Giorno: 12 marzo 2015

12 marzo 2015 0

Spaccio di stupefacenti, 3 cassinati coinvolti

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

I carabinieri della Stazione di Grazzanise, nelle province di Napoli (NA) e Frosinone (FR), hanno dato esecuzione a 4 misure cautelari personali emesse dall’Ufficio Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (CE), per i reati di spaccio di sostanze stupefacenti nei confronti di altrettanti indagati.

In particolare i caraibnieri di Grazzanise in collaborazione con quelli dei comandi territorialmente competenti hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, nei confronti di Arciero Gaetano, 32enne di Cassino, un’ordinanza di custodia cautelare in regime di arresti domiciliari con la prescrizione del braccialetto elettronico, nei confronti di Americo Alfonso, 26enne Saviano, la misura dell’obbligo di dimora nel comune di residenza nei confronti di D. S. L. 30enne di Cassino e di D. S. M.28enne di Cassino.

I provvedimenti sono stati emessi dall’ufficio GIP che ha integralmente recepito, riproponendole, le risultanze investigative emerse nel corso delle attività d’indagine condotte dai carabinieri della Stazione di Grazzanise. Gli arrestati sono stati associati rispettivamente presso la casa circondariale di Cassino (FR) e presso il domicilio degli stessi.

12 marzo 2015 0

Domenica mattina 6mila persone saranno evacuate a Fontana Liri per rimuovere la bomba da 500lbs

Di admin

Scatterà domenica mattina alle 8 l’evacuazione di 6 mila persone a Fontana Liri per disegnare un perimetro di sicurezza intorno all’ordigno da 500 libre risalente alla seconda guerra mondiale, che dovrà essere disinnescato prima di essere trasportato in una cava di Sant’Elia Fiumerapido dove verrà fatto brillare. La delicata fase di disinnesco e brillamento verrà svolta dagli Artificieri del 6° Reggimento Genio Pionieri che inizieranno lavorare da sabato per la preparazione dell’operazione. Questa mattina in Prefettura sui è svolta una riunione per stabilire tutti i dettagli della macchina organizzativa che vede coinvolte tutte le forze dell’ordine e varie istituzioni nel territorio che comprende oltre al comune di Fontana Liri, anche Monte San Giovanni Campano e Arpino. Il ritrovamento è avvenuto presso un terreno sito in località Muraglione – Fonte Cupa, del Comune di Fontana Liri. “L’attività di bonifica occasionale del territorio dagli ordigni inesplosi è un compito devoluto all’Esercito che, tramite i propri artificieri, svolge quotidianamente sul territorio nazionale; basti pensare che solo nel 2014 sono stati distrutti oltre 7.000 ordigni di varia tipologia”. A dirlo è il colonnello Massimo Tuzzi che comanderà le operazioni del 6° Pionieri. “L’Esercito, grazie alla capacità dual-use dei propri reparti Genio, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado d’intervenire nelle attività di bonifica, (così come nei casi di pubbliche calamità ed utilità) in ogni momento, su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale. L’Esercito è l’unica Forza Armata preposta alla formazione non solo dei propri artificieri ma anche di quelli delle altre Forze Armate e corpi armati dello Stato tramite il Centro di Eccellenza Counter IED”. Inoltre l’appello a non toccare ordigni inesplosi di qualsiasi dimensione è sempre valido “La presenza di questi pericolosi oggetti vanno segnalati alle forze dell’ordine”- Er. Amedei

12 marzo 2015 0

Bloccate dai carabinieri con arnesi da scasso tra San Vittore e Cervaro, denunciate due rom

Di admin

I carabinieri di Cervaro hanno denunciato due donne di etnia rom, J.D. di 29 anni, per possesso ingiustificato di arnesi atto allo scasso e T.B., di anni 20, per guida senza patente. Le donne sono risultate già censite e residenti in un campo nomade romano, si aggiravano con fare sospetto nei pressi di abitazioni isolate tra Cervaro e San Vittore del Lazio.

Dopo essere state intercettate i carabinieri le hanno controllate e hanno trovato all’interno della borsa della 29enne un cacciavite della lunghezza di 30 cnetimetri che le è stato sequestrato, mentre la 20enne era alla guida dell’autovettura controllata senza patente di guida in quanto mai conseguita.

L’autovettura è stata sequestrata in quanto era anche sprovvista della copertura assicurativa. Entrambe le donne venivano inoltre proposte alla Questura di Frosinone per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio.

12 marzo 2015 0

Molotov al Bazar di via Inghilterra ad Aprilia, danni limitati ma indagini in corso

Di admin

Hanno sfondato una vetrina ed hanno lanciato all’interno un ordigno incendiario. E’ accaduto alle 13.30 di oggi in via Inghilterra ad Aprilia nei locali del Shop House Bazar. L’incendio, innescato dal l’attentato, è stato circoscritto grazie al celere intervento dei vigili del fuoco di Aprilia che in pochi minuti erano sul posto insieme ai carabinieri che, dopo aver domato il rogo, hanno congiuntamente avviato le indagini. L’attività è gestita da italiani.

12 marzo 2015 0

Gestione rifiuti al comune di Cassino, si stringono i tempi per il bando

Di admin

“Con delibera di giunta comunale è stato approvato l’atto di indirizzo per il nuovo bando con il quale si andrà ad assegnare la gestione del servizio rifiuti nella città di Cassino.” A renderlo noto l’assessore all’ambiente del Comune di Cassino Riccardo Consales che ha illustrato i punti cardine della delibera. “Innanzitutto – ha sottolineato Consales – nella delibera approvata è prevista la realizzazione di un isola ecologica potenziata e di un centro conferimento collettivo, entrambi dotati di sistemi tecnologici per il controllo del peso delle frazioni differenziate le cui realizzazioni e gestioni saranno a carico della ditta appaltatrice. Il centro di conferimento dovrà essere realizzato nelle prossimità del centro urbano possibilmente su un suolo pubblico al fine di garantire alla cittadinanza un servizio più efficiente dell’attuale. Questo perché ci sarà, con la futura gestione, l’introduzione del sistema di tariffazione puntuale (cosiddetto a peso) che ha l’obiettivo di ottimizzare la qualità del prodotto differenziato. Inoltre è prevista l’utilizzo di mezzi nuovi a basso impatto ambientale così come indicato nei criteri ambientali minimi (CAM), elaborati dal ministero dell’Ambiente. Altri punti qualificanti contenuti nell’atto di indirizzo riguardano l’incremento dei cestini stradali, il potenziamento del compostaggio domestico, l’inserimento di nuove aree soggette allo spazzamento alla luce della nascita di nuovi quartieri nella città e l’eventuale potenziamento di alcuni passaggi delle frazioni di raccolta alla luce del monitoraggio effettuato in questo primo anno e mezzo di partenza del servizio porta a porta. È stato introdotto, cosa importante da sottolineare, un forte risparmio, per l’ente e per i cittadini, dei costi del servizio: si passa, infatti, da un costo complessivo di 5 milioni di euro l’anno tra servizio e smaltimento, a 4 milioni e seicentomila euro. Tutto questo con l’intento di rispettare gli obiettivi di percentuale di raccolta differenziata assunti con la delibera di consiglio comunale n. 50 del 2014, beneficiando, inoltre, del contributo CONAI ottenuto dalla vendita dei prodotti differenziati da rigirare come premio incentivante agli utenti più virtuosi. Un atto di indirizzo che, come è facile constatare, tiene in considerazione una serie di nuovi interventi che saranno a carico della ditta che si aggiudicherà la gestione nei prossimi mesi a seguito della pubblicazione del bando e l’espletamento delle procedure di gara.”

12 marzo 2015 0

Pistola rubata a un poliziotto nel frusinate usata per gambizzare un uomo a Caserta

Di admin

Nella serata di ieri, nel contesto delle attività di indagine condotte dalla Polizia di Stato di Caserta in relazione al fermo di P.G. operato nei confronti del collaboratore di giustizia Pellegrino Attilio, responsabile del ferimento, a colpi di pistola, di una persona, la Squadra Mobile di Caserta e la Sezione distaccata di Casal di Principe, arrestava in flagranza di reato Della Corte Luigi, nato a Napoli il 16.12.1975, res. a Villa di Briano poiché in un’abitazione nella sua disponibilità venivano sequestrate una pistola Beretta mod. FS cal. 9×19, arma in dotazione alle forze dell’ordine – risultata rubata in provincia di Frosinone ad un appartenente alla Polizia di Stato nel dicembre 2012- ed una pistola marca Beretta mod. 83 F cal. 9, completa di matricola sulla cui provenienza stato non risultava rubata e sulla quale sono in corso accertamenti. Inoltre venivano sequestrate anche 47 cartucce per pistola cal. 9×19 e 9 corto. Le armi erano occultate in un bidone sotterrato nel giardino dello stabile.

Della Corte Luigi, insegnate, annoverava precedenti per favoreggiamento, dal quale però era stato prosciolto, ed è cugino di Della Corte Francesco, alias o’ lion, nato il 03.10.1969 a Villa di Briano (CE), pregiudicato, affiliato al clan dei casalesi-fazione Schiavone, collaboratore di giustizia, attualmente detenuto. Della Corte Luigi, quindi, veniva arrestato in flagranza di reato per detenzione di armi da sparo, comuni e da guerra, e del relativo munizionamento ed al termine delle formalità di rito trattenuto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari come disposto dal P.M. di turno presso la Procura di Napoli Nord.

12 marzo 2015 0

Deposito abusivo di gpl sequestrato a Vairano Patenora

Di admin

I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Caserta, a pochi giorni dall’esecuzione di analoga attività, hanno portato a termine un’ulteriore operazione di servizio a contrasto del traffico illecito di prodotti petroliferi, sottoponendo a sequestro un deposito completamente abusivo situato nei pressi di Vairano Patenora (CE) ed oltre 400 bombole piene di Gpl (della capacità di 25 e 10 Kg.), per un peso di circa 3.000 Kg. e per un valore commerciale complessivo di oltre 50.000 euro.

L’attività di servizio è scaturita da un controllo finalizzato all’accertamento della regolare movimentazione e stoccaggio di generi di alta pericolosità ed al contrasto del fenomeno del contrabbando di prodotti petroliferi, nell’ambito del quale le Fiamme Gialle hanno accertato come l’attività commerciale fosse completamente sprovvista delle necessarie autorizzazioni per la detenzione di prodotti altamente esplodenti.

Il titolare della ditta, su specifica richiesta dei Finanzieri di esibire le fatture di acquisto della merce, non è stato in grado di mostrare alcuna documentazione contabile che giustificasse il possesso del notevole quantitativo di Gpl rinvenuto, condizione tale da far “scattare” l’ipotesi dell’illecita provenienza del prodotto e dell’omessa denuncia di materie esplodenti, oltre a costituire violazione alla normativa fiscale delle merci sottoposte al pagamento di accisa.

Il responsabile, pertanto, è stato denunciato alla locale Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere per reati che vanno dal possesso di materiale esplodente all’esercizio di attività senza autorizzazione e certificato di prevenzione incendi.

Sono ora in corso le indagini per risalire alla provenienza del prodotto petrolifero ed individuare eventuali altri responsabili dell’illecito traffico finalizzato all’evasione fiscale, anche al fine di recuperare le somme dovute sulle accise.

L’attività di servizio è il frutto della quotidiana azione di controllo economico del territorio disposta dal Comando Provinciale di Caserta e finalizzata anche alla prevenzione e repressione dei traffici illeciti, al fine di tutelare gli interessi economici dello Stato.

12 marzo 2015 0

Finanziamento di 687mila per le scuole di Cassino

Di admin

“Il Comune di Cassino ha ottenuto un finanziamento di 687 milia euro da utilizzare sugli edifici scolastici.” A dichiararlo il sindaco di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, in merito al finanziamento della Regione Lazio, assegnato all’Ente con Delibera di Giunta Regionale n. 42/2015, in riferimento al programma straordinario di interventi per il recupero e la messa in sicurezza dell’edilizia scolastica. “Un finanziamento – ha continuato il sindaco – attraverso il quale è possibile continuare gli interventi che già da oltre due anni abbiamo realizzato sugli edifici scolastici della città con lavori, mai realizzati nei 20 anni precedenti, che dimostrano l’attenzione che l’amministrazione ha nei confronti delle strutture di competenza comunale. Con gli uffici competenti e con il contributo del consigliere e presidente della commissione lavori pubblici Gennaro Fiorentino è stato stabilito di utilizzare, come da progetto presentato, il finanziamento su tre edifici scolastici. Più precisamente sulla scuola media Di Biasio, dove si provvederà al rifacimento della copertura dell’Auditorium, al rifacimento dell’impianto elettrico, alla realizzazione della rampa di accesso per i disabili e al completamento del sistema di vie d’esodo che il Comune di Cassino aveva già iniziato a realizzare con fondi propri di bilancio. Sul plesso di San Silvestro dove verranno realizzati lavori sull’impianto elettrico, di miglioramento edile delle aule, dell’impianto antincendio e sostituzione delle porte di emergenza. Ed infine sull’edificio di via Arno dove si provvederà all’impermeabilizzazione del tetto ed alla sostituzione parziale delle porte interne. Si tratta dunque di un altro importante risultato raggiunto dall’Amministrazione che ha l’obiettivo di offrire un servizio migliore ai cittadini e garantire la dovuta sicurezza a quanti – bambini, studenti, insegnanti e personale amministrativo – frequentano quotidianamente i nostri edifici scolastici.” Sull’argomento è intervenuto anche il presidente della commissione Lavori Pubblici Gennaro Fiorentino che ha aggiunto: “Oltre al finanziamento ottenuto che ci consentirà di realizzare importanti e necessari lavori sulle nostre scuole, tanti sono stati gli interventi che hanno interessato gli edifici scolastici della città. Mi riferisco ad esempio, sempre nell’ambito della messa a norma dei plessi scolastici, all’adeguamento del sistema delle vie di esodo di cui, nel passato, nessuna amministrazione, ‘rifugiandosi’ nell’attesa di finanziamenti regionali, mai si è preoccupata. Questa Amministrazione, invece, con fondi proprio di bilancio e stanziando 266 mila euro per i lavori, ha stilato un programma di interventi con definizione e stima sommaria dei costi, nonché delle attività e studi di cui dotarsi al fine di attivare le richieste di autorizzazione sismica per l’esecuzione dei lavori, ricadendo il territorio di cassino in zona sismica. Grazie all’impegno degli uffici, del funzionario Mario La Storia e del già assessore Antimo Pietroluongo, si è provveduto alla redazione di progetti preliminari-definitivi-esecutivi e di esecuzione di indagini geognostiche, che ha interessato le scuole Di Biasio, D’annunzio, San Silvestro e Conte. In parallelo a questa attività voluta fortemente dall’Amministrazione, abbiamo partecipato ai bandi di finanziamento per interventi sull’edilizia scolastica e siamo in attesa dei decreti di valutazione delle istanze. In dettaglio abbiamo partecipato, in collaborazione con l’Università di Cassino, al bando 8 x 1000 per l’ottenimento di finanziamenti da dedicare alla scuola “E. Mattei” di Cassino per i quali avremo prime indicazioni con la graduatoria che verrà pubblicata, presumibilmente, tra maggio e luglio 2015. Il tutto senza dimenticare gli altri interventi realizzati grazie a finanziamenti regionali, quello sulla scuola Don Bosco ad esempio, e quelli effettuati grazie al progetto ‘Adotta una Scuola’. Insomma tanti sono stati i lavori realizzati sulle nostre scuole e l’intento è quello di continuare con l’obiettivo di rendere sempre più sicuri gli edifici scolastici, cosa che mai nessun altro in passato ha fatto.”

12 marzo 2015 0

Cento studenti della scuola Conte visitano l’impianto di depurazione del Cosilam a Villa Santa Lucia

Di admin

Circa cento studenti della scuole medie “Conte” di Cassino questa mattina, giovedì 12 marzo 2015, hanno invaso l’impianto di depurazione Cosilam di Villa Santa Lucia. I ragazzi hanno visitato la struttura nell’ambito del progetto “A scuola di depurazione” che si avvia alla fase finale. La dottoressa chimico Roberta Parisi e gli addetti all’impianto hanno accompagnato gli studenti durante tutta la visita spiegando l’utilizzo delle diverse vasche e tutto l’articolato processo depurativo cui vengono sottoposte le acque reflue industriali. Un ciclo di trattamento che ha interessato molto i ragazzi che hanno posto numerose domande per capire meglio le fasi di lavorazione, l’impatto dell’acqua depurata sull’ambiente e come i reflui vengono riutilizzati nelle lavorazioni industriali. “Attraverso questo progetto stiamo scoprendo dei ragazzi molto attenti alle politiche ambientali – ha affermato il Presidente del Cosilam prof. Raffaele Trequattrini – le nuove generazioni mostrando grande interesse nei confronti della natura che ci circonda. Uno degli scopi del progetto “A scuola di depurazione” è proprio quello di promuovere la cultura del rispetto dell’ambiente. Altro tassello molto apprezzato dai ragazzi è il concorso promosso dal Consorzio. Una gara tra tutte le classi che dovranno presentare dei lavori sull’ambiente decidendo autonomamente la tipologia di lavoro con cui concorrere al concorso”. La prossima settimana saranno ricevuti nell’impianto di depurazione di Villa Santa Lucia altri cento studenti delle scuole medie “Conte” e “San Benedetto” di Cassino.

12 marzo 2015 0

Ladri nei parcheggi di Itaca a Formia, sempre in auge la tecnica della “gomma bucata”. Arrestate due persone

Di admin

Il 02 marzo nel corso della serata i Carabinieri del NORM di Formia hanno arrestato P. G. di 49anni e I. F. di 39, entrambi della provincia di Napoli, per il reato di “furto aggravato in concorso”. I due sono stati sorpresi dai carabinieri che si erano appostati all’interno del centro commerciale “Itaca”, mentre foravano gli pneumatici di alcune auto con l’intenzione di impossessarsi successivamente di tutto ciò che era all’interno del veicol nel momento in cui il proprietario dell’auto avrebbe sostituito lo pneumatico.

Il ladro di turno agisce in questo modo: punta la vittima, meglio se da sola, e attende che parcheggi l’auto per andare a fare la spesa. A quel punto entra in azione e buca con un piccolo coltello una delle ruote anteriori, di solito quella destra che è meno visibile al conducente.

Finita la spesa la persona ritorna, sale in auto e a quel punto si accorge del problema: quando scende per aprire il bagagliaio e iniziare a cambiare la gomma, il ladro approfitta della distrazione e agisce in maniera fulminea portandosi via tutto ciò che trova a portata di mano e sui sedili anteriori.

Nel caso specifico, la perquisizione sull’autovettura in uso ai malviventi ha consentito il rinvenimento di un cacciavite ed una forbice, utilizzati per forare gli penumatici e un borsello asportato, con la stessa tecnica, poco prima.

Gli arrestati sono stati trattenuti in camera di sicurezza, nelle more della celebrazione del rito direttissimo, mentre gli strumenti e l’autovettura utilizzata sono stati posti sotto sequestro. La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario.