Giorno: 11 maggio 2015

11 maggio 2015 0

Ex diacono Barlone ucciso a Monte Sna Biagio per un credito di 25mila euro

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Patrizio Barlone sarebbe stato ucciso, secondo gli investigatori, per un prestito che aveva fatto ad un conoscente, Aldo Quadrino di Fondi. Sarebbe stato lui a mandare a casa dell’ex diacono di Monte San Biagio, attraverso un amico campano, Salvatore Scarullo, il “gruppo operativo” che avrebbe dovuto rapinarlo e recuperare una scrittura privata di impegno del fondano a restituire la somma di 25mila euro. Proprio quel documento ha messo gli investigatori dei carabinieri della compagnia di Terracina comandata dal capitano Margherita Anzini e i colleghi del comando provinciale di Latina comandati dal colonnello Giovanni De Chiara sulla pista investigativa che ha portato ai sei arresti di oggi. Attività informativa della stazione dei carabinieri di Monte San Biagio, proprio di fronte alla quale, l’omicidio è avvenuto, intercettazioni telefoniche, tabulati e le immagini registrate dalle telecamere della stessa stazione carabinieri hanno permesso di ricostruire e ipotizzare che il Quadrino avesse contattato Salvatore Scarullo, il quale avrebbe creato il collegamento con quello che sarebbe stato il gruppo operativo. Già la sera del 7 febbraio, i quattro, tra i quali i fratelli Salvatore e Vincenza Avola, avevano bussato a casa dell’ex diacono senza trovarlo. In quell’occasione, a salvarlo era stata la necessità di fare compere. Il giorno dopo, l’8 febbraio, sono tornati. A bussare sarebbe stata la donna ed uno degli uomini. Barlone, tipo estremamente prudente, non avrebbe aperto se non li avesse conosciuti o se i due non si fossero presentati a nome di persone che lui conosceva. Inoltre la presenza di una donna serviva proprio a tranquillizzarlo. Le immagini delle telecamere, seppure non propriamente nitide, permettono di riconoscere che del gruppo facevano parte tre uomini ed una donna dalle fattezze fisiche compatibili con gli arrestati. Gli investigatori ipotizzano che cercassero quel documento, ma che il tentativo violento di convincere l’ex diacono a consegnarlo sarebbe stato troppo brutale tanto da ucciderlo consigliando ai quattro di fuggire senza lasciare altre tracce. Questa mattina sono stati arrestati Salvatore Avola, 43 anni, Vincenza Avola, 36 anni, Carmine Marasco, 49 anni, tutti di Torre Del Greco, Antonio Imperato, 56 anni di Ercolano, Aldo Quadrino 53 anni di Fondi, e Salvatore Scarallo, 50 anni di Napoli. Er. Amedei

11 maggio 2015 0

Lavoratori della De Vizia si riuniscono in assemblea, a Cassino rifiuti ritirati solo a metà

Di redazionecassino1

Si riuniscono in assemblea i lavoratori della De Vizia ed interrompono il servizio di raccolta dei rifiuti a Cassino. E’ successo questa mattina intorno alle ore 10 con la conseguenza che metà città è stata ripulita dai sacchetti della plastica, categoria di rifiuti oggetto oggi di raccolta porta a porta, mentre buona parte del resto cittadino si è visto lasciare i sacchetti sotto le abitazioni. Viale Dante, via de Nicola, via Cimarosa, via Garigliano e molte altre zone di Cassino si sono ritrovati con i cumuli di immondizia sparsi ovunque sui marciapiedi. L’assesore Consales, ascoltato telefonicamente sul problema, ci ha dichiarato che l’assemblea sindacale è stata indetta e svolta senza avvisare il Comune, determinando l’interruzione del servizio di raccolta. Ha, inoltre, precisato che è già stata avviata la procedura, nei confronti della De Vizia, di contestazione dell’interruzione del servizio. Nei giorni scorsi, il sindaco Petrarcone, in un comunicato, ha fatto sapere che la De Vizia è “obbligata a garantire il servizio di raccolta fino ad espletamento della nuova gara” e che a tal proposito aveva proceduto all’emanazione di apposita ordinanza in tal senso. Oggi tuttavia il fenomeno del mancato ritiro si è ripetuto come era già successo alcuni giorni fa, quando i lavoratori della D Vizia avevano portato la protesta sotto gli uffici comunali. F. Pensabene

11 maggio 2015 0

Sei arresti per l’omicidio dell’ex diacono Borlone di Monte San Biagio

Di admin

Monte San Biagio – Venne trovato morto in casa, legato e con segni di un violento pestaggio. Il fitto mistero sulla morte dell’ex diacono di Monte San Biagio sembra essersi dissolto grazie al lavoro investigativo dei carabinieri che, questa mattina, hanno arrestato sei persone tra il Lazio e la Campania. L’omicidio risale all’8 febbraio. Patrizio Barlone, 61 anni, abitava di fronte alla caserma dei carabinieri del paese e il suo corpo è stato ritrovato esanime, legato ad una sedia e con segni di violente percosse. Dalle prime ore dell’alba, nelle province di Latina, Napoli e Salerno i Carabinieri del Comando Provinciale di Latina, supportati da quelli del Reparto Crimini Violenti del Raggruppamento Operativo Speciale Carabinieri e dell’Arma campana, stanno dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 6 persone ritenute responsabili di omicidio a seguito di rapina in abitazione. I dettagli della vicenda saranno forniti nel corso di una conferenza stampa che si terrà al comando provinciale di Latina.

11 maggio 2015 0

Pallanuoto: Teate Splashing a -4 dalla serie C

Di redazionecassino1

Buon match del sabato sera quello della Teate Splashing Pallanuoto che ha battuto in trasferta gli avversari dell’Avezzano Nuoto. Fra le mura del Centro Federale “Unipol Blu Stadium” si sono affrontate la prima contro l’ultima in classifica per l’anticipo della seconda giornata di ritorno del campionato di Promozione (ex Serie D). La partita è stata condotta dai teatini dall’inizio alla fine senza particolari colpi di scena. I marsicani, squadra ferrigna e spigolosa, niente hanno potuto contro l’evidente superiorità degli ospiti. La Teate, infatti, nonostante una formazione parzialmente rimaneggiata, ha saputo imporsi senza problemi con un sonoro 4 a 11. Per il team del duo Di Paolo-Di Cola la promozione in Serie C dista ora a soli quattro punti matematici, che potrebbero anche diminuire per via degli imminenti scontri diretti delle inseguitrici. Il prossimo incontro vedrà la Teate Splashing ancora fuori casa, ospite questa volta nella Piscina Comunale di Ascoli Piceno, contro gli avversari dell’Albatros. PARZIALI: (0-4), (1-1), (1-4), (2-2). TABELLINO Avezzano Nuoto: Proietto M., Fracassi (1), Biacone (1), Tarquini, Leonio M., D’Onofrio, Leonio G., Martini, Di Cola (2), Lancia, Proietto M.; Teate Splashing: De Luca, Cacciagrano (3), Andreoli (1), Aielli, Zuccarini (1), D’Orazio (1), Visciotti, Zirinis, Aceto, Legnini (2), D’Aloisio (3), Scanzano, Iezzi.

11 maggio 2015 0

Calcio a 5: Il “Memorial Guido Lanni” a Yammo.it

Di redazionecassino1

In settimana si è anche chiuso il “Memorial Guido Lanni” di calcio a 5, vinto da Yammo.it con 79 punti in classifica dopo le vittorie ottenute nei confronti che ha visto opposta la formazione cassinate rispettivamente CSKA IRA, superata per 1 a 9 e Haway Fitness per 2 a 12. Dodici le formazioni impegnate: YAMMO.IT, MERUM JAZZ BAR, BAR LA CORTIGLIA , F.C. SANBA, HAWAY FITNESS, VILLA FLORIA CAMPOZILLONE, C.S.K.A. IRA, ATLETICO MEDAGLIA D’ORO, MOTORICAMBI PIEMME, AM. VALLEMAIO, HAWAY PARK, RISTOBAR RISCIO’. Al secondo posto Merum Jazz Bar, con 67 punti chiude al terzo posto, con 58 punti, Bar La Coriglia. Yammo.it, inoltre, ha conquistato anche la classifica dei marcatori della giornata. Michele Squillaciotti e Luca Folco (Yammo.it) hanno superato tutti gli altri insieme a Daniele Siringo (Bar La Cortiglia) con cinque reti messe a segno. Il titolo di Capocannoniere del torneo se l’è aggiudicato Matteo Fargnoli di Am. Vallemaio con 69 reti realizzate. F. Pensabene

11 maggio 2015 0

Fasi finali: Tre pareggi e solo La Ferrara a punteggio pieno

Di redazionecassino1

Primi incontri di andata delle fasi finali del torneo di calcio a 11 che hanno visto un sostanziale equilibrio fra le squadre impegnate in questo weekend. La giornata è stata caratterizzata, infatti, da tre pareggi nei primi tre gironi. Pareggio a reti inviolate fra Yammo.it e Professional Service. Nel match fra la Longobarda e Cassino Ovest Doc le due formazioni non vanno oltre 1 a 1, mentre più animato e ricco di marcature il confronto fra Scauri e Amatori Rocca D’Evandro che si fermano sul 3 a 3. Solo La Ferrara vince il confronto tutto campano, 4 a 1, con Vairano Scalo. Bisognerà attendere, quindi, il prossimo turno per stabilire quali formazioni passeranno alle semifinali. F. Pensabene