Giorno: 2 gennaio 2015

2 gennaio 2015 0

Pullman in fiamme sull’A14 nella galleria Novilara, chiuso il tratto tra Pesaro e Fano

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Autostrade per l’Italia comunica che sulla A14 Bologna – Taranto è stato chiuso alle ore 17:45 il tratto tra Pesaro e Fano in direzione di Ancona, a causa di un pullman che ha preso fuoco all’interno della galleria “Novilara” all’altezza del km 164. Non si registrano conseguenza alle persone che sono riuscite ad allontanarsi dal luogo dell’evento, dove sono intervenute le pattuglie della Polizia Stradale, i Vigili del Fuoco, i soccorsi sanitari e meccanici, oltre al personale della Direzione 7° Tronco di Pescara; il traffico attualmente è bloccato e si registrano 3 Km di coda verso Ancona. Autostrade per l’Italia consiglia agli utenti provenienti da Bologna e diretti verso Ancona, dopo l’uscita obbligatoria a Pesaro di percorrere la Strada Statale 16 Adriatica e rientrare in autostrada a Fano. Costanti aggiornamenti sulla situazione della viabilità e sui percorsi alternativi sono diramati tramite: i notiziari “my way” in onda sul canale 501 di SKY Meteo24; su RTL 102.5; su Isoradio 103.3 FM; attraverso i pannelli a messaggio variabile e sul network TV Infomoving in Area di Servizio. Per ulteriori informazioni si consiglia di chiamare il Call Center Autostrade al numero 840.04.21.21.

2 gennaio 2015 0

Traffico delle vacanze, Anas: “La neve non ha scoraggiato le partenze di fine anno”

Di admin

Traffico intenso ma distribuito in più giornate in questa prima parte delle vacanze natalizie e di fine anno, sia lungo le principali direttrici da Nord a Sud, che intorno ai grandi centri urbani. I primi dati raccolti dai sensori dell’Anas mostrano un lieve aumento (+2,5%) del traffico complessivo rispetto allo stesso periodo del 2013, lungo l’intera rete stradale e autostradale di competenza (25 mila chilometri), nel periodo compreso tra venerdì 19 dicembre 2014 e giovedì 1° gennaio 2015. In particolare, le due arterie più trafficate sono state il Grande Raccordo Anulare di Roma, con oltre due milioni di transiti, e l’autostrada Roma-aeroporto di Fiumicino, con quasi un milione di veicoli in movimento. Nei tratti maggiormente colpiti dal maltempo, invece, sono stati registrati, in Lombardia, oltre 900 mila veicoli sulla strada statale 36 “del Lago di Como e dello Spluga”; lungo l’autostrada “Salerno-Reggio Calabria” circa 700 mila transiti; in Sicilia sull’autostrada A19 “Palermo-Catania” sono transitati oltre 500 mila veicoli e, in vari tratti della strada statale 16 “Adriatica”, sono transitati quasi 500 mila veicoli in Puglia e oltre 200 mila in Abruzzo. Inoltre, nei 14 giorni sono transitati oltre 600 mila veicoli sulla SS1 “Aurelia” nel Lazio; oltre 560 mila veicoli sulla E45 in Umbria; oltre 520 mila veicoli in Puglia sulla SS101 “Salentina”; 500 mila veicoli sulla SS80 “del Gran Sasso” in Abruzzo; oltre 450 mila veicoli in Campania sulla SS7bis ad Avellino; oltre 380 mila veicoli sul raccordo autostradale Sistiana-Cattinara, in Friuli Venezia Giulia, e oltre 280 mila veicoli sulla SS51, in veneto al confine di Stato e, infine, in Piemonte sono stati registrati oltre 200 mila passaggi sulla SS26 “della Valle d’Aosta” al confine con la Francia. Le giornate nelle quali sono stati registrati i maggiori volumi di traffico sono state venerdì 19 dicembre e martedì 23 dicembre. Ad esempio, sulla SS36 in provincia di Lecco, proprio il 19 dicembre è stato registrato il picco di traffico, con oltre 83 mila veicoli in un solo giorno e un incremento del +20% rispetto alla media del periodo, così come sull’autostrada A3, sempre il 19 dicembre, sono transitati nell’area salernitana oltre 62 mila veicoli in un solo giorno (+30% rispetto alla media). La circolazione è stata intensa ma regolare. Si sono verificati rallentamenti e, in alcuni casi, disagi a causa del maltempo solo nelle ultime due giornate dell’anno appena concluso, soprattutto al Centro-Sud, dove le precipitazioni nevose hanno superato notevolmente le medie stagionali, anche a basse quote. Complessivamente, su tutta la rete, l’Anas ha mobilitato oltre 2300 persone e 1300 mezzi spazzaneve e spargisale. Le regioni più colpite dal maltempo sono state Abruzzo, Molise, Marche, Puglia, Sicilia, Basilicata, Calabria, Sardegna e parzialmente la Campania e il Lazio. In queste regioni l’Anas ha impiegato circa 1500 persone e 800 mezzi per le operazioni di sgombro neve e salatura del piano viabile. In particolare, l’emergenza neve che dal pomeriggio del 30 dicembre 2014 ha interessato la regione Sicilia, fino alla notte scorsa, ha interessato circa 2000 km tra strade statali e autostrade in gestione diretta. L’Anas ha impegnato sull’isola circa 250 uomini con circa ottanta mezzi spazzaneve e spargisale. Nonostante l’ordinanza relativa al transito con le catene o pneumatici da neve in vigore dallo scorso 15 novembre 2014 e l’intenso lavoro svolto di concerto con le Forze dell’Ordine, la quasi totalità di autovetture e i mezzi pesanti che hanno subito problemi erano prive dei dispositivi richiesti, ostacolando e in alcuni casi bloccando la circolazione degli altri veicoli e rallentando l’attività degli operatori addetti allo sgombero della neve. Anche in Sardegna nella giornata del 31 dicembre si sono registrati disagi a causa della neve e di alcuni incidenti che hanno determinato blocchi della circolazione. In Puglia i mezzi Anas in alcuni casi sono intervenuti anche sulla rete stradale non in gestione, per ripristinare la viabilità. In Abruzzo è stata riaperta al transito la strada statale 5 “Tiburtina Valeria” tra Collarmele e Castel di Ieri, in provincia di L’Aquila. L’Anas raccomanda agli automobilisti prudenza nella guida e ricorda l’obbligo di catene o pneumatici da neve. L`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione `VAI Anas Plus`, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Gli utenti hanno poi a disposizione la web tv www.stradeanas.tv e il numero 841-148 ‘Pronto Anas’ per informazioni sull’intera rete Anas.

2 gennaio 2015 0

Ospiti d’eccezione al Museo della Città di Aquino

Di admin

Ospiti d’eccezione hanno fatto visita il 30 dicembre al Museo della Città di Aquino.  Il Prefetto di Frosinone Emilia Zarrilli, il Presidente della Provincia di Frosinone, Avv. Antonio Pompeo, il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Giuseppe Tuccio e il maresciallo dei carabinieri della stazione di Aquino, dott. Sergio Parrillo accompagnati dal Sindaco di aquino, dott. Libero Mazzaroppi, hanno visitato, nella serata del 30 dicembre u.s., le rinnovate sale del Museo della Città di Aquino. Il Prefetto Zarrilli, già in occasione della sua visita in concomitanza con il Palio di Aquino, svoltosi nel mese di settembre 2014, aveva manifestato la volontà di visitare il Museo. Ad accompagnare gli ospiti è stato il direttore del Museo, dott. Marco Germani, che ha illustrato ai visitatori la storia della antica città di Aquinum, ripercorrendone le fasi salienti attraverso le testimonianze materiali esposte nel Museo. Particolarmente colpiti dalla straordinaria bellezza del sarcofago delle quadrighe, i visitatori hanno manifestato grandi apprezzamenti per il rinnovato allestimento museali scandito, oltre che da cartellini didattici chiari ed esaustivi, anche dalla policromia delle superfici verticali che distinguono i diversi percorsi di visita. Prima di lasciare il Museo alla volta della chiesa di S. Maria della Libera di Aquino, dove alle ore 18.00 mons. Gerardo Antonazzo, Vescovo di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo ha presieduto la “Liturgia della Parola”  con il canto del “Te Deum”, i visitatori si sono soffermati ancora una volta sulla grande vetrina del nuovo allestimento del Museo di Aquino in cui è stata esposta una zanna e parte della mascella di un Elephas Antiquus. Sua ecc.za Emilia Zarrilli, piacevolmente colpita dalla storia di Aquino e dalla ricchezza del suo patrimonio archeologico e storico-artistico, ha espresso la volontà di tornare per approfondire la conoscenza della città di S. Tommaso e delle sue bellezze. Nel 2014 il Museo di Aquino ha ospitato molti personaggi illustri, esponenti del mondo ecclesiastico, universitario e politico di fama nazionale ed internazionale. Nel mese di marzo scorso a far visita al Museo di Aquino era giunto il Cardinale Giovanni Battista Re, seguito dal Rettore dell’Università di Friburgo, prof. Dr. Guido Vergauwen e dal Vescovo di Sora Mons. Gerardo Antonazzo. Infine, in occasione della presentazione del nuovo allestimento del Museo di Aquino nel mese di ottobre u.s., era giunto direttamente dalla Grecia il notissimo studioso di fama internazionale prof. Vassilis Aravantinos, attuale Soprintendente Emerito della regione Beozia in Grecia. Il 2014 del Museo di Aquino si è chiuso con un bilancio più che positivo e nella serata del 28 dicembre scorso è stato festeggiato con un’apertura straordinaria e gratuita che al termine di una visita guidata ha previsto un concerto del St. Thomas Choir di Aquino ed un brindisi con i numerosi ospiti presenti.

2 gennaio 2015 0

Il 5 e 6 gennaio a Cassino due giorni dedicati alla tradizione della befana e della pasquetta epifania

Di admin

“Lunedì e Martedì sono due giornate dedicate alla tradizione di Cassino ed ai più piccoli.” A dichiararlo è stato l’assessore alla cultura del Comune di Cassino, Danilo Grossi, nel corso della conferenza stampa di presentazione della quinta edizione della Befana in Motocicletta. “Voglio ringraziare – ha sottolineato Grossi – il presidente del comitato San Giovanni – Restagno che anche quest’anno si è impegnato per realizzate un’iniziativa che ormai è attesa da tutti i bambini della città. La quinta edizione della Befana in Motocicletta avrà inizio nel pomeriggio di martedì 6 gennaio con appuntamento in via Abbruzzi per poi spostarsi tutti insieme a Piazza Labriola da dove la befana inizierà un vero e proprio tour per le strade e le piazze della città, coinvolgendo tutti i cittadini in questa bellissima iniziativa. Dopo una sosta a Piazza Nicholas Green la Befana arriverà in Piazza San Giovanni prima di giungere in Piazza Restagno dove ci sarà la distribuzione dei giocattoli ai bambini. Insomma un pomeriggio dedicato ai più piccoli nella giornata che rappresenta la chiusura delle festività natalizie. Il tutto dopo una nottata all’insegna della vera tradizione cassinate con la Pasquetta Epifania che per la prima volta parità da Montecassino, per poi passare a Piazza Garibaldi, prima della consueta sosta in Piazza Diaz davanti alla Banca Popolare del Cassinate. Dopo di che, come da tradizione, la Pasquetta Epifania, partendo dal quartiere Colosseo, porterà per l’intera notte i propri canti per le vie della città.”

2 gennaio 2015 0

Rocca D’Evandro resta capolista, ma Tibia e Peroni non molla

Di redazionecassino1

Fermi i gironi ‘A B e D’ si è giocato solo il turno del girone a tredici squadre, il girone ‘C’. Approfittando del turno di riposo della capolista Rocca d’Evandro, la sua diretta inseguitrice Tibia e Peroni (nella foto) conquista i tre punti con una vittoria per 0 a 2 sul campo del S. Ambrogio City. Ora la formazione ospite è a due lunghezze dalla capolista a quota 32. Non sfrutta il momento favorevole l‘ altra formazione, Pietravairano, che si lascia fermare dal pareggio, 1 a 1, ad opera del Caffè Centrale e consente all’Atletico Marzano Appio, che supera 8 a 1, il fanalino Pignataro e si porta a quota 27 punti in classifica, raggiungendo proprio la formazione campana. Sconfitta casalinga per Drink Team Lord, 0 a 1, ad opera di Guaranà Caffè, mentre torna alla vittoria Cervaro, 1 a 0, opposto alla Cooperativa Arca. Pareggio a reti inviolate fra Collecedro e Atletic Mignano.

2 gennaio 2015 0

Paolo Masi confermato alla presidenza del collegio degli Infermieri di Frosinone

Di admin

Si sono svolte in questi giorni le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo e dei Revisori dei Conti del Collegio Ipasvi di Frosinone. Le operazioni di voto si sono concluse con i seguenti risultati finali: 486 votanti, che hanno espresso le loro preferenze a stragrande maggioranza per la sostanziale riconferma dei rappresentanti uscenti. Ecco il nuovo consiglio direttivo. Presidente: Paolo Masi. Vice presidente: Gennaro Scialò. Segretario: Bevilacqua Riccardo. Tesoriere: Ceccarelli Tiziana. Consiglieri: Tiberia Carmine, Cianfrocca Donatella, MacaleLoreana, Balsamo Enrico, Caira Rita, Cristini Vittorio, Di Sarra Luca, Marcelli Edoardo, Piscopo Rosaria, Palombi Maurizio, Petrucci Giovanni.

Revisori dei conti. Presidente: Cristini Angelo. Effettivi: Angelini Annunziatina, Speranzini Francesco. Supplente: Tolla Monica.

Il Presidente Paolo Masi, riconfermato nella carica già ricoperta nel precedente mandato, ha manifestato la profonda gratitudine verso i partecipanti al voto ed esprime sincero compiacimento per il successo conseguito.

“Sono rappresentate, nel Consiglio Direttivo e nel Collegio dei Revisori, tutte le realtà territoriali della nostra provincia. Sono presenti figure professionali di altissima competenza ed esperienza professionale. Si tratta di colleghi di grande esperienza in tutti i campi della nostra professione, che avranno modo di continuare a contribuire alla costante crescita del nostro ordine professionale. In una parola le elezioni hanno decretato il successo di tutti coloro che credono e lavorano per la nostra categoria professionale e sono la giusta gratificazione ad un “modus operandi”, caratterizzato dall’orgoglio di rendere un servizio agli Infermieri, per favorirne la crescita formativa e professionale, oltre che dalla consapevolezza della necessità di contribuire al miglioramento delle condizioni generali del mondo sanitario provinciale, ma soprattutto operativo inerenti le condizioni di lavoro in provincia di Frosinone. Vogliamo ringraziare tutte le colleghe e tutti i colleghi che, partecipando alle elezioni, hanno dato fiducia alla istituzione Ipasvi e al nuovo Direttivo, prescelto come rappresentante la professione nella nostra Provincia”, ha detto il presidente Masi.

Rispetto a tre anni fa la percentuale dei votanti è risultata inferiore, in linea col dato nazionale e comunque non peggiore di molte altre città, dove esistono Collegi composti da molte migliaia di iscritti. “Per chi conosce la nostra realtà, è chiaro che si è trattato di un altro sintomo della generale disaffezione che attraversa i lavoratori della sanità, e non solo: il fenomeno non riguarda certo soltanto le elezioni degli ordini professionali, ma anche, per confermare la sensazione con un concreto esempio, le rare riunioni sindacali che si svolgono sul luogo di lavoro: ad una di queste, svolta proprio in un presidio dove più alte sono, in questi mesi, le tensioni ed i conflitti, si sono ritrovati in cinque (e due erano i gestori dell’incontro stesso…) tutto ciò ci porta a riflettere come professione e come professionisti”, hanno concluso i membri del neo direttivo.

2 gennaio 2015 0

Un chilo di “coca” per… San Silvestro. Tremano i clienti “vip” di Latina

Di admin

Oltre un 1,1 chili di cocaina sono stati sequestrati dai carabinieri di Latina ad un 40enne pregiudicato del posto. Il sequestro e il consequenziale arresto è avvenuto durante un controllo la vigilia di capodanno. Lo spacciatore aveva fatto magazzino di cocaina destinata ai suoi clienti, tutti appartenenti alla Latina bene, per festeggiare la notte di San Silvestro. La droga era nascosta nel vano air bag dell’auto e, nel corso della perquisizione personale sono stati trovati altri 20 grammi di hashish e tre bilancini oltre a materiale utile per il confezionamento.