Campagna informativa dello sportello antiusura nelle scuole di Cassino

18 dicembre 2014 0 Di admin

“La prevenzione è senza ombra di dubbio uno strumento validissimo per limitare e contrastare fenomeni come l’usura ed il sovraindebitamento.” Con queste parole il sindaco, Giuseppe Golini Petrarcone, ha aperto il suo intervento in occasione del primo appuntamento, che si è tenuto nella mattinata presso l’ITCG Medaglia d’Oro di Cassino ed a cui ha preso parte anche il vicepresidente del Consiglio Comunale Maria Iannone, della campagna di informazione che gli operatori dello sportello Antiusura del Comune di Cassino stanno conducendo all’interno degli istituti superiori della città. “Voi sapete che purtroppo oggi fenomeni di questo tipo – ha continuato il sindaco – sono sempre più diffusi all’interno della nostra società a causa del momento economico non di certo favorevole che il nostro territorio sta attraversando, ma anche a causa di quelle che possiamo definire ludopatie. Non solo imprese, quindi, ma anche persone e famiglie si trovano ad affrontare enormi difficoltà legate al sovraindebitamento ed all’usura, spesso sole senza avere qualcuno che possa offrire loro sostegno. Proprio partendo da questo presupposto il Comune di Cassino ha voluto instituire lo sportello antiusura, il cui coordinatore è Bruno Vacca, mediante un progetto, la cui responsabile è Luisa Grossi, con l’obiettivo di fornire assistenza alle famiglie ed alle imprese del territorio vittime di questi fenomeni. Uno strumento che funge innanzitutto da punto di ascolto e che svolge un’opera di prevenzione così come gli operatori dello sportello, Marco Mattei ed Alessandro Cervelli che ringrazio per l’opera che portano avanti quotidianamente, vi illustreranno. Quello che mi preme evidenziare, inoltre, sono alcuni numeri che meglio fanno capire l’importanza dello sportello antiusura. Da maggio ad oggi 10 sono stati gli interventi per sovraindebitamento di famiglie, 9 per prevenzione antiusura e 2 per la riabilitazione di imprenditori usurati, con ben 9 denunce di usura ed estorsione, per un totale di oltre 30 casi. Casi che non arrivano soltanto dalla città di Cassino, ma dal suo comprensorio, dal frusinate, ivi compreso il capoluogo di provincia e dalla valle di Comino. Siamo consapevoli che quanto emerge è solo la punta dell’iceberg. Molte sono, infatti, ancora oggi le persone che non denunciano questi fenomeni e tanti e diversi sono i casi, diffusi sul territorio, che ancora restano nel sommerso. Tuttavia l’attività dello sportello dalla sua apertura ad oggi è la dimostrazione di quanto opportuno sia stato credere in un progetto di assoluto valore e di grande sostegno alle persone in difficoltà.” Nel corso dell’appuntamento, inoltre, due attori del CUT di Cassino, Massimo Nese ed Annalisa Bertucci hanno interpretato due brani teatrali (tratti sa “O’Nteresse” di Salvatore di Giacomo e dal “Mercante di Venezia” di Sheakespeare) che affrontano proprio il tema dell’usura. “Nel fare i complimenti a questi due bravissimi attori – ha concluso il sindaco – voglio ribadire che l’impegno dell’Amministrazione è quello con l’ausilio del personale dello sportello, di arrivare a siglare dei protocolli di intesa con i sindaci dei comuni limitrofi nella ferma convinzione che la creazione della rete istituzionale sia la vera tutela per i cittadini e per le imprese contro questi fenomeni.” Il prossimo appuntamento della campagna di prevenzione dello sportello Antiusura del Comune di Cassino avrà luogo sabato 20 dicembre presso l’Istituto per Geometri della Folcara.