Beccati sull’A1 a Cassino con un inibitore di frequenze radio, topi d’auto beccati dalla Polstrada

Beccati sull’A1 a Cassino con un inibitore di frequenze radio, topi d’auto beccati dalla Polstrada

10 gennaio 2015 0 Di admin

Stavano viaggiando sull’autostrada Roma Napoli, in direzione nord, ben vestiti, con aria distinta, ma le loro facce non hanno convito gli agenti della polizia stradale della sottosezione di Cassino. I due napoletani, circa 50 anni, sono stati fermati nei pressi del casello di Cassino. Gli uomini del dirigente Giovanni Consoli diretti dall’ispettore Giovanni Cerilli, hanno intimato loro l’alt. Tutto sembrava regolare fino a quado uno degli agenti non ha notato uno strano dispositivo che i due sostenevano essere un banale telecomando per aprire il cancello di casa. Una spiegazione che non ha ingannato i poliziotti. Si trattava infatti di un inibitore di frequenze radio, uno strumento elettronico che impedisce alle chiusure elettriche delle auto di funzionare quando gli arriva il segnale del telecomando. Insomma, lo strumento a distanza di decine di metri, emette un segnale che blocca il funzionamento dei telecomandi con cui i proprietari delle auto credono di chiuderle ma in realtà restano aperta permettendo ai malviventi di far man bassa all’interno. Il miglior campo di utilizzo sono le aree di servizio proprio sull’autostrada. Lo strumento, quindi, è stato sequestrato e i due denunciati.

Ermanno Amedei