Basket: Solo nel finale Palestrina doma la Virtus Cassino

Basket: Solo nel finale Palestrina doma la Virtus Cassino

20 aprile 2015 0 Di redazionecassino1

A Palestrina una grande BPC Virtus Cassino cede nel finale dopo una bellissima gara contro la prima della classe 91 a 83 .
E pensare che la squadra delle V rossoblù poco aveva da chiedere a questo match avendo già raggiunto il sesto posto. Ebbene gli uomini di Vettese hanno pensato bene di rendere la vita difficile ai padroni di casa che invece erano in piena bagarre per l’assegnazione dei primi posti nel ranking stagionale. Palestrina infatti in caso di vittoria contro gli ospiti cassinati avrebbero conquistato anche in caso di concomitante sconfitta della Poderosa Montegranaro, il primo posto assoluto del ranking stagionale.
E proprio così è stato. Montegranaro è caduta sul campo di Via dell’Arcadia in Roma complice la prestazione monstre dei padroni di casa dell’Eurobasket ( la squadra più in forma dell’intero campionato in questo momento a nostro modesto parere, ndr) e Palestrina ha vinto contro Cassino .
La caduta dei marchigiani ha così spianato la strada alla vetta solitaria per gli uomini di Lulli . Gli arancio verdi in tal modo suggellano una stagione stupenda e conquistano il diritto di giocarsi i playoff da primi in classifica con tutti i vantaggi del caso. La sconfitta di Montegranaro ha invece assegnato la diretta concorrente per i quarti di finale alla Virtus Cassino. I rossoblù se la vedranno proprio con i marchigiani di Montegranaro , in un duello dall’esito forse scontato sulla carta , ma tutto da vivere per Dri e compagni che stasera hanno davvero messo in mostra a tratti un buon basket in condizioni climatiche difficili e con un avversario di tutto rispetto di fronte.
Ha vinto Palestrina perché ha gettato il cuore oltre l’ostacolo nel momento topico del match. La grinta di Rischia e compagni è divenuta ormai proverbiale e proprio quando a metà del IV quarto l’inerzia della gara sembrava aver preso la strada degli ospiti cassinati , gli arancio verdi hanno sfoderato la “cattiveria” giusta per andare a prendersi questi due punti fondamentali per la vittoria della regular season .
Squadra tosta quella prenestina , 6 uomini in doppia cifra , mai domi e soprattutto cattivi al punto giusto con l’istinto del killer. Istinto ferino che si è acuito mano a mano che da Roma giungevano le notizie giuste.
La Virtus Cassino dal canto suo non ha affatto sfigurato, anzi . Grilli ha menato le danze nel terzo quarto trascinando i compagni in un parziale monstre che ha riavvicinato in corso di quarta frazione i cassinati fino al meno 2. Allorquando dapprima Vergara , poi Dri e infine Castelluccia mancavano il pareggio o addirittura il sorpasso.
Ne siamo certi , quello che è mancato a questa sfida dal sapore garibaldino, è stato proprio questo. Come in un film thriller alla “Sliding Doors” , sarebbe stato bello vedere come e se sarebbe cambiata l’inerzia del match , laddove Cassino fosse riuscita a mettere anche per un attimo il muso avanti. Ed invece gli uomini di Vettese ci sono andati assai vicino ma mai hanno inferto il colpo del sorpasso.
La cronaca della gara
E’ dunque l’ultima partita della regular season e come detto Palestrina ed il pubblico del PalaIaia sperano ancora nel primo posto . La squadra di Lulli non si fa pregare per ripagare le attese dei propri sostenitori . Partenza di quelle serie e giuste; 6-0 per incominciare a far capire che aria tira d’ora in avanti . La BPC Virtus Cassino per segnare il primo canestro deve attendere ben tre minuti , ma in 7 minuti ne segnerà ben 17 di punti. La BPC Virtus Cassino infatti fa capire subito che intende regalarsi una prova dispettosa e non ci sta a recitare la parte dell’ospite poco accondiscendete . Dopo tre minuti però il tabellone recita 8-5 con gli arancio verdi Rossi e Vitale che si propongono per il primo allungo. Sotto canestro è battaglia grossa, Di Giacomo fuori con due falli, Vergara si fa sentire entrando dalla panchina per rilevare un Tommaso Ingrosso partito un po’ contratto ma senz’altro guardato a vista in modo non certo amichevole dai lunghi dirimpettai.
Vergara confezione i punti che riportano Casssino sul 17-15. Cinque punti di Gagliardo permettono tuttavia agli arancio verdi di chiudere avanti di cinque lunghezze il primo periodo, 22 a 17 .
Vitale prima segna, poi si fa stoppare e commette il fallo con cui Grilli firma il 24-21 dalla lunetta. La Virtus Casino c’è e si sente. E’ Colonnelli che realizza il -1 ma il sorpasso come detto sopra non arriverà mai. La dinamicità del play di casa , Rossi, basta a confezionare un piccolo e importante break (30-23), proseguendo nella cavalcata con una tripla di Samoggia che fa impazzire il PalaIaia.
Giungono voci incoraggianti dal Pala Avenali e Palestrina ce la mette tutta per tenere un buon margine contro l’agguerrita formazione rossoblù ospite. Di Giacomo pone la ciliegina sul primo tempo sulla prestazione di tutta la squadra , quella padrona di casa , con una schiacciata da entro l’area.
La gara però non può mai dirsi indirizzata sul binario decisivo. Non è conclusa neanche quando in apertura di ripresa i padroni toccano il +14. Fondamentale la risposta immediata di Dri , perché Castelluccia si becca un tecnico e potrebbe rendere complessa la gara ai suoi. Botta e risposta che mantiene inalterate le distanze, Di Giacomo in evidenza con due bei giochi di gambe sotto canestro che annichiliscono Ingrosso.
La BPC Virtus Cassino però non molla e a metà della terza frazione di gioco si trova sul 54 a 47. Nel crescendo degli ospiti si inserisce la tripla di Rischia, ma Ingrosso porta punti pesanti e dai 6.75 firma il -2. Ingrosso però è croce e delizia per i cassinati . Infatti c’è la macchia di una decisione arbitrale ingenerosa per il lungo cassinate . Infatti Ingrosso viene sanzionato per un fallo in attacco e successivamente dopo il fischio arbitrale per un antisportivo molto discutibile e francamente poco comprensibile. Rischia così va in lunetta per quattro liberi consecutivi . Puntualmente la guardia prenestina segna tutto. Sul seguente possesso Gagliardo in semi gancio riporta i padroni di casa a +8. E’ e sembra tutto deciso , ma la BPC Virtus Cassino non ci sta e grazie a super Grilli tiene viva la speranza con un importante ultimo canestro che vale il 67-62 che sancisce anche la fine del terzo periodo di gioco.
Alla ripresa arrivano i primi punti di Castelluccia e Cassino ha nuovamente la palla del sorpasso fallita da Vergara in modo banale. Nel momento del pericolo per i padroni di casa però esce dal cilindro di Lulli Vitale con una bomba fondamentale e Rischia che aiuta da par suo con un arresto e tiro (72-65) . Time out per coach Vettese che vuole schiarire le menti appannate dei suoi uomini. I minuti seguenti sono tra i più appassionanti di tutta la gara. Infatti senza risparmiarsi le contendenti restano a massimo due possessi di distanza tra di loro . Montegranaro ha ormai perso e Palestrina cerca il primo posto con le unghie e con i denti. Vitale si prende tiri di grande responsabilità non fallendoli e meritandosi la palma di MVP ; Samoggia appena rientrato piazza un jumper, Dri e Grilli tengono in scia Cassino, ma nulla possono sulla precisione di Vitale e Rossi che segnano due bombe di fila che tagliano le gambe agli avversari.
Palestrina ormai vede lo striscione del traguardo, gli ultimi minuti servono più che altro alla festa sugli spalti e ai sorrisi sulla panchina arancio verde .
Alla sirena è 91-83 e tutti sono pronti a tributare un lungo applauso ai protagonisti di questa incredibile cavalcata. Palestrina e Cassino , che non ha recitato il ruolo dello sparring partner , anzi ha reso la vita davvero difficile alla capolista , si accingono a disputare la lotteria dei playoff chiudendo la prima da capolista , la seconda da sesta del ranking stagionale .
Si inizia con la post season domenica prossima e ne siamo certi , come canta Pino Daniele, sarà tutta un’altra storia.

Pallacanestro Palestrina – BPC Virtus Cassino : 91 – 83
PARZIALI: 22-17, 41-32, 67-62
Pallacanestro PALESTRINA: Rischia 15, Rossi 19, Molinari , Vitale 20, Poggi, Di Giacomo 10, Samoggia 14, Brenda 2, Pecetta ne, Gagliardo 11. All. Lulli
BPC Virtus CASSINO: Salzillo ne, Castelluccia 3, Colonnelli 8, Sgobba 4, Ausiello 3, Di Mambro ne, Vergara 15, Grilli 21, Dri 14, Ingrosso 15. All. Vettese
Arbitri : D’ORAZIO E. (TV) – PEROCCO A. (TV)
MVP : Grilli (BPC Virtus Cassino ) e Vitale ( Pallacanestro Palestrina )
Note : spettatori 700 circa