Giorno: 9 marzo 2015

9 marzo 2015 0

Assemblea dei sindaci in provincia, proteste dei comitati dell’acqua pubblica

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Mobilitazione dei comitati a difesa dell’acqua pubblica davanti l’amministrazione provinciale in occasione dell’assemblea dei sindaci presieduta dal presidente Antonio Pompeo. Raggiunto il numero legale l’assemblea ha avuto inizio e i manifestanti sono stati invitati ad entrare nella sala di rappresentanza di palazzo Iacobucci per assistere ai lavori. Accese discussioni tra i sindaci e forti proteste dei cittadini in aula. Le aspettative dei comitati di risolvere il contratto con Acea Ato 5 sono svanite quando dopo una pausa di circa un’ora il presidente Pompeo ha annunciato il rinvio della seduta.

“Potevano anche esserci i numeri per andare avanti – ha dichiarato il presidente Pompeo – però dopo qualche perplessità esternata da alcuni sindaci della provincia di Frosinone di rivedere questo piano quindi di approfondirlo e di modificarlo in base anche a quelle che sono le esigenze ho ritenuto opportuno ritirare questo punto quindi chiudere l’assemblea”.

Dopo 10 anni ancora si discute se Acea debba continuare a gestire un servizio del tutto inefficiente che grava soltanto sui cittadini della nostra provincia – ha dichiarato il sindaco di San Giovanni Incarico Antonio Salvati – noi dobbiamo mandare a casa l’Acea, dobbiamo votare per la risoluzione del contratto e purtroppo ancora una volta alcuni sindaci non hanno voluto, in primis il presidente Pompeo”.

“Si è tentato un’ultima volta di procrastinare il procrastinabile per tentare di decidere di non decidere, nella sostanza se la prenderanno in saccoccia solo i cittadini – ha dichiarato Mario Antonellis rappresentante Cocida – tra l’altro in maniera del tutto ridicola si è andato a votare un punto all’ordine del giorno che in sostanza dice questo: il piano di investimenti era stato già votato nella quantità economica e nella distrubzione il 14 luglio 2014 adesso si trattava soltantodi cambiare pelle e vestito ai 62 milioni. Per quello che ci riguarda la risoluzione contrattuale non soltanto è un obbligo ma un dovere. Chi non va in questa direzione sta facendo un dolo clamoroso sulle tasche dei cittadini della provincia di Frosinone. In settimana presenteremo un esposto denuncia alla procura della Repubblica e alla procura della Corte dei conti per danni erariali incommensurabili”.

Ant.Nard.

9 marzo 2015 0

La Polizia di Stato dà il via alla campagna di sicurezza stradale “In bici con il progetto Icaro 15”

Di redazionecassino1

Anche in provincia di Frosinone partirà dal 10 marzo “ICARO 15”, la campagna di sicurezza stradale promossa dalla Polizia di Stato in collaborazione con il Dipartimento di Psicologia dell’Università La Sapienza di Roma, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Ministero dell’Istruzione , dell’Università e della Ricerca, il Moige (Movimento Italiano Genitori), la Fondazione ANIA per la sicurezza stradale, la Federazione Ciclistica Italiana, il Gruppo autostradale ASTM-SIAS, Autostrade del Brennero, Bike Channel, aziende del settore ciclistico ed il sostegno della società AVIO e AVIO AERO.

L’evento con il programma previsto per la sua quindicesima edizione è stato presentato a Firenze il 15 dicembre scorso dal campione di ciclismo Paolo Savoldelli (2 volte campione del Giro d’Italia) affiancato dal testimonial Andrea Lucchetta noto ex pallavolista oggi impegnato sul fronte della sicurezza stradale, alla presenza del Vice Ministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Riccardo Nencini e del Sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Gabriele Toccafondi.

L’iniziativa persegue l’obiettivo di promuovere una cultura della legalità tra i giovani studenti delle scuole di ogni ordine e grado e di tutte le province italiane, sensibilizzando gli stessi, attraverso l’utilizzo di materiali didattici e audiovisivi adattati per fasce d’età, sulle problematiche degli utenti più deboli (pedoni, ciclisti, disabili), sulla mobilità sostenibile e la promozione della salute, su comportamenti corretti e scorretti in strada, causa principale di incidenti stradali e prima causa di morte dei giovani italiani.

Proprio alla bicicletta, è dedicata la quindicesima edizione della ormai consolidata campagna, che rappresenta il primo veicolo guidato dai più piccoli e lo strumento migliore per cominciare ad apprendere le regole della circolazione stradale, ed affiancherà l’altro progetto “Biciscuola” promosso da RCS la Gazzetta dello Sport, con un programma di educazione stradale per la scuola primaria, che sarà presente in tutte le tappe del prossimo Giro d’Italia con uno stand in cui operatori della Polizia Stradale faranno conoscere ai giovani le regole di condotta per un corretto approccio nell’utilizzo della bicicletta.

Con 249 decessi e 16.569 feriti registrati nel 2013, i ciclisti si collocano al quarto posto tra le categorie di utenti più a rischio di incidenti e la bicicletta rappresenta il secondo veicolo, dopo i ciclomotori, che conta più vittime.

I destinatari di questa edizione come sempre carica di aspettative, saranno gli studenti delle scuole primarie e delle scuole secondarie di Alatri, Sora, Sgurgola, Frosinone che hanno aderito al progetto e che incontreranno funzionari e tutor della Polizia Stradale e, come per le altre edizioni, saranno coinvolti in numerose attività che li avvicineranno ai temi della sicurezza e dell’educazione stradale.

Al progetto è abbinato, come ogni anno, un concorso rivolto agli studenti indetto dal MIUR sul tema “Sicuramente in bici”; si rammenta a tutti gli interessati che i progetti dovranno essere inseriti nella piattaforma www.webicaro.it entro il 20 aprile p.v..

9 marzo 2015 0

Crollo al convitto di Anagni, genitori sul piede di guerra

Di admin

Genitori sul piede di guerra, questa mattina ad Anagni, per nulla rassicurati dalle parole del preside del convitto Regina Margherita. Venerdì mattina la parete di una classe dell’annessa scuola secondaria di primo livello è crollata a causa, presumibilmente, delle vibrazioni causate dalle violente raffiche di vento. Le classi sono state chiuse agli studenti che hanno continuato le lezioni in altri locali come il refettorio e l’aula magna. Le condizioni strutturali dell’intera struttura sono state verificate prima dai tecnici comunali e poi da quelli provinciali. Il preside ha rassicurato sostenendo che quello crollato è un muro divisorio e non strutturale. I genitori, però, chiedono verifiche piú approfondite e questa mattina sono intervenuti anche i vigili del fuoco. Er amedei

9 marzo 2015 0

Non vuole prostituirsi e il marito la pesta. Ventunenne arrestato a Latina

Di admin

Ha pestato la moglie perchè questa si rifiutava di prostituirsi e armato di in coltello si è scagliato contro i carabinieri ferendone uno. È accaduto ieri pomeriggio a Latina dove i militari sono intervenuti in seguito ad una segnalazione di lite in famiglia. Al loro arrivo i carabinieri hanno trovato l’uomo che si accaniva contro la donna la quale si rifiutava di prostituirsi. Come se non bastasse, armato di un coltello da cucina, si è avventato contro gli uomini in uniforme ferendone uno ad una mano. Immediatamente immobilizzato, il 23 enne di origini domenicane è stato arrestato per tentato omicidio, lesioni personali, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale.

9 marzo 2015 0

Tolleranza zero contro il tifo violento: Daspo e arresto per un tifoso del Dinamo Colli

Di redazionecassino1

Si è svolto ieri l’incontro di calcio valevole per il campionato di Promozione Dinamo Colli- Formia che ha fatto registrare il comportamento violento da parte di un tifoso della squadra casalinga.

Dopo il malore accusato da un giocatore di Formia trasferito d’urgenza presso una struttura sanitaria di Latina, cominciano ad accendersi gli animi tra le opposte tifoserie.

Un tifoso della Dinamo prende un blocchetto di cemento con l’intento di scagliarlo contro la tifoseria avversaria ma colpisce senza nessun danno un tifoso locale.

Al termine della partita l’uomo un quarantatreenne del luogo è stato arrestato da personale dell’Arma Carabinieri per lancio di materiale pericoloso in occasione di manifestazione sportiva e resistenza a pubblico ufficiale.

Nei confronti del tifoso violento il Questore ha attuato la procedura per l’emissione del provvedimento di Daspo per 3 anni.

9 marzo 2015 0

Cenceglie Sora ferma la capolista Cafè Retrò Aquino

Di redazionecassino1

Riprendono le gare in tutti i gironi del torneo Csi 2014-2015. Brutta sconfitta, nel girone ‘A’, per la capolista Cafè Retrò Aquino sul campo del Cenceglie Sora (nella foto) per 3 a 2. Ma la vera “parte da leone” , tuttavia, è da attribuire all’altra formazione aquinate, gli amatori Aquino, che battendo 5 a 2, i Corsari Colfelice si attestano, a sole quattro lunghezze dalla capolista, al secondo posto in classifica. Resta fra le quattro squadre in zona play off anche Professional Service nonostante la sconfitta, 4 a3, sul terreno della Sangermanese Piedimonte a quota 40 punti in classifica e vicinissima alla zona playoff. Giornata negativa alche per l’altra formazione di Colfelice, sconfitta in casa, 0 a 2, da Terelle. Nel girone ‘B’ vola Cassino Ovest Doc dopo l’agevole vittoria, 5 a 1, contro il fanalino Bellaria. Solo la Longobarda continua ad insidiare il primato alla formazione di Losani. La Longobarda, infatti, conquista i tre punti battendo in casa, 2 a 1, Vallemaio e si porta a cinque lunghezze dalla capolista. Ancora in zona playoff Atletico Pontecorvo, a quota 38 punti, dopo la vittoria 2 a 1 su Tredici Gradi Cassino e Scauri, fermato da un pareggio, 1 a 1, sul terreno della Rinascita Monticelli. Ma altre formazioni sono pronte ad insidiare il posto nella zona alta della classifica, in particolare, Rinascita Monticelli, con gli stessi punti di Scauri, Coreno e San Giorgio che nellla 22esima giornata pareggiano 1 a 1 nello scontro diretto. Rocca D’Evandro sempre più lanciata verso la conquista del titolo nel girone ‘C’ dopo la vittoria, 1 a 0, contro Tibia e Peroni ora lontana otto punti dalla capolista. Nel girone ‘D’ Yammo.it è raggiunto a quota 54 punti in classifica da Vairano Scalo che riesce nell’impresa di battere, 1 a 2, in trasferta, nel confronto campano che lo vedeva opposto a La Ferrara. Non basta, quindi, la vittoria per 3 a 0 della capolista, Yammo.t, su F.lli Bruno per mantenere il primato solitario nel girone. Resta in zona playoff anche Angolo Divino dopo la vittoria, 4 a 2, contro Cerreto. F. Pensabene

9 marzo 2015 0

Prevenzione donne a 360°, la polizia presente ad Anagni

Di admin

Si è svolto ad Anagni presso il teatro Convitto Principe di Piemonte un convegno sulla prevenzione destinato alle donne.

I temi trattati hanno riguardato l’aspetto sanitario e giuridico.

Proprio su questo’ultimo è intervenuta la D.ssa Pagliarosi psicologa della Questura di Frosinone.

La D.ssa Pagliarosi ha messo l’accento sulle necessità che le donne abbiano consapevolezza e diritto alla scelta della vita da vivere.

Il rispetto per se stesse parte infatti da un atteggiamento assertivo che permette alla donna di chiedere aiuto ed allontanare chiunque sia fonte di sofferenza anche laddove questi sia il proprio compagno.

Sono state inoltre incoraggiate le donne a denunciare ogni tipo di abuso da quello verbale a quello fisico potendo sempre contare 24 ore su 24 sulla massima e competente professionalità della Polizia di Stato.

9 marzo 2015 0

Circolo San Tommaso, consegnati i premi al Concorso Internazionale Veritas et Amor

Di redazionecassino1

Si è svolto nel pomeriggio di ieri organizzato dal Circolo San Tommaso d’Aquino il Premio Internazionale Tommaso d’Aquino, durante la manifestazione sono stati annunciati i nomi dei vincitori del Concorso Internazionale Veritas et Amor. Vincitore della sezione cultura di quest’anno è il giovane padre domenicano Innocent Smith, da Washington, con una tesi sull’ “Orazione come autorità teologica in Tommaso d’Aquino”, mentre la sezione Arte è stata appannaggio di un pool di disegnatori che si sta impegnando nel realizzare una vita illustrata di Tommaso d’Aquino. Le due borse di studio – entrambe di 2 mila euro – sono state finanziate dalla Banca Popolare del Cassinate, che da sempre sostiene le attività del Circolo San Tommaso. A Donato Formisano, presidente della BPC, il Circolo ha conferito la “Fiaccola d’oro”, come riconoscimento per il grande lavoro compiuto dalla banca sul territorio in questi cinquanta anni. Moderato da Padre Gianfranco Grieco, del Pontificio Consiglio della Famiglia, il dibattito ha avuto gli interventi, tra gli altri, del vescovo di Sora- Cassino-Aquino-Pontecorvo Gerardo Antonazzo, dal presidente del Circolo San Tommaso Tommaso Di Ruzza, dal vescovo prefetto dell’Archivio Segreto della Bibilioteca Apostolica Vaticana Sergio Pagano, da padre Bonino, presidente della Pontificia Accademia Tommaso d’Aquino. La lectio magistralis è stata tenuta da Pasquale Porro, professore della Sorbona di Parigi, vincitore del Premio Internazionale Tommaso d’Aquino.

Gerardo Antonazzo, vescovo di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo, è partito dalla lezione di Papa Francesco, e ha paragonato le cinque parole dell’azione pastorale raccomandate da Papa Francesco con le cinque vie di San Tommaso d’Aquino, “Le cinque vie di San Tommaso – ha detto il vescovo – strutturavano la mente verso la dimensione verticale di Dio, le cinque vie dell’azione pastorale della Chiesa possono orientare la nostra mente verso l’uomo. Cinque vie per arrivare a Dio, cinque verbi per arrivare all’uomo.”

Con forza, il vescovo ha sottolineato che “la Chiesa deve pronunciare una parola credibile sulla questione dell’uomo,” perché “non si può educare l’uomo negando l’uomo”.

Parole che riecheggiano nella lectio magistralis di Pasquale Porro, professore della Sorbona di Parigi, studioso del pensiero medievale con una particolare predilezione per Tommaso d’Aquino, cui ha dedicato il volume “Tommaso d’Aquino. Un profilo storico filosofico”. A Pasquale Porro, il Circolo San Tommaso ha conferito il Premio Internazionale Tommaso d’Aquino, dedicato a chi si sia distinto nel campo culturale. Parlando de “La libertà, la scelta, il male: il senso dell’agire umano secondo Tommaso d’Aquino,” il professor Porro ha sottolineato: “La libertà umana sembra essere minacciata da almeno quattro forme diverse di determinismo: quello indotto dalle passioni (movimenti dell’appetito sensibile), quello provocato dalle cause naturali (fatalismo astrale e sue implicazioni), quello che dipende dalla prescienza e dalla provvidenza divine, e infine quello indotto, all’interno dell’anima, dal prevalere dell’intelletto sulla volontà (determinismo ‘psicologico’).” Ma – ha aggiunto il professore – “Tommaso può facilmente mostrare che né le passioni né le cause naturali o corpi celesti possono davvero minacciare la libertà umana; quanto alla necessità della prescienza e della provvidenza divine, essa non annulla la contingenza, e dunque l’indeterminazione effettiva, dell’agire umano.”

L’evento è stato concluso dall’intervento di Sergio Pagano, vescovo prefetto dell’Archivio Segreto della Biblioteca Apostolica Vaticana. La sua presenza segnala un legame con le istituzioni ecclesiastiche che da sempre caraterriza il Circolo San Tommaso: le sue attività sono tra l’altro inserite nel Progetto Culturale della Conferenza Episcopale Italiana e che hanno il Patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura vaticano, e si svolgono sotto gli auspici della Diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo.

9 marzo 2015 0

Aquino: Via al nuovo piano del traffico, in settimana in vigore le nuove disposizioni

Di redazionecassino1

Il nuovo piano del traffico del Comune di Aquino sta per diventare operativo. In queste ore si stanno ultimando i lavori per adeguare la segnaletica e far entrare quindi in vigore le nuove disposizioni. La maggior parte dei nuovi segnali è già stata installata ed ora è coperta in attesa del via alla sperimentazione. Il documento è stato approvato qualche mese dalla giunta ed ora, dopo il consueto iter burocratico, sarà calato nella realtà, già dalla prossima settimana. Sensi unici, nuove disposizioni sulla circolazione nel centro cittadino e qualche ritorno al passato: queste le novità del testo redatto su proposta del sindaco Mazzaroppi e del consigliere comunale con delega alla viabilità Morelli. Innanzitutto saranno introdotti dei nuovi sensi unici di marcia: in Via Taverna Vecchia, (da via Soldato Ignoto, passando per via Pasquale Cairo, fino alla nuova interruzione con Via Soldato Ignoto, nei pressi della Chiesa della Madonna della Libera ); in via Dante Alighieri, ovvero la strada che collega Piazza Paolo VI con via Soldato Ignoto, solo con questa direzione di marcia; in via Alcide De Gasperi, dall’incrocio con via Manzoni, dove si trova anche la Asl, con direzione Via della Libertà; infine in un segmento di Via Giovanni XXIII, con direzione obbligata verso il campo sportivo. In tutto il centro storico inoltre (comprese Via Giovenale, Piazza San Tommaso e Via Scacchi) scatterà il divieto di transito ai mezzi con una massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate. Anche nel Borgo Medievale, nella Piazzetta dei Conti di Aquino e in via San Costanzo, nuove regole: vietate circolazione e sosta, con l’eccezione dei residenti. Cambia anche l’incrocio nei pressi del bar La Fontana: sarà istituito lo stop al termine di via Soldato Ignoto, ciò significa che chi arriverà dalla provinciale per Pontecorvo avrà il diritto di precedenza. Sarà poi reintrodotto il doppio senso di marcia anche in Via Della Vittoria, da Piazza Municipio fino all’intersezione con Via Risorgimento, nel tratto che passa di fronte la farmacia. Per queste ultime due novità però bisognerà aspettare ancora qualche giorno: c’è bisogno infatti anche di ridisegnare la segnaletica orizzontale e questo avverrà solo dopo il rifacimento dell’asfalto. Questo è il piano sperimentale, che verrà però modificato la domenica per lo svolgimento del mercato settimanale. “Nel giro di poche ore entreranno in vigore questi provvedimenti, ma solo in via sperimentale – ha commentato il sindaco Libero Mazzaroppi – Crediamo che siano utili a risolvere alcune criticità per la circolazione. Le decisioni sul centro storico invece sono dettate dalla necessità di tutelare il nostro patrimonio cittadino”.

9 marzo 2015 0

Picchia moglie e figlia, 55enne arrestato dai carabinieri

Di redazionecassino1

Ancora un episodio di maltrattamenti in famiglia ai danni di due donne, madre e figlia, ad opera del marito e padre 55enne che si è verificato proprio nel giorno della “festa delle donne” e, come sempre, perpretato fra le mura domestiche. I carabinieri del locale Comando Stazione, nella tarda serata di ieri hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, un 55enne del posto per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e minacce aggravate. L’uomo, poco prima che intervenissero i militari dell’Arma, ha minacciato e malmenato, colpendole con calci e pugni, la moglie 51enne e la figlia di 28enne. A richiedere l’intervento dei carabinieri sono state proprio le due vittime, stanche di subire continuamente un atteggiamento violento e vessatorio da parte dell’uomo che aveva ingenerato nelle stesse un perdurante stato di timore. Ieri, nel giorno della festa della donna, l’ennesimo litigio nel corso del quale l’uomo ha aggredito fisicamente le due donne procurando lesioni giudicate guaribili in gg 28 per la moglie e 3 per la figlia. L’arrestato, sarà giudicato con rito direttissimo.