Petrarcone: “Picano dovrebbe provare imbarazzo per aver presieduto per anni un ente fantasma”

Petrarcone: “Picano dovrebbe provare imbarazzo per aver presieduto per anni un ente fantasma”

28 aprile 2015 0 Di redazionecassino1

“Il consigliere Gabriele Picano avrebbe ben altro di cui vergognarsi. Gli 11 dipendenti del Comune di Cassino, soggetti ad indagini per aver timbrato il cartellino ed essere usciti per dedicarsi alle faccende personali e non lavorative, costituiscono una minoranza rispetto ai tanti lavoratori seri ed onesti. Ricordiamo che il Comune di Cassino ha 226 lavoratori alle proprie dipendenze e solo 11 risultano indagati. Spero, essendo il sottoscritto un garantista, che almeno una parte degli indagati riesca a dimostrare la propria estraneità ai fatti contestati. Qual è l’accusa che muovono gli inquirenti? Quella di aver incassato lo stipendio senza aver svolto il loro lavoro fino in fondo. Caro Picano, non ti imbarazza cavalcare in maniera così cinica una vicenda che addolora tutti ma che non è il maggior male italiano? Proprio tu che dici di vergognarti di avere un Sindaco che va sulle cronache nazionali a difendere l’onore della città, non provi un po’ di imbarazzo per aver presieduto per anni un ente fantasma quale l’aeroporto di Frosinone, che non ha mai visto la luce ed è costato a noi contribuenti milioni di euro? Non provavi in quei momenti imbarazzo e vergogna nei confronti dei cittadini a percepire un lauto compenso per presiedere un ente esistente solo nel libro paga dei cittadini. Nella trasmissione televisiva di Giletti, cui ho deciso di partecipare pur conoscendo il tenore ed il taglio aggressivo della stessa, ho difeso l’onore, la storia e l’immagine della mia città e di tutta la macchina amministrativa comunale, senza fare sconti ai responsabili e mettendoci la faccia. Non accetto lezioni di politica, e di buona amministrazione da chi è stato protagonista di sprechi di denaro pubblico ed inefficienza amministrativa. Infine mi viene da sorridere che proprio l’ex assessore al Bilancio del Comune di Cassino, Carmelo Palombo – che verrà ricordato per i debiti milionari che ci ha lasciato insieme alla sua giunta di centro destra – si permetta di criticare l’operato di un’amministrazione seria ed onesta che sta lavorando incessantemente per ripianare i disastri economici ed amministrativi di cui Palombo, insieme ad altri, è stato uno dei massimi interpreti. Giovanni Falcone diceva: ‘Credo che ognuno di noi debba essere giudicato per ciò che ha fatto. Contano le azioni non le parole’. I cittadini sanno giudicare e sapranno interpretare certe affermazioni.” È quanto emerge in una nota a firma del sindaco di Cassino Giuseppe Golini Petrarcone.