Giorno: 20 marzo 2015

20 marzo 2015 0

Attentato in Tunisia, sulla nave Fascinosa anche 11 Ciociari

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Undici ciociari erano a Tunisi sulla Costa Fascinosa. Si tratta di due famiglie di Ceccano, una coppia di Alatri, due anagnini e un ferentinate. Il drappello di ciociari era arrivato a Tunisi di buon mattina sulla nave da Crociera partita da Palermo la sera prima. Solamente le due famiglie ceccanesi, due coppie di genitori con ciascuno un figlio, avevano scelto di visitare il Bardo. Per loro fortuna, erano appena entrati nel museo quando, dall’interno si sono sentiti i colpi di mitra. Sono stati tra i primi ad uscire e ad essere scortati alla nave dove sono arrivati incolumi. Gli altri non sono stati attirati dal fascino culturale del museo decidendo di visitare altre mete della capitale tunisina. Le famiglie ceccanesi hanno accettato la proposta di Costa Crociere di rimpatriare, fatta solamente ai turisti in visita al Museo.

20 marzo 2015 0

Minacce e botte per estorcere denaro a pasticciere di Supino, arrestato 42enne albanese

Di admin

Estorsione aggravata continuata, lesioni personali aggravate e atti persecutori, questi i reati contestati ad un 43enne albanese residente a Frosinone arrestato dai carabinieri di Supino comandati dal comandante delle Compagnia di Frosinone capitano Luca Ciabocco. La sua presunta vittima è un pasticciere di Supino con il quale, proprio qualche giorno fa, sarebbe venuto alle mani. Da quel fatto sono scattate indagini da parte dei carabinieri che avrebbero accertato come lo straniero, nel corso di due anni, con minacce e violenze, abbia costretto l’esercente a sborsare somme che complessivamente sono state quantificate in 100mila euro. Per l’albanese, quindi, si sono aperte le porte del carcere di Frosinone.

20 marzo 2015 0

Truffa delle aste giudiziarie a Latina, otto arresti tra cui un magistrato e un finanziere

Di admin

Al giudice andava una percentuale dei compensi che, in sede di giudizio, lo stesso giudice riconosceva ai consulenti. La storia di malagiustizia arriva da Latina dove, questa mattina, sono state eseguite otto ordinanze di arresti di cui quattro ai domiciliari eseguiti dalla

Squadra Mobile di Latina su ordine del gip del tribunale pontino e di quello di Perugia. Tra i colpiti dalle misure cautelari anche un magistrato ed un cancelliere, entrambi in servizio presso il Tribunale di Latina, alcuni professionisti ed un sottufficiale della Guardia di Finanza.

Corruzione, corruzione in atti giudiziari, concussione, induzione indebita a dare o promettere denaro od altra utilità, turbativa d’asta, falso e rivelazione di segreto nonché accesso abusivo ad un sistema informatico e telematico aggravato dalla circostanza di rivestire la qualità di pubblico ufficiale sono i reati contestati a vario titolo agli otto indagati. Ad innescare le indagini è stata la denuncia presentata presso la procura di Latina in merito ad una bancarotta nell’ambito di un concordato preventivo.

Le indagini avrebbero accertato come i consulenti nominati dal giudice nelle singole procedure concorsuali, abitualmente corrispondevano a quest’ultimo una percentuale dei compensi a loro liquidati dal giudice stesso.

Il filone di indagine ha permesso anche di disvelare altri illeciti sullo svolgimento delle aste disposte dal Tribunale di Latina per la vendita di beni oggetto di liquidazione.

Reiterate attività di accesso abusivo al sistema informatico del Registro Generale della Procura della Repubblica di Latina venivano effettuate per consentire ad alcuni soggetti sottoposti ad indagine di poter eludere le attività investigative a loro carico, attraverso la conoscenza di dati coperti da segreto istruttorio. Un sistema che aveva permesso di accumulare beni e soldi per un milione di euro su cui si stanno svolgendo indagini patrimoniali finalizzate al sequestro.

20 marzo 2015 0

Cinque centri scommesse illegali scoperti a Gaeta, denunciati i tipolari

Di admin

Cinque titolari di agenzie di raccolte di scommesse di Gaeta sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Cassino per aver violato le normative vigenti in merito al gioco d’azzardo. I controlli svolti dagli agenti del commissariato di Gaeta hanno appurato che i centri in questione riscuotevano e provvedevano al pagamento delle vincite delle scommesse on-line effettuate con “corner” esteri non autorizzati dallo stato italiano , eludendo così il pagamento degli oneri di concessione e dei tributi erariali dovuti per l’attività svolta nello stato italiano, evidenziando così anche evasione fiscale. Oltre alle denunce sono stati richiesti anche provvedimenti di sequestro dei supporti informatici utilizzati per l’esercizio delle attività ritenute contro legge.

 

20 marzo 2015 0

Schianto con l’Ape Car a Ferentino. Muore la donna di 83 anni

Di admin

Non ce l’ha fatta la donna di 83 anni di Ferentino rimasta coinvolta oggi in un incidente stradale sulla via Casilina a Cassino. E’ morta all’Umberto I di Roma, dove era arrivata in elicottero.L’anziana era sull’Ape car guidato dal marito 90enne, quando, per cause ancora al vaglio della polizia stradale, si sono schiantati contro una Golf. L’anziano è ancora ricoverato in ospedale a Frosinone ma le sue condizioni non sono gravi.

Er. A.

20 marzo 2015 0

Terrorismo, Montecassino obiettivo super sensibile. Festa blindata per San Benedetto

Di admin

Dopo il Vaticano è considerato il simbolo della cristianità nel mondo e, per questo, l’abbazia benedettina di Montecassino si pone tra i principali obiettivi sensibili meglio controllati in questo particolare momento storico. Con l’Isis che minaccia attentati in Italia, con la pretesa di marciare su Roma, l’attenzione è massima anche a Cassino. Il Sacro Monte, quell’abbazia casa di San Benedetto che da mille anni è considerato il faro della cultura europea, rappresenta un obiettivo di sicuro interesse religioso e, per questo, è sorvegliato speciale. Domani, 21 Marzo, festa di San Benedetto, in abbazia è allerta massima. Dalla questura di Frosinone fanno sapere che “Abbiamo predisposto un piano di sicurezza commisurato all’importanza religiosa del monastero e ai rischi a cui è esposto”. Er. Amedei

20 marzo 2015 0

Ape Car contro Golf sulla Casilina a Ferentino, gravemente ferita coppia di ultraottantenni

Di admin

Nello schianto tra una Ape Car e un Golf, alle 14 di oggi, sono rimasti gravemente feriti una coppia di anziani coniugi di Ferentino. Il sisnistro è avvenuto sulla Sr 6 quando da una stradina secondaria Il tre ruote si è immesso sulla strada principale venendo travolto dalla Golf. Le condizioni della donna, 84 anni, sono apparse subito le più gravi. Sul posto è atterrata una eliambulanza che l’ha trasportata a Roma. Ferito anche il marito 90enne, invece, è stato trasportato in ospedale a Frosinone ma le sue condizioni non sono gravi. Sul posto gli agenti della polizia stradale diretta dal vice questore Vincenzo Lombardo. Il traffico è stato bloccato per circa un’ora, poi ha ripreso a circolare su una sola corsia a senso unico alternato.

20 marzo 2015 0

Sacchi della spazzatura gettati sul raccordo della superstrada, sanzionato il trasgressore

Di admin

“Prosegue l’azione congiunta della Polizia Locale e dell’ufficio ambiente del Comune di Cassino per contrastare l’abbandono di rifiuti attraverso il monitoraggio dell’intero territorio comunale.” A dichiararlo l’assessore all’ambiente Riccardo Consales, che ha reso noto il risultato dell’ultimo controllo effettuato grazie al quale è stato possibile individuare un’altra mini discarica causata dall’abbandono di rifiuti da parte di un cittadino.

“Innanzitutto vorrei ringraziare – ha continuato Consales – l’associazione ‘Il Sole Splende per Tutti’, nella persona del presidente Bruno Della Corte, per la segnalazione che ci ha permesso di effettuare il controllo ed individuare la mini discarica nei pressi della superstrada Cassino Formia (per la precisione nella strada di raccordo con Solfegna Cantoni che si trova davanti al Boschetto). Grazie all’ottimo lavoro dei volontari, quindi, anche in questo caso siamo riusciti, con il supporto fondamentale della Polizia Locale, a risalire al trasgressore.

Questo fa capire quanto importante sia l’attività di controllo che si sta portando avanti sull’intero territorio comunale e che rappresenta un ottimo esempio di collaborazione tra cittadini, associazioni ed istituzioni nel contrastare questo tipo di pratiche a dir poco incivili. I Controlli, effettuati dalla Polizia Locale prontamente giunta sul posto, sono serviti per capire chi ha abbandonato i rifiuti per strada. Da una prima analisi dei sacchi abbandonati, infatti, è stato possibile appurare in ognuno di essi elementi riconducibili alla stessa persona, un cittadino residente a San Giorgio a Cremano. In queste ore gli uffici stanno proseguendo le indagini e verificando i dati del trasgressore al quale verrà, come previsto dalla legge, comminata la sanzione amministrativa.

In questi casi, infatti, in presenza di rifiuti domestici e non di rifiuti speciali è prevista esclusivamente la sanzione pecuniaria che va da 500 fino a 3000 euro, in base alla tipologie di reato, per chi abbandona rifiuti lungo le strade, nei fossi e sui terreni presenti sul territorio comunale. Nei prossimi giorni l’attività di controllo da parte della Polizia Locale, che ringrazio per l’impegno che sta dimostrando, proseguirà con il pattugliamento dell’intero territorio comunale al fine di evitare il ripetersi di episodi simili. Controlli che riguarderanno anche il giusto conferimento dei rifiuti per quanto concerne la raccolta differenziata porta a porta sia delle utenze domestiche che di quelle non domestiche.”

20 marzo 2015 0

Teremoto all’alba in Ciociaria

Di admin

Una scossa di terremoto è stata registrata dai sismografi dell’istituto di geofisica e vulcanologia questa mattina alle ore sei nel distretto sismico dei Monti Ernici Simbruini. Il terremoto è avvenuto a 7,7 chilometri di profondità ed ha avuto una magnitido di 2.4 della scala Richter. L’epicentro è stato localizzato tra i comuni di Acuto, Filettino, Fiuggi, Guarcino, Torre Cajetani, Trevi nel Lazio e Trivigliano.

20 marzo 2015 0

Sacchi della spazzatura gettati sul raccordo della superstrada, grazie al Sole Splende per Tutti individuati gli autori

Di admin

Bustoni neri della spazzatura gettati ai bordi del raccordo della superstrada Sora Cassino. E’ la segnalazione fatta ieri alla polizia municipale e all’assessore Riccardo Consales dall’associazione il Sole Splende per Tutti.

Per questo ieri i vigili urbani coordianti dal comandante Alessandro Buttarelli e il presidente dell’associazioneBruno Della Corte si sono recati sul posto per un sopralluogo e hanno accertato che le buste, contenenti rifiuti urbani, appartenevano quasi tutte ad un unico gesto “incivile”.

Infatti all’interno sono stati ritrovati documenti e persino la fotocopia di una carta di identità e di uno stato di famiglia che hanno permesso di risalire agli autori del reato ambientale, cittadini di cassino originari del napoletano.

“Segnaleremo e faremo sempre intervenire chi di dovere per tutte le segnalazioni di reati ambientali che ci arriveranno” ha detto il presidente Bruno della Corte, e ha aggiunto “Non faremo sconti a nessuno perchè il perpretare di questi abbandoni peggiora di giorno in giorno il nostro territorio lasciando ai nostri figli solo terreni contaminati e avvelenati”.

Ant.Nard.