Basket: La Virtus Cassino beffata sul filo di lana da Eurobasket

15 dicembre 2014 0 Di redazionecassino1

La beffa corre sul filo di lana, sulla linea del traguardo ancora una volta , per l’ennesima volta , e adesso sono quattro le circostanze che hanno visto la BPC Virtus Cassino superata in volata dagli avversari di turno. E stavolta la rasoiata che uccide è arrivata dalle mani di un super Righetti (super partita la sua con 21 punti all’attivo , 11 rimbalzi e 50% dalla linea dei 3 punti e dal campo per un 27 finale di valutazione) che a soli 3 secondi dalla fine gela le speranze di Sgobba e compagni. Ancora una volta dunque una buona BPC Virtus Cassino nell’arrivo in volata viene bruciata sulla linea del traguardo. Questo è un punto su cui dovranno lavorare sia lo staff tecnico che i giocatori, perché ancora una volta la squadra rossoblù si butta via sul più bello.
Ma il cronista deve sottolineare anche che il pubblico che ha assistito alla gara nella splendida cornice del Palasport di Atina, ha potuto ammirare un buon match giocato sul filo del rasoio ed in particolar modo negli ultimi due minuti di gioco . Infatti la gara è stata equilibrata e combattuta, con Cassino che sempre provato a scappare via arrivando fino ad un massimo di 9 lunghezze di vantaggio , ma sempre i romani di Bonora sono riusciti a rintuzzare gli allunghi cassinati , fino ad arrivare al finale thriller che da solo vale tutta la gara.
Perché proprio da lì si deve partire per raccontare l’evento sportivo.
La parità sul 60-60 a 2’47” dalla sirena finale arriva allorquando Casale impatta dall’arco dei tre punti il punteggio sul tabellone e dà vita ad un miniovertime tutto da vivere.
Sgobba (super partita anche la sua sull’altro fronte , con 22 punti all’attivo , 3 rimbalzi e 33 % dalla linea dei 3 punti e 60% dal campo per un 18 di valutazione) tiene avanti Cassino , 62-60 , ma al cassinate risponde il giovanissimo ciociaro Alviti, con la prima di due bombe consecutive che consente il sorpasso ad Eurobasket prima che ancora Sgobba da tre punti ricambi il favore: 67-65 e siamo a soli 1’18” dalla sirena lunga .
Per un lungo interminabile minuto non segna nessuno dei contendenti , anche perché Cassino sciupa due possessi grazie ad errori puerili in attacco . Trionfo si rende protagonista in negativo dapprima con un fallo gratuito in attacco e poi con una infrazione di passi che lascia di stucco i più. Allora ci pensa ancora Alviti, il diciottenne di Alatri, che trova la bomba del sorpasso a 20” dalla fine (67-68). Sembra fatta per l’Eurobasket ma Valentino non ne vuole sapere . In entrata , mettendosi in proprio dal palleggio, trova il canestro del sorpasso , 69-68. Ma mancano solo o meglio ancora 13” alla fine, Cassino ed i suoi tifosi esultano ma non è ancora in porto la vittoria e non lo sarà.
Time out Eurobasket e la soluzione può essere una sola: palla a Righetti. Ed ancora una volta il blasonato atleta capitolino , ben marcato stavolta da Ausiello , in sospensione cadendo all’indietro segna il canestro della vittoria a soli 3 secondi dal termine , 69-70. Time out Cassino , la tensione si taglia con il coltello . Cassino prova l’ultimo controsorpasso ma la preghiera di Colonnelli sulla sirena è stoppata da un combattivo Romeo. L’Eurobasket esulta per il secondo connsecutivo colpo di coda nel finale dopo quello con la Stella Azzurra della settimana scorsa, grazie al duo Casale – Righetti ed all’intraprendenza dei giovani in maglia blu.
I cassinati sono costretti ancora una volta a riporre le pive nel sacco , a mangiarsi le mani e a recriminare sulla inevitabile “assenza” di Castelluccia, reduce da infortunio, che con 0 su 5 da tre in undici minuti non ha potuto dare il solito apporto ai suoi colori e ad Ingrosso ( a proposito auguri a lui di pronta guarigione, ndr), mentre i romani hanno trovato mille risorse dalla linea verde: il già citato baby Alviti (8 punti in 12′) ed il bravissimo Reali ( under del ’95).
Questo il commento di Damiano Pilot, assistente di Bonora al termine della gara così come riportato dall’ufficio stampa di Virtus Eurobasket Roma “Avevamo iniziato bene, poi gli infortuni di Staffieri e Fanti ci hanno condizionato, specialmente dal punto di vista psicologico e questo dà forse ancora più significato alla nostra vittoria perchè ce la siamo giocata al 110%. I ragazzi hanno lottato dal primo all’ultimo minuto, gli under hanno attinto dall’esperienza dei senior con punti pesantissimi, tutti erano motivatissimi e siamo felici perchè per tornare a vincere in trasferta avevamo bisogno probabilmente proprio di una partita così. Le nostre fatiche sono state ripagate”.
Duro invece il commento del DT Leonardo Manzari della BPC Virtus Cassino “Abbiamo ancora una volta pagato dazio nell’ultimo minuto . Non può essere solo sfortuna , è stata invece una concatenazione di eventi non opportunamente valutati dai nostri atleti e gestiti direi in modo pessimo da atleti esperti anche in modo superficiale e sconsiderato. Sono come al solito incomprensibilmente attonito di fronte a scelte ripeto puramente tattiche individuali che vanificano gli sforzi collettivi proprio sul più bello. E’ assolutamente certo che si debba lavorare su questi aspetti , i nostri sono come quel tennista che sistematicamente fallisce il match ball . Il cosiddetto braccino del tennista. E questo capita sempre, purtroppo, con una ripetitività sconcertante”.
Ottima la direzione arbitrale e buona cornice di pubblico in una bella serata di basket che lascia i padroni di casa alla vigilia del match con la LUISS ( quoque tu) con l’amaro in bocca e la consapevolezza dell’incompiuta …. ancora una volta !

BPC Virtus Cassino 69 – Eurobasket Roma 70
Parziali: 17-14, 34-28, 50-48
BPC Virtus Cassino: Colonnelli 17, Sgobba 22, Valentino 6, Vergara, Fowler, Salzillo, Trionfo 14, Castelluccia, Ausiello 10, Di Mambro. All Vettese
Eurobasket Roma: Casale 16, Fanti, Righetti 21, Gori 4, Staffieri, Alviti 8, Reali 9, Romeo 12, Salari, Troiani. All Bonora