Giorno: 9 dicembre 2014

9 dicembre 2014 0

Il messaggio della Polizia di Stato attraverso la musica Un concerto di Natale organizzato dalla Questura

Di redazionecassino1

Si svolgerà l’11 dicembre, alle ore 18.30, presso la Sala De Filippo del Teatro Nestor di Frosinone, il concerto di Natale organizzato dalla Polizia di Stato alla sua terza edizione. Una serata per esprimere attraverso il linguaggio universale della musica il fondamentale e necessario rapporto tra cittadini ed istituzioni. La parola sarò affidata agli strumenti musicali traduttori del messaggio di vicinanza che la Polizia di Stato vuole diffondere all’insegna di una sicurezza sempre più partecipata. Ad esibirsi sarà l’Orchestra da Camera di Frosinone, magistralmente diretta dal Maestro Augusto Vismara che eseguirà musiche di Antonio Vivaldi, Niccolò Paganini, Alfredo D’Ambrosio, Arcangelo Corelli e Wolfgang Amadeus Mozart. L’evento, aperto a tutti, vuole rafforzere il confronto e la collaborazione con la cittadinanza utilizzando la semplicità del linguaggio della musica.

9 dicembre 2014 0

Volley: Grande prova delle ragazze del Cus Cassino contro Atina

Di redazionecassino1

Le ragazze della BPC Cus Cassino vincono ancora disputando una grande partita fuori casa contro il Veroli, una squadra giovane ma con giocatrici in prospettiva molto validi. Da sottolineare l’ennesima buona prestazione della palleggiatrice Iulia Propria ma la “palma” di miglior giocatrici della partita spetta con ambio merito alle ragazze giovanissime del Cus Cassino in modo particolare a Martina Di Bona che ha soli 14 anni con grinta e tenacia da tutto in campo esprimendosi al meglio e lottando su tutti i palloni, sulla stessa lunghezza d’onda Noemi Tomasella ed Elisa Reale che disputano una buona partita sostituendo dignitosamente le compagne in campo. Le parole del Mister Marco Savona: “Le ragazze hanno disputato un’ottima gara anche se dobbiamo sempre mantenere la concentrazione altissima la dimostrazione è data dal terzo set, credo che dobbiamo essere consapevoli della nostra forza seppur neopromossa come squadra possiamo e dobbiamo dimostrare le nostre grandi capacità, per me lo dico sempre alle ragazze la nostra squadra se unità e compatta non teme nessuno, sempre con il massimo rispetto per i nostri avversari ma possiamo guardare in alto e perchè no sognare, le partite oltre alla tecnica, tattica e l’esperienza che sono sicuramente fondamentali si vincono con la testa e con il cuore e con un gruppo unito pronto a lottare e a dare tutto per poter ambire al meglio e ripeto a sognare magari ad occhi aperti”. Alla fine della partita grande entusiasmo per la partita. Ora appuntamento al palazzetto di Atina alle ore 20:00 di domenica prossima per affrontare una forte squadra come Aquino. “Vi aspettiamo in tanti – esorta il presidente del Centro Universitario Sportivo Carmine Calce – a sostenere le grandissime ragazze del Cus Cassino”.

VOLLEY 2000 VEROLI 0 – BPC CUS CASSINO ATINA 3 (11-25;15-25;21-25)

9 dicembre 2014 0

Esce fuori strada con l’auto, 66enne di San Pietro Infine perde la vita

Di admin

È stato estratto morto dalla sua auto, una Atos oggi pomeriggio sulla via Casilina a San Vittore del Lazio. La vittima della strada è un 66 enne di San Pietro Infine che ha perso il controllo della vettura uscendo fuori strada. A soccorrerlo sono stati gli operatori del 118 ma è stato inutile. Sul posto carabinieri e Vigili del Fuoco di Cassino. Er.Amedei

9 dicembre 2014 0

Sport e solidarietà: Incontro di calcetto domani fra il Cus Cassino ed i detenuti del carcere di Cassino

Di redazionecassino1

Doppia iniziativa del Centro Universitario Sportivo in favore dei detenuti nella casa circondariale della città martire. Domani pomeriggio, mercoledì 10 dicembre, alle ore 14.30, una delegazione del Cus Cassino e dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale capitanata dal Magnifico rettore Ciro Attaianese, disputerà all’interno del carcere una partita di calcetto con una rappresentativa dei detenuti per dare simbolicamente inizio al torneo universitario di calcio a 5, al quale partecipano ben 24 squadre, e che continuerà poi presso i nuovissimi impianti sportivi all’interno del Campus Folcara. Ma questa non è l’unica iniziativa che il presidente del Cus Carmine Calce, in collaborazione con la direttrice del carcere di Cassino Irma Civita Reale, ha messo in campo a favore dei detenuti della casa circondariale di Cassino. Nella giornata di venerdì 12 dicembre, difatti, si svolgerà la gara di atletica “Aspettando il Natale” alla quale prenderanno parte oltre ottanta detenuti. «Coloro che maggiormente si distingueranno per capacità e tempi – spiega il professor Carmine Calce – avranno la possibilità di fare allenamenti sulla pista di atletica “Pietro Mennea” tre volte la settimana: lunedì, mercoledì e venerdì, previa autorizzazione del giudice e con il consenso della direzione del carcere». Ad entrambe le manifestazioni prenderà parte il presidente del Coni regionale Riccardo Viola. Sono stati inoltre invitati il sindaco di Cassino Petrarcone e l’assessore allo sport Danilo Grossi. «Queste iniziative – spiega il professor Carmine Calce – dimostrano che il Cus di Cassino non è sensibile solo allo sport, ma intende favorire anche eventi culturali e sociali. È un modo originale – conclude Calce – per farci gli auguri di Natale e far trascorrere due belle giornate all’insegna dello sport ai detenuti della casa circondariale di Cassino. Non si tratta di eventi fini a se stessi, in quanto i migliori verranno premiati con la possibilità di fare sport e di allenarsi tutto l’anno». «L’iniziativa – aggiunge la direttrice Irma Civita Reale – nasce da una profonda collaborazione con l’Università di Cassino e abbraccia diversi settori, non ultimo quello sportivo. Non si tratta dunque di iniziative estemporanee, ma che hanno invece una continuità per un rapporto duraturo. Lo sport – evidenzia la direttrice della struttura – dà dei valori positivi e aiuta a vivere bene con gli altri».

9 dicembre 2014 0

Denunciati quattro albanesi fermati a San Vittore con arnesi da scasso e passamontagna

Di admin

I carabinieri di Cervaro hanno denunciato 4 cittadini di nazionalità Albanese, residenti nel casertano, per possesso ingiustificato in concorso di chiavi e grimaldelli alterati, poiché, a seguito di perquisizione personale, trovati in possesso di arnesi atti allo scasso, guanti e passamontagna, sottoposti a sequestro. Nella circostanza uno di loro veniva deferito anche per inosservanza del decreto di espulsione dal territorio nazionale emesso il 7 ottobre u.s. dalla Prefettura di Frosinone. Tutti venivano, altresì, proposti per l’irrogazione del F.V.O., in quanto controllati nei pressi di abitazioni isolate site in San Vittore del Lazio.

9 dicembre 2014 0

Gita ad Agnone ed un progetto per la sicurezza stradale per gli anziani di Aquino

Di redazionecassino1

Da una parte la gita ad Agnone ed al santuario di Castelpetroso, dall’altro il progetto per la sicurezza stradale che ha visto protagonisti i ragazzi della scuola. Anziani e giovani: il Comune di Aquino ha messo in campo idee ed iniziative per tutte le fasce d’età. E la risposta da parte dei diretti interessati è stata più che positiva. Qualche giorno fa due pullman sono partiti da Aquino alla volta del Molise, per visitare alcune realtà ricche di storia e cultura: tutto nell’ambito di un progetto organizzato grazie ai fondi dell’assessorato alle politiche sociali e senza costi a carico dei partecipanti. Ad Agnone, conosciuta come la città delle campane, il gruppo partito da Aquino ha avuto modo di visitare la fonderia Marinelli, una delle più antiche e famose: i partecipanti hanno scoperto la maestria degli artigiani molisani, che di generazione in generazione si sono tramandati un’arte affascinante. La comitiva ha visitato anche il Santuario della Madonna di Castelpetroso, che sorge ad ottocento metri di altezza, in una zona isolata, in cui domina il silenzio: nel 1888 la tradizione narra che la Vergine apparve a due contadine del posto, su una rupe dove poi è stato costruito il Santuario, oggi meta di migliaia di pellegrini. Ad accompagnare il gruppo sono stati gli assessori Federica Di Sotto e Luca Di Ruzza, che hanno commentato: “questa gita è la dimostrazione dell’attenzione che noi amministratori riserviamo agli anziani della nostra città, la nostra ricchezza. Le politiche sociali dell’amministrazione sono attente a tutte le fasce: abbiamo in campo iniziative per i più piccoli, per i ragazzi e per la terza età. Partecipare direttamente a questi progetti per noi è motivo di arricchimento” . Non solo anziani: il Comune ha infatti partecipato anche alla “Giornata Regionale della sicurezza stradale”, il cui motto è stato “Come Back Home – Guida sicuro, sicuro ritorni”. Si è svolta al Parco Tematico di Roma Cinecittà World. Bambini, ragazzi e loro genitori sono stati coinvolti per tutto il giorno in diverse attività, tutte intorno al tema della sicurezza in strada e della necessità di essere prudenti al volante. Una giornata diversa per gli studenti che non ha avuto alcun costo né per le famiglie né per il Comune, con il progetto che è stato finanziato dalla Regione.

9 dicembre 2014 0

Yammo.it si riprende la vetta del girone ‘D’

Di redazionecassino1

Non cambia la classifica del girone ‘A’ dopo l’undicesima giornata del torneo. Caffè Retrò Aquino guida saldamente la classifica a quota 27 punti, con sei lunghezze di vantaggio su Cenceglie Sora dopo il pareggio a reti inviolate ottenuto contro la formazione della città volsca. Non approfitta l’altra formazione aquinate, Amatori Aquino, sconfitta, 2 a 1, sul terreno dei Corsari Colfelice. Vittoria esterna, 1 a 3, per Amatori Colfelice che conquista i tre punti battendo Terelle. Pareggio per Isotopi Pontecorvo, 0 a 0, contro Tecnocasa Cassino e pareggio anche fra Sangermanese e Professional Service, 2 a 2. Nel girone ‘B’ resta in vetta Cassino Ovest Doc che batte, in trasferta, senza difficoltà, 1 a 4, il fanalino di coda Bellaria. Vittoria esterna anche per la seconda in classifica, Longobarda Pontecorvo, che vince, 0 a 2, sul campo del Vallemaio. Successo esterno anche per l’altra formazione pontecorvese, Atletico Pontecorvo, che rifila un secco 1 a 4 al Tredici Gradi Cassino. più equilibrato il match fra San Giorgio e Coreno, dove, però, la formazione di casa deve cedere 3 a 4 agli ospiti Coreno. Pareggi fra Scauri e Monticelli e fra Belmonte e Piedimonte. Mantiene il primato in classifica, a quota 28, Amatori Rocca D’Evandro grazie all’agevole vittoria 7 a 1 contro il fanalino Pignataro e al turno di riposo di Tibia e Peroni e alla mancata disputa del match fra Pietravairano e Cooperativa Arca. Da recuperare anche l’incontro fra S. Ambrogio e Guaranà Cafè. Torna alla vittoria il Collecedro che espugna 0 a 3, il campo del Caffè Centrale, mentre Marzano Appio supera 4 a 0 Cervaro. Ancora una sconfitta, 2 a 1 per Drink Team Lord contro Atletic Mignano. Si riprende la vetta della classifica del girone ‘D’ Yammo.it, in attesa del recupero del match fra Vairano e La Ferrara, battendo in trasferta, 0 a 3, F.lli Bruno. Stesso punteggio nell’incontro che vedeva opposti Castelforte e Niemoslive, risolto a favore degli ospiti della formazione aurunca per 0 a 3. Ancora un turno prima della sospensione per le vacanze di Natale che consentirà alle formazioni di provvedere ad aggiustamneti nelle formazioni prima della ripresa del torneo. Vederemo quali novità riserverà il prosieguo del campionato con il nuovo anno. F. Pensabene

9 dicembre 2014 0

Basket: La Virtus TSB Cassino cede, 62-56, a Rimini

Di redazionecassino1

Ancora una volta la terra romagnola è risultata avara di soddisfazioni per i colori rossoblu. E dopo la sconfitta in Coppa Italia dello scorso anno , adesso è arrivata la sconfitta incredibile per com’è maturata , ma giusta nei contenuti e nell’esito Contro i Crabs di Rimini. Tutto giusto dunque, Rimini si porta a casa l’intera posta con merito, dal momento che Trionfo e soci devono soltanto recitare il mea culpa per una partita letteralmente buttata alle ortiche! Una occasione sprecata di incamerare altri due punti in classifica e non sono ammissibili giustificazioni allorquando in due quarti interi di gioco , terzo e quart,gli uomini di Vettese hanno realizzato la miseria di 18 solo 18 punti. Pazzesco. Eppure la partita era stata gestita con acume tattico ineccepibile dal coach cassinate , che ricordiamolo doveva far fronte all’assenza di due pezzi da novanta, Castelluccia ed Ingrosso ed aveva un Valentino a mezzo servizio, allorquando alla fine del secondo minitempo le due squadre andavano negli spogliatoi sul 38 a 31 per i cassinati. Ma dal tunnel degli spogliatoi uscivano due squadre completamente diverse. I riminesi gettavano il cuore oltre l’ostacolo ,mentre Ausiello e compagni sprecavano in modo ridicolo diverse occasioni di gestire il vantaggio ma soprattutto perdevano la bussola del match intestardendosi in giochi senza costrutto. Purtroppo il braccino corto del tennista é la sindrome che attanaglia questo team con scarsa personalità negli uomini chiave nei momenti decisivi , ed ha avuto la meglio. Certo questa è la sensazione che lascia questa partita al cronista e ci sarà molto da lavorare per coach Vettese, molto da lavorare, perché questa è una sconfitta che lascia il segno. Gli ultimi due quarti sono la fotografia esatta di una squadra che si è disunita in modo pueril, affidandosi unicamente alle conclusioni dalla distanza e mai è andata a combattere sotto le plance . Certamente Ingrosso e Castelluccia sono assenza pesantissime ma non possono bastare a giustificare la debacle della quarta frazione, solo 7 punti realizzati in 10 minuti. Ma ovviamente la scofitta cassinate è anche figlia di altre considerazioni numeriche . Come ad esempio i punti della panchina che per Cassino sono stati solo 2 mentre 12 per Rimini. Rimini ha fatto canestro 6 volte da seconde opportunità a differenza di Cassino che ha segnato solo 1 volta ; Rimini ha fatto canestro 6 volte da palle perse cassinati mentre Cassino 1 sola volta. Un match brutto , bruttissimo da vedere . Il terzo quarto è stata la chiave dell’incontro, quando pian piano Rimini ha rosicchiato punti alla truppa sgangherata cassinate , fino a portarsi sulla sirena sul 48 a 49 con una incredibile tripla di tabella da 8 metri di Perin…. Un macigno sulle mani tremanti di Trionfo e compagni che completano la scellerata gestione della partita nel quarto quarto. Il commento della quarta frazione è imbarazzante, il festival degli errori e degli orrori ; Cassino segna solo con Trionfo un canestro nell’area ,con Ausiello da 8 metri e con Colonnelli due liberi , il resto è scandalosamente da cestinare. “Rimini porta a casa due punti con il 9% da tre punti ed il 39 % da due , ma ha tirato dal campo dieci volte più di noi, sono esterrefatto. Uomini come i nostri non possono mostrare queste lacune emotive. Sono estremamente deluso!” Il commento di un avvelenato (eufemismo , ndr) Leonardo Manzari, DT della formazione cassinate. “Sapevo che non sarebbe stato facile ma abbiamo sprecato un’occasione incredibile per dare un altro senso alla nostra stagione, e sarà difficile smaltire questa delusione!” Sulla stessa lunghezza d’onda coach Vettese. ” Abbiamo scherzato con il fuoco e ci siamo scottati. Abbiamo giocato da squadra di serie D e molti se non tutti faranno bene a riflettere sul latte versato perché stavolta l’abbiamo fatta grossa!” La BPC Virtus Cassino tornerà in campo martedì per preparare la gara interna contro Eurobasket Roma di sabato prossimo.

Rimini – BPC Virtus Cassino 62- 56 Parziali: 18-20, 31-38, 48-49 Crabs Rimini: Perin 15, Tassinari 14, Cercolani 8, Biordi 5, Crotta 8, Meluzzi 2, Perez 2, Aglio 4, Marengo 2, Hadzic 2. All Galli Virtus Cassino: Trionfo 13, Colonnelli 11, Sgobba 7, Ausiello 17, Vergara 6, Salzillo, Busico, Valentino 2, Di Mambro, Fowler. All Vettese

9 dicembre 2014 0

Basket: Sora 2000 dopo tre supplementari cede a Marino

Di redazionecassino1

La Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 dopo 3 supplementari cede a Marino Turno di campionato ancora amaro per la Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 che, nella dodicesima giornata di stagione contro la Pallacanestro Marino, rimedia una sconfitta dopo essere stata in vantaggio fino al terzo quarto. Ma poi, come era accaduto nell’esordio casalingo con la Virtus Aprilia, i biancocelesti hanno lasciato campo agli avversari, che ne hanno approfittando per ricucire il distacco, prima, e poi per andare a conquistare la vittoria nell’ultimo dei tre tempi supplementari. La NB Sora 2000 era partita subito bene, con i canestri di Serra, ben coadiuvato da Mariani, e gli ospiti con qualche difficoltà ad andare a canestro. E il Sora affonda portandosi sul + 20 il Marino, dopo il timeout chiamato da coach Marotta, riesce a mettere una prima volta la testa davanti, con la tripla di Moscianese. Sono ancora i tiri dalla lunga distanza di uno strepitoso Johnson (11punti) a spezzare gli equilibri, con il Sora che sbaglia qualche conclusione per allungare la distanza, con gli ospiti bravi a riportarsi avanti fino al 24-13 con cui si chiude il primo quarto. Nei secondi dieci minuti c’è la spinta dei padroni di casa, che riescono ad incrementare il loro vantaggio, grazie ad una buona prova di Mariani e Myers. Ma i castellani non stanno a guardare e hanno la pazienza di ricucire il lungo distacco e rifarsi sotto fino 43-30 che chiude la prima metà di gara. Nel terzo quarto ancora una volta Sora in avanti e Marino costretta ad inseguire. Cara, con due bei canestri consecutivi, sembra poter lanciare i suoi verso una rimonta al quale si aggiungono Ciarelli e Lucidi. Gli ospiti a partita ormai completamente riaperta si portano sul – 4 (56-52) al 15’. Seppure con qualche affanno Sora tiene comunque la testa della gara, con la tripla di Myers che vale il 58-52 La quarta frazione di gioco si rivela subito difficile per la squadra di coach Polidori, che raggiunge il bonus di falli e permette ai castellani di andare spesso in lunetta. La squadra di coach Marotta mette a segno l’operazione sorpasso con due tiri liberi di Moscianese (65-66). Ultimi minuti al cardiopalma con un batti e ribatti e Sora che sembra chiudere la contesa grazie alle triple di Serra e Fiorini. Ma, gli ospiti con Ciarelli, che realizza due triple consecutive porta Marino al pareggio (74-74). La palla passa al Sora, che a 2’’ dalla fine piazza una tripla con Myers sotto gli occhi del papà Carlton. Gara conclusa? Neanche per sogno, Marotta chiede il time-out e spera in un miracolo, che arriva dalle mani di Spizzichini S. che riceve palla e conclude insaccando il canestro che vale il supplementare 77-77. Comincia il supplementare con le squadre affaticate e poco lucide visto quanto speso fino a quel momento. Marino si porta in vantaggio con Moscianese e Spizzichini (79-81). Gli uomini di Polidori non stanno a guardare e reagiscono con carattere ribaltando il risultato con un super Mariani e Serra e si portano a 30’’ dalla fine sul 86 a 82. A questo punto succede veramente di tutto, perché dopo il canestro di Cara (86-84) Marino sbaglia addirittura 4 liberi, mentre Sora non riesce neanche ad arrivare al tiro. Un’ingenuità di Fiorini però porta al match al secondo supplementare, con l’ex Alatri che a tempo scaduto commette fallo su un Moscianese glaciale dalla lunetta dopo il doppio errore di qualche secondo prima (86-86).

Emozioni e capovolgimenti di fronti per questa maratona, con il secondo supplementare aperto dal 5-0 di parziale propiziato da Serra e Johnson, a segno con la tripla del 91-86. Marino però risponde con Vitale, altra partita ampiamente sopra la sufficienza, e con Ciaralli, mentre é di Moscianese il gioco da 3 punti del sorpasso (93-94). Tensione ormai altissima su ogni possesso, con un grande Lucidi che spinge nuovamente in vantaggio Marino, sul +2 (97-99) ad una manciata di secondi dalla fine. In questo caso però é Serra a piazzare il canestro della parità, mandando il match addirittura al terzo supplementare (99-99). Nel terzo overtime il Sora, oramai esausto, lascia ad un Marino molto più lucido il timone della gara, complice anche le rotazioni più lunghe a disposizione di Marotta. Gli ospiti gestiscono il vantaggio fino alla fine con Lucidi e Spizzichini S. fino alla scoccare dell’ultimo e sospirato secondo. Quindi il Sora incassa la seconda sconfitta consecutiva, con un Polidori che a fine gara si dimostra rammaricato: “Difficile commentare una maratona di basket perché in effetti la partita con Marino tale è stata. Purtroppo per noi abbiamo tagliato il traguardo per secondi e quindi ci ritroviamo senza punti in classifica. Che dire, un bravi ai ragazzi castellani e allo staff tecnico che ci hanno sempre creduto, noi invece siamo stati soprattutto ingenui perché questa partita l’abbiamo vinta tre volte e persa quattro. Cerchiamo di prendere le cose buone che la gara ci ha fatto vedere come i primi 15 minuti che sono stati i migliori della stagione e da questo dobbiamo ripartire. Non dobbiamo fare drammi per una sconfitta scaturita dopo 3 interminabile over time ma provare a costruire qualcosa di più solido e concreto. Il campionato non è finito ieri sera ma continua dobbiamo trovare in noi stessi le energie mentali per fare ciò che sicuramente siamo in grado di fare. Infine due dovute parole sugli arbitri che secondo il mio modesto parere sono stati in assoluto i migliori in campo. Domenica andremo a Scauri dove non avremo nulla da perdere sono certo che in campo si vedrà la determinazione giusta e la voglia di ben figurare davanti alla migliore formazione del campionato” Expert Lucarelli N.B. Sora 2000 106 – Pallacanestro Marino 115 (dts) Parziali: 24-13 / 19-17 / 15-22 / 19-25 / 9-9 / 13-13 / 7-16

Expert Lucarelli N.B. Sora 2000: Caldarozzi 0, Myers 17, Mariani 27, Serra 13, Chiari n.e., Fiorini 24, Savo Sardaro 4, Sperduti n.e., Iannarilli 0, Johnson 21; Coach: Polidori Pallacanestro Marino: Lucidi 24, Celesti 2, Cara 19, Vitale 8, Ciaralli 22, Moscianese 18, Spizzichini S. 16, Giovannangelo 0, Spizzichini B. 6, Trifan n.e.; Coach: Marotta