Ispettori Ambientali da domani via al corso di formazione

Ispettori Ambientali da domani via al corso di formazione

2 marzo 2015 0 Di redazionecassino1

Entra nel vivo il progetto degli Ispettori Ambientali promosso dal comune di Cassino. Dopo la presentazione delle domande ora si fa sul serio. Inizieranno, infatti, domani i corsi per la formazione degli uomini che dovranno svolgere questo importante compito di controllo del territorio contro gli abusi e il deposito incontrollato di rifiuti. “Domani pomeriggio con il primo modulo inizierà il corso per la formazione di tutti coloro hanno presentato domanda e sono risulti idonei e quindi presenti nella graduatoria degli ispettori ambientali.” A renderlo noto l’assessore all’ambiente del Comune di Cassino, Riccardo Consales, che domani, martedì 3 marzo, insieme al comandante della Polizia Locale, inaugurerà il corso che si terrà all’interno della Sala Restagno del Municipio dalle 15 alle 19. “La prima lezione – ha continuato Consales – sarà incentrata sulla figura dell’ispettore ambientale. Più precisamente riguarderà le competenze, contenute all’interno del regolamento comunale, dell’ispettore ambientale ed il rapporto con la Polizia Locale, oltre che la classificazione prevista per questa figura all’interno dell’ordinamento giuridico. Come già detto il corso avrà una durata di 40 ore ed è articolato in più moduli, in tutto 10, con nozioni che riguarderanno gli illeciti amministrativi ed i reati in materia ambientale, il procedimento sanzionatorio amministrativo, l’esame di regolamenti ed ordinanze comunali in materia ambientale e l’esame della normativa in materia ambientale, Regionale e Statale in particolare il vigente T.U.A. Al corso prendono parte anche 10 dipendenti comunali che verranno affiancati agli aspiranti Ispettori Ambientali che, conseguito il titolo, dovranno assicurare, a pena di inammissibilità, almeno venti ore mensili di lavoro volontario, a favore dell’ente gestore del corso di formazione, secondo le disposizioni impartite dal responsabile. Domani, quindi, si passa alla fase di formazione per tutti gli aspiranti ispettori ambientali a seguito della quale verrà rilasciato un attestato ed i primi 30 su 77 che hanno presentato domanda potranno iniziare a svolgere il proprio compito, che è bene ricordare non costituisce attività di pubblico ufficiale, all’interno della città. Successivamente, partito il progetto e preso atto dell’andamento dello stesso che auspichiamo essere positivo, eventualmente si provvederà all’abilitazione di tutti coloro avranno frequentato il corso e conseguito la qualifica. Il ruolo dell’Ispettore Ambientale, in una realtà come la nostra in cui come sistema di raccolta dei rifiuti è in vigore il porta a porta, è fondamentale. Compito degli ispettori, infatti, è quello di svolgere un’attività di monitoraggio e di segnalazione di pratiche scorrette e di presenza di eventuali mini discariche abusive, fornendo un forte contributo sia nel prevenire tale fenomeni che nel sostenere le autorità competenti per le conseguenti attività sanzionatorie e repressive.”