Giorno: 8 febbraio 2015

8 febbraio 2015 0

Il vento spazza Cassino e… i sacchetti della plastica

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Come ampiamente annunciato un forte vento sta spazzando il centro Italia. Temperature in picchiata anche in ciociaria ma è la violenzadel vento che impressiona. Nel cassinate la conseguenza é sta vedere i sacchetti della differenziata che la gente ha lasciato vicino ai portoni in attesa del passaggio degli operatori, rotolare per le strade come cespugli nel far west. Domani si sarebbe dovuta raccogliere la plastica. Forse sarebbe il caso di pensare ai contenitori.

Er. Amedei

8 febbraio 2015 0

Il 30 e 31 maggio il 37esimo rally di Pico

Di admin

Il 37^ rally di Pico si delinea sempre più. La competizione organizzata dal comune di Pico, (titolare di licenza sportiva donatagli negli anni passati dal comandante Paolo Pompei, ideatore della manifestazione motoristica), con il supporto di un nuovo comitato organizzatore presieduto da Adriano Abatecola si svolgerà per la prima volta nella sua storia il prossimo il 30 e 31 maggio 2015 e sarà il secondo appuntamento del Trofeo Rally Nazionale della 5^ Zona. Il programma di massima della corsa automobilistica più antica del Lazio e tra le più longeve d’Italia è in via di definizione, la certezza è che la particolare prova che prevede il passaggio in pieno centro cittadino è stata confermata, mentre, per conoscere tutti i dettagli bisognerà ancora attendere qualche mese. Pico 2015, con start subito fuori dal centro cittadino, interesserà diversi centri vicini. Il rally di Pico si riappropria sempre più dei suoi territori e lo fa in mezzo alla sua gente, che da sempre ne condivide in pieno l’identità ciociara. Il rally è di tutti, è un patrimonio dell’intera comunità di Pico, ma lo è soprattutto dell’intera Ciociaria. I primi cittadini dei comuni che saranno attraversati dalla competizione, hanno offerto unanimemente collaborazione alla gara sinonimo di prestigio per la longeva ed importante storia. Partenza da Piazza Mercato, nella serata di sabato 30 maggio. Dopo lo start si entrerà subito nel clima agonistico, che riporteranno il fascino della notte al rally di Pico, quindi, le mai sopite emozioni di grandi sfide con l’ausilio dei fari supplementari sulle auto da gara, che affronteranno un tratto classico della gara picana. Sabato 31 maggio i passaggi sulle altre nove lunghe ed impegnative prove speciali per un totale di dieci tratti cronometrati, che culmineranno con l’arrivo delle auto in Piazza Ferrucci. In via di definizione le aree per Riordino e Parco Assistenza, che quasi sicuramente saranno ospitati, poco distante il quartier generale con Direzione gara e sala stampa. Nel 2014 andò così: 1) 2 Sulpizio-Pittiglio (Fiat Grande Punto S2000) in 52’20.4; 2) 6 Girardi-Esposito (Mitsubishi Evo IX R4) a 9.3; 3) 9 Tribuzio-Stracqualursi (Mitsubishi Evo IX N4) a 27.0; 4) 5 D’Alto-Liburdi (Peugeot 207 S2000) a 47.2; 5) 14 Carnevale-Colella (Clio S1600) a 52.2.

8 febbraio 2015 0

Perde il controllo dello scooter e si schianta contro un palo. Muore a Fondi 39enne originario del Marocco

Di admin

Perde il controllo dello scooter e si schianta contro un palo. Muore 39enne originario del Marocco Esce di strada con lo scooter e muore sbattendo contro un lampione. È accaduto oggi pomeriggio poco prima delle quattro in via Acquaviva a Fondi. La vittima è un 39enne originario del Marocco che da anni risiedeva e lavorava nel comune Pontino. La dinamica della tragedia è ancora al vaglio dei carabinieri, ma pare che l’uomo fosse alla guida del suo scooter quando ha perso il controllo del mezzo finendo per impattare contro un palo della pubblica illuminazione e fermando la sua corsa sul ciglio del canale che fiancheggia la strada.

8 febbraio 2015 0

Ciociaria terra di centenarie, una seconda donna in pochi giorni festeggia 107 anni

Di admin

Buona annata quelle del 1908, l’anno di nascita di Anna Magnani e delle due super centenarie ciociare. Oggi una seconda donna della provincia di Frosinone ha tagliato il traguardo delle 107 candeline. Non è elegante parlare dell’età di una donna, ma a Carolina Martini di Frosinone, certamente non dispiacerà se le facciamo i nostri migliori auguri. A distanza di pochi giorni registriamo lo stesso numero di anni compiuti da una donna ciociara dato che anche Antonia Maria D’Aguanno di Pignataro Interamna, Nonna Marietta, il 2 febbraio ha raggiunto lo stesso traguardo anticipando Nonna Carolina di qualche giorno, diventando la nonna di Ciociaria, cioè la più adulta della provincia. Oggi, però è il giorno di Nonna Carolina. Una giornata di gran festa che vedrà la figlia, i nipoti e i pronipoti, stringersi intorno ad ognuna di quelle candeline e alla loro madre, nonna, bisnonna. Per la cronaca, il maschietto più “adulto”, Angelantonio Pirolli, è di Sant’Elia e di anni ne ha appena 105. Er. Ame.

8 febbraio 2015 0

E’ nonna della ciociaria e non lo sa, presto riceverà la medaglia del Presidente della Repubblica

Di admin

E’ “nonna della Ciociaria”, ma non lo sa e la medaglia che la Presidenza della Repubblica le ha inviato tramite l’associazione culturale Art-Opera Deus Day , non le è stata consegnata per circostanze sfortunate. Antonia Maria D’Aguanno ha festeggiato il due febbraio i suoi 107 anni di età ed è la donna “più adulta” della provincia di Frosinone. A buon titolo è la nonna di Ciociaria alla quale la Presidenza della Repubblica, quando presidente, qualche mese fa, era Giorgio Napolitano, le aveva inviato una medaglia. Il 5 ottobre, il presidente dell’associazione Deus Day, Sebastiano Midolo, ha organizzato ad Arpino, l’ottava edizione della Festa del Nonno (e della nonna). In quella circostanza il nonno e la nonna più longevi della provincia di Frosinone avrebbero dovuto ricevere le medaglie inviate loro dal Presidente della Repubblica quale premio di rappresentanza del Capo dello Stato alla manifestazione. Dopo un lavoro certosino fatto dal Presidente Midolo e dai suoi collaboratori per individuare il “più anziano” e la “più anziana” di Ciociaria, sono stati proclamati “nonni della Provincia” Angelantonio Pirolli, classe 1909 di Sant’Elia Fiumerapido, 104 anni e 11 mesi (ad ottobre quando si è svolta la manifestazione) e nonna Marietta, classe 1908, a quella data, 106 anni e 8 mesi. Alla cerimonia di Arpino, però, ha partecipato quasi l’intera giunta comunale di Sant’Elia Fiumerapido, i parenti di nonno Angelantonio, ma nessun segnale dall’amministrazione di Pignataro, né dalla famiglia di nonna Marietta, quindi, con amarezza la medaglia, a nome della nonna di Ciociaria è rimasta in custodia al Presidente Midolo. Solo in questi giorni lo stesso Midolo, tramite il quotidiano on line www.ilpuntoamezzogiorno.it, ha scoperto che l’invito per una serie di circostanze sfavorevoli, non è arrivato a nonna Marietta, tantomeno ai suoi parenti i quali, a loro volta, sono rimasti delusi per non aver potuto partecipare all’iniziativa di ottobre. Ciò nonostante, però, la medaglia va consegnata per cui, Midolo si è impegnato a fargliela avere quanto prima in maniera tale che nonna Marietta possa mostrare alle sue amiche, tutte meno adulte di lei, la medaglia che le ha inviato il Presidente della Repubblica.

8 febbraio 2015 0

Striscione sulla “degradazione della razza” sulla recinzione del parco “Baden Powell”

Di redazionecassino1

Un lenzuolo bianco con una scritta inneggiante alla razza ed alla sua “degradazione” è stata affissa alla recinzione del parco “Baden Powell” di via Verdi a Cassino. Il messaggio posto in modo ben visibile ai cittadini di passaggio e a quelli presenti all’interno del parco, portava una firma inequivocabile sulla provenienza essendo rappresentata una svastica, peraltro non completa. Il messaggio a contenuto razzista recitava “La degradazione della razza del sangue è peccato mortale”. Molti i commenti negativi e l’indignazione dei passanti, tanto che uno di essi ha preso il proprio cellulare ed ha informato il Commissariato di Cassino. In breve tempo, sul posto è giunta una volante con gli uomini del Vice Questore Aggiunto, Cristina Rapetti, che hanno provveduto ad effettuare i rilievi e le foto al farneticante proclama, provvedendo tempestivamente a rimuoverlo e sequestrarlo per le indagini. Da quanto si è appreso, sembra che altri manifesti e proclami simili a quello rimosso questa mattina,siano stati trovati e rimossi dalle forze dell’ordine nei giorni scorsi davanti ad alcune scuole della città. F. Pensabene

8 febbraio 2015 0

Una pericolosa buca priva di segnalazione a rischio incidenti in via Garigliano

Di redazionecassino1

Le piogge incessanti e copiose di questi giorni hanno provocato seri danni alle strade di Cassino, non solo nelle zone periferiche, ma soprattutto in centro. Molte le pozzanghere e gli allagamenti in varie zone centrali della città hanno messo a rischio la viabilità. Non è certo una novità che al maltempo seguano allagamenti e cedimenti del manto stradale, ma quello che gli automobilisti, provenienti da viale Europa e che giungono in prossimità di via Garigliano, all’altezza del Liceo soio-pedagogico “M.T. Varrone”, per intenderci, rappresenta un pericolo di estrema gravità. In quel punto, infatti, una vistosa perdita d’acqua è accompagnata anche da una profonda buca ricoperta solo da cassette di frutta vuote e priva di tempestiva e adeguata segnaletica stradale di pericolo. Chi si trovi a percorrere quel tratto di strada si accorgerà della buca solo all’ultimo momento con i rischi che deriverebbero. Il pericolo è ancor più grave nelle ore serali o notturne per la scarsa illuminazione della zona e l’assenza di adeguata segnalazione luminosa. F. Pensabene

8 febbraio 2015 0

Si schiantano con l’auto ad Atina, grave una 17enne

Di admin

Questa mattina verso le 4 ad Atina i carabinieri della locale Stazione hanno soccorso cinque giovani che con una Renault Clio per cause in corso di accertamento sono usciti con l’auto fuori strada. Tutti hanno riportato lievi contusioni ed escoriazioni varie tranne una 17 enne del posto che per le gravi lesioni è stata trasportata all’ospedale Bambino Gesù di Roma ed ora è in prognosi riservata. I carabinieri stanno indagando per per stabilire le cause e ladinamica dell’incidente. Ant. Nard.

8 febbraio 2015 0

Controlli dei carabinieri nel week end in tutto il Cassinate

Di admin

Continuano incessanti i controlli dei carabinieri della Compagnia di Cassino nell’ambito di una predisposta attività preventiva disposta dal Comando Provinciale, tesa a garantire maggiori standard di sicurezza ai cittadini, mediante l’attuazione di idonei servizi mirati a contrastare i reati predatori, il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti nonché il fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica e/o sotto l’ effetto di sostanze stupefacenti. Infatti, il 7 e l’8 febbraio 2015, in Cassino Cervaro e Piedimonte San Germano, nel corso di predisposti servizi per prevenire i reati in genere in occasione del week and, i militari dei reparti dipendenti della predetta Compagnia:

deferivano in stato di libertà:

· nr.7 persone (di cui n.5 di origine Rumene) per “inosservanza del Foglio di Via obbligatorio”;

· un 41enne, senza fissa dimora, disoccupato per “appropriazione di cose smarrite e ricettazione”, in quanto durante un controllo alla circolazione stradale, i militari operanti, a seguito di perquisizione, rinvenivano più documenti riconoscimento e amministrativi intestate a persone diverse, tra cui carte d’identità straniere, codici fiscali e tessere Metrobus;

· un 23enne di Cassino, per “guida in stato di ebbrezza alcoolica”, poiché controllato alla guida di autovettura, e sottoposto ad accertamento etilometrico, risultava avere con tasso alcoolimetro superiore ai valori consentiti dalla normativa vigente:

· un 20enne di San Vittore del Lazio per “rifiuto di sottoporsi all’accertamento” per stabilire se conducesse l’autoveicolo sotto l’effetto di sostanze stupefacenti;

· un 50enne di Cervaro, per “rifiuto di sottoporsi all’accertamento” per stabilire se conducesse l’autoveicolo sotto l’effetto di sostanze alcoliche”.

Inoltre, nell’ambito della medesima attività preventiva:

· proponevano nr. 3 donne Bulgare per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con F.V.O. poichè esercitavano il meretricio sulla pubblica via. La presenza delle predette, che vestivano con atti succinti, veniva segnalata dai residenti della zona.

· segnalavano al Prefetto di Frosinone due giovani di S. Vittore del Lazio

poiché resisi responsabili di “detenzione di sostanza stupefacente per uso personale”. Gli stessi venivano trovati in possesso di circa gr.0.5 di hashish e di gr. 0,15 di “Marijuana”,

· effettuavano nr.52 identificazioni personali; nr.40 controlli veicolari; nr.9 contravvenzione al Cds e nr.5 perquisizioni personali e veicolari e locali.