Giorno: 2 febbraio 2015

2 febbraio 2015 0

Basket: La Serapo battuta in casa, 51-67, da Borgo Don Bosco Roma

Di redazionecassino1
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Quarta sconfitta consecutiva, in questa terza giornata di ritorno del campionato di serie C/2, per la Serapo UnipolSai Gradone Assicurazioni, battuta fra le mura amiche del Palamarina dal Borgo Don Bosco Roma con il punteggio di 51-65. Sconfitta che relega la squadra biancoverde in piena zona play out in compagnia di un numero folto di squadre. Gara condizionata da un pessimo secondo quarto da parte dei ragazzi di Coach Macaro e dall’arbitraggio tutt’altro che casalingo della coppia arbitrale: non ci soffermeremo sulla sfortunata serata dei due fischietti, ma sul profilo tecnico –tattico dove sui cui ancora tanto da lavorare ad incominciare dalla fase offensiva dove i maggiori interpreti vanno ancora a fasi alterne, mentre un passo avanti è stato fatto dal punto di vista emotivo e di grinta. Da sottolineare la prova positiva, per l’impegno e per l’applicazione, dei due ragazzi Valente e Mannarelli.

Gara che inizia alla grande per la Serapo UnipolSai Gradone Assicurazioni che aggredisce la gara e mette in difficoltà la Borgo Don Bosco Roma: la difesa funziona a dovere e questo consente contropiedi rapidi, beneficiari dei quali sono Refini e Leccese. Il primo quarto si conclude con la squadra biancoverde avanti con il punteggio di 19-12 con la squadra ospite in difficoltà. il secondo quarto parte ancora in modo positivo per la squadra gaetana che arriva al suo massimo vantaggio della gara quando Refini, dopo quella di Marrocco, mette a segno la tripla del +11 ( 25-14). Ma a questo punto la luce in casa biancoverde si spegne completamente; ne approfitta Borgo Don Bosco che piazza un mortifero parziale di 21-0, con Grossi protagonista, che gli permette di arrivare al riposo lungo in vantaggio con il punteggio di 35-25. Il terzo quarto si apre con la Serapo Unipol Sai Gradone Assicurazioni che cerca di coinvolgere di più i lunghi che si danno da fare ma la loro azione non è continua ed in difesa si soffre la fisicità degli avversi ed in particolar modo di Meschini e Marotto; si arriva così agli ultimi 10’ con la squadra ospite avanti di 15 lunghezze ( 36-51). Ultimo quarto in cui la squadra biancoverde mette tutto quello che ha ma, oltre ad un avversario tignoso, deve fare i conti con la coppia arbitrale che fischia prima un fallo molto dubbio a Capitan Marrocco per poi completare l’opera fischiandogli un ridicolo fallo tecnico; fallo su cui arriva la tripla di Pallone che vanifica gli sforzi della squadra biancoverde a scendere sotto la doppia cifra di svantaggio. Capitan Marrocco esce per 5 falli ma i ragazzi continuano a giocare con orgoglio; una tripla di Di Manno riporta il divario sotto la doppia cifra di vantaggio (49-58); sulla rimessa Borgo Don Bosco impiega più di 8 secondi a superare la metà campo ma la coppia arbitrale non se ne accorge e sulla stessa azione l’ennesima tripla di Grossi mette termine alla gara.

Serapo UnipolSai Gradone Assicurazione – Borgo Don Bosco Roma 51-65 ( 19-12;25-35;36-51)

Serapo UnipolSai Assicurazioni: Mannarelli, Leccese 10, Macera ne, Vellucci 2, Valente, Refini 16, Nardella ne, Di Manno 5, Marrocco 6, Ferraiuolo 12. Coach: Macaro; Ass. Coach: Gizzi.

Borgo Don Bosco Roma: Aloisio, Groppi 12, Grossi 13, Chiucchi 2, Pallone 8, Marotto 7, Vinci 4, Meschini 16, Donati 3, Endrizzi.Coach: D’Alessio; Ass. Coach: Battisti

2 febbraio 2015 0

Cimitero di pneumatici nel Bosco Vandra, la denuncia del Sole Splende per Tutti

Di admin

Copertoni abbandonati nella vegetazione. Una discarica abusiva composta da numerosi pneumatici è stata scovata da Bruno della Corte, presidente dell’associazione Il Sole Splende per Tutti, nel bosco Vandra, l’area verde al centro di tre vie tra Cassino, San Vittore e Rocca D’Evandro. E’ soltanto l’ennesima denuncia di reati ambientali sul territorio Cassinate fatta da Bruno Della Corte che con grinta lancia l’iniziativa: “Realizziamo una giornata ecologica l’ultima domenica di Febbraio per dare amore a questo polmone verde e puliamolo non solo dagli pneaumatici trovati oggi ma anche dalle altre mini discarcihe disseminate qua e la nel bosco”.

Antonio Nardelli

2 febbraio 2015 0

Super bomba a Fontana Liri, l’ora “X” scatta il 15 marzo e riguarderà 6mila persone

Di admin

Un raggio di un chilometro ed 800 metri, sarà evacuato dalle seimila persone che vi abitano per permettere la rimozione in sicurezza della bomba da 500 libre ritrovata in località Muraglione – Fonte Cupa, nel territorio di Fontana Liri. Si chiama Artemide il piano prefettizio, che deve essere ancora perfezionato nei dettagli, con il quale verrà rimosso quell’ordigno sganciato 70 anni fa da una fortezza volante americana rimasto inesploso per tutto questo tempo. L’ora “X” scatterà all’alba del 15 marzo e fino ad allora dovrà essere perfezionato il piano di messa in sicurezza di persone e cose, nello specchio delimitato e che comprende, oltre a Fontana Liri, anche territori di Arpino e Monte san Giovanni Campano. L’operazione è stata stabilita per grandi linee, questa mattina in prefettura durante un tavolo tecnico presieduto dal Prefetto Emilia Zarrelli. Altri incontri si svolgeranno a breve per stabilire le modalità e gli orari di allontanamento della gente dalle loro case, il servizio che a domicilio, si occuperà del trasporto di infermi e disabili, del servizio anti sciacallaggio. In prefettura sarà istituita la camera di regia che sovrintenderà l’intera operazione in tutti i suoi aspetti, fino al brillamento dell’ordigno in un luogo sicuro. Er. Amedei http://www.ilpuntoamezzogiorno.it/wp-admin/media-upload.php?post_id=81611&type=image&TB_iframe=1

2 febbraio 2015 0

La minaccia terroristica “salva” il distaccamento di polizia Stradale di Cassino

Di admin

Il termine fissato al mese di Marzo per la chiusura o di accorpamento ad altro ufficio, del distaccamento di polizia di Cassino sembra destinato a slittare a data da destinarsi. A darne l’annuncio, questa mattina, è stato Francesco Paolo Russo, segretario regionale Lazio del sindacato di polizia Sap. Il sindacalista rivendicato questo risultato come il risultato dell’obiettivo raggiunto grazie alle iniziative sindacali, ha annunciato lo stop al piano di chiusura degli uffici di polizia ritenuti in esubero. “La notizia – dichiara Russo – c’è stata data a livello nazionale direttamente dal vice capo della polizia, Alessandro Marangoni, che abbiamo incontrato proprio per discutere della problematica del taglio dei presidi. In un momento in cui la criminalità è in aumento e il terrorismo internazionale torna a far paura, era impensabile chiudere gli uffici della Polizia postale che sono in prima nel contrasto ai reati informatici oppure sopprimere posti Polfer o Stradale, fondamentali per la sicurezza dei viaggiatori”. Il piano prevedeva, a dire il vero, non la chiusura del distaccamento cassinate, ma il suo accorpamento alla Sottosezione autostradale sempre a Cassino. Se confermata l’indiscrezione, quantomeno la data di chiusura del distaccamento cassinate sarebbe rinviata a data da destinarsi e questo, per l’innalzamento della guardia contro il terrorismo anche se nel cassinate, i problemi di siciurezza pubblica sono di altro genere. Ermanno Amedei

2 febbraio 2015 0

Allarme virus informatici, i consigli della polizia per difendersi da Cryptolocker

Di admin

La polizia postale fa sapere che sono in aumento le segnalazioni di messaggi di posta elettronica che contengono avvisi di rimborsi di fantomatiche spese online che l’utente non ha mai effettuato. Le email, scritte in un sedicente italiano, sono piuttosto dettagliate e contengono la lista degli oggetti acquistati e un invito ad aprire il file allegato per conoscere maggiori dettagli.

L’allegato però non è la lista della spesa ma il virus Cryptolocker. Il file ha estensione .cab, .zip e .scr e una volta che l’utente lo ha eseguito il programma maligno si installa nel pc e cripta i dati. L’utente quindi perde l’accesso ai suoi file e viene informato con una richiesta di pagamento tramite Bitcoin (la moneta virtuale che non è tracciabile) per decifrare i file che il virus ha criptato.

Anche se il virus dovesse essere subito rimosso, i file restano cifrati un un modo che al momento sembra inviolabile. La polizia fa notare che non si ha la certezza che effettuando il pagamento i dati vengano decriptati, quindi, il consiglio è sempre quello di non cedere al ricatto.

La prevenzione in sicurezza informatica è fondamentale, la polizia postale consiglia di effettuare sempre copie di backup periodicamente sua si dischi fissi che mobili e avere sempre un hard disk esterno dove salvare i dati più sensibili e utilizzare questo hard disk possibilmente su un computer che non abbia accesso ad internet. E’ buona regola avere sempre l’antivirus aggiornato e non aprire mai gli allegati di email di dubbia provenienza o con contenuti poco chiari.

Antonio Nardelli

2 febbraio 2015 0

Si ribalta con l’auto nel canale e rimane incastrata per 8 ore, paura a Cassino per una 20enne

Di admin

E’ finita con l’auto in un canale rimanendo incastrata nell’abitacolo per circa otto ore. E’ successo ieri sera ad una 20enne di Cassino. Erano molto preoccupati i genitori che, non vedendola rincasare dal pomeriggio hanno temuto il peggio dopo aver ricevuto una telefonata dalla figlia che è riuscita a dire giusto in tempo “Mamma ho fatto un incidente”, poi è caduta la linea.

Dopo diversi tentativi di ricontattarla telefonicamente i genitori decidono di rivolgersi alla polizia. Immediatamente dal commissariato partono le volanti dirette dal vice questore Cristina Rapetti che, sentendo anche le amiche della giovane, sapevano che si era diretta verso sud.

Lì l’hanno cercata ritrovandola solo in tarda serata incastrata nell’auto ribaltata in un canale nei pressi di Mignano Montelungo in provincia di Caserta. Fortunatamente grazie all’intervento dei poliziotti si è evitato il peggio.

Antonio Nardelli

2 febbraio 2015 0

Scuole chiuse per neve nei comuni montani del frusinate

Di admin

Scuole chiuse per neve, questa mattina a Fiuggi, San Donato Valcomino, Picinisco, Vico nel Lazio, Filettino, Piglio, Trevi nel Lazio e Viticuso. Alcuni centimetri di coltre bianca ha coperto questa notte la maggior parte dei comuni al di sopra degli 800 metri. La neve però si è vista anche a quote più basse senza creare, però, particolari disagi.

 

2 febbraio 2015 0

La nonna della Ciociaria compie 107 anni, è festa a Pignataro per nonna Marietta

Di admin

Con i suoi 107 anni è la nonna del Cassinate e della Ciociaria. Classe 1908, nonna Marietta, ne ha viste tante. E’ tra le dieci persone più longeve della regione Lazio. Antonia Maria d’Aguanno di Pignataro Interamna compie oggi 107 anni ponendosi al 188 posto nella classifica nazionale tra le persone più longeve. Una graduatoria che a lei non interessa particolarmente, attorniata com’è oggi a gestire l’affetto di 4 dei suoi cinque figli, 9 nipoti e un paio di dozzine tra pronipoti e loro figli. Una dicendenza assicurata anche se la seconda guerra Mondiale le ha strappato il marito, il bersagliere Bernardo Evangelista, e da allora si è occupata da sola della sua famiglia lavorando i campi fino a 96 anni. Oggi una grande festa la vede protagonista con una torta abbastanza capiente per contenere 107 candeline.

Er. Amedei

2 febbraio 2015 0

Brutta sconfitta della capolista Cassino Ovest Doc in casa del Coreno nel girone ‘B’

Di redazionecassino1

Diciottesima di campionato senza modifiche particolari in classifica del girone ‘A’ dove alla guida troviamo sempre Café Retrò Aquino, a quota 44 punti, che non ha difficoltà a superare, 3 a 0, Viticuso e mantenere nove lunghezze di vantaggio sulla seconda Professional Service. Proprio la formazione cassinate supera 3 a 0 i Corsari Colfelice. Al terzo posto tre le squadre a contendersi la posizione assoluta, tutte a quota 33 punti: Amatori Aquino, vittoriosa 1 a 2 sul terreno di Acquafondata; la Sangermanese Piedimonte che batte, 3 a 4 in un incontro avvincente e carico di reti, Amatori Colfelice e Cenceglie Sora che vince di misura, 0 a 1, il confronto esterno sul terreno di Isotopi Pontecorvo. Sette reti messe a segno anche nel match fra Tecnocasa Cassino e Terelle, finita in favore dei padroni di casa per 4 a 3. Un turno di campionato, quello del girone ‘A’ all’insegna delle marcature, ben ventiquattro. La novità viene, però, dal girone ‘B’ dove la capolista Cassino Ovest Doc, subisce una battuta d’arresto e deve arrendersi alla supremazia dei padroni di casa di Coreno per 3 a 1. Il passo falso della formazione di Losani, favorisce la Longobarda che conquista tre punti preziosi, portandosi a sole quattro lunghezze dalla capolista, dopo la vittoria ottenuta per 2 a 3 su Tredici Gradi Cassino. Non va oltre il pareggio, 0 a 0, Rinascita Monticelli nel confronto diretto con l’altra formazione di Pontecorvo, l’Atletico, e deve accontentarsi del terzo posto in classifica a quota 35 punti. Il pareggio a reti inviolate con il Collecedro, costringe la capolista Tibia e Peroni a dividere il primato con Rocca D’Evandro che non ha difficoltà ad imporra la sua supremazia, vincendo 0 a 3, sul terreno di Drink Team Lord. Il pareggio anche fra Sporting Pietravairano e Guaranà Cafè, 1 a 1, vittoria, 3 a 0, di Atleitco Marzano Appio contro S. Ambrogio City e goleada, 6 a 0, della Cooperativa Arca al fanalino Amatori Pignataro completano il quadro del girone ‘C’. Tre le formazioni che si contendono il primato in classifica, divise da pochi punti l’una dall’altra, nel girone ‘D’. Yammo.it, a quota 45, non ha difficoltà ad imporsi sul campo del fanalino S. Andrea per 7 a 0. Vairano Scalo batte 2 a 0 F.lli Bruno, mentre La Ferrara conquista un solo punto pareggiando, 1 a 1, nel confronto con New Team. Angolo Divino si impone perentoriamente, 4 a 1 nel match che lo vedeva opposto allo Sporting Pignataro. Pareggio, 1 a 1, fra Niemoslive e Cerreto e fra United Castelforte (nella foto) e Caffè del Corso. F. Pensabene