Giorno: 20 aprile 2015

20 aprile 2015 0

Nuova sede della Guardia di Finanza a Frosinone, il colonnello Piccinini: “Nel centro storico per essere vicini alla gente”

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

È un edificio storico quello in cui, questa mattina, è stata inaugurata la nuova sede del comando provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone. Risale al 18esimo secolo ed ha ospitato strutture militari. Nel 1949 quando era ancora di proprietà dell’Esercito viene intitolata al capitano Manlio Zincone, il capitano di Fanteria originario di Casalvieri, deceduto eroicamente nel 1941 durante le guerre Coloniali. Oggi la Medaglia d’Oro continua a dare il suo nome alla prestigiosa sede del comando provinciale delle fiamme gialle di Frosinone.  Sei mila metri quadrati in cui trovano spazio la Compagnia di Frosinone, il nucleo della tributaria e il comando provinciale.

A fare gli onori di casa è stato il colonnello Roberto Piccinini, comandante Provinciale che ha accolto le massime autorità, su tutte il comandante generale della Guardia di Finanza il generale di Corpo d’Armata Saverio Capolupo, il comandante interregionale dell’Italia Centrale generale di corpo d’Armata Domenico Minervini, il comandante della regione Lazio, il generale Carmine Lopez. Sul palco e al taglio del Nastro il presidente della regione Lazio Nicola Zingaretti, il prefetto di Frosinone Emilia Zarrilli, il questore Santarelli, il colonnello Tuccio comandante provinciale dei carabinieri.

“La nuova sede – ha detto il colonnello Piccinini – è bella ed è nel centro storico di Frosinone. Aspetto questo non secondario perchè la Guardia di Finanza vuole essere vicina al cittadino e al fianco degli operatori onesti”.

Il generale Capolupo si è soffermato sulla figura eroica del capitano Zincone salutando anche la nipote, Elisabetta, presente sul palco. “È un territorio dinamico e la Guardia di Finanza è impegnata ad assicurare la sicurezza economica e Finanziaria. sono questi obiettivi da salvaguardare per arginare la concorrenza sleale. Gli effetti dell’evasione fiscale, del lavoro nero, hanno riverberi sui bilanci della Nazione in particolar modo in un contesto così difficile”. Il Generale ha anche ricordato l’impegno della Guardia di Finanza nei mari, e che proprio nelle 0ore dell’inaugurazione, unità navali delle Fiamme Gialle, insieme a capitaneria di morto e Marina, stavano soccorrendo altri barconi di disperati nel Mediterraneo.

Il prefetto Emilia Zarrilli ha rimarcato invece l’ottimo lavoro svolto fino ad oggi dagli ufficiali ed in particolar modo dai giovani impegnati nel contrastare le nuove e moderne tipologie di crimine che si stanno diffondendo a macchia d’olio. Parole di elogio per il colonnello Piccinini, per la sua caparbietà nel raggiungere gli obiettivi e la capacità di saper ascoltare come un buon padre di famiglia. A lei è spettato l’onore del taglio del nastro. Al suo fianco il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti che ha detto: “È un segnale importante per il territorio mi hanno fatto molto piacere le parole pronunciate dal comandante provinciale di Frosinone, il colonnello Piccinini, che ha richiamato alla collaborazione tra le forze. Spesso ci si ritrova a lavorare a compartimenti stagno. Noi nel Lazio lavoriamo gomito a gomito, per ottenere risultati, siano essi finalizzati alla apertura di una Rems che alla inaugurazione della di una nuova sede della guardia di Finanza”.

Ermanno Amedei

20 aprile 2015 0

Tanto bruciò… che scattò il sequestro. Sigilli all’ex Secim di Cassino

Di admin

E’ una discarica a cielo aperto che deturpa la vista e l’ambiente di uno dei luoghi più esclusivi di Cassino, quello delle sponde del Gari appena dopo la villa Comunale. L’ex Seciem nelle ultime settimane è stata più volte interessata da incendi appiccato, con tutta probabilità dai vandali.

I vigili del fuoco sono dovuti intervenire più volte per domare roghi che sprigionavano nell’aria fumi maleodoranti e, trattandosi di materiale plastico, probabilmente anche tossico. Oggi, i carabinieri di Frosinone, insieme ai colleghi del Noe e a quelli della compagnia di Cassino hanno sequestrato l’intera area. I sigilli sono stati posti a 4mila metri quadrati, con all’interno edifici fatiscenti, in cui un tempo si lavorava il marmo. I militari, inoltre, hanno denunciato un imprenditore 53enne del cassinate per abbandono di rifiuti speciali e omissione di realizzazione di sistema di raccolta e trattamento acque reflue. All’interno dell’area, infatti, sono stati accumulati rifiuti speciali consistenti in materiali ferrosi, scarti di marmo, fanghi di produzione, materiali inerti e plastici.

Er. Amedei

20 aprile 2015 0

I giovani “Reporter per un Giorno” chiamati a cimentarsi a Cassino sul tema della Corruzione. Il 25 aprile la premiazione

Di admin

In tanti si riempiono la bocca sul da farsi per contrastare la corruzione dilagante nel nostro Paese. C’è poi, invece, chi senza parlare, si rimbocca le maniche e comincia dai più giovani. L’associazione Deus Day presieduta dall’instancabile Sebastiano Midolo, sotto la direzione artistica di Concetta Laura Mauceri hanno chiamato in causa i ragazzi istituendo un concorso tra scuole primarie e secondarie di mezza Italia chiedendo proprio a loro, ai protagonisti di domani, di esprimersi sul tema “Corruzione e malaffare, piaghe del nostro tempo: quali i rimedi?”. L’iniziativa nasce in seno alla Quinta edizione del concorso nazionale Cronista per un Giorno “Michele Giordano”. Un nome più calzante per un concorso di questo tipo non poteva essere trovato. L’indimenticato Giordano rappresenta una pietra miliare per il giornalismo locale.

Certi che i lavori dei giovanissimi e ben documentati Reporter sarebbero piaciuto al “direttore”, sabato, 25 aprile, si svolgerà a Cassino la cerimonia di premiazione all’interno della sala Restagno del Comune. Vi assicuriamo che i lavori svolti dai ragazzi, anche quelli più giovani, ed anche quelli che magari non hanno vinto, mostrano quanto sia chiaro in loro il senso del disprezzo per il sistema corruttivo e per il malaffare in genere.

Nell’occasione saranno premiati anche i vincitori della terza edizione del premio nazionale di Poesia “Le Sorgenti del Gari”. Le Sezioni del Premio sono due: poesia in lingua italiana ed un’altra in vernacolo. Saranno premiati venti poeti, provenienti da tutta la Nazione, dalla Sicilia al Veneto.

Ermanno Amedei

20 aprile 2015 0

Licia Colò premierà a Cassino il vincitore della prima edizione di “Pianeta Scienze”

Di admin

“La scienza. Come ha cambiato la nostra vita e come la cambierà?”. Ottantasei studenti dell’ultimo anno del liceo “M.T. Varrone” di Cassino si sono cimentati per dare una risposta a questa domanda partecipando alla prima edizione del Premio “Pianeta Scienze” indetta in ricordo della compianta professoressa Vittoria Discenza – Bracone. Il vincitore verrà ufficializzato giovedì 23 aprile, alle 11, presso l’Auditorium del Liceo “M.T. Varrone” in viale Europa 28 a Cassino.

Il Premio è stato fortemente voluto dalla famiglia Discenza per ricordare, a due anni dalla scomparsa, la prof.ssa Vittoria, che per un trentennio ha insegnato all’Istituto Magistrale Varrone di Cassino; il Premio si è svolto grazie al fondamentale sostegno di tutta la struttura scolastica, diretta dalla prof.ssa Filomena de Vincenzo. Sarà un momento di festa per tutti gli studenti del V anno del Liceo Linguistico e delle Scienze Umane, che in quella occasione conosceranno i nomi dei tre vincitori del concorso che saranno premiati con altrettante borse di studio. Riceveranno invece soltanto un Diploma di Merito altri sei allievi che si sono particolarmente distinti nello svolgimento della prova. Gli elaborati che hanno partecipato al Premio sono passati attraverso la valutazione di una Commissione, presieduta dalla prof.ssa Rita Alberigo, e composta dai docenti delle materie scientifiche dell’istituto.

Alla cerimonia parteciperà la prof.ssa Fiorenza Taricone, Docente nell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, che terrà una prolusione sul ruolo di una insegnante-donna nella scuola che cambia.

Sarà infine premiata con il “Premio Speciale Pianeta Terra – Prof.ssa Vittoria Discenza Bracone per la Divulgazione Scientifica” la nota conduttrice Licia Colò (Tv2000), da anni impegnata con successo nell’ambito dei media radiotelevisivi per la conoscenza e la difesa dell’ambiente, della flora e della fauna. Il Premio prof. Vittoria Discenza Bracone – Pianeta Scienze , è stato patrocinato dall’Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, dal Consiglio Regionale del Lazio, dalla Provincia di Frosinone e dai Comuni di Cassino, Baranello (CB) e Palata (CB).

20 aprile 2015 0

“La scuola del ritmo” stasera va in scena al teatro Manzoni di Cassino

Di admin

Lo spettacolo nasce da un’idea di Antonio Lauritano, autore e regista teatrale che ha scritto e diretto lo spettacolo, con la collaborazione del trio Stile Novecento, composto da Antonella D’Avino, Claudia Messore, Silvia Messore.

La loro comune passione per lo “swing” e per il ritmo sincopato, ha dato vita ad uno spettacolo allegro e divertente, ma non per questo privo di spessore. La musica proposta, infatti, viene supportata da un testo teatrale agile e divertente, in grado di dare al pubblico, senza mai essere didascalico, tutta una serie di informazioni sul periodo storico e di dipingere con il sorriso una società, come quella italiana, che ha vissuto nel breve spazio di 40 anni (dal 1900 al 1940) una lunga serie di eventi spesso anche negativi e luttuosi.

In un momento artistico che “celebra” la predominanza dell’elettronica, che è fatto quasi sempre di spettacoli musicali con basi preregistrate, “La scuola del ritmo” offre al pubblico uno show completamente “live” che vede in scena, oltre al trio Stile Novecento, l’orchestra Mousikè di Gragnano diretta dal M° Matteo Catalano, che ha anche curato gli arrangiamenti e l’orchestrazione, un gruppo vocale, ballerini e alcuni attori del Centro Universitario Teatrale (CUT) di Cassino.

Uno spettacolo dunque moderno e contemporaneo, che susciterà senza dubbio l’interesse degli studenti, sia per il suo valore artistico, sia per il significato storico e per il valore didattico degli argomenti trattati.

20 aprile 2015 0

Liti tra condomini in palazzina popolare a Cassino, super lavoro per polizia

Di admin

Liti, urla e rissa sfiorata, ieri sera in una palazzina popolare in via Garigliano a Cassino. Per motivi di cattivo vicinato tra due famiglie, ieri sera si è accesa una violenta lite per sedare la quale sono dovuti intervenire gli agenti del commissariato di polizia di Cassino diretti dal vice questore Cristina Rapetti. All’esito degli accertamenti, un uomo è stato denunciato per violazione di domicilio. Questa mattina stesso copione. Ancora liti, in particolare degli “invasi” di ieri che hanno aggredito verbalmente il denunciato di ieri. Nuovo intervento delle forze dell’ordine per evitare che la lite degenerasse in scontro fisico. Er. Amedei

20 aprile 2015 0

Al “Parco Baden Powell” venerdì la piazzetta sarà intitolata a Michele Giordano

Di redazionecassino1

Diventa realtà l’intitolazione della piazzetta del Parco “Baden Powell” di via Verdi a Michele Giordano. “Venerdì la piazzetta interna del nuovo parco Baden Powell sarà intitolata a Michele Giordano, storico giornalista cassinate e fondatore della prima emittente radiofonica di Cassino.” A renderlo noto il sindaco del Comune di Cassino, Giuseppe Golini Petrarcone, a seguito della delibera di giunta con cui è stata recepita la proposta, sottoscritta sia da associazioni culturali che da diversi cittadini, avanzata da Enzo Pagano di Radio Cassino Stereo e dal concittadino Nando Avolio, di intitolare un luogo della città alla memoria del giornalista scomparso sette anni fa. “Michele Giordano – ha continuato il sindaco – è sicuramente una figura centrale per la città di Cassino per la quale ha profuso il suo impegno professionale sempre con grande passione, realizzando diverse iniziative molto apprezzate dai cittadini di cui ancora oggi in tanti conservano il ricordo. Luogo più adatto e significativo della piazzetta interna al nuovo parco Baden Powell (ex Campo Boario) non si poteva scegliere. Proprio in quell’area, infatti, nel lontano 1966 Giordano fece sorgere la prima fiera Campionaria di Cassino e del Basso Lazio, che contribuì in maniera determinante al rilancio dell’economia di tutto il territorio nei primi anni settanta. Oggi la Fiera non c’è più, ma il nuovo parco Baden Powell è un luogo nel cuore della città, frequentato quotidianamente dai cittadini di Cassino, in cui la cultura e di casa. Sono certo che Michele Giordano avrebbe apprezzato la nuova vita dell’ormai ex Campo Boario.” Sull’argomento è intervenuto anche l’assessore alla cultura Danilo Grossi che ha aggiunto: “Michele Giordano è una figura che, senza ombra di dubbio, ha dato lustro alla città di Cassino attraverso le numerose iniziative culturali e nel campo della comunicazione in cui si è sempre distinto tanto da poterlo considerare un vero e proprio precursore, per non dire pioniere, dell’informazione. Oltre ad aver fondato la prima emittente radiofonica della città martire, Michele Giordano è stato anche il fondatore, nonché titolare e direttore responsabile dell’emittente TeleCiociaria ed ideatore del giornale ‘Il Gazzettino del Lazio’. Piazza Michele Giordano vuole essere il riconoscimento ed il giusto tributo ad un personaggio molto amato dai cittadini di Cassino, come dimostrano le tante firme che hanno sottoscritto la richiesta di intitolazione della piazza interna al parco Baden Powell, che ha segnato la storia della città.”

20 aprile 2015 0

Sabato 25 aprile il mercato si svolgerà regolarmente

Di redazionecassino1

“Nonostante sabato 25 aprile sia un giorno festivo, ricorre il settantesimo anniversario della Liberazione d’Italia, il mercato settimanale si svolgerà regolarmente secondo quelle che sono le consuete modalità. Gli uffici comunali hanno provveduto ad inviare apposita comunicazione ai diretti interessati confermando il regolare svolgimento sia del mercato dell’abbigliamento che di quelli dell’ortofrutta, delle calzature e degli abiti usati.” È quanto emerge in una nota a firma dell’assessore alle attività produttive e vicesindaco di Cassino Mario Costa.

20 aprile 2015 0

Basket: Solo nel finale Palestrina doma la Virtus Cassino

Di redazionecassino1

A Palestrina una grande BPC Virtus Cassino cede nel finale dopo una bellissima gara contro la prima della classe 91 a 83 . E pensare che la squadra delle V rossoblù poco aveva da chiedere a questo match avendo già raggiunto il sesto posto. Ebbene gli uomini di Vettese hanno pensato bene di rendere la vita difficile ai padroni di casa che invece erano in piena bagarre per l’assegnazione dei primi posti nel ranking stagionale. Palestrina infatti in caso di vittoria contro gli ospiti cassinati avrebbero conquistato anche in caso di concomitante sconfitta della Poderosa Montegranaro, il primo posto assoluto del ranking stagionale. E proprio così è stato. Montegranaro è caduta sul campo di Via dell’Arcadia in Roma complice la prestazione monstre dei padroni di casa dell’Eurobasket ( la squadra più in forma dell’intero campionato in questo momento a nostro modesto parere, ndr) e Palestrina ha vinto contro Cassino . La caduta dei marchigiani ha così spianato la strada alla vetta solitaria per gli uomini di Lulli . Gli arancio verdi in tal modo suggellano una stagione stupenda e conquistano il diritto di giocarsi i playoff da primi in classifica con tutti i vantaggi del caso. La sconfitta di Montegranaro ha invece assegnato la diretta concorrente per i quarti di finale alla Virtus Cassino. I rossoblù se la vedranno proprio con i marchigiani di Montegranaro , in un duello dall’esito forse scontato sulla carta , ma tutto da vivere per Dri e compagni che stasera hanno davvero messo in mostra a tratti un buon basket in condizioni climatiche difficili e con un avversario di tutto rispetto di fronte. Ha vinto Palestrina perché ha gettato il cuore oltre l’ostacolo nel momento topico del match. La grinta di Rischia e compagni è divenuta ormai proverbiale e proprio quando a metà del IV quarto l’inerzia della gara sembrava aver preso la strada degli ospiti cassinati , gli arancio verdi hanno sfoderato la “cattiveria” giusta per andare a prendersi questi due punti fondamentali per la vittoria della regular season . Squadra tosta quella prenestina , 6 uomini in doppia cifra , mai domi e soprattutto cattivi al punto giusto con l’istinto del killer. Istinto ferino che si è acuito mano a mano che da Roma giungevano le notizie giuste. La Virtus Cassino dal canto suo non ha affatto sfigurato, anzi . Grilli ha menato le danze nel terzo quarto trascinando i compagni in un parziale monstre che ha riavvicinato in corso di quarta frazione i cassinati fino al meno 2. Allorquando dapprima Vergara , poi Dri e infine Castelluccia mancavano il pareggio o addirittura il sorpasso. Ne siamo certi , quello che è mancato a questa sfida dal sapore garibaldino, è stato proprio questo. Come in un film thriller alla “Sliding Doors” , sarebbe stato bello vedere come e se sarebbe cambiata l’inerzia del match , laddove Cassino fosse riuscita a mettere anche per un attimo il muso avanti. Ed invece gli uomini di Vettese ci sono andati assai vicino ma mai hanno inferto il colpo del sorpasso. La cronaca della gara E’ dunque l’ultima partita della regular season e come detto Palestrina ed il pubblico del PalaIaia sperano ancora nel primo posto . La squadra di Lulli non si fa pregare per ripagare le attese dei propri sostenitori . Partenza di quelle serie e giuste; 6-0 per incominciare a far capire che aria tira d’ora in avanti . La BPC Virtus Cassino per segnare il primo canestro deve attendere ben tre minuti , ma in 7 minuti ne segnerà ben 17 di punti. La BPC Virtus Cassino infatti fa capire subito che intende regalarsi una prova dispettosa e non ci sta a recitare la parte dell’ospite poco accondiscendete . Dopo tre minuti però il tabellone recita 8-5 con gli arancio verdi Rossi e Vitale che si propongono per il primo allungo. Sotto canestro è battaglia grossa, Di Giacomo fuori con due falli, Vergara si fa sentire entrando dalla panchina per rilevare un Tommaso Ingrosso partito un po’ contratto ma senz’altro guardato a vista in modo non certo amichevole dai lunghi dirimpettai. Vergara confezione i punti che riportano Casssino sul 17-15. Cinque punti di Gagliardo permettono tuttavia agli arancio verdi di chiudere avanti di cinque lunghezze il primo periodo, 22 a 17 . Vitale prima segna, poi si fa stoppare e commette il fallo con cui Grilli firma il 24-21 dalla lunetta. La Virtus Casino c’è e si sente. E’ Colonnelli che realizza il -1 ma il sorpasso come detto sopra non arriverà mai. La dinamicità del play di casa , Rossi, basta a confezionare un piccolo e importante break (30-23), proseguendo nella cavalcata con una tripla di Samoggia che fa impazzire il PalaIaia. Giungono voci incoraggianti dal Pala Avenali e Palestrina ce la mette tutta per tenere un buon margine contro l’agguerrita formazione rossoblù ospite. Di Giacomo pone la ciliegina sul primo tempo sulla prestazione di tutta la squadra , quella padrona di casa , con una schiacciata da entro l’area. La gara però non può mai dirsi indirizzata sul binario decisivo. Non è conclusa neanche quando in apertura di ripresa i padroni toccano il +14. Fondamentale la risposta immediata di Dri , perché Castelluccia si becca un tecnico e potrebbe rendere complessa la gara ai suoi. Botta e risposta che mantiene inalterate le distanze, Di Giacomo in evidenza con due bei giochi di gambe sotto canestro che annichiliscono Ingrosso. La BPC Virtus Cassino però non molla e a metà della terza frazione di gioco si trova sul 54 a 47. Nel crescendo degli ospiti si inserisce la tripla di Rischia, ma Ingrosso porta punti pesanti e dai 6.75 firma il -2. Ingrosso però è croce e delizia per i cassinati . Infatti c’è la macchia di una decisione arbitrale ingenerosa per il lungo cassinate . Infatti Ingrosso viene sanzionato per un fallo in attacco e successivamente dopo il fischio arbitrale per un antisportivo molto discutibile e francamente poco comprensibile. Rischia così va in lunetta per quattro liberi consecutivi . Puntualmente la guardia prenestina segna tutto. Sul seguente possesso Gagliardo in semi gancio riporta i padroni di casa a +8. E’ e sembra tutto deciso , ma la BPC Virtus Cassino non ci sta e grazie a super Grilli tiene viva la speranza con un importante ultimo canestro che vale il 67-62 che sancisce anche la fine del terzo periodo di gioco. Alla ripresa arrivano i primi punti di Castelluccia e Cassino ha nuovamente la palla del sorpasso fallita da Vergara in modo banale. Nel momento del pericolo per i padroni di casa però esce dal cilindro di Lulli Vitale con una bomba fondamentale e Rischia che aiuta da par suo con un arresto e tiro (72-65) . Time out per coach Vettese che vuole schiarire le menti appannate dei suoi uomini. I minuti seguenti sono tra i più appassionanti di tutta la gara. Infatti senza risparmiarsi le contendenti restano a massimo due possessi di distanza tra di loro . Montegranaro ha ormai perso e Palestrina cerca il primo posto con le unghie e con i denti. Vitale si prende tiri di grande responsabilità non fallendoli e meritandosi la palma di MVP ; Samoggia appena rientrato piazza un jumper, Dri e Grilli tengono in scia Cassino, ma nulla possono sulla precisione di Vitale e Rossi che segnano due bombe di fila che tagliano le gambe agli avversari. Palestrina ormai vede lo striscione del traguardo, gli ultimi minuti servono più che altro alla festa sugli spalti e ai sorrisi sulla panchina arancio verde . Alla sirena è 91-83 e tutti sono pronti a tributare un lungo applauso ai protagonisti di questa incredibile cavalcata. Palestrina e Cassino , che non ha recitato il ruolo dello sparring partner , anzi ha reso la vita davvero difficile alla capolista , si accingono a disputare la lotteria dei playoff chiudendo la prima da capolista , la seconda da sesta del ranking stagionale . Si inizia con la post season domenica prossima e ne siamo certi , come canta Pino Daniele, sarà tutta un’altra storia.

Pallacanestro Palestrina – BPC Virtus Cassino : 91 – 83 PARZIALI: 22-17, 41-32, 67-62 Pallacanestro PALESTRINA: Rischia 15, Rossi 19, Molinari , Vitale 20, Poggi, Di Giacomo 10, Samoggia 14, Brenda 2, Pecetta ne, Gagliardo 11. All. Lulli BPC Virtus CASSINO: Salzillo ne, Castelluccia 3, Colonnelli 8, Sgobba 4, Ausiello 3, Di Mambro ne, Vergara 15, Grilli 21, Dri 14, Ingrosso 15. All. Vettese Arbitri : D’ORAZIO E. (TV) – PEROCCO A. (TV) MVP : Grilli (BPC Virtus Cassino ) e Vitale ( Pallacanestro Palestrina ) Note : spettatori 700 circa

20 aprile 2015 0

Play-off: giochi fatti per le “quattro” che disputeranno le finali

Di redazionecassino1

Girone di ritorno dei play-off prima della fase finale ad eliminazione diretta che vede il successo nel gruppo ‘A’ della Longobarda Pontecorvo a quota dieci punti dopo il pareggio a reti inviolate nello scontro diretto con la Ferrara. Nel girone ‘B’ la capolista Vairano vince sul terreno di Scauri per 1 a 3, mentre Amatori Aquino ha la meglio, 3 a 0, sullo Sporting Pietravairano. Cassino OVest Doc si lascia fermare da un pareggio, 1 a 1, contro Angolo Divino perdendo l’occasione di andare in vetta alla classifica del turno play-off. A guidare la fase finale resta Professional Service che batte, di misura 1 a 0, Tibia e Peroni. Solo due punti, tuttavia separano le due formazioni di testa che dovranno affrontarsi, nel prossimo turno, in uno scontro diretto. Sarà l’occasione per la formazione di patron Losani per chiudere la fase play-off in testa nel girone ‘C’. Nel girone ‘D’ ancora una vittoria a suon di reti, 2 a 7, per Atletico Pontecorvo ai danni di Cenceglie Sora. Un secco 3 a 0 chiude, invece, il match casalingo della formazione campana, fra Rocca D’Evandro e Yammo.it, ai danni degli ospiti. F. Pensabene F. P