Bloccati con merce contraffatta in A1 a San Vittore, denunciate 2 persone

2 dicembre 2014 0 Di admin

Nelle prime ore della mattinata odierna, nel corso dei servizi di vigilanza svolti sul tratto frusinate dell’A1, il personale della Sottosezione di Cassino ha intimato l’alt ad una Opel Astra che percorreva la carreggiata nord dell’autostrada nel tratto compreso tra S. Vittore e Cassino. Dopo aver fermato il veicolo in condizioni di sicurezza all’interno di una piazzola di sosta, gli agenti hanno effettuato il controllo dei documenti di circolazione dell’autovettura e quelli personali dei due occupanti, entrambi di nazionalità senegalese. All’esito della prima verifica, gli uomini della Sottosezione hanno poi rivolto la loro attenzione al veicolo, all’interno del quale hanno rinvenuto alcune grosse buste in plastica stracolme di abiti recanti marchi di notissime griffes italiane e straniere apparentemente contraffatte. I due cittadini extracomunitari, di 36 e 38 anni, risultavano sprovvisti della prescritta documentazione fiscale che attestasse la provenienza lecita dei 200 capi di abbigliamento che, pertanto, venivano sottoposti a sequestro; la merce, rivenduta nell’ambito del mercato illegale, avrebbe fruttato una somma complessiva di circa 10.000 euro. Dopo gli ulteriori accertamenti ed i rilievi fotodattiloscopici, i due soggetti sono stati denunciati in stato di libertà per i reati di ricettazione e introduzione e commercio nello Stato di prodotti con segni falsi. Poco più tardi, nel corso di un ulteriore controllo effettuato da un altro equipaggio della Sottosezione, il conducente di un camper che viaggiava sull’A1 nei pressi dello svincolo di S. Vittore in direzione Napoli, bloccava improvvisamente il veicolo e si dileguava nelle campagne adiacenti, facendo perdere le proprie tracce nonostante l’immediata perlustrazione dell’area eseguita anche con l’ausilio di altro personale. All’esito dei primi riscontri, si è accertato che il camper era stato rubato nella decorsa notte a Roma e, pertanto, veniva restituito al legittimo proprietario che ancora ignorava l’avvenuto furto del veicolo. Denunciato, infine, un 24enne di origine serba fermato nei pressi dello svincolo A1 di Cassino mentre era alla guida di una Fiat Brava senza aver conseguito la prescritta patente di guida. Il veicolo è stato, inoltre, sottoposto a sequestro in quanto risultava privo della relativa copertura assicurativa.