Ritrovato a Cassino importante reperto della prima “casa” della Madonna dell’Assunta

Ritrovato a Cassino importante reperto della prima “casa” della Madonna dell’Assunta

2 marzo 2015 0 Di admin

Un pezzo dell’antica Cassino riemerge dopo la pulizia di un’area. Qualche giorno fa, nella zona San Silvestro della città Martire, è stato ritrovato un reperto che sembra essere  un obelisco in calcare che decorava la facciata della Santissima Annunziata. A darne notizia è l’ambientalista Edoardo Grossi al quale sta a cuore non solo l’ambiente ma anche la storia di Cassino. E quella ritrovata nei pressi di Largo San Domenico sembra essere proprio un importante pezzo della storia cittadina dato che la Santissima annunziata era la chiesa in cui trovava dimora la venerata statua della Madomnna dell’Assunta.

cartina

Non a caso, ancora oggi, la sua incoronazione avviene proprio in quella zona. “Dopo la pulizia sono emersi – dice Grosssi – i resti di una delle Chiese dell’anteguerra, cui molti cittadini di Cassino,  erano particolarmente legati, si tratta  la chiesa della SS. Annunziata, fatta costruire nel XV secolo ed ubicata sulla via che porta a Caira, tra via del Foro a via San Giacomo, nei pressi dell’ENEL. I bombardamenti del ‘43-’44 la distrussero completamente. Qualche giorno fa è venuta alla luce la punta della cupola del campanile, e tutt’ora lasciata alla mercé di ladri. Sono venuti fuori inoltre molte depressioni che evidenziano i sotterranei della Chiesa, lasciati aperti e pericolosi per chi volesse fare una visita. Andrebbe recuperata senza indugio alcuno. La soprintendenza ai beni storici e archeologici,  dovrebbe intervenire con la massima urgenza per tutelare questo prezioso tesoro. Non escludo – conclude Grossi – di far intervenire i Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Storico”.

Ermanno Amedei