Giorno: 19 febbraio 2015

19 febbraio 2015 0

Rubano un rimorchio nel porto di Civitavecchia e vengono fermati ed arrestati sull’A1 a Cassino

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ladri di camion nella rete dei controlli della polizia stradale della Sottosezione di Cassino. Avevano rubato un semirimorchio centinato carico di articoli sportivi e stavano tentando di raggiungere la Campania. Al confine tra il Cassinate e il Casertano, però, mentre percorreva il tratto dell’Autostrada del Sole, in direzione Sud, sono stati intercettati da una pattuglia della Polstrada di Cassino comandata dal vice questore Vincenzo Lombardi e coordinata sul campo dall’ispettore Giovanni Cerilli. Il semirimorchio rubato era agganciato ad un trattore stradale marca Iveco, modello Magirus.

A bordo del mezzo sono stati identificati due uomini di origine campana, di 43 e 46 di anni, che hanno riferito agli agenti di aver agganciato il mezzo al porto di Civitavecchia.

Gli accertamenti esperiti dalla Polizia di Stato hanno confermato che la denuncia di furto era stata sporta dall’autista della società “Nuova Logistica Lucianu”, proprietaria del mezzo, presso l’Ufficio di Polizia della Scalo Marittimo di Civitavecchia.

Le verifiche sui due uomini presso la banca dati interforze evidenziavano a loro carico precedenti specifici per reati contro il patrimonio.

Il quarantaseienne è stato arrestato ed il quarantatreenne denunciato per furto aggravato.

Er. amedei

19 febbraio 2015 0

Calcio violento, sei tifosi del Feyenoord arrestati per rissa

Di admin

Notte di tafferugli a Roma a causa del calcio. Alle 2,30, in via del Corso, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno fronteggiato una ventina di tifosi olandesi giunti in città per il match di questa sera tra Feyenoord e Roma. Ubriachi stavano litigando tra loro picchiandosi con manganelli e lanciandosi bottiglie di vetro nei pressi di piazza Venezia.

all’arrivo dei carabinieri, alcuni di loro sono scappati, altri hanno reagito e si sono creati momenti di tensione tra via del Corso, vicolo del Piombo e piazza Santi Apostoli.

I militari, hanno riportato a fatica l’ordine.

Sono stati sei gli olandesi arrestati con le accuse di “rissa“, “violenza” e “resistenza a pubblico ufficiale” che sono stati condotti in caserma in attesa del processo per direttissima presso il Tribunale di piazzale Clodio.

Due manganelli telescopici, un passamontagna e alcuni cocci di bottiglia, utilizzati come armi sono stati recuperati e sequestrati dai Carabinieri nel corso delle perquisizioni personali ai sei arrestati.

19 febbraio 2015 0

Tre cassinati e una minturnese al Supermarket della droga a Castelvolturno

Di admin

Una drappello di spacciatori del Lazio meridionale sono stati arrestati questa matina nel corso di una operazione dei carabinieri di Santa Maria Capuavetere. Si tratta di tre di Cassino (Fr), tra cui un fratello e una sorella, e una quarta donna di Minturno (Lt). Secondo le indagini svolte dai carabinieri di Castelvolturno, i quattro si recavano almeno due volte a settimana, a rifornirsi di eroina in una palazzina abbandonata a Castelvolturno, che un gruppo di africani aveva trasformato in un supermercato della droga. Con ogni viaggio portavano una decina di grammi ciascuno, un quantitativo tale, tentare di farlo passare per uso personale, in realtà rifornivano una fitta rete di consumatori locali. In manette sono finiti i fratelli Marangela e Leonardo Di Silvio, 28 e 30 anni di Cassino, insieme al compagno di lei, Gaetano Arciero, 32 anni, anch’egli cassinate, e Barbara Camera, 38 anni di Minturno. Er. Amedei

19 febbraio 2015 0

Caso Arduini, una fiaccolata per ricordare la commercialista di Frosinone misteriosamente scomparsa

Di admin

Una fiaccolata per non dimenticare Marina Arduini. Partirà stasera dallo stadio comunale di Frosinone la fiaccolata per ricordare la donna misteriosamente scomparsa nel nulla il 19 febbraio 2007. Ad otto anni esatti dalla scomparsa della donna, questa sera, parenti, amici e semplici cittadini si incontreranno per un corteo che dalla stadio si snoderà fino alla villa Comunale dove verrà ricordata la commercialista sulle cui sorti indaga la procura per omicidio ed occultamento di cadavere. Un cadavere, però, mai ritrovato nonostante le recenti ricerche con l’utilizzo anche di georadar e cani molecolari.

19 febbraio 2015 0

Acea, esposto alla procura per l’ennesimo contatore asportato

Di admin

“Per la quarta volta, in un lasso di tempo minimo ed a pochi giorni dall’ultima ordinanza emanata dal sindaco, l’Acea ha provveduto all’asportazione del contatore di sua proprietà ad un utente di Sant’Angelo. Anche in questo caso siamo intervenuti con un’ordinanza del sindaco per il riallaccio del contatore che il gestore ha effettuato nell’arco di due ore. Come al solito l’asportazione del contatore è stata fatta senza alcun preavviso e senza alcuna comunicazione dell’avvenuto distacco all’utente che si è trovato improvvisamente senza acqua. Ancora una volta il gestore ha un comportamento a dir poco discutibile che vede trattare gli utenti come delinquenti. Acea si nasconde dietro una presunta morosità degli utenti che, invece, noi smentiamo nella maniera più categorica. In questo caso poi si è sfiorato il paradosso. Acea, infatti, non ha comunicato l’asportazione del contatore all’utente, ma al momento del riallaccio ci ha tenuto a far sapere al diretto interessato che il contatore era stato ripristinato. Quindi ti tolgono l’acqua senza alcun preavviso, ma quando te la restituiscono te lo comunicano quasi a volersi far dire grazie per quella che è semplicemente un’azione riparatoria al danno iniziale da loro stessi provocato con l’asportazione del contatore. Ed è anche per questa ultima chicca che l’utente a cui è stata tolta l’acqua ha deciso di fare un esposto alla Procura della Repubblica di Cassino contro Acea Ato5. Si coglie l’occasione, inoltre, per comunicare che oggi ha avuto luogo la seconda udienza relativa al ricorso presentato da Acea contro le ordinanze emanate dal sindaco per il riallaccio delle utenze a cui era stato asportato il contatore. Per la seconda volta il gestore ha rinunciato alla sospensiva, richiedendo il giudizio nel merito.” È quanto emerge in una nota a firma dell’assessore all’ambiente del Comune di Cassino Riccardo Consales.

19 febbraio 2015 0

A colazione con la storia di Cassino.

Di admin

Ancora pochi giorni per visitare, nello Store Cioccolatitaliani Cassino, in piazza G. Diamare,10, la Mostra fotografica “Cassino 1875-1955 Frammenti di Memoria.” Un’esposizione emozionante che ripercorre, in 30 immagini raccolte, la città. “Tra i capolavori della collezione esposta, un’immagine di Cassino 1890 ca, degli Archivi Alinari di Firenze, la più antica azienda al mondo nel campo della fotografia e della comunicazione per immagini. La foto tratta da lastra negativa originale su vetro, prodotta appositamente dallo stabilimento Alinari e raffigura il giardino di proprietà del nonno dell’attuale sindaco di Cassino. La nitidezza della foto pone in risalto particolari, tra questi un orgoglioso gallo che si aggira nel giardino. L’esposizione contiene altre quattro immagini di Cassino del 1890, sempre degli Archivi Alinari che è leader nell’Editoria Fotografica, e la sua Stamperia d’Arte è l’unica ancora attiva al mondo ad utilizzare l’antica tecnica artigianale della collotipia su carta e su lastra d’argento a partire da immagini fotografiche. Ringrazio la Fratelli Alinari per avermi dato la possibilità di conservare, esporre e divulgare, attraverso la fotografia, la storia, l’arte e la cultura cassinate. Ma la mostra è allestita con altri quattro preziosi capolavori di Cassino degli anni “50 e due degli anni “20, dell’Archivio Alterocca di Terni. L’archivio fotografico Alterocca è una miniera ancora inesplorata, milioni di negativi su lastre di vetro al bromuro e lastre di zinco. Con questi negativi sono state stampate centinaia di milioni di cartoline illustrate, centinaia solo della città di Cassino e il suo Monastero. Nel 1989 Francesca Boscherini, imprenditrice, ha comprato l’ archivio in un fallimento e ha fondato l’Alterocca Media. Il ricco patrimonio oggi è chiuso in sei stanze di palazzo Carrara a Terni. Nel 2008 contattai la Dr.ssa Francesca Boscherini, per acquistare delle immagini di Cassino, e dopo un lunga ricerca riuscì a trovarne e a spedirmi solo sei, che ora sono in mostra allo Store di Piazza G. Diamare. Esprimo profonda gratitudine alla Dr.ssa Francesca Boscherini, per avermi concesso di esporre questi frammenti del passato. La mostra sta avendo un discreto successo di pubblico e approfitto per ringraziare quanti hanno contribuito alla perfetta riuscita della mostra fotografica, primo fra tutti lo Store Cioccolatitaliani, che ha permesso questo evento storico-culturale unico, forse irripetibile, il presidente dell’Associazione Battaglia di Cassino-studi e ricerche, avv. Roberto Molle, per il prezioso intervento, nel 71 esimo anniversario della distruzione del Monastero, proiettando filmati dell’orrore di quel 15 febbraio 1944, al Maestro Donato Rivieccio, che ci ha emozionato, con la sua chitarra e la sua voce, sulle note della Vecchia Cassino del prof. Gino Salveti, a MOSÈ di Francesco De Rubeis, per la fornitura dei cavalletti porta foto, a tutti gli amici che hanno onorato con la loro presenza l’esibizione fotografica. Un vivo ringraziamento anche a tutti i numerosissimi visitatori, che continuano ad affollare i locali dello Store, con la loro presenza, al di là di ogni aspettativa, osservando, entusiasti, le immagini esposte. Ma ben oltre l’aspetto numerico peraltro rilevante, il mio ringraziamento va agli apprezzamenti e agli incoraggiamenti che ho ricevuto da moltissime persone per essermi fatto interprete di un sentire comune, silenzioso ma che oggi scopriamo essere intenso: La Memoria Storica di Cassino, è nel cuore di moltissime persone. La mostra, in effetti, ha avuto il pregio di rappresentare la trasformazione nel tempo della nostra città. Spero che l’iniziativa faccia da apripista per progetti analoghi, rendendo fruibile l’immenso patrimonio fotografico del passato della nostra città, attualmente chiuso nei cassetti dei cassinati.”

19 febbraio 2015 0

Razzia di sapone nei bagni dei bar e “colazioni” tra gli scaffali dei supermercati, le nuove frontiere della crisi a Cassino

Di admin

“Mi scusi, in bagno è finito il sapone e anche i fazzoletti” “Ma come è Possibile? Li ho cambiati ieri sera”. E’ senza parole il gestore di un noto bar del centro di Cassino, ma pare che il fenomeno si ripeta anche in altre attività. Spesso qualche cliente decide di fare la “spesa” di prodotti per l’igiene nel bagno dei bar e fanno man bassa di dispense del sapone sfilandolo dal vano del porta sapone. Ma non solo, “a volte portano via anche i fazzoletti e il giornale”. Bottino da pochi euro ma in periodo di crisi, anche questo va messo in conto sulle spese di gestione sostenute dai baristi.

C’è poi chi invece preferisce i supermercati. Le guardie giurate, o gli esperti di antitaccheggio, si trovano spesso ad avere a che fare con persone che di prima mattina decidono di fare colazione tra i reparti dei biscotti o delle brioches confezionate. Pensateci, quante volte vi è capitato di trovare confezioni aperte? Sappiate che qualcuno, lì, ha fatto merenda o colazione.

Ant. Nard.

19 febbraio 2015 0

Discarica tra gli uliveti a Sant’Elia, il sindaco: “Stiamo valutando azioni più efficaci. Ad oggi ogni deterrente è stato vanificato”

Di admin

Un dirupo tra gli uliveti nascosto ma facilmente accessibile. Accade così che a S.Elia Fiumerapido, tra le colline e le falde acquifere, da anni vengono gettati rifiuti anche pericolosi come pneumatici ed amianto: “Ad oggi ogni azione messa in atto dalle amministrazioni comunali è stata vanificata da chi ha continuato a perpetrare uno scempio” ha tuonato questa mattina il sindaco Fernando Cuozzo. “Sono stati costruiti un muro ed una rete di recinzione come deterrente e l’area è stata più volte bonificata, ma non è facile bloccare le intenzioni di chi sceglie un posto isolato e allo stesso tempo comodo per liberarsi di rifiuti ingombranti e pericolosi”.

Al sindaco Cuozzo si aggiunge la voce del suo vice Simone Caringi, assessore alla tutela dell’ambiente e alla raccolta e allo smaltimento dei rifiuti: “La discarica era già censita e sono in corso tutte le valutazioni per bonificarla. Non si tratta di operazioni semplici dato che il terreno è di proprietà privata e dato il volume dei rifiuti e la loro consistenza pericolosa – afferma l’assessore Caringi – Voglio rassicurare i cittadini. La situazione è sotto controllo e stiamo innanzitutto lavorando per limitare i danni. Continueremo affinchè la zona torni ad essere bonificata, mettendo in atto altre iniziative per scoraggiare nuovi scarichi di rifiuti”.

Il caso era stato sollevato nei giorni scorsi dall’associazione “Il sole splende per tutti” alla quale proprio l’amministrazione comunale ha scritto che “sono in corso azioni finalizzate alla risoluzione”. Il sindaco Cuozzo, l’assessore Caringi e il corpo di polizia municipale infatti, oltre ad aver avviato le procedure per individuare nuovamente le particelle dei terreni e quindi le proprietà, hanno effettuato una serie di sopralluoghi setacciando tutta l’area: “E’ una situazione complessa ma è intenzione di questa amministrazione mettere fine ad anni di scempi” hanno rassicurato il sindaco di S. Elia Fiumerapido Fernando Cuozzo e l’assessore all’ambiente Simone Caringi.

19 febbraio 2015 0

Fiume di cocaina della Ndrangheta che solca l’Italia, sequestrati a Firenze 280 chili di droga

Di admin

Un fiume di cocaina sulle rotte delle “ndrine” calabresi è stato scoperto e arginato dalla guardia di Finanza di Firenze nel corso di una operazione denominata Gufo 2013. Sedici le persone arrestate e sequestri per 280 chili di cocaina è il bilancio del lavoro svolto e portato a termine questa mattina dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Firenze – Gruppo Investigativo Criminalità Organizzata (GICO) – impegnati nelle province di Reggio Calabria, Bologna, Alessandria, Palermo, Modena, Parma, Genova, Milano e Pavia. I 16 in manette sono soggetti (prevalentemente di origine calabrese) collegati alle “ndrine” degli Avignone e dei Paviglianiti, rispettivamente di Taurianova e di San Lorenzo, in provincia di Reggio Calabria. L’ordine di custodia cautelare in carcere è stato emesso dal Gip del Tribunale di Firenze – dott.ssa Erminia Bagnoli, su richiesta della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia – diretta dal Procuratore Dott. Giuseppe Creazzo. L’ipotesi di reato è quella di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di sostanza stupefacenti, con l’aggravante del fine di agevolare associazioni mafiose. Sequestrati 280 chili di cocaina purissima per un valore di oltre 43 milioni di euro. Er. Amedei

19 febbraio 2015 0

Lieve scossa di terremoto all’alba in Valcomino

Di admin

Un lieve terremoto di magnitudo 1.9 si è verificato questa mattina nella Valle di Comino tra Picinisco Settefrati e Villa Latina. La scossa è stata registrata alle ore 5 e 37 minuti e seppur di lieve entità è stata nitidamente avvertita dai cittadini. Non risultano danni a cose e persone.