dal brutto infortunio di Ligas e il secondo parziale si conclude 24-29. Nel terzo quarto si rivede l’americano Johnson, fino a quel momento in ombra, realizzare sette punti di seguito portando i biancocelesti sul +10. Il vantaggio sorano dura poco, in quanto Compagnoni e compagni, con vigore e intensità recuperano palloni su palloni portando la Smit a chiudere il periodo , sotto di un punto (43-44). Il carattere dei padroni di casa ed il crescente nervosismo dei biancocelesti volsci agevola i capitolini che scavano un solco di ben 9 punti (59-50) a 5 minuti dalla fine. I volsci tentano di rimanere in linea di galleggiamento con, Johnson e Fiorini riducendo al lumicino le speranze dei ragazzi di Polidori, ma ecco che nuovamente vengono stoppati da qualche fischio sinceramente discutibile, e i padroni di casa allungano il distacco e vanno in lunetta per tirare, nell’arco di pochi minuti, i tiri liberi frutto di due falli tecnici ed una espulsione al coach Polidori, che riconsegna pura palla in mano a metà campo, il tutto per un finale targato Smit, che meritatamente vince la gara con un parziale di 31-14, conquistando la sua seconda vittoria in campionato. Ecco le dichiarazioni a caldo del coach biancoceleste Maurizio Polidori: “Farò fatica a prendere sonno questa sera ma non importa cercherò di annotare li tanti errori commessi dalla mia squadra durante questi 40 assurdi minuti. Prima di tutto ci tengo a fare i complimenti alla Smit Roma ed al suo allenatore vittoria strameritata e poi bravissimi ad aver messo a nudo le nostre debolezze tecniche e tattiche che abbiamo incontrato negli ultimi 10 minuti di gara. E’ la prima volta in campionato che la mia squadra tira solo 9 tiri liberi in una gara, il merito va ricercato nell’ottima difesa della Smit e a qualche valutazione forse non troppo azzeccata della coppia arbitrale ma tutti possono sbagliare. Avremo modo di parlaci sopra nella solita riunione del Martedi è ovvio che le partite non si possono giocare senza cuore e tecnica ma i panni sporchi sono abituato a lavarli in casa. L’espulsione? Chiedete all’ arbitro che in quel momento ha voluto essere più attore protagonista che giudice della partita, perché ho protestato in maniera più che normale su due fischi che secondo me ci hanno oltremodo penalizzati. In questo campionato ho visto fare a quasi tutti gli allenatori proteste a volte molto più veementi e sono certo di non aver mai visto assegnare tecnici così facilmente e decretare espulsioni. Le serate storte le hanno gli allenatori, i giocatori e anche i giovani arbitri. Una cosa è certa a 66 anni non mi va di vedere a fine partita gente vestita in grigio che sorride divertita per essersi resa protagonista di fatti che con il basket giocato hanno poco a che fare. Mi auguro vivamente di non vedere più atteggiamenti del genere perché tutti meritiamo soprattutto rispetto, io questa sera non ho mai offeso nessuno ne tanto meno deriso. Meglio voltare pagina alla svelta e pensare a quanto dobbiamo lavorare dopo aver visto la partita di questa sera.” Con questa sconfitta la Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 lascia il secondo posto in classifica al Valmontone, Formia e Vis Nova e si stabilizza in terza piazza solitaria, aspettando una rivincita nella gara interna di sabato prossimo alle ore 20.00 con Marino.

Smit Roma Centro 72 – Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 58 Parziali: 17-17 / 7-12 / 17-15 / 31-14 Smit Roma Centro: Cianfanelli 0, Fiore 0, Compagnoni 11, Gabrieli 6, D’Alessio 16, Biasich 23, Bistarelli 13, Vercellino 3, Ligas 0, Giulini n.e.; Coach: Iannucci Expert Lucarelli N.B. Sora 2000: Caldarozzi 0, Myers 3, Mariani 13, Serra 9, Chiari n.e., Polsinelli n.e., Fiorini 8, Savo Sardaro 9, Iannarilli 0, Johnson 16; Coach: Polidori

1 dicembre 2014 0

Multe salate e telecamere contro chi abbandona rifiuti e atti di vandalismo

Di redazionecassino1

Mantenere il decoro della città, contrastando con azioni forti tutti quei comportamenti che danneggiano l’immagine di Aquino. Un impegno assunto dall’amministrazione comunale che si traduce in due modi: lotta al vandalismo e all’abbandono di rifiuti in strada. Già è stato eseguito il primo sopralluogo da parte della ditta che sta curando il progetto di videosorveglianza: presto le zone più a rischio saranno sotto controllo grazie al sistema di telecamere che il Comune ha deciso di installare. Intanto però le prime misure sono già state messe in campo. La polizia municipale ha infatti già elevato alcune salate multe per l’abbandono di rifiuti: troppo spesso, da quando è partita la raccolta differenziata e da quando quindi sono spariti i cassonetti in strada, si assiste a veri e propri atti di inciviltà, con buste dell’immondizia che vengono gettate nei canali o ai margini delle vie, specie nelle zone di campagna e nell’area intorno al cimitero. Uno scempio a cui l’amministrazione ha deciso di dire basta adottando la linea dura: alcuni dei responsabili sono stati individuati, anche attraverso l’apertura delle buste dei rifiuti, e chiaramente multati. “La situazione – ha spiegato il sindaco Libero Mazzaroppi – non poteva più essere tollerata. Alcune zone della nostra città erano diventate meta di persone che non hanno alcun rispetto delle regole basilari del vivere civile. Rifiuti abbandonati ovunque, sia quelli ingombranti che quelli indifferenziati: abbiamo elevato alcune multe, sperando che fungano da deterrente e che questo fenomeno venga arginato”. L’amministrazione ricorda inoltre che per il ritiro dei rifiuti ingombranti basta rivolgersi alla ditta che gestisce il servizio di raccolta che verrà direttamente a casa a prelevarli. L’altro problema riguarda anche gli atti di vandalismo. Il muro di recinzione del Campo sportivo solo da poco era stato completamente ripulito da graffiti vari. Ora sono già ricomparse altre scritte, tra l’altro anche offensive. Il comune è già intervenuto per rimuoverle. “Si tratta – ha spiegato il sindaco – di situazioni e di problemi diversi che però speriamo di risolvere con il progetto di videosorveglianza che sta per partire. Le zone più a rischio saranno costantemente monitorare: i vandali e gli incivili non avranno più campo libero”.

1 dicembre 2014 0

Non paga gli interessi usurai di un prestito, imprenditore romano sequestrato e seviziato per ore

Di admin

Nella notte, i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP presso il Tribunale di Roma, su richiesta della Procura della Repubblica di Roma – Direzione Distrettuale Antimafia nei confronti di 8 persone, ritenute responsabili a vario titolo dei reati di usura, estorsione, rapina e lesioni gravissime, commessi ai danni dell’imprenditore romano 36 anni, titolare di una società operante nel settore della progettazione, realizzazione e gestione di impianti fotovoltaici.

L’indagine è scaturita dalla denuncia contro ignoti per sequestro di persona a scopo di estorsione, presentata dall’imprenditore il 20 luglio 2013 presso il Nucleo Investigativo di via in Selci; appena dimesso dall’ospedale ove era stato ricoverato per lesioni varie, l’uomo denunciava ai Carabinieri che la sera del 17 luglio 2013, mentre si trovava in un bar di Viale Città d’Europa [zona Eur], ove aveva un appuntamento con un amico, era stato prelevato da persone a lui sconosciute, che lo avevano caricato a bordo di un’autovettura e condotto in un appartamento poco distante, ove lo avevano trattenuto per ore, malmenandolo e seviziandolo con un coltello, procurandogli ferite da taglio sul cuoio capelluto al fine di indurlo a consegnare 200 mila euro. Dopo alcune ore, i sequestratori lo rapinavano dell’orologio Rolex e di 900 euro in contanti, e lo rilasciavano, abbandonandolo in strada, in zona Trullo. L’uomo veniva quindi soccorso e ricoverato in ospedale, riportando una prognosi di 30 giorni per le fratture e ferite patite.

Le successive indagini dei Carabinieri di via in Selci hanno consentito di identificare gli autori dell’efferata azione criminosa e di ricostruire, nonostante la reticenza della vittima che ha più volte negato di conoscere i suoi aggressori, le circostanze che avevano generato il violento episodio. In particolare, i Carabinieri hanno ricostruito che il sequestro e la spedizione punitiva era stata organizzata al fine di attuare un recupero crediti per conto terzi, inducendo in tal modo, con violenza e minacce, l’uomo a restituire dei soldi pretesi.

I mandanti dell’azione criminosa sono stati identificati in due fratelli A.G. 30 anni e S.G. 37 anni, entrambi con precedenti di polizia, i quali avevano precedentemente prestato 100 mila euro alla vittima, applicando interessi usurari che avevano fatto lievitare esponenzialmente il debito. Prima del sequestro, sottoposto in più circostanze a minacce e percosse ad opera di F.P.38 anni, M. S. 33 anni e S.D.M. 33 anni, l’uomo aveva già pagato, in 6 mesi, 343 mila euro in restituzione del prestito e della quota interessi, ma ciò non era ritenuto sufficiente dai due usurai che pretendevano il pagamento di ulteriori 86 mila euro

Un’altra mandante del pestaggio è stata identificata nella 31enne romana T.P., la quale in passato aveva acquistato dalla vittima una licenza per la produzione di energia elettrica mediante impianti fotovoltaici, pagandola 80 mila euro che ora pretendeva di ottenere indietro con gli interessi [150 mila euro], essendo venuto meno il suo progetto di impresa nel settore energetico. Teatro del sequestro, proprio l’abitazione della donna, sita in un lussuoso condominio del Torrino, ove la vittima era stata condotta e seviziata dai suoi sequestratori, quattro pregiudicati, F.C. [cl. ’68], F. M. [cl.’80] e i già citati S. D.M. [cl. ’81] e M. S. [cl.’81], assoldati e usati come “picchiatori” dai tre mandanti.

Con la misura cautelare eseguita nel corso della notte, il GIP ha riconosciuto la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza a carico delle 8 persone coinvolte nella vicenda, tutti italiani, non riconoscendo la sussistenza del reato di sequestro di persona, ma contestando i reati di estorsione aggravata, lesioni personali, rapina e usura e disponendo il carcere per 6 persone e gli arresti domiciliari per due [T.P. e F.M.].

Gli arrestati sono stati condotti al carcere di Regina Coeli.

1 dicembre 2014 0

Prove di fuga per Caffè Retrò Aquino… anche dopo il pareggio casalingo

Di redazionecassino1

La decima giornata del torneo, nel girone ‘A’, vede sempre in vetta alla classifica Caffè Retrò Aquino nonostante il pareggio casalingo, a reti inviolate, imposto alla capolista da Professional Service. Sono sei le lunghezze di vantaggio, infatti, che la separano dall’altra formazione aquinate, Amatori Aquino. Proprio questa formazione ottiene i tre punti battendo in trasferta, 1 a 4, gli Isotopi Pontecorvo. Brutta sconfitta per Cenceglie Sora che rimedia un pesante 5 a 0, sul terreno della penultima in classifica Tecnocasa Cassino. il derby di Colfelice, fra Amatori e Corsari, se lo aggiudica la formazione di casa, 2 a 1, degli Amatori Colfelice. Resta in testa al girone ‘B’ Cassino Ovest Doc dopo la brillante vittoria ottenuta per 4 a 0 su Scauri. Due le lunghezze di vantaggio sulla seconda, la Longobarda Pontecorvo, che vince in trasferta, 1 a 2, sul campo di Amatori Belmonte. Piomba in terza posizione il San Giorgio dopo la sonora sconfitta, 3 a 0, rimediata sul terreno del Monticelli. Coreno si aggiudica, 5 a 3, il confronto con Piedimonte, mentre Tredici Gradi Cassino espugna con un 2 a 3 il campo di Vallemaio. Non deve faticare molto l’Atletico Pontecorvo per imporsi, 4 a 1, contro il Bellaria. Nel girone ‘C’ Rocca D’Evandro mantiene il primato in classifica, a quota 25 punti, nonostante il pareggio a reti inviolate a cui l’ha costretta il Collecedro. Il confronto diretto fra Tibia e Peroni e Pietravairano se lo aggiudicano, 1 a 0, i padroni di casa di Tibia e Peroni (nella foto) portando le due formazioni a dividere a pari merito, 23 punti, la seconda posizione in classifica. Ancora una pesante sconfitta casalinga, 2 a 5, per Drink Team Lord contro Marzano Appio. Dopo la decima giornata, il girone ‘D’ vede in testa Vairano Scalo che approfitta della vittoria esterna, 0 a 2, ottenuta sul campo di Sant’Andrea e del la sospensione dell’incontro fra Yammo.it e New Team. Da recuperare anche la partita fra Sporting Pignataro e Caffè del Corso. Terzo posto in classifica, a quota 21 punti, per La Ferrara che si impone, 3 a 1, su Niemoslive e Angolo Divino che batte, 3 a 2, F.lli Bruno. F. Pensabene

1 dicembre 2014 0

Allerta meteo su gran parte dell’Italia

Di admin

La perturbazione atlantica che, come annunciato ieri, è giunta sul nostro territorio e che sta interessando inizialmente le regioni del nord, si estenderà poi anche al centro-sud, coinvolgendo quasi tutta Italia e portando anche una intensificazione dei venti.     Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso, quindi, un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quello diffuso ieri per precipitazioni su Liguria, Piemonte, Sardegna, Lazio, Veneto e Friuli Venezia Giulia. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticità idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticità consultabile sul sito del Dipartimento (www.protezionecivile.gov.it).   In particolare, l’avviso meteo prevede dal tardo pomeriggio di ieri, domenica 30 novembre, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale con frequente attività elettrica e forti raffiche di vento, inizialmente su Lombardia, Toscana, Umbria, sui settori occidentali di Abruzzo e Molise, poi anche su Campania, Sicilia e Puglia. Sono, inoltre, previsti venti di burrasca dai quadranti meridionali, con rinforzi di burrasca forte, che interesseranno soprattutto le zone costiere di Toscana, Lazio, Campania, Sardegna, Sicilia, e poi anche Puglia, mentre venti nord orientali colpiranno il Friuli Venezia Giulia.   Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per oggi criticità rossa per rischio idrogeologico sul ponente ligure. Criticità arancione, per rischio idraulico, è indicata sulla pianura occidentale lombarda, in Piemonte sulle colline, sulle pianure cuneese e torinese e sulla valle del Tanaro e in Veneto sulle zone dell’alto Brenta-Bacchiglione-Alpone; criticità sempre arancione, ma per rischio idrogeologico, sulla restante parte della Liguria, su diverse zone della Lombardia settentrionale, sulle zone venete del Piave pedemontano, su tutto il Friuli Venezia Giulia, su gran parte della Toscana, sulle zone tirreniche di Lazio e Campania e sull’Alto Volturno-Medio Sangro in Molise. Infine, è stata valutata una criticità gialla per le restanti zone del Piemonte, per la Valtellina e l’Oltrepò pavese in Lombardia, buona parte del Veneto e l’intera Provincia Autonoma di Trento, per l’Emilia occidentale, tutta l’Umbria, le restanti parti di Lazio, Campania e Molise, per l’Abruzzo occidentale, l’intera Basilicata, la Puglia meridionale e l’intera Sardegna.   È utile ricordare che le valutazioni di criticità idrogeologica (su tre livelli: rossa, arancione e gialla) possono includere una serie di danni sul territorio. In particolare, la criticità rossa indica la possibilità di: estese frane superficiali e colate rapide detritiche o di fango; possibili attivazione o riattivazione di fenomeni di instabilità dei versanti, anche profonde e di grandi dimensioni; possibile caduta massi. Ingenti ed estesi danni a edifici e centri abitati, infrastrutture, beni e servizi, sia prossimi sia distanti dai corsi d’acqua, o coinvolti da frane o da colate rapide. Grave pericolo per la pubblica incolumità. Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile, insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.