Presentato il Parco letterario “Tommaso Landolfi e il Paese del P.” presso la Società Dante Alighieri

Presentato il Parco letterario “Tommaso Landolfi e il Paese del P.” presso la Società Dante Alighieri

2 aprile 2015 0 Di admin

L’ospitalità è il valore aggiunto del Parco letterario “Tommaso Landolfi e il Paese del P.” che ha portato Pico alla ribalta dei riflettori presso la sede della Società Dante Alighieri. Nella splendida cornice di Palazzo Firenze, nel cuore di Roma, è stato presentato il progetto storico-turistico-culturale che vede il piccolo borgo che ha dato i natali allo scrittore Tommaso Landolfi protagonista. Di fronte ad un pubblico attento e interessato è stato illustrato il progetto relativo all’ultimo anello della catena dei Parchi letterari, che animano il turismo culturale in Italia. Il sindaco di Pico Ornella Carnevale ha avuto l’onore di presentare il borgo medievale che sorge all’ombra dei Monti Aurunci evidenziando: “Tommaso Landolfi è caro a tutti noi picani. Finora gli itinerari turistici hanno escluso il nostro borgo ma noi pensiamo che possa essere un luogo da visitare per la sua genuinità e per il suo legame con uno degli scrittori più importanti del 1900 che ha saputo esportare la ‘picanità’ nel mondo. Voglio ringraziare la società Dante Alighieri che ci ha dato la possibilità di parlare di noi attraverso Tommaso Landolfi”. Il presidente de I parchi Letterari, Stanislao De Marsanich, ha aggiunto: “Pico è un piccolo gioiello da vedere che appare un po’ fuori dal mondo. E’ possibile apprezzare una vista che incanta e quel senso di coesione tra gli abitanti che significa tanto per far crescere il bene comune”. Il convegno è entrato nel vivo con la relazione del referente del Parco letterario “Tommaso Landolfi e il Paese del P.” Luigi Falcone che, a titolo gratuito, si è impegnato nella realizzazione di questo progetto. Rilevante l’intervento del docente universitario Marcello Carlino, tra i massimi conoscitori della scrittura di Tommaso Landolfi che ha sottolineato: “Un autore di paradossi. Primo tra tutti il suo scegliere di avere una posizione ai margini e nello stesso tempo essere una figura centrale del 1900”. La novità degli interventi critici è stato rappresentato dal gruppo di lavoro coordinato dal professor Francesco Muzzioli ‘Letter’Aria’. Tre le relazioni curate rispettivamente da Giorgio Biferali che è intervenuto su Tommaso Landolfi e le donne, da Giulia Flenghi che ha analizzato la poesia in Landolfi e da Alessia Amato che si è soffermata sulla letteratura per l’infanzia. Una giornata ben riuscita sotto tutti i punti di vista, alla quale hanno preso parte diverse personalità del mondo della cultura come il critico Andrea Cortellessa, che si è conclusa con un momento di convivialità per degustare i prodotti enogastronomici del territorio così sapientemente rappresentato dalla scrittura di Tommaso Landolfi.